La versione originale in lingua spagnolo di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Sulla Rete

Spagna
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

Il funzionamento della RGE in Spagna

In Spagna, a norma dell'articolo 33 della legge 16/2015, del 7 luglio 2015, che disciplina lo status di membro nazionale di Eurojust, i conflitti di competenza giurisdizionale, le reti di cooperazione giudiziaria internazionale e il personale del ministero della Giustizia distaccato all'estero, la designazione e la destituzione dei punti di contatto spagnoli per le reti di cooperazione giudiziaria internazionale è di competenza del ministero della Giustizia, conformemente ai termini delle norme che li istituiscono.

La designazione è effettuata tra soggetti di comprovata esperienza nel settore della cooperazione giudiziaria internazionale, con una buona padronanza della lingua inglese o francese a seconda dei casi, e garantisce come minimo la rappresentanza di magistratura, Ministerio Fiscal (l'ufficio del Pubblico ministero) e ministero della Giustizia. A tal fine, spetta al Consejo General del Poder Judicial (il Consiglio generale della magistratura) e al Fiscal General del Estado (il procuratore generale dello Stato) proporre al ministro della Giustizia la designazione e la destituzione dei punti di contatto per le professioni interessate. Lo status di punto di contatto termina non appena l'interessato cessa di operare per l'istituzione che ne ha proposto la nomina. L'informazione deve essere trasmessa al ministero della Giustizia, che a sua volta informerà il segretariato della rete.

I punti di contatto spagnoli per le reti di cooperazione giudiziaria internazionale fungono da intermediari attivi, il cui compito è facilitare la cooperazione tra le autorità giudiziarie dei diversi Stati. A disposizione delle autorità spagnole competenti e di tutti gli altri punti di contatto, forniscono informazioni giuridiche e pratiche necessarie per migliorare la cooperazione giudiziaria. I punti di contatto spagnoli sono tenuti a trasmettere annualmente all'istituzione cui fanno capo i dati statistici relativi alla loro attività.

Punti di contatto

In Spagna i punti di contatto della rete si trovano presso il ministero della Giustizia, il Consiglio generale della magistratura e l'ufficio del Pubblico ministero. A oggi i punti di contatto sono otto, distribuiti come segue:

  • sei punti di contatto nominati dal ministero della Giustizia – due nella Subdirección General de Cooperación Jurídica Internacional (Sottodirezione generale per la cooperazione giudiziaria internazionale) e quattro Letrados de la Administración de la Justicia (cancellieri);
  • un punto di contatto nominato dal Consiglio generale della magistratura;
  • un punto di contatto nominato dall'ufficio del Pubblico ministero.

Autorità centrale

In Spagna l'autorità centrale competente nel campo della cooperazione giudiziaria internazionale in materia civile e commerciale è la Dirección General de Cooperación Jurídica Internacional, Relaciones con las Confesiones y Derechos Humanos (Direzione generale per la cooperazione giuridica internazionale, le relazioni con gli enti confessionali e i diritti umani).

Magistrati di collegamento

In Spagna è già prevista una disposizione giuridica in base alla quale i principali magistrati di collegamento di uno Stato membro dell'Unione europea acquisiscono lo status di punto di contatto della rete giudiziaria europea e ne esercitino le funzioni di cui all'articolo 34 della legge 16/2015 del 7 luglio 2015. Lo status cessa al termine di quello di magistrato di collegamento. La Spagna ha designato un magistrato di collegamento per i seguenti paesi: Francia, Italia e Regno Unito.

