È competente il tribunale di quale paese?

Bulgaria
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Occorre adire un giudice civile ordinario o rivolgersi ad un giudice specializzato (ad esempio il giudice del lavoro)?

Conformemente alla costituzione della Repubblica di Bulgaria, le decisioni giudiziarie vengono emesse dalla Corte suprema di Cassazione, dalla Corte Suprema in diritto amministrativo, dalle corti d'appello, dai tribunali circondariali, dai tribunali militari e dai tribunali distrettuali. Alcuni organi giurisdizionali speciali possono essere istituiti da una legge. Gli organi giurisdizionali straordinari non sono ammessi. In applicazione della legge sul sistema giudiziario sono stati istituiti i tribunali amministrativi; essi sono stati istituiti negli stessi luoghi dei tribunali circondariali e hanno la stessa competenza territoriale di questi ultimi. I tribunali sono competenti in primo grado relativamente a tutte le domande in primo grado su richieste di emanazione, di modifica, di annullamento o di dichiarazione di nullità di atti amministrativi o che riguardano la protezione contro azioni infondate o omissioni da parte dell'amministrazione, salvo che si tratti di cause che rientrano nella competenza della Corte Suprema in materia amministrativa. Non sono stati istituiti altri organi giurisdizionali speciali. Gli organi giurisdizionali civili di diritto comune sono competenti per tutte le cause civili e per taluni tipi di cause avviate nell'ambito di particolari procedimenti contenziosi. Conformemente al codice di procedura civile, i procedimenti particolari includono i procedimenti d'urgenza, la cause relative al diritto matrimoniale, le cause sullo stato civile, i procedimenti per la nomina di un tutore, per la divisione giudiziaria, per la protezione o restituzione del possesso, per la stipulazione di una convenzione definitiva e per le azioni collettive. Talune norme particolari sono altresì previste nel codice di procedura civile rispetto a taluni procedimenti non contenziosi come il procedimento d'ingiunzione di pagamento. La legge sul commercio prevede norme particolari relativamente alle procedure fallimentari e alle azioni nonché ad altri relativi procedimenti non contenziosi che vengono svolti in primo grado dalle sezioni commerciali dei tribunali circondariali, che rappresentano i giudici competenti in materia d'insolvenza.

2 Nel caso in cui sia competente il giudice civile ordinario (ossia è questo il giudice che si occupa di tali casi), come si può identificare quello presso il quale promuovere la causa?

2.1 Vi è distinzione tra gradi più o meno alti della magistratura ordinaria civile (ad esempio, i tribunali circoscrizionali sono di grado inferiore rispetto ai tribunali regionali) e, in caso affermativo, qual è competente per la mia causa?

Conformemente al codice di procedura civile, il tribunale distrettuale è il principale giudice di primo grado. Rientrano nella competenza di tale organo giurisdizionale tutte le cause civili, salvo quelle che rientrano nella competenza del tribunale circondariale in primo grado.

Rientrano nella competenza del tribunale circondariale in primo grado:

  • le azioni di rivendica della proprietà o di altri diritti reali sugli immobili, quando il valore della controversia supera i 50 000 BGN;
  • le azioni in materia civile e commerciale, quando il valore della controversia è superiore a 25 000 BGN, ad eccezione delle azioni nei settori dei crediti alimentari, delle controversie di lavoro e dei crediti derivanti da atti registrati;
  • le azioni con cui si constata l'irregolarità o la nullità dell'iscrizione o ancora per l'inesistenza di una menzione iscritta nei casi previsti dalla legge;
  • le azioni previste in altre leggi del tribunale circondariale;
  • le azioni che, a prescindere dal valore della controversia, sono ricomprese in un'azione che rientra nella competenza del tribunale circondariale, nel caso in cui debbano essere esaminate nell'ambito dello stesso procedimento.

Nel caso in cui si intenda difendere i propri interessi, in qualità di socio, impugnare una decisione degli altri soci o azionisti, ottenere la cancellazione della fusione di una società, ottenere la chiusura di una società o avviare una procedura di insolvenza, occorre adire il tribunale circondariale che ha sede ove la società ha la sua sede registrata.

