Responsabilità genitoriale - diritti di affidamento e visita dei figli

Germania
Contenuto fornito da
European Judicial Network
Rete giudiziaria europea (in materia civile e commerciale)

1 Qual é il significato nella pratica della nozione di "potestà genitoriale"? Quali sono i diritti e i doveri del titolare della potestà genitoriale?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. Una componente importante della responsabilità genitoriale è rappresentata dall'affidamento alle cure genitoriali (elterliche Sorge). I genitori hanno il diritto e il dovere di prendersi cura dei figli minorenni. L'affidamento alle cure genitoriali comprende il fatto di occuparsi dei figli, di amministrarne i beni e di rappresentarli. Il diritto di prendere decisioni per i figli è quindi connesso all'affidamento alle cure genitoriali. La responsabilità genitoriale include altresì i contatti con i figli e il dovere di mantenerli.

2 Come regola generale, chi ha la potestà genitoriale sul figlio minore?

Come già spiegato nella risposta alla domanda 1 la nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. I contatti con il figlio e il dovere di mantenerlo fanno altresì parte della responsabilità genitoriale.

In linea di principio l'affidamento alle cure genitoriali è congiunto:

  1. se alla nascita del figlio i genitori erano sposati,
  2. se i genitori si sono sposati dopo la nascita del figlio,
  3. se i genitori dichiarano di volere esercitare assieme la responsabilità genitoriale (dichiarazione di affidamento congiunto alle cure genitoriali - Sorgeerklärung),
  4. se il tribunale competente in materia di diritto di famiglia (Familiengericht) riconosce l'affidamento condiviso del figlio.

Le dichiarazioni di responsabilità genitoriale devono essere autenticate da un funzionario dell'ufficio di assistenza ai minori (Jugendamt) o da un notaio e, in alcune circostanze, presso le rappresentanze diplomatiche all'estero. Nel caso in cui i genitori non presentino una dichiarazione di affidamento congiunto alle cure genitoriali e non siano sposati, sarà la madre ad avere l'affidamento esclusivo del figlio. Tuttavia, il tribunale competente in materia di diritto di famiglia può, su richiesta di uno dei genitori, riconoscere l'affidamento condiviso, purché sia nel migliore interesse del figlio. Si suppone quindi che l'affidamento condiviso non è contrario al benessere del figlio, se l'altro genitore non adduce motivi opponibili al riconoscimento dell'affidamento congiunto e se tali motivi non risultino altrimenti evidenti.

La legge tedesca presume che, in genere, è nel migliore interesse del figlio avere contatti con entrambi i genitori e garantisce pertanto al figlio il diritto di contattare i genitori. Inoltre, entrambi i genitori hanno il diritto e il dovere di mantenere contatti con i figli.

Il diritto di visita conferisce innanzitutto ai genitori il potere di vedere e sentire i figli a intervalli regolari. Il diritto di visita include, oltre ai contatti diretti, anche i contatti epistolari e telefonici.

In genere, garantire il mantenimento è responsabilità di entrambi i genitori. I genitori possono scegliere autonomamente il modo in cui intendono provvedere al mantenimento del figlio. Possono ad esempio decidere di garantire il mantenimento in natura, solitamente nell'abitazione familiare (alloggio, alimenti, abiti, ecc.).

3 Se i genitori sono incapaci o non desiderano esercitare la potestà genitoriale, un’altra persona può essere nominata al loro posto?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le seguenti spiegazioni si riferiscono alle cure genitoriali.

Se il minore non è affidato alle cure genitoriali perché, ad esempio, i genitori sono deceduti o non hanno il diritto di rappresentare il figlio nelle questioni che riguardano la sua persona o i suoi beni, ad esempio perché sono decaduti dalla responsabilità genitoriale, il giudice competente in materia di diritto di famiglia nomina un curatore da assegnare al figlio.

Laddove i genitori siano incapaci di garantire alcuni aspetti delle cure genitoriali, il giudice competente in materia di diritto di famiglia nominerà un curatore speciale (articolo 1909 del codice civile(Bürgerliches Gesetzbuch, BGB) per questi aspetti.

4 Se i genitori divorziano o si separano, le modalità di esercizio della potestà genitoriale come sono regolate per il futuro?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le seguenti spiegazioni si riferiscono alle cure genitoriali.

