Come avviare un'azione legale

Slovacchia
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Devo necessariamente rivolgermi ad un’autorità giudiziaria o esiste un’alternativa?

Per una risposta a questa domanda, cfr. anche la sezione del portale: "Modi alternativi di risoluzione delle controversie – Slovacchia".

Non tutte le controversie devono necessariamente essere sottoposte al giudizio di un'autorità giudiziaria. Le parti dovrebbero innanzitutto cercare di trovare una composizione amichevole e definire un compromesso accettabile per entrambe le parti. Un'altra opzione consiste nel risolvere una controversia ricorrendo alla mediazione. La mediazione è un'attività extragiudiziale nel contesto della quale le persone coinvolte risolvono la loro controversia, derivante dal loro rapporto contrattuale o da un altro rapporto giuridico, con l'assistenza di un mediatore. Si raccomanda alle parti di rivolgersi al tribunale soltanto dopo aver esaurito tutti i modi alternativi di risoluzione delle controversie o nei casi in cui l'obiettivo sia quello di ottenere una definizione precisa della posizione delle parti, dei loro diritti e della responsabilità reciproca.

Secondo talune condizioni definite dalla zákon o rozhodcovskom konaní (legge sull'arbitrato), come modificata, un organo arbitrale può decidere nei casi riguardanti:

a) una risoluzione di controversie in materia di proprietà derivanti da relazioni commerciali e di diritto civile nazionali e internazionali, se la sede dell'arbitrato si trova nella Repubblica slovacca;

b) riconoscimento ed esecuzione di lodi arbitrali nazionali ed esteri nella Repubblica slovacca.

Se il tipo di controversia oggetto di un procedimento giudiziario non è escluso dal campo di applicazione della legge sull'arbitrato, le parti del procedimento possono concordare, tanto in via giudiziale quanto extragiudiziale, che procederanno con l'arbitrato. Tale consenso deve sfociare in una convenzione di arbitrato. Una tale convenzione presentata a un organo giurisdizionale ha l'effetto di una rinuncia all'azione e del consenso da parte del convenuto a tale rinuncia, in linea con la Civilný sporový poriadok (legge sulla risoluzione delle controversie civili).

2 Ci sono termini da rispettare per introdurre un’azione in giudizio?

Ai sensi della legge sulla risoluzione delle controversie civili, un diritto si prescrive se non è esercitato entro il termine stabilito dalla legge. I termini per la presentazione di una domanda variano a seconda del caso.

I termini di prescrizione di legge sono stabiliti dalla legge. Il termine di prescrizione generale è di tre anni e inizia a decorrere dal momento in cui il diritto potrebbe essere esercitato per la prima volta.

Un organo giurisdizionale presterà attenzione alla prescrizione di un diritto soltanto su istanza del debitore. Qualora il debitore presenti un'obiezione sostenendo che tale diritto è prescritto, quest'ultimo non potrà essere concesso al creditore.

3 Dovrei rivolgermi alle autorità giudiziarie in questo Stato membro?

Cfr. la sezione "Competenza giurisdizionale - Slovacchia".

L'autorità degli organi giurisdizionali di deliberare su una determinata questione è stabilita dalla legislazione dell'Unione europea (regolamenti), da convenzioni internazionali multilaterali o bilaterali e, in loro assenza, dalla legislazione nazionale che disciplina il conflitto di legge.

Le norme che disciplinano l'autorità degli organi giurisdizionali slovacchi sono stabilite, a livello nazionale, dalla Zákon č. 97/1963 Zb. o medzinárodnom práve súkromnom a procesnom (legge n. 97/1963 sul diritto processuale e privato internazionale). La norma fondamentale di tale legge afferma che gli organi giurisdizionali slovacchi hanno competenza giurisdizionale se la persona contro cui è diretta un'istanza (domanda) ha la sua residenza o la sua sede legale nella Repubblica slovacca, oppure, nel caso di diritti reali, se tale persona ha proprietà nel paese. Ulteriori disposizioni specificano le condizioni in base alle quali gli organi giurisdizionali slovacchi hanno competenza giurisdizionale. Nei rapporti contrattuali, le parti possono stabilire la competenza giurisdizionale di comune accordo. In taluni casi, gli organi giurisdizionali slovacchi hanno giurisdizione esclusiva, ad esempio, nei procedimenti relativi a diritti reali in relazione a beni immobili, a locazione di beni immobili situati nella Repubblica slovacca o in procedimenti relativi alla registrazione o alla validità di brevetti, marchi, disegni e modelli e altri diritti.

