Controversie di modesta entità

Svezia

Contenuto fornito da
Svezia

RICERCA TRIBUNALI COMPETENTI

Lo strumento di ricerca seguente aiuterà a identificare i tribunali/le autorità competenti per uno strumento giuridico europeo specifico. Attenzione: nonostante gli sforzi compiuti per verificare l'accuratezza dei risultati, in casi eccezionali non è stato possibile attribuire la competenza.

Svezia

Procedure transfrontaliere europee - Controversie di modesta entità


*campo obbligatorio

Articolo 25, paragrafo 1, lettera a), organi giurisdizionali competenti

Il tribunale competente per esaminare un ricorso che dà avvio al procedimento europeo per le controversie di modesta entità è la corte distrettuale (tingsrätt).

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera b) mezzi di comunicazione

Le domande intese ad avviare il procedimento europeo per le controversie di modesta entità devono essere depositate presso la corte distrettuale competente o mediante invio postale.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera c), autorità o organizzazioni competenti a prestare assistenza pratica

La corte distrettuale o qualora sia stato presentato appello contro una sentenza emessa nel corso di un procedimento europeo per le controversie di modesta entità, la corte d'appello (hovrätt) o la corte suprema (Högsta domstolen). Le relative informazioni sono disponibili anche sul sito svedese della corte http://www.domstol.se/.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera d) mezzi di notificazione e/o di comunicazione per via elettronica e metodi per esprimere l'accettazione

Un'autorità può notificare documenti in via elettronica (ad esempio mediante posta elettronica o fax) la prima considerazione che deve essere fatta nel selezionare il metodo di notifica che esso deve essere idoneo relativamente al contenuto e alla mole dei documenti da notificare e che esso deve avere un impatto minimo in termini di costi e di oneri. I documenti non devono essere notificati in un modo inappropriato, considerate le circostanze della fattispecie.

Qualsiasi altra comunicazione scritta può essere inviata mediante posta o per via elettronica (ad esempio mediante posta elettronica o via fax).

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera e) persone o categorie professionali, che hanno l'obbligo giuridico di accettare notificazioni e/o comunicazioni scritte attraverso mezzi elettronici

Non esiste obbligo di accettare la notifica elettronica di documenti.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera f) spese di giudizio e metodi di pagamento

Il tributo necessario per la domanda è di SEK 900. Esso può essere pagato mediante carta elettronica (Mastercard/Visa) o bonifico bancario attraverso il sito della corte svedese http://www.betala.domstol.se/.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera g) mezzi di impugnazione e organi giurisdizionali competenti

L'appello contro una sentenza emessa dalla corte distrettuale deve essere depositato presso la corte d'appello. Gli appelli devono essere portati a conoscenza della corte distrettuale che ha emesso la sentenza entro tre settimane dalla data in cui la sentenza è stata ricevuta dalle parti. Gli appelli devono essere indirizzati alla corte d'appello competente.

Qualora una parte abbia presentato ricorso contro una sentenza di una corte distrettuale, l'altra parte, in aggiunta a quanto affermato sopra, può ricorrere in appello contro la sentenza nel termine di una settimana dalla data in cui scade il termine per l'appello a favore della prima parte. Tale appello decade qualora venga ritirato il primo appello o per altri motivi.

Un appello contro una sentenza di una corte d'appello deve essere depositato presso la corte suprema. Gli appelli devono essere portati a conoscenza della corte d'appello entro quattro settimane dalla data in cui è stata emessa la sentenza.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera h) riesame della sentenza e organi giurisdizionali competenti a procedere a tale riesame

Le istanze di revisione devono essere trasmesse alla corte d'appello competente.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera i) lingue accettate

Un certificato di una sentenza emessa nell'ambito di un procedimento europeo per le controversie di modesta entità deve essere rilasciato in inglese o in svedese o tradotto in una di queste due lingue per poter essere accettato.

 Articolo 25, paragrafo 1, lettera j) procedure per la domanda di riesame e organi giurisdizionali competenti per tale riesame

L'ente svedese per l'applicazione delle sentenze (Kronofogdemyndigheten) è competente in Svezia per quanto riguarda l'applicazione delle sentenze e inoltre adotta decisioni ai sensi dell'articolo 23.

Ultimo aggiornamento: 07/01/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web