Responsabilità genitoriale - diritti di affidamento e visita dei figli

Paesi Bassi
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Qual é il significato nella pratica della nozione di "potestà genitoriale"? Quali sono i diritti e i doveri del titolare della potestà genitoriale?

Il termine "responsabilità genitoriale" significa avere l'autorità su un minore e la responsabilità di crescerlo e di prendersene cura.

L'articolo 247 del libro 1 del Burgerlijk Wetboek (codice civile) stabilisce quanto segue su questo argomento:

1. la responsabilità genitoriale comprende il dovere e il diritto dei genitori di prendersi cura e di crescere i loro figli minorenni;

2. i concetti di "prendersi cura e crescere" comprendono il fornire assistenza e l'assunzione di responsabilità per il benessere mentale e fisico e la sicurezza dei figli e la promozione dello sviluppo della loro personalità. I genitori non possono usare violenza mentale o fisica o qualsiasi altro trattamento umiliante nel prendersi cura e nel crescere i loro figli;

3. la responsabilità genitoriale comprende l'obbligo del genitore di promuovere lo sviluppo del legame del figlio con l'altro genitore;

4. un figlio i cui genitori esercitano congiuntamente la responsabilità genitoriale continua ad avere diritto ad essere assistito e cresciuto in maniera equivalente da entrambi i genitori in seguito allo scioglimento del matrimonio dovuto a cause diverse dal decesso, in seguito a una separazione personale o dopo lo scioglimento di un'unione registrata per motivi diversi dal decesso, oppure in seguito alla cessazione della convivenza nel caso in cui sia stata effettuata un'iscrizione ai sensi dell'articolo 252, primo comma;

5. ai fini dell'attuazione del quarto comma, i genitori possono tenere conto, in un accordo o in un piano per la genitorialità, di ostacoli pratici che possono insorgere in relazione allo scioglimento del matrimonio dovuto a cause diverse dal decesso, in seguito a una separazione personale o allo scioglimento di un'unione registrata per motivi diversi dal decesso, oppure in seguito alla cessazione della convivenza nel caso in cui sia stata effettuata un'iscrizione ai sensi dell'articolo 252, primo comma, ma soltanto se e fintantoché tali ostacoli pertinenti sussistono.

2 Come regola generale, chi ha la potestà genitoriale sul figlio minore?

I genitori hanno l'autorità e la responsabilità di prendersi cura dei loro figli e di crescerli. Tuttavia, esistono delle eccezioni rispetto a tale norma.

3 Se i genitori sono incapaci o non desiderano esercitare la potestà genitoriale, un’altra persona può essere nominata al loro posto?

Se i genitori non desiderano o sono incapaci di esercitare la responsabilità genitoriale, quest'ultima può essere trasferita ad un'altra persona da un organo giurisdizionale.

4 Se i genitori divorziano o si separano, le modalità di esercizio della potestà genitoriale come sono regolate per il futuro?

In seguito a un divorzio, entrambi i genitori mantengono la responsabilità genitoriale nei confronti dei propri figli. Entrambi continuano ad essere responsabili per assicurare la crescita dei loro figli e per fornire loro assistenza. Tuttavia, esistono delle eccezioni rispetto a tale norma. In taluni casi può accadere che, su richiesta, l'organo giurisdizionale conferisca l'affidamento a uno dei genitori. Anche la genitorialità (che per definizione non è equivalente alla responsabilità genitoriale) e i diritti e doveri ad essa associati possono essere disciplinati in maniera diversa nel piano per la genitorialità che viene stabilito in caso di divorzio.

5 Se i genitori concludono un accordo sulle modalità di esercizio della potestà genitoriale, quali sono le formalità da rispettare perchè l’accordo sia per loro vincolante?

In caso di divorzio, gli accordi presi sono definiti in un piano per la genitorialità che viene esaminato dall'organo giurisdizionale. L'organo giurisdizionale pronuncia il divorzio.

Cfr. anche: https://www.rijksoverheid.nl/onderwerpen/scheiden/vraag-en-antwoord/checklist-bij-scheiden-of-uit-elkaar-gaan.

6 Se i genitori non raggiungono un accordo sulle questioni relative all’esercizio della potestà genitoriale, quali sono i mezzi alternativi di soluzione delle controversie?

La mediazione costituisce un metodo possibile per risolvere controversie in materia di genitorialità.

