Caso in cui la mia domanda debba essere esaminata in questo paese

Austria

Contenuto fornito da
Austria

Per quale tipo di reato posso ottenere un risarcimento?

Ai sensi della Verbrechensopfergesetz (legge sulle vittime di reati, VOG), BGBl. (Gazzetta ufficiale della Repubblica d'Austria) n. 288/1972, un risarcimento è concesso alle persone fisiche quando è probabile che abbiano subito lesioni fisiche o danni alla salute a causa di un atto illecito e intenzionale che ha portato a una condanna a più di sei mesi di detenzione alla data in cui viene adottata la decisione.

Per quale tipo di lesioni posso ottenere un risarcimento?

Per un atto illecito e intenzionale che porta a una condanna a più di sei mesi di detenzione derivante da lesioni fisiche o danni alla salute.

Posso ottenere un risarcimento se sono il familiare di una vittima che è morta a seguito di un reato, o se ero a suo carico? Quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento?

Sì. I familiari a carico della vittima deceduta ai sensi del diritto civile (figli, coniuge) hanno diritto a un risarcimento.

Posso ottenere un risarcimento se sono il familiare di una vittima che è sopravvissuta, o se sono a suo carico? Quali familiari o persone a carico possono ottenere un risarcimento in questo caso?

Sì, se la vittima è stata gravemente ferita. Il reato deve inoltre aver causato uno shock al familiare (figli, genitori, coniuge, fratelli/sorelle), con conseguenti difficoltà psicologiche di rilevanza clinica.

Posso ottenere un risarcimento se non sono un cittadino di un paese dell'UE?

Sì. Il reato deve essere stato commesso in Austria dopo il 30 giugno 2005. Solitamente i richiedenti devono essere residenti regolari al momento del reato.

Posso chiedere un risarcimento a questo paese se vi vivo o se sono di qui (nel senso che questo è il mio paese di residenza o il paese di cui sono cittadino) anche se il reato è stato commesso in un altro paese dell'UE? Posso procedere in questo modo invece di chiedere un risarcimento al paese in cui è stato commesso il reato? Se sì, a quali condizioni?

Ai sensi della legge sulle vittime di reati, i cittadini austriaci e dell'UE (se il loro luogo abituale di residenza era in Austria prima del reato) hanno inoltre il diritto, in linea di principio, al risarcimento per le lesioni subite all'estero.

Ai sensi dell'articolo 2 della direttiva 2004/80/CE del Consiglio, il risarcimento è erogato dall'autorità competente dello Stato membro nel cui territorio è stato commesso il reato.

Per poter chiedere un risarcimento occorre prima aver denunciato il reato alla polizia?

La vittima e le persone a carico sopravvissute devono fornire assistenza all'indagine sul reato e alla ricerca del suo autore, altrimenti qualsiasi domanda di risarcimento può essere respinta.

Prima di presentare la richiesta occorre aspettare l'esito di eventuali indagini della polizia o di procedimenti penali?

No.

Si deve prima chiedere il risarcimento all'autore del reato - se è stato identificato?

No.

Ho diritto di chiedere il risarcimento anche se l'autore del reato non è stato identificato o condannato? In caso affermativo, quali prove devo presentare a sostegno della mia richiesta?

Non è necessario che l'autore del reato sia stato identificato o condannato. È sufficiente che sia probabile che si sia verificato un reato.

Esiste un termine entro il quale chiedere il risarcimento?

La maggior parte delle domande deve essere presentata entro due anni dal reato al fine di ricevere un'assistenza retroattiva. Se la domanda viene presentata successivamente, l'assistenza viene corrisposta a partire dal mese successivo alla domanda.

Quali perdite e spese copre il risarcimento?

