Costi

Lituania

Questa pagina contiene informazioni sulle spese giudiziarie in Lituania.

Contenuto fornito da
Lituania

Quadro normativo per le tariffe forensi

  1. Procuratori legali

Questa professione non esiste in Lituania.

  1. Avvocati

Le tariffe degli avvocati non sono regolamentate in Lituania. Esse variano in funzione del livello di complessità della causa e delle risorse coinvolte. Tuttavia, non possono essere superiore al massimo stabilito mediante raccomandazioni approvate dal Ministero della giustizia e dal Presidente del consiglio dell'ordine degli avvocati lituano. (Lietuvos advokatų tarybos pirmininkas).

  1. Consulenti legali

Questa professione non esiste in Lituania.

  1. Ufficiali giudiziari

Gli ufficiali giudiziari intervengono solo se il debitore non si adegua alla sentenza; in tal caso è necessario che vengano loro forniti documenti con efficacia esecutiva. Importo, pagamento ed esenzione dalle spese di esecuzione sono disciplinati dalle indicazioni in materia di esecuzione delle sentenze. Tutte le spese dell'esecuzione devono essere sostenute dal creditore. Durante o dopo l'esecuzione della sentenza, il compenso dovuto all'ufficiale giudiziario deve essere recuperato presso il debitore.

L'importo di tale compenso dipende dal tipo di esecuzione richiesta e dal numero di tentativi. Alcune spese di esecuzione sono fisse, altre ammontano a 60 LTL all'ora, altre ancora sono determinate in base a una percentuale del valore dei beni oggetto dell'esecuzione.

Spese fisse

Spese fisse nei procedimenti civili

Spese fisse per le parti processuali nei procedimenti civili

Le spese delle controversie nei procedimenti civili sono costituite dall'imposta di registro e da altre spese: rappresentanza, deposito dei documenti presso il tribunale, compensi a periti, certificatori/testimoni, esecuzione e così via. L'importo dell'imposta di registro è definito, in alcuni casi, nel codice di procedura civile ed è fisso. Le spese delle controversie sono stabiliti nella sezione VIII del Codice di procedura civile (Civilinio proceso kodeksas).

Fase dei procedimenti civili in cui devono essere pagate le spese fisse

L'imposta di registro è normalmente versata prima della presentazione di una domanda al tribunale.

Spese fisse nei procedimenti penali

Spese fisse per le parti processuali nei procedimenti penali

Non sono previste spese fisse per le parti processuali nei procedimenti penali

Spese fisse nei procedimenti costituzionali

Spese fisse per le parti processuali nei procedimenti costituzionali

I procedimenti costituzionali sono gratuiti, ma non sono accessibili al pubblico.

Informazioni preliminari che l’avvocato deve fornire

La legge non prevede obblighi diretti a questo riguardo.

Spese del procedimento sostenute dalla parte vittoriosa

Le spese dei procedimenti civili sono definite nella sezione VIII del codice di procedura civile.

Norme sulla determinazione delle spese

Dove si possono trovare informazioni sulle norme per la determinazione delle spese in Lituania?

Ulteriori informazioni sono disponibili nella relazione della Lituania sullo studio relativo alla trasparenza delle spese PDF (950 Kb) en, in allegato.

In che lingua si possono ottenere informazioni sulle norme per la determinazione delle spese in Lituania?

Le informazioni sono disponibili in lingua inglese.

Dove si possono trovare informazioni sulla mediazione?

Si possono trovare ulteriori informazioni nel seguente sito Internet: Procedura di mediazione giudiziaria.

Patrocinio a spese dello Stato

Condizioni per l'accesso al patrocinio a spese dello Stato

In conformità alla legislazione lituana, esistono due tipi di patrocinio garantito a spese dello Stato:

  1. Il patrocinio a spese dello Stato “primario” (pirminė teisinė pagalba) riguarda la fornitura dell’assistenza legale in linea con la procedura prevista dalla legge in materia di patrocinio garantito a spese dello Stato, la consulenza legale e la redazione di documenti da presentarsi alle istituzioni statali e municipali, fatta eccezione per i documenti procedurali. Riguarda inoltre la consulenza per la trattazione stragiudiziale di una controversia, le azioni per la composizione amichevole delle liti e la redazione di accordi di composizione.
  2. Il patrocinio a spese dello Stato “secondario” (antrinė teisinė pagalba) è fornito per la redazione di documenti, la difesa e la rappresentanza in tribunale. Include il processo di esecuzione e rappresentanza durante la fase preliminare stragiudiziale di una controversia, laddove tale procedura sia richiesta per legge o decisione del giudice. Il patrocinio a spese dello Stato riguarda altresì le spese legali sostenute in procedimenti civili e amministrativi e i costi correlati all'esame di un'azione civile collegata a una causa penale.

