Considerazione di precedenti condanne

Croazia

Contenuto fornito da
Croazia

Nella Repubblica di Croazia, l’autorità centrale incaricata dello scambio di dati con gli altri Stati membri è la seguente:

Ministarstvo pravosuđa Republike Hrvatske (Ministero della Giustizia della Repubblica di Croazia)
Uprava za kazneno pravo i probaciju (Direzione del diritto penale e della sospensione condizionale)
Sektor za kazneno pravo (Settore del diritto penale)
Služba za evidencije i pomilovanja (Servizio dei dati giudiziari e dei provvedimenti di grazia)
Odjel za kaznene evidencije (Ufficio del casellario giudiziale)
Ulica grada Vukovara 49
10000 Zagabria

Tel. +385 1 3714-223
Tel. +385 1 3714-222

E-mail: ke.mp@pravosudje.hr

Casellario giudiziale

La legge sulle conseguenze giuridiche delle condanne, sul casellario giudiziale e sulla riabilitazione (Zakon o pravnim posljedicama osude, kaznenoj evidenciji i rehabilitaciji) regolamenta le conseguenze giuridiche delle condanne, l’organizzazione, la gestione, la disponibilità, la trasmissione e la cancellazione dei dati del casellario giudiziale, così come lo scambio internazionale di tali dati e la riabilitazione.

Il casellario giudiziale è organizzato e gestito dal ministero competente in materia di giustizia, che è al tempo stesso l’organo centrale per lo scambio di tali dati con altri paesi.

Il casellario giudiziale interessa le persone fisiche e giuridiche condannate in via definitiva nella Repubblica di Croazia per un reato, così come i cittadini della Repubblica di Croazia e le persone giuridiche con sede nella Repubblica di Croazia condannate in via definitiva al di fuori della Repubblica di Croazia, se tali dati sono stati forniti al Ministero.

Il Ministero inserisce le informazioni nel casellario giudiziale sulla base dei dati estratti dalle sentenze definitive e da altri atti.

Il Ministero fornisce tali dati rilasciando un apposito certificato. I dati del casellario giudiziale possono essere utilizzati solo ai fini per i quali sono stati rilasciati.

Rilascio del certificato penale

L’autorità competente a rilasciare il certificato penale nella Repubblica di Croazia è il Ministero della Giustizia. Possono rilasciare il certificato penale anche le Rappresentanze diplomatiche della Repubblica di Croazia, in particolare le ambasciate croate nei paesi in cui vengono richiesti tali certificati. L’interessato può presentare domanda di persona compilando il modulo presso l’ambasciata, allegando una copia della carta di identità o del passaporto, e corrispondendo sul posto i diritti per la prestazione di tale servizio secondo la tariffa stabilita. Il certificato può essere richiesto anche da un’altra persona dietro presentazione di una delega e dei documenti sopra indicati. Il certificato penale per uso all’estero viene rilasciato su un modulo standard.

Ogni persona fisica può chiedere per sé i dati del proprio casellario giudiziale, se ne ha necessità ai fini dell’esercizio di diritti all’estero o in un’organizzazione internazionale. La domanda va presentata tramite il modulo Va  PDF (34 Kb) hr, che fa parte integrante del regolamento sul casellario giudiziale (Pravilnik o kaznenoj evidenciji).

Cancellazione dei dati del casellario giudiziale

I dati del casellario giudiziale sono cancellati:

  1. sulla base di una decisione di riabilitazione da parte dell’autorità competente per la gestione del casellario giudiziale;
  2. sulla base di una sentenza definitiva di riabilitazione;
  3. sulla base di una decisione dell’autorità competente a concedere l’amnistia o la grazia, con cui viene accordata una riabilitazione anticipata.

Riabilitazione

Una volta eseguita, annullata, o estinta una pena detentiva, anche di lunga durata o minorile, oppure una volta esaurito il pagamento della pena pecuniaria, la persona condannata riacquista la sua capacità giuridica, conferita dalla Costituzione, dall’ordinamento giuridico o da altre disposizioni, ad eccezione dei diritti che le vengono limitati a seguito di misure di sicurezza o per le conseguenze giuridiche della condanna.

Se non interviene alcuna nuova condanna per un nuovo reato, la riabilitazione si applica per legge una volta decorsi i termini stabiliti.

Comunicazione dei dati del casellario giudiziale a livello internazionale

La comunicazione dei dati del casellario giudiziale a paesi al di fuori dell’Unione europea avviene conformemente alle disposizioni dei trattati internazionali, oppure, in mancanza di questi, ai sensi della legge sulla cooperazione giudiziaria internazionale in materia penale (Zakon o međunarodnoj pravnoj pomoći u kaznenim stvarima).

La Repubblica di Croazia procede allo scambio internazionale di informazioni estratte dal casellario giudiziale con gli Stati membri dell’UE conformemente alla decisione quadro 2009/315/GAI del Consiglio dell’Unione europea, del 26 febbraio 2009, relativa all'organizzazione e al contenuto degli scambi fra gli Stati membri di informazioni estratte dal casellario giudiziario, agendo secondo i principi di libertà, sicurezza e giustizia.

I dati del casellario giudiziale vengono comunicati agli altri Stati membri dell’UE per via elettronica utilizzando la banca dati dei casellari giudiziali collegata al Sistema europeo di informazione sui casellari giudiziali (ECRIS), secondo i moduli e le classificazioni (formati standardizzati) stabiliti dalla normativa dell’UE.

Finora sono stati effettuati scambi di dati con 8 Stati membri dell’Unione europea: Austria, Repubblica ceca, Belgio, Spagna, Germania, Svezia, Francia e Irlanda, e i preparativi dei test per lo scambio di dati con la Polonia e con l’Italia sono nella fase conclusiva.

La comunicazione dei dati del casellario giudiziale relativi a persone giuridiche a Stati membri dell’UE avviene conformemente alle disposizioni dei trattati internazionali, e in mancanza di questi, ai sensi della legge sulla cooperazione giudiziaria internazionale in materia penale (Zakon o međunarodnoj pravnoj pomoći u kaznenim stvarima).

Ultimo aggiornamento: 27/07/2020

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.