Se i genitori hanno l'affidamento condiviso dei figli e si separano, entrambi continueranno ad avere l'affidamento condiviso indipendentemente dal fatto che siano sposati o meno. Tuttavia, il giudice competente in materia di diritto di famiglia, su richiesta di uno dei genitori, può riconoscere l'affidamento a un solo genitore. La richiesta sarà accolta se l'altro genitore dà il proprio consenso (a meno che il figlio abbia almeno 14 anni e vi si opponga) o se la revoca dell'affidamento condiviso a favore dell'affidamento esclusivo è considerata nel migliore interesse del figlio. Anche in caso di divorzio, decisioni di questo tipo vengono prese soltanto su richiesta di uno dei genitori, a meno che il benessere del figlio non sia a rischio.

5 Se i genitori concludono un accordo sulle modalità di esercizio della potestà genitoriale, quali sono le formalità da rispettare perchè l’accordo sia per loro vincolante?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Di norma spetta ai genitori decidere come gestire l'affidamento condiviso del figlio e non vi sono requisiti legali di forma. Non è tuttavia possibile modificare in modo giuridicamente vincolante le norme di affidamento soltanto con un accordo ma è necessaria una decisione del tribunale competente in materia di diritto di famiglia. Se i genitori non vivono assieme, l'ufficio di assistenza ai minori può aiutarli a elaborare un piano di affidamento che sia accettabile per entrambi. Il piano può essere utilizzato come base per le decisioni giudiziarie in materia di affidamento genitoriale. Se i genitori convengono che l'affidamento debba essere dato a uno solo di loro, possono chiedere al giudice competente in materia diritto di famiglia il riconoscimento dell'affidamento esclusivo.

I genitori possono decidere anche le modalità di gestione del diritto di visita, non essendovi requisiti al riguardo. Una volta registrato mediante conciliazione giudiziale, e approvato dall'organo giurisdizionale, l'accordo è equiparato a una sentenza vincolante e, ove necessario, può essere eseguito obbligatoriamente.

6 Se i genitori non raggiungono un accordo sulle questioni relative all’esercizio della potestà genitoriale, quali sono i mezzi alternativi di soluzione delle controversie?

Se i genitori non sono in grado di risolvere le controversie in modo autonomo, possono rivolgersi all'ufficio di assistenza ai minori o a un'organizzazione di servizi volontari per i giovani (Freie Jugendhilfe), che fornisce ai genitori consulenza e aiuto per risolvere eventuali problemi. Sul sito http://www.dajeb.de è pubblicata una banca dati di tutti i centri di consulenza. Anche la mediazione può aiutare i genitori a giungere a una risoluzione amichevole della controversia. Per ulteriori informazioni sulla mediazione familiare è possibile consultare http://www.bafm-mediation.de/.

7 Se i genitori fanno ricorso all’autorità giudiziaria, su quali questioni relative ai figli il giudice può pronunciarsi?

In funzione della richiesta o del suo motivo l'organo giurisdizionale può decidere i procedimenti relativi a questioni in materia di affidamento (compresa la consegna del figlio), di visita e di mantenimento del figlio. Il giudice deve cercare di risolvere la controversia proponendo una soluzione che sia accettabile per entrambe le parti in tutte le fasi del procedimento. Qualora i genitori non trovino un accordo su una questione specifica relativa all'affidamento, importante per il figlio, il giudice può altresì affidare a un genitore la responsabilità di prendere da solo le decisioni (partielle Alleinentscheidungsbefugnis).

Inoltre, nel caso in cui il benessere del figlio sia a rischio, l'organo giurisdizionale può ordinare in qualsiasi momento le misure necessarie a evitare tale rischio.

8 Se il tribunale dispone l’affidamento del minore in via esclusiva ad uno dei coniugi, questo significa che il coniuge affidatario potrà assumere decisioni concernenti il minore senza prima consultare l’altro genitore?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Per quanto riguarda l'affidamento la risposta alla domanda è sì. Il genitore che non ha i figli in affidamento non ha diritto di essere coinvolto nelle decisioni. Ha tuttavia il diritto di visita e può chiedere all'altro genitore informazioni sulla situazione personale del figlio, purché la richiesta sia legittima. Tuttavia qualora il figlio si trovi, in base a un accordo con il genitore affidatario o a una decisione giudiziale (ad esempio nell'ambito dell'esercizio del diritto di visita), presso il genitore non affidatario, quest'ultimo può decidere da solo relativamente alle cure concrete (ad esempio alimentazione).

9 Se il tribunale dispone l’affidamento congiunto del minore, cosa significa questo nella pratica?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le seguenti spiegazioni si riferiscono alle cure genitoriali.

In caso di affidamento condiviso dei figli a genitori che vivono assieme, i genitori dovranno trovare soluzioni condivise accettabili per entrambi su tutte le questioni connesse alla responsabilità genitoriale. Se non vivono assieme, i genitori dovranno decidere assieme soltanto le questioni di maggiore interesse per i figli. Sulle questioni di ordinaria amministrazione può decidere autonomamente il genitore con cui vivono i figli.