Può essere fornita l'assistenza specificata in appresso:

1. risarcimento per mancato guadagno o perdita di sostentamento;

2. cure terapeutiche:
a) assistenza medica;
b) medicazione;
c) ausili medici;
d) assistenza istituzionale;
e) cure dentali;
f) misure per rafforzare la salute [articolo 155 della Allgemeines Sozialversicherungsgesetz (legge sulla previdenza sociale generale), Gazzetta ufficiale della Repubblica d'Austria n. 189/1955];

2a. copertura del costo di interventi di emergenza da parte di psicologi e psicoterapeuti clinici e sanitari;

3. cure ortopediche:
a) impianto di protesi, dispositivi ortopedici e di altra natura, loro riparazione e sostituzione;
b) rimborso dei costi per la modifica di oggetti di uso quotidiano e l'installazione di stanze da bagno per disabili;
c) sovvenzioni per coprire i costi di modifica dei veicoli multitraccia per un conducente disabile;
d) aiuti per l'acquisto di veicoli multitraccia;
e) eventuali spese di viaggio e trasporto sostenute;

4. riabilitazione medica:
a) alloggio presso istituti sanitari che si concentrano principalmente sulla riabilitazione;
b) assistenza medica, medicinali e ausili medici se richiesti in relazione diretta o in connessione con il punto a);
c) eventuali spese di viaggio e trasporto sostenute;

5. reintegrazione nell'attività lavorativa:
a) formazione professionale per riconquistare o migliorare l'idoneità al lavoro;
b) formazione per una nuova occupazione;
c) sovvenzioni o prestiti (articolo 198, terzo comma, della legge sulla previdenza sociale generale, ASVG 1955);

6. reintegrazione sociale:
a) sovvenzione a copertura del costo per ottenere una patente di guida qualora la disabilità della persona sia tale da fare sì che non sia ragionevole aspettarsi che utilizzi i trasporti pubblici;
b) indennità transitoria (articolo 306 dell'ASVG 1955);

7. assegni di assistenza, assegni per non vedenti;

8. rimborso delle spese funerarie;

9. prestazioni aggiuntive con accertamento delle fonti di reddito;

10. risarcimento forfettario per dolore e sofferenze.

Il risarcimento è versato in una volta sola o in rate mensili?

Varia.

Sono previsti pagamenti mensili (risarcimento per mancato guadagno/perdita di sostentamento, prestazioni aggiuntive con accertamento delle fonti di reddito, assegni di assistenza e assegni per non vedenti) e pagamenti singoli (come il rimborso delle spese funerarie, risarcimento forfettario per dolore e sofferenze).

In che modo il mio comportamento in relazione al reato, il mio casellario giudiziale o la mancata collaborazione durante il procedimento di risarcimento possono influire sulla possibilità del mio risarcimento e/o sul relativo importo?

La legge sulle vittime di reati specifica i motivi per i quali il risarcimento può essere rifiutato (ad esempio, colpa grave, coinvolgimento in una colluttazione).

In che modo la mia situazione finanziaria può influire sulla possibilità del mio risarcimento e/o sul relativo importo?

Per la maggior parte dell'assistenza, la situazione finanziaria delle vittime è irrilevante. Il mancato guadagno e la perdita di sostentamento sono misurati secondo i criteri sanciti dal diritto civile, senza accertamento delle fonti di reddito.

Vi sono altri criteri che possono influire sulla possibilità del mio risarcimento e/o sul relativo importo?

No.

Come viene calcolato il risarcimento?

Caso per caso. Il risarcimento continuo per mancato guadagno e per la perdita di sostentamento è calcolato secondo i criteri sanciti dal diritto civile.

Esiste un importo minimo/massimo in relazione al risarcimento?

Non esiste un importo minimo per il risarcimento.

Esistono limiti di reddito o importi fissi per tipi specifici di assistenza.

Devo indicare l'importo nel modulo di richiesta? In caso affermativo, riceverò istruzioni su come calcolarlo o su altri aspetti?

No. Spetta all'autorità in questione determinare l'importo; tuttavia, la vittima deve collaborare al procedimento e fornire le informazioni richieste.

Eventuali risarcimenti ricevuti per la mia perdita da altre fonti (come il mio datore di lavoro o un'assicurazione privata) saranno dedotti dai risarcimenti versati dall'autorità/organismo?

Le prestazioni concesse dallo Stato (quali quelle di disoccupazione) e quelle di previdenza sociale (pensioni di invalidità, ecc.) saranno prese in considerazione e ridurranno il risarcimento per mancato guadagno conformemente alla legge sulle vittime di reati.

