Costi

Slovenia

Questa pagina contiene informazioni sulle spese giudiziali in Slovenia.

Contenuto fornito da
Slovenia

Quadro normativo per le tariffe forensi

Avvocati

Gli onorari degli avvocati sono disciplinati dalla legge sugli onorari degli avvocati (Zakon o odvetniški tarifi, pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 67/2008; 35/2009-ZOdv-C, in vigore dal 1° gennaio 2009 al 9 maggio 2009). Questa legge è valida fino all’adozione, da parte dell’Ordine degli avvocati sloveno, del nuovo tariffario, che dev’essere approvato dal ministro della Giustizia e della Pubblica amministrazione

Notai

Gli onorari dei notai sono disciplinati dal tariffario notarile (Notarska tarifa, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 94/2008) adottato dal ministro della Giustizia e della Pubblica amministrazione. Prima dell’adozione, il ministro sottopone il tariffario all’Ordine dei notai sloveni per pareri e osservazioni preliminari, che tuttavia non sono vincolanti per il ministro.

Spese fisse

Spese fisse nei procedimenti civili

Spese fisse per le parti in giudizio nei procedimenti civili

Tra le spese fisse figurano:

  • le spese giudiziali,
  • gli onorari degli avvocati,
  • gli onorari dei periti,
  • gli onorari dei traduttori e degli interpreti,
  • le spese di viaggio (per esempio, di testimoni e periti).

Fase del procedimento civile in cui devono essere pagate le spese fisse

Le spese giudiziali vengono solitamente versate all’inizio del procedimento al deposito della domanda.

In alcuni casi le spese sono versate quando il giudice emette una decisione (per esempio, controversie in materia sociale dinanzi ai tribunali di primo grado, procedimenti che riguardano il registro immobiliare e procedimenti concernenti le decisioni di primo grado in materia di indennizzi).

Nei procedimenti in materia di successioni, le spese sono dovute al termine dell’udienza – quando è nota l’entità del patrimonio del defunto.

Gli onorari degli avvocati sono dovuti dopo che il giudice si è pronunciato sulle spese del procedimento. È prassi comune che gli avvocati chiedano il pagamento anticipato di una parte o dell’intero importo del loro onorario.

La parte che chiede una perizia o l’escussione di un testimone, ovvero il servizio di un interprete o di un traduttore, è tenuta a pagare le relative spese in anticipo.

Spese fisse nei procedimenti penali

Spese fisse per le parti in giudizio nei procedimenti penali

Tra le spese fisse figurano:

  • le spese giudiziali,
  • gli onorari degli avvocati (che dipendono dal numero di udienze),
  • gli onorari dei periti,
  • gli onorari di traduttori e interpreti,
  • le spese di viaggio (per esempio, di testimoni e periti).

Fase del procedimento penale in cui devono essere pagate le spese fisse

Le spese giudiziali e di altro genere vengono solitamente versate dopo la decisione definitiva del giudice, la quale non è soggetta a impugnazione, oppure dopo un provvedimento speciale del giudice sulle spese giudiziali, anch’esso non impugnabile.

Gli onorari degli avvocati sono dovuti dopo che il giudice si è pronunciato sulle spese del procedimento. È prassi comune che gli avvocati chiedano il pagamento anticipato di una parte o dell’intero importo del loro onorario.

Spese fisse nei procedimenti costituzionali

Spese fisse per le parti in giudizio nei procedimenti costituzionali

Non sono previste spese giudiziali nei procedimenti costituzionali. Altre spese (per esempio, onorari di avvocati e spese di viaggio) rientrano nelle spese dovute da ciascuna delle parti.

Fase del procedimento costituzionale in cui devono essere pagate le spese fisse

Gli onorari degli avvocati sono dovuti al termine del procedimento. È prassi comune che gli avvocati chiedano il pagamento anticipato di una parte o dell’intero importo del loro onorario.

Informazioni preliminari che l’avvocato deve fornire

Diritti e obblighi delle parti

Gli avvocati non hanno l’obbligo giuridico di fornire ai clienti informazioni sui diritti e gli obblighi, sulle possibilità di successo della causa e sulle spese. Tuttavia, le richieste di pagamento degli avvocati devono essere formulate su una fattura speciale, che specifichi in maniera dettagliata le informazioni relative a onorari e spese. Nel caso in cui l’avvocato e il cliente stabiliscano che onorari e spese non saranno determinati secondo la legge sugli onorari degli avvocati bensì in base a un accordo particolare sul livello degli onorari, tale accordo deve rispettare norme specifiche.

