Notifiche: trasmissione ufficiale degli atti giuridici

Cipro
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Che cosa significa, in concreto, l'espressione "notificazione e comunicazione degli atti"? Perché vi sono delle procedure specifiche per la notificazione e la comunicazione degli atti?

La "notifica degli atti" designa la comunicazione ufficiale di atti giudiziari e extra giudiziari (per i quali la notifica è indispensabile) in modo che essi possono essere provati per iscritto.

Esistono regole precise relativamente alla notifica degli atti che hanno lo scopo di garantire la validità della procedura e i diritti delle parti.

2 Quali atti devono essere ufficialmente comunicati o notificati?

Tutti gli atti giudiziari relativi a un processo dinanzi a un giudice, come le ordinanze, i decreti da notificare o le citazioni a comparire, nonché i documenti extra giudiziari (che non concernono processi giudiziari ma per i quali è indispensabile la notifica o la comunicazione ufficiale)

3 A chi compete la notificazione o la comunicazione di un atto?

Gli ufficiali giudiziari. Quando una domanda di notifica di un atto viene ricevuta in virtù della convenzione dell'Aja del 1965 relativa alla notificazione e alla comunicazione all'estero degli atti giudiziari e extra giudiziari materia civile o commerciale o di un accordo bilaterale firmato e ratificato da Cipro in virtù del regolamento (CE) n. 1393/2007, l'atto ricevuto dal ministero della giustizia e dell'ordine pubblico, quale autorità centrale designata è trasmesso agli ufficiali giudiziari per l'ulteriore notifica.

4 Indirizzo

4.1 Nel quadro del regolamento (CE) n. 1393/2007 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 novembre 2007, relativo alla notificazione e alla comunicazione negli Stati membri degli atti giudiziari ed extragiudiziali in materia civile o commerciale, l'autorità richiesta di questo Stato membro cerca, di propria iniziativa, di stabilire il luogo dove si trova il destinatario dell'atto da notificare o comunicare qualora tale persona non risieda più all'indirizzo noto all'autorità richiedente?

Generalmente no, salvo se questa autorità ottiene all'indirizzo fornito informazioni relative al nuovo indirizzo.

4.2 Le autorità giudiziarie straniere e/o le parti di un procedimento giudiziario possono, in questo Stato membro, accedere a registri o servizi che permettano di stabilire l'indirizzo attuale della persona in questione? In caso affermativo, quali sono i registri o i servizi esistenti e quale procedura va seguita? Se del caso, qual è il corrispettivo da pagare?

Non pertinente.

4.3 In che modo le autorità di questo Stato membro trattano le richieste inviate a norma del regolamento (CE) n. 1206/2001 del Consiglio, del 28 maggio 2001, relativo alla cooperazione fra le autorità giudiziarie degli Stati membri nel settore dell'assunzione delle prove in materia civile o commerciale, volte a stabilire l'indirizzo attuale della persona in questione?

Nessuna domanda di questa natura è stata ricevuta sino ad oggi. In ogni caso, esistono dubbi sul fatto che questa questione possa costituire oggetto di testimonianza.

5 Come è eseguita la notificazione o la comunicazione di un atto? Possono essere utilizzate modalità alternative (diverse dalla notificazione sostitutiva di cui al punto 6)?

In pratica il metodo normale di notificazione è la notifica personale come prevista dalle norme di procedura civile. Nel caso in cui si tratta di una persona giuridica, l'atto può essere notificato a qualsiasi direttore della società, alla segretaria della società o a qualsiasi persona responsabile presso gli uffici della società.

Per quanto riguarda i modi alternativi di notifica, conformemente alle norme di procedura civile, il tribunale dovrà, su istanza di parte, emettere un'ordinanza che autorizza la notifica dell'atto mediante affissione in un luogo designato o mediante pubblicazione in un giornale (o tramite qualsiasi altro mezzo che tribunale giudicherà opportuno in riferimento alle circostanze).

Per il momento non esistono altri metodi che possono esser utilizzati.

6 Nei procedimenti civili è autorizzata la notificazione o la comunicazione elettronica degli atti (notificazione o comunicazione degli atti giudiziari o extragiudiziali mediante mezzi di comunicazione elettronica a distanza, quali e-mail, applicazioni internet protette, fax, sms, ecc.) ? In caso affermativo, per quali tipi di procedimenti? Vi sono restrizioni alla disponibilità/accessibilità di questo metodo a seconda del destinatario dell'atto (professionista del diritto, persona giuridica, società o altro soggetto commerciale, ecc.)?