È possibile ottenere un anticipo dell'importo? E in tal caso a quali condizioni?

Sì. Qualora vi sia una necessità urgente di assistenza finanziaria. Deve essere probabile che la domanda sia ben fondata.

È possibile ottenere un risarcimento complementare o addizionale (a seguito di un cambiamento della situazione o di un peggioramento dello stato di salute, ecc.) una volta pronunciata la decisione principale?

Quali documenti giustificativi occorre allegare alla domanda?

Di solito alle domande di assistenza occorre allegare i seguenti documenti:

  • procura/evidenza di un mandato o di una relazione con la vittima;
  • certificato di morte della vittima;
  • copia del verbale della polizia;
  • copia della sentenza/decisione dell'organo giurisdizionale;
  • referti e certificati medici;
  • fatture ospedaliere;
  • fatture per altre spese (assistenza, funerale);
  • reddito (stipendio, assistenza sociale/pagamenti di assistenza, indennità);
  • conferma del contributo (o meno) da altre fonti (previdenza sociale, assicurazione privata);
  • estratto recente del casellario giudiziario del richiedente.

I documenti saranno richiesti anche dall'autorità stessa.

Vi sono spese amministrative o di altra natura da pagare quando la domanda è ricevuta e trattata?

No.

Quale autorità decide in merito alle domande di risarcimento (per i casi nazionali)?

Bundesamt für Soziales und Behindertenwesen - Sozialministeriumservice (Ufficio federale degli affari sociali e delle persone con disabilità, ministero per gli Affari sociali).
Babenbergerstraße 5, A-1010 Wien (Vienna)

Tel.: 0043 158831
FAX: 0043(0)1599882266

e-mail: post.wien@sozialministeriumservice.at

Dove va inviata la domanda (per i casi nazionali)?

Al Bundesamt für Soziales und Behindertenwesen - Sozialministeriumservice (Ufficio federale degli affari sociali e delle persone con disabilità, ministero per gli Affari sociali).
Babenbergerstraße 5, A-1010 Wien (Vienna)

Tel.: 0043 158831
FAX: 0043(0)1599882266

e-mail: post.wien@sozialministeriumservice.at

Devo essere presente nel corso del procedimento e/o al momento della decisione sulla mia richiesta?

Potrebbe essere necessario il coinvolgimento della vittima nel procedimento (per la valutazione da parte di un esperto, per rispondere a domande, ecc.), tuttavia, di norma non è necessaria la presenza delle vittime.

Quanto tempo passa (approssimativamente) prima di ricevere una decisione su una richiesta di risarcimento da parte dell'autorità?

Dipende dal tipo di risarcimento richiesto. Solitamente la decisione viene presa entro pochi mesi.

Se non si è soddisfatti della decisione dell'autorità, come la si può impugnare?

È possibile presentare ricorso al Bundesverwaltungsgericht (tribunale amministrativo federale) contro la decisione del ministero per gli Affari sociali [i ricorsi possono essere presentati anche alla Verfassungsgerichtshof (Corte costituzionale) e alla Verwaltungsgerichtshof (Corte suprema amministrativa)].

Dov'è possibile ottenere i moduli necessari e altre eventuali informazioni per la presentazione di una domanda di risarcimento?

Non è necessario compilare un modulo per presentare una domanda di risarcimento. Le informazioni sono fornite dal ministero per gli Affari sociali e sono disponibili sul suo sito web (unitamente ai moduli pertinenti).

Esiste un numero di telefono specifico, o un sito web, che la vittima possa utilizzare?

Sozial Ministerium - Sozialentschädigung (ministero per gli Affari sociali - Risarcimento sociale)

Sozial Ministerium - Verbrechensopfer (ministero per gli Affari sociali - Vittime di reati)

È possibile ottenere assistenza legale (assistenza da parte di un avvocato) per la preparazione della domanda?

Il ministero per gli Affari sociali fornisce informazioni giuridiche. Non sono in grado di fornire o pagare un avvocato.

Esistono associazioni di sostegno alle vittime che possano aiutarmi a chiedere un risarcimento?

Sì. ad esempio: Weisser Ring.

Ultimo aggiornamento: 21/02/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web