Norme sulla determinazione delle spese

Dove si possono trovare informazioni sulla determinazione delle spese in Slovenia?

Le spese giudiziali sono disciplinate dalle seguenti leggi:

  • Zakon o sodnih taksah (legge sulle spese giudiziali) – (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 37/2008),
  • Zakon o odvetniški tarifi (legge sugli onorari degli avvocati) – (è previsto che venga presto modificata),
  • Notarska tarifa (tariffario notarile) - (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 94/2008, n. 32/2011; a breve è previsto un nuovo emendamento)
  • Pravilnik o sodnih tolmačih (Normativa sugli interpreti di tribunale) – (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 49/2002, 75/2003, 71/2007),
  • Pravilnik o sodnih izvedencih in cenilcih (normativa sui periti del tribunale) – (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 7/2002, 75/2003, 72/2005, 71/2007, 84/2008),
  • Zakon o kazenskem postopku (codice di procedura penale) – (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 32/2012)
  • Pravilnik o povrnitvi stroškov v kazenskem postopku (normativa sul rimborso delle spese nelle cause penali) (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 61/1997, 6897 - rett. 62/2008)
  • Zakon o pravdnem postopku (codice di procedura civile) (Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 73/2007 – versione consolidata ufficiale, 45/08 - ZArbit, 45/08, 111/08 - Odl. US, 121/08 - Skl. US, 57/09 - Odl. US, 12/10 - Odl. US, 50/10 - Odl. US, 107/10 - Odl. US, 75/12 - Odl. US e 76/12 - rett.).

Queste leggi sono reperibili sul portale Pravno - informacijski sistem (Sistema di informazione giuridica) o in altre raccolte di leggi nazionali.

In che lingua è possibile ottenere informazioni sulle norme sulla determinazione delle spese in Slovenia?

Le informazioni sono disponibili solo in sloveno.

Dove si possono trovare informazioni sulla mediazione?

Le informazioni sulla mediazione sono disponibili sulla Rete giudiziaria europea nella pagina dedicata ai modi alternativi di risoluzione delle controversie.

Sono altresì reperibili informazioni sul sito Internet del ministero della Giustizia e della Pubblica amministrazione, nonché sui siti dei tribunali che forniscono servizi di mediazione giudiziale (come il Tribunale distrettuale di Lubiana).

Ulteriori informazioni sono inoltre reperibili nei siti internet di ONG e di operatori del settore privato che prestano servizi di mediazione (cfr. le pagine sulla mediazione e su come trovare un mediatore).

Dove si possono trovare ulteriori informazioni sulle spese?

Dove si possono trovare informazioni sulla durata media dei diversi tipi di procedimenti?

La sezione del sito Internet del ministero della Giustizia relativa all’analisi delle statistiche sui dati giudiziari contiene informazioni sulla durata media dei diversi tipi di procedimento.

Imposta sul valore aggiunto

In che modo vengono fornite tali informazioni?

Le informazioni sulle spese sono contenute in varie normative; tuttavia, l’IVA di solito non è inclusa. La legge solitamente specifica i casi in cui l’IVA dev’essere aggiunta al prezzo (per esempio, precisa se le prestazioni dell’avvocato sono soggette a questa imposta).

Patrocinio a spese dello Stato

Soglia di reddito applicabile nell’ambito della giustizia civile

La soglia di reddito applicabile per fruire del patrocinio a spese dello Stato è disciplinata dall’articolo 13 della legge sul patrocinio a spese dello Stato (Zakon o brezplačni pravni pomoči, pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 48/2001, 50/2004, 96/2004-UPB1, 23/2008).

Hanno diritto al patrocinio a spese dello Stato i soggetti le cui famiglie versano in una condizione economica tale che il pagamento delle spese giudiziali pregiudicherebbe il loro livello minimo di sussistenza. Si ritiene che tale livello sia a rischio quando il reddito mensile del soggetto o il reddito medio mensile di un familiare non supera il doppio del reddito minimo mensile previsto dalla legge sulla sicurezza sociale (Zakon o socialnem varstvu, pubblicata nella Gazzetta ufficiale della Repubblica di Slovenia n. 3/2007-UPB2 {23/2007 popr., 41/2007 popr.}, 122/2007 Odl.US: U-I-11/07-45).

Dal 1° giugno 2012 il reddito minimo ammonta a 260 EUR; pertanto, la soglia di reddito applicabile per ottenere il patrocinio a spese dello Stato è di 520 EUR.