2.2 Competenza territoriale (il giudice competente per il mio caso è quello della città A o quello della città B?)

2.2.1 Regola generale della competenza territoriale

La controversia viene discussa dinanzi al tribunale del luogo in cui il convenuto ha la sua residenza o la sua sede sociale.

Le controversie contro enti di diritto pubblico o persone giuridiche sono avviate dinanzi al tribunale del luogo della loro amministrazione o della loro sede sociale. Le contestazioni nate da rapporti diretti con filiali o succursali di persone giuridiche possono essere oggetto di cause avviate presso il tribunale del luogo in cui sono situati tali enti.

Le controversie contro lo Stato sono esaminate dinanzi al tribunale del luogo in cui è nato il rapporto giuridico controverso. Nel caso in cui tale rapporto sia nato all'estero, la controversia viene esaminata dinanzi al giudice competente di Sofia.

Le persone irreperibili sono citate dinanzi al tribunale del domicilio del loro rappresentante o, in difetto, del domicilio dell'attore. Tali norme sono applicabili anche rispetto a un convenuto che è irreperibile nella Repubblica di Bulgaria. Nel caso in cui l'attore non abbia più un domicilio nella Repubblica di Bulgaria, la controversia viene discussa dinanzi al giudice competente di Sofia.

I minori o le persone soggette a un tutore (che escluda la loro capacità) devono essere citate dianzi al tribunale del domicilio del loro rappresentante legale.

Per quanto riguarda le successioni, l'annullamento o l'azione di riduzione testamentaria, le divisioni ereditarie o l'annullamento di divisioni con un accordo in sede di conciliazione, i ricorsi vengono presentati dinanzi al tribunale del luogo in cui la successione si è aperta. Nel caso in cui il de cuius fosse di nazionalità bulgara, ma la successione fosse stata aperta all'estero, tali domande possono essere presentate dinanzi all'ultimo domicilio della Repubblica di Bulgaria o dinanzi a quello del luogo in cui si trova il suo patrimonio.

Le controversie di diritto amministrativo rientrano nella competenza del tribunale amministrativo del luogo in cui si trova la sede dell'autorità che ha emesso l'atto amministrativo impugnato e, nel caso in cui tale sede si trovi all'estero, nella competenza del tribunale amministrativo di Sofia.

2.2.2 Eccezioni alla regola generale

2.2.2.1 Quando posso scegliere tra il giudice della località di domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale) e un altro giudice?

Le controversie relative ai crediti pecuniari di natura contrattuale possono anche essere esaminate dal tribunale del domicilio del convenuto.

Le azioni relative alle obbligazioni alimentari possono essere intentate anche dinanzi al tribunale del domicilio dell'attore.

I ricorsi dei consumatori possono anche essere presentati dinanzi al tribunale del luogo in cui il consumatore è residente o è domiciliato.

Un lavoratore può inoltre avviare un'azione processuale contro il suo datore di lavoro dinanzi al tribunale del luogo in cui abitualmente esercita la sua attività lavorativa.

Le controversie di lavoro tra lavoratori stranieri e datori di lavoro non residenti o imprese miste che hanno la loro sede sociale in Repubblica di Bulgaria (nel caso in cui l'attività lavorativa si svolga in Bulgaria) rientrano nella competenza del tribunale del luogo in cui si trova la sede del datore di lavoro, salvo accordo contrario delle parti.

Le controversie di lavoro tra lavoratori bulgari residenti all'estero e datori di lavoro bulgari all'estero rientrano nella competenza del tribunale di Sofia e, allorché il lavoratore sia convenuto, del tribunale competente nel luogo del domicilio di quest'ultimo in Bulgaria.

Le azioni processuali relative a reati di vario genere possono essere avviate anche dinanzi al tribunale del luogo in cui è stato commesso il reato.

Nel caso in cui le azioni siano avviate contro convenuti domiciliati in diversi luoghi che comportano diverse competenze territoriali o riguardino un bene immobile che si trova in diversi luoghi che comportano diverse competenze territoriali, i procedimenti saranno avviati a scelta del ricorrente dinanzi al tribunale di uno di tali cittadini.