7 Se i genitori fanno ricorso all’autorità giudiziaria, su quali questioni relative ai figli il giudice può pronunciarsi?

La decisione dell'organo giurisdizionale riguarda tutti gli aspetti inclusi nel piano per la genitorialità tra i quali vi sono l'affidamento, la suddivisione dei compiti relativi all'assicurazione dell'assistenza e della crescita dei figli e il luogo di residenza principale dei figli.

8 Se il tribunale dispone l’affidamento del minore in via esclusiva ad uno dei coniugi, questo significa che il coniuge affidatario potrà assumere decisioni concernenti il minore senza prima consultare l’altro genitore?

No. Il genitore affidatario deve mantenere informato il genitore non affidatario in merito a questioni importanti riguardanti la persona [HM-B1] e i beni dei figli, nonché consultare quest'ultimo genitore in merito a decisioni riguardanti i figli. Tuttavia, spetta al genitore affidatario decidere in ultima analisi.

9 Se il tribunale dispone l’affidamento congiunto del minore, cosa significa questo nella pratica?

Ciò significa che entrambi i genitori hanno gli stessi diritti e doveri che spettano a un genitore affidatario (cfr. domanda 1), se i genitori hanno concordato una divisione diversa, nel piano per la genitorialità, dei compiti in merito all'assistenza da fornire e alla crescita dei figli.

10 Qual è il tribunale (o altra autorità) competente a decidere in materia di potestà genitoriale?

Al fine di ottenere l'affidamento di un minore, occorre presentare una domanda presso l'organo giurisdizionale competente per il luogo di residenza di tale minore. I documenti da presentare dipendono dalla situazione del genitore e del figlio. Informazioni sui documenti necessari sono disponibili nella sezione procesreglement (norme procedurali), Gezag en omgang (affidamento e accesso). Un avvocato può fornire assistenza a tale proposito.

11 Qual è la procedura applicabile in questi casi? Esiste una procedura di urgenza?

Non esistono procedure particolari per le situazioni citate. Sì, è possibile avviare procedimenti per ottenere provvedimenti provvisori.

12 È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato per coprire i costi del procedimento?

Sì, il patrocinio a spese dello Stato è possibile, sebbene sia soggetto a determinate condizioni. Maggiori informazioni sono disponibili a tale proposito sul sito web del Raad voor Rechtsbijstand (Consiglio per il patrocinio a spese dello Stato).

13 È possibile proporre appello avverso una decisione sulla potestà genitoriale?

Sì, è possibile presentare impugnazioni dinanzi al gerechtshof (corte d'appello).

14 In certi casi potrebbe essere necessario rivolgersi ad un giudice o ad altra autorità per avere una decisione sulla potestà genitoriale da far valere come titolo esecutivo? Quali procedure si applicano in tali casi?

In questo caso si applica la procedura ordinaria prevista per gli organi giurisdizionali.

15 In che modo si deve agire per far riconoscere ed eseguire in questo Stato membro una decisione sulla responsabilità genitoriale emessa dal giudice di un altro Stato membro?

In linea di principio, non è necessario intraprendere alcuna azione. Ciò avviene automaticamente se lo Stato membro è parte del regolamento Bruxelles II bis. Tale regolamento è applicabile in tutti gli Stati membri dell'Unione europea, ad eccezione della Danimarca.

16 A quale giudice di questo Stato membro occorre rivolgersi per opporsi al riconoscimento di una decisione sulla responsabilità genitoriale emessa dal giudice di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi?

Le impugnazioni devono essere presentate presso l'organo giurisdizionale che ha emesso la decisione.

Un ricorso in materia di diritto di famiglia nei Paesi Bassi richiede l'assistenza di un avvocato. L'avvocato può presentare il ricorso presso la cancelleria della corte d'appello. Dopo che l'organo giurisdizionale si è pronunciato in un caso in materia di diritto di famiglia, l'avvocato ha tre mesi di tempo per presentare ricorso. La corte d'appello applica tale termine in maniera rigorosa. La data in cui la cancelleria riceve la domanda di deposito del ricorso è la data ufficiale di presentazione di quest'ultimo.

17 A quale diritto deve fare riferimento il giudice in un procedimento relativo alla responsabilità genitoriale, in cui il minore o le parti non risiedono in questo Stato membro oppure hanno cittadinanze diverse?

Gli organi giurisdizionali dei Paesi Bassi applicano soltanto la legge neerlandese.

Ultimo aggiornamento: 02/07/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web