Il giudice può inoltre esonerare le parti dal pagamento delle spese giudiziali (disciplinate dall’articolo 11 della legge sulle spese giudiziali) se il versamento di queste spese ridurrebbe in maniera considerevole il livello di sussistenza minimo loro e dei loro familiari. La decisione è lasciata alla discrezionalità del giudice che tiene conto delle circostanze pertinenti.

Soglia di reddito applicabile agli imputati e alle vittime nel settore della giustizia penale

La soglia di reddito applicabile agli imputati e alle vittime nel settore della giustizia penale equivale a quella fissata per la giustizia civile.

Altri requisiti per la concessione del patrocinio a spese dello Stato alle vittime e agli imputati

Non sono previsti altri requisiti per la concessione del patrocinio a spese dello Stato né per le vittime né per gli imputati.

Procedimenti gratuiti

Non è richiesto il pagamento di spese giudiziali nei seguenti procedimenti:

  • procedimenti dinanzi alla Ustavno sodišče (Corte costituzionale slovena),
  • esecuzione di decisioni giudiziali in controversie di lavoro e su altre questioni connesse ai rapporti di lavoro,
  • procedimenti in cui è stato concesso il beneficio del patrocinio a spese dello Stato,
  • esecuzione di richieste di alimenti,
  • ingiunzioni temporaneamente esecutive durante cause di divorzio o sul mantenimento dei figli,
  • procedure concorsuali avviate dal debitore,
  • certificazione di documenti necessari per l’applicazione di diritti di sicurezza sociale in un paese straniero,
  • vari altri procedimenti e questioni indicati nella legge sulle spese giudiziali e in altre normative.

In quali casi la parte soccombente è tenuta al pagamento delle spese della parte vittoriosa?

Il rimborso delle spese è disciplinato dal codice di procedura penale e da quello di procedura civile, che stabiliscono il principio della vittoria e quello della colpa.

Nelle cause civili, la parte soccombente è tenuta a pagare le spese sostenute da quella vittoriosa. Ciascuna parte è tenuta a coprire le spese dovute a propria colpa o al caso. Il codice di procedura civile (agli articoli 151 – 186 e 173.a) e il regolamento sul rimborso delle spese nei procedimenti penali (Gazzetta ufficiale n. 15/03) prevedono altre norme più precise sul rimborso delle spese.

Nelle cause penali, se l’imputato è giudicato colpevole, il giudice lo condannerà, di norma, al pagamento delle spese. Il codice di procedura penale (agli articoli 92 – 99) e il regolamento specifico del ministro della Giustizia e della Pubblica amministrazione prevedono norme più dettagliate sul rimborso delle spese.

Onorari dei periti

Nelle cause civili, gli onorari dei periti sono, in linea di principio, pagati in anticipo dalla parte che ne ha richiesto l’intervento. Nel caso in cui sia il giudice a disporre l’intervento di un perito, sarà il tribunale ad anticiparne le spese, che saranno poi rimborsate al termine del procedimento, secondo il principio della vittoria.

Nelle cause penali, gli onorari dei periti sono pagati in anticipo dal tribunale.

Onorari dei traduttori e degli interpreti

Nelle cause penali, il tribunale paga in anticipo gli onorari dei traduttori e degli interpreti.

I costi di una traduzione o di un servizio di interpretariato da e verso l’italiano e l’ungherese non sono addebitabili, in virtù dei diritti costituzionali delle minoranze italiane e ungheresi di usare la propria lingua (anche laddove alle persone interessate sia richiesto di rimborsare altre spese in un procedimento penale).

I costi di una traduzione e di un servizio di interpretariato non vengono addebitati se l’imputato non capisce la lingua del procedimento.

Nelle cause civili, gli onorari degli interpreti e dei traduttori rientrano nelle spese giudiziali. Tali costi devono essere pagati in anticipo dalla parte il cui comportamento ha fatto scaturire il procedimento, al termine del quale saranno rimborsati secondo il principio della vittoria e della colpa.

Esempi di scuola in Slovenia

Informazioni più specifiche sulle spese giudiziali in Slovenia sono reperibili su alcuni esempi di scuola concreti.

Link correlati

Pravno – informacijski sistem (Sistema di informazione giuridica)

Okrožnoe sodišče v Ljubljani (Tribunale distrettuale di Lubiana)

Banca dati delle analisi sulle statistiche dei dati giudiziari

Allegati correlati

Relazione della Slovenia sullo studio relativo alla trasparenza delle spese dei procedimenti PDF (723 Kb) en

Ultimo aggiornamento: 25/06/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web