Le azioni per ottenere un risarcimento danni in materia amministrativa possono anche essere avviate dinanzi al tribunale del domicilio o della sede del ricorrente, salvo il caso in cui si cumulino con la contestazione dell'atto amministrativo medesimo.

2.2.2.2 Quando sono obbligato ad utilizzare un giudice diverso da quello del domicilio del convenuto (foro determinato in base alla regola generale)?

Le controversie relative a diritti reali su un immobile, alla comunione di un bene immobile in comproprietà indivisibile, ai limiti e alla protezione del possesso di un bene immobile, sono esaminate dinanzi al tribunale del luogo in cui si trova il bene. Il luogo in cui si trova il bene è altresì determinante per le controversie relative alla costituzione o al trasferimento dei diritti reali su un bene immobile, nonché alla risoluzione, all'annullamento o alla dichiarazione di nullità di contratti relativi ai diritti reali su un bene immobile.

2.2.2.3 È possibile per le parti designare un foro che altrimenti non sarebbe competente?

Con un contratto scritto le parti di una controversia a carattere patrimoniale possono scegliere un altro giudice rispetto a quello che dovrebbe essere competente in base alle norme sulla competenza territoriale. Tale opzione non è applicabile nei casi in cui la competenza è obbligatoriamente definita in funzione del luogo ove si trova il bene immobile per le controversie relative ai diritti reali su un bene immobile, la comunione di un bene immobile in comproprietà indivisibile, i limiti e la protezione del possesso di un bene immobile, la stipulazione di una convenzione definitiva relativa alla costituzione o al trasferimento dei diritti reali su un bene immobile, o la risoluzione, l'annullamento o la dichiarazione di nullità di contratti relativi ai diritti reali su un bene immobile.

L'accordo relativo alla scelta di un giudice in materia di azioni di consumatori o di controversie di lavoro può produrre effetti solo se è stato concluso dopo che la controversia era già iniziata.

Le parti di una controversia a carattere patrimoniale possono accordarsi sul fatto di far decidere la causa a un collegio arbitrale, salvo che la controversia abbia per oggetto diritti reali o il possesso di un immobile, crediti alimentari o diritti derivanti da un rapporto di lavoro. La competenza del collegio arbitrale viene stabilita da una convenzione che regola tale particolare procedura conclusa tra le parti in causa e che è detta clausola arbitrale. Tale categoria di rapporti è altresì disciplinata sia da fonti di diritto internazionale sulla materia, sia da una fonte nazionale speciale, vale a dire la legge sull'arbitrato commerciale internazionale. Conformemente a tale legge la clausola d'arbitrato può essere inserita nel contratto o figurare in un accordo stipulato a parte che dev'essere redatto per iscritto. L'arbitrato può essere un'istituzione permanente o può essere attuato per decidere su una particolare controversia. La sede può essere stabilita all'estero se una delle parti vi risiede abitualmente, sia conformemente alle norme vigenti dello stato ove risiede abitualmente, che in funzione del luogo ove è stabilita (all'estero) la direzione della parte.

3 Se è competente una giurisdizione specializzata, come posso identificare il foro competente per la causa che intendo promuovere?

I tribunali amministrativi sono i soli giudici speciali in materia civile nella Repubblica di Bulgaria.

Tutte le cause di diritto amministrativo rientrano nella competenza dei tribunali amministrativi, ad eccezione di quelli che rientrano nella competenza della Corte amministrativa suprema. La Corte amministrativa suprema decide in primo grado per le cause relative a: - atti regolamentari, salvo nei casi in cui questi ultimi vengano emanati dai consigli municipali; - atti del Consiglio dei ministri, del primo ministro, dei vice del primo ministro e dei ministri; -decisioni del Consiglio superiore della magistratura; - atti delle autorità della Banca nazionale di Bulgaria; - altri atti previsti dalla legge.

Ultimo aggiornamento: 27/09/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web