Si veda la risposta alla summenzionata questione 5.

7 Notificazione sostitutiva

7.1 La legge di questo Stato membro ammette altre modalità di notificazione o comunicazione qualora non sia stato possibile notificare o comunicare l'atto al destinatario (ad esempio notificazione o comunicazione all'indirizzo di abitazione, presso l'ufficio dell'ufficiale giudiziario, a mezzo posta o mediante affissione di manifesti)?

Si veda la risposta alla summenzionata questione 5.

7.2 Qualora si ricorra a tali modalità, quand'è che l'atto si considera notificato o comunicato?

Si veda la risposta alla summenzionata questione 5.

7.3 Se la notificazione o la comunicazione è effettuata mediante deposito dell'atto in un luogo specifico (ad esempio, presso l'ufficio postale), come ne è informato il destinatario?

Si veda la risposta alla summenzionata questione 5.

7.4 Cosa succede se il destinatario rifiuta di accettare la notificazione o la comunicazione dell'atto? Se il rifiuto è illegittimo l'atto si considera validamente notificato o comunicato?

Si veda la risposta alla summenzionata questione 5.

8 Notificazione o comunicazione a mezzo posta di atti provenienti dall'estero (articolo 14 del regolamento sulla notificazione o comunicazione degli atti)

8.1 Se il servizio postale deve consegnare un atto inviato dall'estero a un destinatario che si trova in questo Stato membro ed è richiesta la ricevuta di ritorno (articolo 14 del regolamento sulla notificazione o comunicazione degli atti), il servizio postale è tenuto a consegnare l'atto solo al destinatario in persona o può, nel rispetto delle norme nazionali sulla consegna postale, consegnarlo anche a una persona diversa che si trova al medesimo indirizzo?

Non pertinente.

8.2 In base alle norme sulla consegna postale di questo Stato membro, come può essere effettuata la notificazione o la comunicazione di un atto proveniente dall'estero, ai sensi dell'articolo 14 del regolamento (CE) n. 1393/2007 sulla notificazione o comunicazione degli atti, se né il destinatario né qualsiasi altra persona autorizzata a ricevere la consegna (se ammessa dalle norme nazionali sulla consegna postale v. sopra) viene trovato all'indirizzo di consegna?

Non pertinente.

8.3 L'ufficio postale prevede un determinato periodo di tempo per il ritiro dell'atto prima di rinviarlo come non consegnato? In caso affermativo, come viene informato il destinatario del fatto che ha un atto da ritirare presso l'ufficio postale?

Non pertinente.

9 Esiste una prova scritta che l'atto è stato notificato o comunicato?

Sì. Una volta effettuata la notifica, l'ufficiale giudiziario compila la relata di notifica dove sono indicati i dettagli dell'atto notificato, le generalità della persona cui il documento è stato notificato, la data e l'ora della notifica o, se il documento non è stato notificato, le ragioni che ne hanno impedito la notifica.

In caso di notifica ai sensi del regolamento (CE) n. 1393/2007, viene redatto il certificato contenuto sotto forma di modello nell'allegato I, come previsto all'articolo 10 del suddetto regolamento.

10 Cosa succede se si verificano problemi e il destinatario non riceve l'atto, o se la comunicazione o la notificazione sono state fatte in violazione di quanto prescrive la legge (ad esempio, l'atto è notificato o comunicato a terzi)? La notificazione o la comunicazione è comunque valida (in altri termini, si può porre rimedio alla violazione della legge), o si deve procedere a una nuova notificazione o comunicazione dell'atto?

In tal caso la notifica è considerata nulla e non può essere sanata. Se la notifica è stata irregolare, essa deve essere ripetuta.

Se la notifica non ha avuto luogo a causa del rifiuto de la persona di ricevere l'atto notificato, la parte che intende procedere alla notifica deve rivolgersi al tribunale e chiedere un modo alternativo di notifica.

Se la notifica non ha avuto luogo a causa dell'impossibilità di reperire la persona cui l'atto doveva essere notificato, la parte che intende procedere alla notifica può notificare l'atto in modo alternativo una volta emessa un'ordinanza in tal senso dal giudice.

11 Occorre pagare per ottenere la notificazione o comunicazione di un atto? In caso affermativo, quanto?

Le spese di notifica ammontano a 21 euro.

Ultimo aggiornamento: 13/05/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web