Tutti i cittadini della Repubblica di Lituania, i cittadini degli altri Stati membri dell'Unione europea, altre persone fisiche legalmente residenti in Lituania o negli Stati membri e altri soggetti specificati nei trattati internazionali di cui la Lituania è firmataria sono idonei a beneficiare del patrocinio a spese dello Stato di tipo primario indipendentemente dal loro reddito.

Tutti i cittadini della Repubblica di Lituania, i cittadini degli altri Stati membri dell'Unione europea, altre persone fisiche legalmente residenti in Lituania o negli Stati membri possono richiedere il patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario. Per ricevere il patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario, il patrimonio e il reddito annuale di un soggetto non devono eccedere le soglie definite dal governo nella legge in materia di patrocinio garantito a spese dello Stato.

Di conseguenza, per la valutazione dello stato di indigenza viene utilizzato un sistema di soglie comune (un importo massimo al di sotto del quale un richiedente è considerato indigente).

Idoneità al patrocinio a spese dello Stato

Il governo ha stabilito due livelli di reddito e patrimonio applicabili. Il patrimonio e il reddito del richiedente non devono superare il primo o il secondo livello definito dalla legge. Inoltre, il reddito netto annuale del richiedente (nei dodici mesi precedenti) non deve superare il primo o il secondo livello di reddito definito dalla legge lituana.

L'indigenza non è l'unico criterio utilizzato per determinare l'idoneità di un soggetto a ottenere il patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario.

L'idoneità al patrocinio a spese dello Stato per il primo livello è prevista quando il reddito annuale di un soggetto non superi 8 000 LTL (2 318,8 EUR), più 3 000 LTL (869,6 EUR) per ogni soggetto a carico. L'idoneità al patrocinio a spese dello Stato per il secondo livello è prevista quando il reddito annuale di un soggetto non superi 12 000 LTL (3 478,2 EUR), più 4 400 LTL (1 275,3 EUR) per ogni soggetto a carico. Al fine della valutazione dell’indigenza non vengono considerate le obbligazioni del richiedente rispetto ai soggetti a suo carico.

La portata del patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario, considerando patrimonio e reddito di un soggetto, sarà garantita e le relative spese sostenute dallo Stato in base ai seguenti criteri:

  1. 100%, qualora sia determinata l'applicazione del primo livello in base a patrimonio e reddito del soggetto;
  2. 50%, qualora sia determinata l'applicazione del secondo livello in base a patrimonio e reddito del soggetto.

Lo Stato è tenuto a garantire e a sostenere il 100% dei costi del patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario fornito ai soggetti specificati nell'articolo 12 della legge sul patrocinio a spese dello Stato (cfr. seguito). Ciò indipendentemente dal patrimonio e dal reddito dei soggetti medesimi. Fanno eccezione i soggetti (di cui all'articolo 12, comma 6, della legge sul patrocinio a spese dello Stato) che possono liberamente disporre del proprio patrimonio e reddito, cui si applica il secondo livello. In questo caso, lo Stato garantisce e sostiene il 50% del costi del patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario.

Alcune categorie di soggetti sono idonee ad accedere al patrocinio a spese dello Stato di tipo secondario indipendentemente dai livelli di patrimonio e reddito previsti dal governo (ai sensi dell'articolo 12 della legge sul patrocinio a spese dello Stato):