4 In caso affermativo, a quale giudice in particolare mi devo rivolgere in questo Stato membro in funzione del mio domicilio e di quello dell'altra parte o di altri aspetti della mia domanda?

Cfr. la sezione "Competenza giurisdizionale - Slovacchia".

Secondo la legge sulla risoluzione delle controversie civili, l'organo giurisdizionale ordinario della parte contro la quale è rivolta la domanda (il convenuto) ha la competenza giurisdizionale per trattare la causa, salvo diversa disposizione. L'organo giurisdizionale ordinario per un individuo (cittadino) è quello nel cui distretto tale cittadino ha la sua residenza e, qualora egli non abbia una residenza, nel cui distretto egli dimora; l'organo giurisdizionale ordinario per una persona giuridica è quello nel cui distretto tale persona giuridica ha la propria sede legale e, nel caso di una persona giuridica straniera, quello nel cui distretto è situata l'unità organizzativa di tale persona giuridica. L'organo giurisdizionale ordinario per lo Stato è quello nel cui distretto si è verificata la circostanza che ha dato origine al diritto fatto valere. L'organo giurisdizionale ordinario in materia commerciale è quello nel cui distretto ha la propria sede legale il convenuto e, qualora egli non abbia una sede legale, quello nel cui distretto egli svolge la propria attività commerciale. Qualora il convenuto non abbia una sede di attività commerciale, il suo organo giurisdizionale ordinario sarà quello nel cui distretto il convenuto ha la sua residenza.

5 A quale giudice mi devo rivolgere all'interno di questo Stato membro in funzione della natura della mia pretesa e in funzione dell'importo della controversia ?

Cfr. la sezione "Competenza giurisdizionale - Slovacchia".

La regola fondamentale per determinare la competenza nel merito è esposta nell'articolo 12 della legge sulla risoluzione delle controversie civili. In primo grado, di norma ha competenza giurisdizionale un okresný súd (tribunale distrettuale). Un krajský súd (tribunale regionale) tratterà una causa in veste di organo giurisdizionale di primo grado soltanto in casi specifici, ad esempio, nel caso di controversie relative a un paese terzo o a persone che godono di immunità e delle prerogative diplomatiche, qualora dette controversie siano di competenza degli organi giurisdizionali della Repubblica slovacca. La Zákon č. 371/2004 Z. z. o sídlach a obvodoch súdov Slovenskej republiky (legge n. 371/2004 sulle sedi e sui distretti degli organi giurisdizionali della Repubblica slovacca) disciplina la competenza degli organi giurisdizionali in materia di registro, fallimenti e composizioni, cambiali e assegni, nonché degli organi giurisdizionali che decidono cause relative alla protezione di oggetti nel contesto della protezione della proprietà industriale e della tutela contro la concorrenza sleale, degli organi giurisdizionali incaricati di dirimere procedimenti giudiziari relativi a operazioni di borsa, degli organi giurisdizionali responsabili per questioni relative all'assistenza a minori e degli organi giurisdizionali responsabili per il patrocinio a spese dello Stato in caso di necessità finanziarie.

Il valore della controversia è ininfluente ai fini della determinazione dell'organo giurisdizionale della Repubblica slovacca che avrà competenza giurisdizionale per pronunciarsi su una determinata questione.

6 Posso adire l’autorità giudiziaria da solo oppure devo passare per un intermediario, quale un avvocato?

La rappresentanza da parte di un avvocato non è obbligatoria nei procedimenti civili nella Repubblica slovacca.

La legge prevede la rappresentanza di un avvocato in determinati tipi di procedimenti, ad esempio in caso di questioni di fallimento, tutela della concorrenza, comportamento anticoncorrenziale fraudolento, diritti di proprietà intellettuale e nel contesto di procedimenti di impugnazione straordinari (articolo 420 della legge sulla risoluzione delle controversie civili).

7 Per avviare l’azione in giudizio, a chi devo rivolgermi: al banco del ricevimento, alla cancelleria giudiziaria o a qualche altra amministrazione?