Altre autorità giudiziarie o amministrative responsabili della cooperazione giudiziaria

In Spagna esistono diversi meccanismi interni responsabili della cooperazione giuridica internazionale, nello specifico:

  • la Red Española de Cooperación Judicial Internacional, REJUE (rete giudiziaria spagnola per la cooperazione giudiziaria internazionale), che fa capo al Consiglio generale della magistratura e il cui obiettivo è garantire assistenza agli organi giudiziari spagnoli che ne facciano richiesta nelle domande di cooperazione giudiziaria emesse o ricevute nell'esercizio delle loro attività giudiziarie, nonché ad altri membri delle reti di cooperazione giudiziaria. L'adesione alla rete giudiziaria spagnola per la cooperazione giudiziaria internazionale è compatibile con quella alle reti europee di cooperazione giudiziaria. I magistrati spagnoli della rete giudiziaria spagnola per la cooperazione giudiziaria internazionale (divisione civile) sono quindi membri della rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale, il che facilita i contatti con le controparti di altri paesi della rete nell'esercizio delle loro funzioni;
  • la Red de Fiscales de Cooperación Jurídica Internacional (rete dei pubblici ministeri per la cooperazione giudiziaria internazionale), creata nel 2002 con l'obiettivo di offrire un servizio specializzato in materia di cooperazione giudiziaria internazionale in tutti gli uffici del Pubblico ministero;
  • i pubblici ministeri di questa rete, specializzati in cooperazione internazionale, contribuiscono a guidare, orientare e fornire assistenza giudiziaria internazionale in modo rapido ed efficace;
  • la Red de Letrados de la Administración de Justicia, RECILAJ (rete dei cancellieri) è una struttura di coordinamento a livello nazionale istituita dal Ministero della giustizia nel 2010, costituita da cancellieri specializzati in cooperazione giudiziaria internazionale che aiutano le diverse Oficinas Judiciales (uffici giudiziari) a rispondere alle domande in materia di cooperazione giudiziaria internazionale.

Associazioni professionali

In Spagna esistono le seguenti associazioni di categoria che rappresentano gli operatori della giustizia che contribuiscono direttamente all'applicazione degli atti dell'Unione e degli strumenti giuridici internazionali relativi alla cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale:

  • il Consejo General del Notariado (il Consiglio generale del notariato);
  • il Consejo General de la Abogacía Española (il Consiglio generale dell'avvocatura spagnola);
  • il Colegio de Registradores de la Propiedad y Mercantiles de España (l'Ordine dei conservatori dei registri immobiliari e commerciali in Spagna);
  • il Consejo General de Procuradores de España (il Consiglio generale dei pubblici ministeri spagnoli).

Informazioni sulla Rete

Il ministero della Giustizia spagnolo dà informazioni sulla cooperazione giuridica internazionale e l'assistenza giudiziaria internazionale mediante un collegamento sul proprio sito web al sito della rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale, disponibile all'indirizzo: http://www.mjusticia.gob.es/cs/Satellite/Portal/es/area-internacional/cooperacion-juridica/auxilio-judicial-internacional

Il Consiglio generale della magistratura in Spagna fornisce informazioni sulla rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale sul proprio sito web http://www.poderjudicial.es/cgpj/es/Temas/Redes-Judiciales/Otras-redes-judiciales/Red-Judicial-Europea-Civil-y-Mercantil/, in cui sono proposti anche collegamenti all'atlante giudiziario europeo in materia civile e commerciale e al portale europeo della giustizia e-Justice.

L'ufficio del Pubblico ministero dà informazioni sulla rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale sul proprio sito web, all'indirizzo https://www.fiscal.es/fiscal/publico/ciudadano/fiscal_especialista/cooperacion_internacional/enlaces/!ut/p/a1/04_Sj9CPykssy0xPLMnMz0vMAfGjzOI9HT0cDT2DDbzcfSzcDBzdPYOdTD08jE28jYAKIoEKDHAARwN8-oNdYfpxKLAIMiHOfjwWENAfrh-FTwnYBWAF-LyIzwR_PzP9gtzQ0AiDTE8AQ426Eg!!/dl5/d5/L2dJQSEvUUt3QS80SmlFL1o2X0lBSEExSVMwSkdMOEYwQUdJU0I1SEgzSzky/

Ultimo aggiornamento: 19/12/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web