10 Qual è il tribunale (o altra autorità) competente a decidere in materia di potestà genitoriale?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Le autorità giudiziarie responsabili dei procedimenti in materia di affidamento sono i tribunali competenti in materia diritto di famiglia (presso i tribunali distrettuali (Amtsgerichte)). Qualora sia necessaria una domanda per l'avvio del procedimento (ad esempio nel caso del procedimento per la decisione di affidamento esclusivo in caso di genitori separati), questa deve essere motivata. Occorre presentare i fatti e le prove a sostegno del caso, nonché allegare alla domanda i documenti indicati. Nella domanda deve inoltre essere precisato se le parti hanno già tentato di risolvere la questione ricorrendo alla mediazione o ad altre procedure di risoluzione extragiudiziale delle controversie. La rappresentanza da parte di un avvocato è necessaria soltanto in casi eccezionali, ad esempio nell'ambito di una causa di divorzio. Qualora non vi sia l'obbligo di rappresentanza legale, la domanda può essere presentata direttamente presso l'organo giurisdizionale competente. A tal fine il tribunale distrettuale dispone di un apposito servizio che si occupa di ricevere e mettere a verbale domande e altre dichiarazioni.

Se i genitori non erano sposati alla nascita del figlio, le dichiarazioni sulla responsabilità genitoriale devono essere autenticate dalla persona responsabile della documentazione presso l'ufficio di assistenza ai minori, da un notaio oppure, in talune circostanze, dalle missioni diplomatiche all'estero.

11 Qual è la procedura applicabile in questi casi? Esiste una procedura di urgenza?

Il principio dell'indagine d'ufficio (Amtsermittlungsgrundsatz) si applica ai procedimenti relativi al diritto di affidamento e al diritto di visita dei genitori. In base a tale principio, il giudice è tenuto ad avviare d'ufficio indagini su tutti i fatti rilevanti e non è vincolato dalle argomentazioni delle parti.

Nei casi urgenti, il tribunale può emettere un provvedimento provvisorio, purché la decisione sia giustificata e urgentemente necessaria. Se il benessere del figlio è a rischio, il giudice deve valutare se occorre disporre un provvedimento provvisorio, anche senza la richiesta di una delle parti. Qualora nel corso di un procedimento in materia di diritto di visita, non sia possibile raggiungere un accordo entro i termini stabiliti, l'organo giurisdizionale dovrà discutere la possibilità di emettere un provvedimento provvisorio con i genitori e l'ufficio di assistenza ai minori.

12 È possibile ottenere il patrocinio a spese dello Stato per coprire i costi del procedimento?

I cittadini che, a causa della propria situazione personale e finanziaria, non siano in grado di coprire le spese processuali, possano sostenerne solo una parte o pagare a rate, possono ottenere il patrocinio a spese dello Stato per i procedimenti, compresi quelli dinanzi al tribunale competente in materia di diritto di famiglia. Un prerequisito per l'accesso al patrocinio a spese dello Stato è che l'azione legale o la difesa proposta abbia prospettive di successo sufficienti e non sia considerata temeraria. In questo modo anche le persone con minori risorse finanziarie hanno accesso alle vie giudiziali. Nell'ambito del patrocinio a spese dello Stato, lo Stato si fa carico (a seconda del reddito), in tutto o in parte, delle spese processuali e degli onorari dell'avvocato del beneficiario, se gli è stato attribuito un legale.

13 È possibile proporre appello avverso una decisione sulla potestà genitoriale?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

È possibile impugnare le decisioni in materia di affidamento dei figli e di diritto di visita. A tal proposito è irrilevante il fatto che la decisione sia stata emessa con una procedura autonoma oppure nell'ambito di un procedimento accessorio a una causa di divorzio. L'impugnazione è ammissibile in entrambi i casi.

Il ricorso deve essere proposto entro un mese dalla pubblicazione scritta della decisione. I provvedimenti provvisori in materia di affidamento dei figli/responsabilità genitoriale possono essere impugnati solo se sono stati emessi in seguito a una discussione orale. In questo caso, il ricorso deve essere proposto entro due settimane. Se il provvedimento è stato emesso senza che vi sia stata discussione orale, esso non può essere impugnato. Indipendentemente dal fatto che vi sia stata o meno una discussione orale, i provvedimenti provvisori relativi al diritto di visita non sono impugnabili. In questi casi è comunque possibile avviare un procedimento sul merito. È opportuno notare che i provvedimenti provvisori perdono la loro efficacia quando passano in giudicato altre decisioni giudiziarie riguardanti la stessa questione.