In linea con le disposizioni dell'articolo 125 della legge sulla risoluzione delle controversie civili, una domanda può essere presentata soltanto per iscritto, su supporto cartaceo o in formato elettronico. Una domanda presentata in formato elettronico deve essere consegnata successivamente in formato cartaceo entro 10 giorni, pena la non considerazione della presentazione. Una presentazione effettuata in formato cartaceo deve includere il numero richiesto di copie.

8 In che lingua posso formulare la mia domanda? Posso presentarla oralmente o devo presentarla necessariamente per iscritto? Posso farlo per fax o per posta elettronica?

Dato che le parti godono di una posizione paritaria nei procedimenti giudiziari civili, non è necessario presentare una domanda in lingua slovacca. Le parti hanno il diritto di agire dinanzi a un organo giurisdizionale nella loro lingua materna o in un'altra lingua che comprendono. L'organo giurisdizionale è tenuto a garantire alle parti pari opportunità per l'esercizio dei loro diritti, ovvero anche tramite un servizio di traduzione e di interpretariato. Una domanda può essere presentata per iscritto, su supporto cartaceo o elettronico.

9 Esistono dei moduli per introdurre un’azione in giudizio o, se non esistono, che cosa si deve fare per agire in giudizio? Quali sono gli elementi che il fascicolo deve obbligatoriamente contenere?

Non esistono moduli prescritti per il deposito di un'azione (domanda per l'avvio di un procedimento).

I requisiti generali sono stabiliti nell'articolo 127 della legge sulla risoluzione delle controversie civili. Una domanda deve essere firmata e indicare chiaramente l'organo giurisdizionale adito, chi sta presentando la domanda, in relazione a quale materia e con quale fine. Una domanda deve essere presentata nel numero richiesto di copie e allegati, in maniera tale da garantire che una copia rimanga presso l'organo giurisdizionale e ciascuna parte riceva una copia e gli allegati, secondo quanto necessario. Qualora una parte non presenti il numero richiesto di copie e allegati, l'organo giurisdizionale eseguirà delle copie a spese di detta parte. Qualora l'azione introdotta riguardi una causa in corso, i dettagli richiesti includono il numero del fascicolo di detta causa.

Oltre ai requisiti generali, una domanda deve indicare il nome e il cognome e, se possibile, anche la data di nascita, il numero di telefono e l'indirizzo di residenza delle parti o dei loro rappresentanti; informazioni sul loro paese di cittadinanza; una descrizione veritiera dei fatti decisivi e la designazione delle prove sulle quali l'attore si basa; inoltre, detta domanda deve chiarire ciò che l'attore intende ottenere. Qualora una parte sia una persona giuridica, una domanda deve indicare il nome o la ragione sociale, la sede legale e il numero di identificazione della stessa, se gliene è stato assegnato uno. Qualora una parte sia un'entità straniera, è necessario accludere alla domanda un estratto di un registro oppure qualsiasi altro registro nel quale tale entità straniera risulti iscritta. Qualora una persona fisica che svolge attività commerciale sia una parte del procedimento, la domanda deve indicare il nome della società, la sede legale e il numero di identificazione, nel caso in cui gliene sia stato assegnato uno. Qualora lo Stato sia una parte del procedimento, la domanda deve indicare una designazione dello Stato e dell'autorità statale competente che rappresenterà lo Stato.

Al fine di rendere più flessibile il procedimento giudiziario e di assistere le parti del procedimento, il sito web del Ministerstvo spravodlivosti Slovenskej republiky (ministero della Giustizia della Repubblica slovacca) mette a disposizione esempi (moduli) di domande selezionate per l'avvio di procedimenti. È possibile scaricare un esempio e compilarlo. Un modulo guida l'attore esattamente sui campi che devono essere compilati. Un modulo compilato può essere inviato senza firma oppure firmato con una firma elettronica certificata utilizzando un certificato autenticato. Laddove l'attore invii una domanda sprovvista di firma elettronica certificata, esso è tenuto a integrare tale presentazione depositando il documento anche su supporto cartaceo.

