La versione originale in lingua estone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.
Swipe to change

Sulla Rete

Estonia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

Il punto di contatto della rete nazionale è il consulente che opera presso la divisione per la cooperazione giudiziaria internazionale in seno al ministero della Giustizia, il quale svolge anche le funzioni di rappresentante dell’organo centrale. Le principali funzioni del punto di contatto sono le seguenti:

  • garantire che le autorità giudiziarie locali ricevano informazioni generali sugli atti dell’Unione e sugli strumenti internazionali relativi alla cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale;
  • fornire agli altri punti di contatto e alle altre autorità, nonché alle autorità giudiziarie locali presso il loro Stato membro, tutte le informazioni necessarie per una solida cooperazione giudiziaria tra gli Stati membri, al fine di assisterli nella preparazione delle richieste operative di cooperazione giudiziaria nella definizione dei contatti diretti più opportuni;
  • fornire qualsiasi informazione utile per facilitare l’applicazione della legge di un altro Stato membro che sia applicabile ai sensi di un atto dell’Unione o uno strumento internazionale;
  • ricercare soluzioni alle difficoltà che possono sorgere in relazione a una richiesta di cooperazione giudiziaria;
  • facilitare il coordinamento del trattamento delle richieste di cooperazione giudiziaria nello Stato membro interessato, in particolare laddove varie richieste delle autorità giudiziarie di tale Stato membro debbano trovare esecuzione in un altro Stato membro;
  • contribuire all’informazione generale del pubblico, attraverso il sito web della rete, in merito alla cooperazione giudiziaria in materia civile e commerciale all’interno dell’Unione europea, agli atti comunitari e strumenti internazionali pertinenti, nonché e al diritto interno degli Stati membri, con particolare riferimento all’accesso alla giustizia;
  • collaborare all’organizzazione di e partecipare a incontri della rete;
  • fornire assistenza per la preparazione e l’aggiornamento delle informazioni per il pubblico;
  • assicurare il coordinamento tra i membri della rete a livello nazionale;
  • redigere una relazione biennale sulle proprie attività, includendo, se del caso, le migliori prassi nell’ambito della rete, presentando tale relazione a una riunione dei membri della rete e dedicando particolare attenzione a possibili miglioramenti della rete stessa.

Il magistrato di collegamento della rete è un giudice del tribunale distrettuale di Harjumaa, che rappresenta anche l’Estonia nella rete dei giudici istituita dalla Conferenza dell’Aia di diritto internazionale privato. Il compito del magistrato di collegamento è quello di consigliare i funzionari giudiziari in materia di diritto civile e commerciale dell’Unione europea e di condividere con la rete la sua esperienza in merito all’applicazione della varia legislazione.

Nel 2011, con l’entrata in vigore della seconda decisione sulla rete giudiziaria europea in materia civile e commerciale (RGE civile), che ha ampliato le attività della rete alle associazioni professionali, i seguenti organismi sono diventati membri della RGE civile in Estonia:

  • la Camera estone degli ufficiali giudiziari e dei curatori fallimentari che rappresenta gli ufficiali giudiziari e i curatori fallimentari;
  • l’associazione degli avvocati estoni che rappresenta avvocati e notai.

Nel corso delle riunioni, la Camera degli ufficiali giudiziari e dei curatori fallimentari è rappresentata da diversi rappresentanti degli organi occupazionali e professionali, mentre l’associazione degli avvocati estoni è solitamente rappresentata dal suo direttore. Le associazioni professionali sono competenti per quanto segue:

  • scambio di esperienze e informazioni per quanto riguarda l’applicazione effettiva e pratica degli atti dell’Unione e degli strumenti internazionali;
  • collaborazione nella preparazione e nell’aggiornamento dei fogli informativi;
  • partecipazione delle associazioni professionali alle pertinenti riunioni.

A seconda del tema discusso, il punto di contatto invita anche altri esperti nazionali al fine di condividere le loro esperienze in occasione delle riunioni della rete. Ad esempio, alle riunioni hanno partecipato diversi altri giudici, oltre al magistrato di collegamento, ai rappresentanti di altri ministeri e alla Camera dei notai, ai consulenti della Corte suprema, ai rappresentanti del consiglio di tutela dei consumatori, ai membri della facoltà dell’Università di Tartu, ecc.

Ultimo aggiornamento: 26/02/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.