Se la mia domanda da un altro paese UE e debba essere esaminata in questo paese

Francia

Contenuto fornito da
Francia

Qual è l’autorità competente a decidere su una domanda di risarcimento nei casi transfrontalieri?

In seno al Tribunal de grande instance (TGI, Tribunale civile di primo grado), è la Commission d’indemnisation des victimes d’infraction (CIVI, la Commissione di risarcimento delle vittime di reato) a decidere sulle domande di risarcimento presentate dalle vittime di reati o da loro aventi diritto.

In materia di terrorismo FR, è il Fonds de garantie des victimes des actes de terrorisme et d’autres infractions (FGTI, Fondo di garanzia per le vittime di atti terroristici e di altri reati) a pronunciarsi sulle domande, con un controllo del giudice in caso di contestazione.

Posso trasmettere la mia domanda direttamente all’autorità decisionale di questo paese anche nei casi transfrontalieri (senza dover passare per l’autorità di assistenza del mio paese d’origine)?

Sì, è possibile rivolgersi direttamente all’autorità che si potrà pronunciare sulla domanda.

In quale o quali lingue le autorità preposte al risarcimento accettano:

- la domanda di risarcimento?

- i documenti giustificativi?

La domanda e i documenti sono accettati in francese e in inglese.

Se l’autorità preposta al risarcimento fa tradurre la domanda/i documenti giustificativi proveniente/i da un altro Stato dell’UE, chi paga il servizio?

Le vittime transfrontaliere sono invitate, per quanto possibile, a fornire una traduzione in francese dei documenti essenziali alla loro assistenza.

Sono previsti in questo paese oneri amministrativi o di altro tipo per la gestione della mia domanda (proveniente da un altro Stato dell’UE)? Se sì, come si pagano?

No.

Se devo essere presente durante il procedimento e/o quando viene pronunciata la decisione sulla mia domanda, posso ottenere un rimborso delle spese di viaggio? Come posso richiederle? Chi devo contattare?

Non occorre essere presenti. È tuttavia possibile richiedere, ad alcune condizioni, la copertura delle spese di trasferta, un’indennità giornaliera di soggiorno comprendente spese di vitto e alloggio e un’indennità di comparizione.

Per ottenere questa copertura è necessario contattare l’organo giurisdizionale dal quale si è stati convocati.

Se devo essere presente, è prevista l’assistenza di un interprete?

Se ci si presenta, è prevista l’assistenza gratuita di un interprete.

I certificati rilasciati dai medici del mio paese di residenza vengono accettati o riconosciuti oppure il mio stato di salute/le mie lesioni dovrà/dovranno essere esaminato/i dai vostri periti medici?

I certificati medici del proprio paese di residenza vengono accettati. A seconda dei casi, la perizia medica può essere effettuata su base documentale.

Mi saranno rimborsate le spese di viaggio se devo sottopormi a una visita medica in questo paese?

La perizia medica viene disposta preferibilmente di comune accordo con la vittima in occasione di un suo soggiorno in Francia. Negli altri casi le spese di trasferta sostenute dalla vittima per sottoporsi a una perizia medica possono essere coperte dal FGTI su presentazione dei documenti giustificativi.

Quanto tempo passa (approssimativamente) prima che l’autorità/l’organismo competente decida in merito al risarcimento?

La cancelleria della CIVI trasmette con tempestività la domanda al Fondo di garanzia.

Quest’ultimo deve presentare alla vittima un’offerta entro due mesi dalla ricezione del fascicolo completo trasmesso dalla cancelleria della CIVI.

Se la vittima accetta l’offerta, il verbale di accettazione viene trasmesso per approvazione al presidente della CIVI. In caso di approvazione, il verbale può essere oggetto di esecuzione. La decisione viene notificata alla vittima e al Fondo di garanzia che provvede quindi al versamento.

In caso di rifiuto motivato del Fondo di garanzia, di rifiuto dell’offerta da parte della vittima oppure di mancata risposta della vittima all’offerta del Fondo di garanzia entro un termine di due mesi, il procedimento diventa giudiziario: a quel punto un giudice esamina la domanda e verifica le dichiarazioni e i documenti prodotti.

Il Procureur de la République (procuratore della Repubblica) e il Fondo di garanzia presentano le loro osservazioni entro 15 giorni dall’udienza. Il richiedente e il Fondo di garanzia devono essere convocati almeno due mesi prima.

Dopo un dibattimento in udienza non pubblica, la decisione del risarcimento o del rifiuto della CIVI viene notificata al richiedente e al Fondo di garanzia, il quale provvede a versare l’indennità riconosciuta entro un mese dalla suddetta notifica.

Nei casi di terrorismo (FR), il Fondo di garanzia versa una somma a titolo di anticipo entro un mese dalla ricezione del fascicolo completo, ove ammissibile. Entro tre mesi il Fondo di garanzia provvede poi a presentare un’offerta di risarcimento alla vittima (quando il suo stato è consolidato) o ai parenti delle vittime decedute.

In quale lingua mi verrà comunicata la decisione sulla mia domanda?

La decisione viene comunicata in francese, ma è possibile richiederne una traduzione senza spese.

Se non sono soddisfatto della decisione, come posso ricorrere?

Se non si è soddisfatti della decisione della CIVI, è possibile chiedere un nuovo esame da parte della Corte d’appello da cui dipende la CIVI.

Posso ottenere il patrocinio a spese dello Stato (assistenza di un avvocato) in base alle norme dell’altro paese?

Il patrocinio a spese dello Stato può essere ottenuto in base alle norme applicabili in Francia.

Esistono associazioni di sostegno alle vittime che possono aiutarmi a presentare una domanda di risarcimento nell’ambito di un caso transfrontaliero?

Le associazioni di sostegno alle vittime presenti negli uffici di sostegno alle vittime dei tribunali e nei loro propri locali possono fornire assistenza gratuita nella preparazione della domanda di risarcimento.

Ultimo aggiornamento: 05/11/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web