10 Ci sono diritti da pagare? Se sì, quando bisogna pagarli? L'avvocato deve essere pagato fin dall'inizio?

Il deposito di una domanda è soggetto al pagamento di diritti di cancelleria. La parte che presenta la domanda (attore/richiedente) deve pagare i diritti di cancelleria, a meno che non ne sia stata esonerata a fronte di una sua richiesta o non ne sia esentata dalla legge. L'ammontare dei diritti di cancelleria è fissato dal tariffario dei diritti degli organi giurisdizionali che costituisce un allegato alla Zákon č. 71/1992 Zb. o súdnych poplatkoch a poplatku za výpis z registra trestov (legge n. 71/1992 sulle spese di giudizio e sui diritti di cancelleria per un estratto del casellario giudiziario). L'importo dei diritti è indicato nel tariffario dei diritti come percentuale rispetto a una base tariffaria o come una somma fissa. I diritti di cancelleria sono dovuti al momento del deposito di una domanda. Se i diritti non vengono pagati nel momento in cui sono dovuti, ovvero all'atto della presentazione di una domanda per l'avvio di un procedimento, l'organo giurisdizionale chiederà di pagare tali diritti entro un termine stabilito (di norma, dieci giorni dalla notificazione della richiesta); qualora i diritti non vengano pagati, nonostante la richiesta, entro il termine stabilito, l'organo giurisdizionale sospenderà il procedimento. Nella richiesta il debitore della somma deve essere informato sulle conseguenze del mancato pagamento dei diritti.

La rappresentanza da parte di un avvocato non è obbligatoria nei procedimenti civili nella Repubblica slovacca.

11 Posso beneficiare del patrocinio a spese dello Stato?

Cfr. la sezione: "Patrocinio a spese dello Stato - Slovacchia".

12 A partire da che momento si considera effettivamente introdotta la mia domanda? Riceverò riscontro dalle autorità sulla validità o meno dell’introduzione della mia domanda?

Un'azione si considera introdotta il giorno in cui la domanda è stata depositata presso l'organo giurisdizionale. L'organo giurisdizionale fornirà all'attore la conferma della presentazione e della registrazione della sua azione nel ruolo delle cause dell'organo giurisdizionale.

13 Potrò avere informazioni precise sul calendario degli eventi che si svolgeranno a seguito della domanda (ad esempio il termine di comparizione)?

Un organo giurisdizionale chiederà alla parte di integrare o correggere una presentazione errata, incompleta o incomprensibile entro un termine stabilito da detto organo, ma che non deve essere comunque inferiore a dieci giorni. Altre presentazioni il cui contenuto non fornisca le indicazioni necessarie per l'introduzione di un'azione, qualora non debitamente corrette o integrate, saranno ignorate dall'organo giurisdizionale.

Le parti e i loro rappresentanti hanno il diritto di consultare il fascicolo giudiziario dell'organo giurisdizionale e di effettuare estratti, copie e fotocopie dello stesso oppure possono chiedere all'organo giurisdizionale di effettuare fotocopie per loro conto, sostenendo i costi correlati.

Nel prepararsi a un'udienza, l'organo giurisdizionale notificherà la domanda di avvio di un procedimento (azione) al destinatario (convenuto), unitamente a una copia della domanda e dei suoi allegati. Tale notificazione avviene di persona e le parti devono essere debitamente istruite. L'organo giurisdizionale invierà la risposta del convenuto all'attore senza indugio. Qualora richiesto dalla natura della questione o dalle circostanze del caso, un organo giurisdizionale può obbligare il convenuto tramite una decisione a fornire la sua dichiarazione scritta sulla questione, e nel caso in cui il convenuto non concordi appieno con la domanda, a indicare nella sua constatazione i fatti che sono decisivi per la sua difesa, nonché ad allegare i documenti ai quali egli fa riferimento e a individuare le prove per documentare le sue affermazioni. L'organo giurisdizionale stabilisce un termine per la presentazione di detta dichiarazione.

Salvo diversa disposizione contenuta nella legge sulla risoluzione delle controversie civili o in un altro regolamento specifico, un organo giurisdizionale ordinerà un'udienza per trattare la materia in questione, al fine di deliberare sulla stessa. A tal fine convocherà le parti e gli altri partecipanti di cui è richiesta la presenza.

Ultimo aggiornamento: 14/01/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web