Se la mia domanda da un altro paese UE e debba essere esaminata in questo paese

Croazia

Contenuto fornito da
Croazia

Quale autorità decide in merito alle richieste di risarcimento nei casi transfrontalieri?

Ministarstvo pravosuđa (ministero della Giustizia)
Ulica Grada Vukovara 49
Zagabria

Telefono: +385 1 371 40 00
Fax : +385 1 371 45 07

Sito Internet: https://pravosudje.gov.hr/o-ministarstvu/djelokrug-6366/iz-pravosudnog-sustava-6372/podrska-zrtvama-i-svjedocima/6156

Posso inviare la mia domanda direttamente all'autorità competente per la decisione di questo paese anche nei casi transfrontalieri (senza cioè dover passare per l'autorità di assistenza del mio paese)?

Sì, presentando la domanda direttamente al ministero della Giustizia della Repubblica di Croazia o via posta raccomandata.

In quali lingue le autorità competenti per il risarcimento accettano la documentazione?

La domanda e i documenti giustificativi devono essere in lingua croata. Se la domanda e i documenti giustificativi sono in lingua straniera, dovranno essere trasmessi assieme alla relativa traduzione certificata effettuata da un traduttore giurato autorizzato.

Se l'autorità competente in materia di risarcimenti traduce la richiesta/i documenti giustificativi provenienti da un altro paese dell'UE, chi si assume le spese?

L'autorità competente per la decisione non si occupa delle traduzioni di domande e documenti giustificativi, né si fa carico dei costi di traduzione.

Vi sono spese amministrative o di altra natura da pagare in questo paese per il trattamento della mia domanda (ricevuta da un altro paese dell'UE)? In caso affermativo, come posso procedere al pagamento?

Non vi sono spese amministrative o di altra natura da pagare nel procedimento in relazione alla domanda.

Se devo essere presente nel periodo del procedimento e/o al momento della decisione sulla mia richiesta, posso ricevere il rimborso dei miei costi di viaggio? Come posso richiederlo? Chi devo contattare?

Se la Odbor za novčanu naknadu žrtvama (commissione per il risarcimento delle vittime di reato) decide di invitare il richiedente a un'audizione o di chiamarlo a comparire di persona nel procedimento, gli saranno rimborsate le spese di viaggio.

Di norma, durante tutto il procedimento e in attesa della formulazione della decisione, la presenza del richiedente non è necessaria. Laddove debbano essere sentiti il richiedente, i testimoni o i periti nominati dal tribunale o altre persone, la commissione per il risarcimento delle vittime di reato, in quanto autorità competente della decisione, può chiedere all'autorità competente dell'altro Stato membro dell'UE, in cui è stata presentata la domanda di indennizzo, di occuparsi delle audizioni.

Inoltre, le audizioni necessarie ai fini di tale procedura possono essere svolte anche avvalendosi di ausili tecnologici, tra cui le tecnologie informatiche, le reti di comunicazioni elettroniche e altri dispositivi di trasmissione di immagini e suoni. In questo caso l'audizione sarà condotta dalla commissione per il risarcimento delle vittime di reato, ossia l'autorità competente per la decisione.

Nel caso in cui io debba essere personalmente presente, posso beneficiare dei servizi di un interprete?

Sì.

I certificati rilasciati da medici del mio paese di residenza sono accettati o riconosciuti? Oppure il mio stato di salute/le lesioni che ho subito devono essere esaminati dai vostri periti medici?

La documentazione medica rilasciata all'estero è accettata. Tuttavia, la commissione per il risarcimento delle vittime di reato, in quanto autorità competente per la decisione, procederà a verificare e valutare tale documentazione e, se del caso, può chiedere una perizia medica.

Se devo sottopormi a un esame medico in questo paese potrò ottenere il rimborso delle spese di viaggio?

No.

Quanto tempo passa approssimativamente prima di ricevere una decisione su una richiesta di risarcimento da parte dell'autorità/organismo?

L'autorità competente impiega approssimativamente 60 giorni per prendere una decisione su una domanda completa e corretta (laddove siano stati raccolti e presentati tutti i documenti richiesti, nonché tutte le informazioni e le prove necessarie per giungere a una decisione). Tuttavia, se la domanda è incompleta, il tempo per la formulazione di una decisione potrebbe essere superiore.

In che lingua riceverò la decisione relativa alla mia domanda?

La decisione sulla domanda sarà in lingua croata.

Se non sono soddisfatto della decisione, come la posso impugnare?

Non è possibile impugnare la decisione. Ciononostante il richiedente può presentare un ricorso amministrativo presentando un reclamo amministrativo al tribunale amministrativo competente entro 30 giorni dalla notificazione e/o comunicazione della decisione.

È possibile ottenere assistenza legale (assistenza da parte di un avvocato) secondo le regole dell'altro paese?

No.

Esistono organizzazioni di sostegno alle vittime che possono aiutarmi a chiedere un risarcimento in una causa transfrontaliera?

Sì.

Ultimo aggiornamento: 09/01/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.