  1. soggetti coinvolti in procedimenti penali (in conformità con l'articolo 51 del codice di procedura penale), e negli altri casi specificati dalla legge quando la presenza fisica di un difensore sia obbligatoria;
  2. parti lese nei procedimenti che coinvolgano il risarcimento per danni subiti a seguito di azioni con rilevanza penale, inclusi i casi di richieste di risarcimento nell'ambito di una causa penale;
  3. soggetti destinatari di interventi di assistenza sociale per famiglie a basso reddito (residenti singoli) ai sensi della legge lituana;
  4. soggetti che risiedano in istituti di cura;
  5. soggetti dei quali sia stata confermata una grave disabilità; di cui sia stata riconosciuta l'inabilità al lavoro; che abbiano raggiunto l'età pensionabile, e per i quali sia stato stabilito un livello considerevole di bisogni speciali. Tra questi si annoverano anche i loro tutori (amministratori giudiziari) laddove il patrocinio a spese dello Stato sia necessario per la rappresentanza e la difesa dei diritti e degli interessi di un soggetto sottoposto a tutela (minore in stato di affidamento);
  6. soggetti che abbiano presentato prove a evidenza dell'impossibilità a disporre del proprio patrimonio e dei propri fondi, per ragioni obiettive, e del fatto che, per queste ragioni, il patrimonio e il reddito annuale di cui possono liberamente disporre non eccede i livelli previsti dalla legge in materia di patrocinio a spese dello Stato;
  7. soggetti che soffrano di gravi turbe psichiche, quando vengano prese in esame questioni relative all’ospedalizzazione e al trattamento forzato dei medesimi soggetti, ai sensi della legge in materia di assistenza sanitaria psichiatrica. Tra questi si annoverano anche i loro tutori (amministratori giudiziari) laddove il patrocinio a spese dello Stato sia necessario per la rappresentanza e la difesa dei diritti e degli interessi di un minore in stato di affidamento (soggetto sottoposto a tutela);
  8. debitori coinvolti in procedimenti di esecuzione, quando si agisca per la riscossione relativamente all'ultimo luogo di residenza;
  9. genitori o altri rappresentanti legali di minori, quando venga presa in considerazione l'emissione di un ordine di sfratto;
  10. minori, quando si rivolgano in modo indipendente alla corte per la difesa di propri diritti o interessi tutelati e specificati dalla legge. Sono esclusi coloro che abbiano contratto matrimonio in conformità con la procedura prevista dalla legge o siano stati riconosciuti dal tribunale come legalmente capaci;
  11. soggetti riconosciuti come legalmente incapaci in questioni che coinvolgano una decisione sulla capacità di una persona fisica;
  12. soggetti coinvolti in questioni relative alla denuncia di nascita;
  13. altri soggetti in questioni previste dai trattati stipulati dalla Repubblica di Lituania.

Onorari dei periti

Il tribunale deve compensare i periti, a titolo di mancato guadagno (per assenza dal lavoro o dalla loro normale professione), per ogni giorno in cui sia richiesta la loro presenza in tribunale. I periti vengono compensati per l'esecuzione di una valutazione rilevante e rimborsati per qualsiasi spesa correlata alla loro comparsa in tribunale, agli spostamenti e all'alloggio, nonché con un'indennità di trasferta giornaliera. La parte che richieda l'intervento dei periti deve pagare una cauzione per un importo stabilito anticipatamente dal giudice. Se entrambe le parti richiedono l'intervento di uno o più periti, la cauzione verrà suddivisa in parti uguali tra loro. Tale cauzione confluisce nel conto speciale del tribunale.

Qualora, nei casi previsti dal codice civile lituano (Lietuvos Respublikos civilinis kodeksas) o da altre leggi, il tribunale convochi testimoni (liudytojai) e periti (ekspertai) di propria iniziativa, le spese sono a carico dello Stato. Può trattarsi di disporre un esame o l'esecuzione di un sopralluogo sulla scena del fatto.

Nel determinare l'importo della cauzione, deve essere considerato l'ammontare delle spese future. Il tribunale salda gli importi dovuti ai periti quando questi abbiano svolto le relative funzioni. Deve inoltre compensare gli enti di appartenenza del perito per l'esecuzione di una valutazione in base alla fattura presentata dopo l'esecuzione. Questi importi saranno saldati tramite il conto speciale del tribunale, aperto presso un istituto di credito in conformità con l'ubicazione del tribunale medesimo. Gli importi versati ai periti e relativi enti di appartenenza devono, qualora non sia stata acquisita alcuna cauzione, essere addebitati sul conto speciale del tribunale e sostenuti dalla parte soccombente in giudizio, o dalle parti, in proporzione alla quota delle loro richieste che sia stata soddisfatta e rifiutata. Il ministero della Giustizia determina i livelli massimi di queste spese

Onorari dei traduttori e degli interpreti

Il tribunale deve compensare i traduttori, a titolo di mancato guadagno (per assenza dal lavoro o dalla loro normale occupazione) per ogni giorno in cui sia richiesta la loro presenza in tribunale. I traduttori vengono compensati per l'attività di traduzione svolta e rimborsati per qualsiasi spesa correlata alla loro comparsa in tribunale, agli spostamenti e all'alloggio, nonché con un'indennità di trasferta giornaliera. La parte che presenti documenti al tribunale e ne richieda la traduzione in una lingua straniera deve versare una cauzione anticipata per l'importo stabilito dal giudice.

Il tribunale deve compensare i traduttori mediante le risorse pubbliche allocate a questo scopo, fatta eccezione per gli importi versati ai traduttori per la traduzione in una lingua straniera di documenti giudiziari presentati dalle parti. Il costo dei servizi di interpretariato/traduzione nel corso di una sessione di tribunale deve essere sostenuto mediante risorse pubbliche. Il ministero della Giustizia ha stabilito i livelli massimi di queste spese.

Allegati correlati

Relazione della Lituania sullo studio relativo alla trasparenza delle spese dei procedimenti giudiziari PDF (950 Kb) en

Ultimo aggiornamento: 07/06/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.