14 In certi casi potrebbe essere necessario rivolgersi ad un giudice o ad altra autorità per avere una decisione sulla potestà genitoriale da far valere come titolo esecutivo? Quali procedure si applicano in tali casi?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

In caso di violazione di un titolo esecutivo sulla consegna dei figli e sulla regolamentazione del diritto di visita, il giudice può comminare una sanzione pecuniaria alla parte obbligata e, qualora non possa essere riscossa, può ordinare la reclusione della parte. A determinate condizioni può essere ordinata immediatamente la reclusione. Nella decisione relativa alla consegna del figlio o alla regolamentazione del diritto di visita devono essere spiegate le conseguenze della violazione del titolo esecutivo. La singola sanzione pecuniaria non può essere superiore a 25 000 EUR e la singola sanzione detentiva a sei mesi. Come ulteriore misura esecutiva, il giudice può emettere un provvedimento di coercizione diretta nei confronti della parte obbligata. Non è consentito l'uso della coercizione sui figli che devono essere consegnati per consentire l'esercizio del diritto di visita. L'uso della coercizione nei confronti dei figli è consentito solo se nell'interesse superiore del figlio e se non è possibile onorare tale obbligo ricorrendo a mezzi meno severi.

15 In che modo si deve agire per far riconoscere ed eseguire in questo Stato membro una decisione sulla responsabilità genitoriale emessa dal giudice di un altro Stato membro?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Le decisioni in materia di affidamento e di diritto di visita emesse da altri Stati membri dell'UE (ad eccezione della Danimarca) sono riconosciute in Germania conformemente al regolamento (CE) n. 2201/2003 (regolamento Bruxelles II bis), senza che sia quindi necessario il ricorso a procedure specifiche. Tuttavia, in Germania è altresì possibile chiedere il riconoscimento presso il tribunale che si occupa di diritto di famiglia competente. Il riconoscimento si applica a tutte le parti in causa. 
Prima che una decisione sull'affidamento emessa in un altro Stato membro possa essere eseguita in Germania, occorre presentare un'istanza di dichiarazione di esecutività, come previsto dal regolamento Bruxelles II bis. In altri termini, per essere eseguita in Germania, la decisione deve prima essere approvata. L'istanza va presentata al tribunale locale competente in materia di diritto di famiglia della regione in cui ha sede la Corte d'appello (Oberlandesgericht). L'istanza di esecuzione deve essere accompagnata da una copia della decisione e da un certificato del tribunale dello Stato membro di origine, per il quale occorre utilizzare il modello standard di cui all'allegato II del regolamento. Non è necessario che i richiedenti siano rappresentati da un avvocato. Tuttavia, i richiedenti residenti in un altro Stato membro devono nominare un rappresentante autorizzato ad accettare la notificazione o comunicazione in Germania. Il tribunale competente in materia di diritto di famiglia si pronuncerà senza tenere prima un'udienza orale. Il cancelliere del tribunale emetterà il titolo esecutivo in base a tale decisione. I ricorsi contro la decisione del tribunale competente in materia di diritto di famiglia possono essere presentati dinanzi alla Corte d'appello. I ricorsi contro la decisione della Corte d'appello possono essere proposti dinanzi alla Corte federale di cassazione (Bundesgerichtshof), ove consentito dalla Corte d'appello. In Germania, solo 22 degli oltre 650 tribunali che si occupano di diritto di famiglia sono competenti per le domande di riconoscimento e le dichiarazioni di esecutività. Gli indirizzi sono indicati sulle pagine web http://www.bundesjustizamt.de/sorgerecht (in tedesco) - "Zuständige Gerichte" e http://www.bundesjustizamt.de/custody-conflicts - "Competent German courts" (in inglese).

È opportuno notare che alcune decisioni degli Stati membri sul diritto di visita e sul ritorno dei figli trasferiti o trattenuti illegalmente possono essere riconosciute ed eseguite in Germania senza che sia necessaria una dichiarazione di esecutività e senza la possibilità di opporsi al riconoscimento. Tuttavia, in questi casi, i titolari della responsabilità genitoriale sono liberi anche di chiedere formalmente la dichiarazione di esecutività della decisione attraverso i giudici tedeschi.

16 A quale giudice di questo Stato membro occorre rivolgersi per opporsi al riconoscimento di una decisione sulla responsabilità genitoriale emessa dal giudice di un altro Stato membro? Quale procedura si applica in questi casi?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Anche in questo caso anche i 22 tribunali menzionati nella risposta alla domanda 15 hanno una competenza speciale. Le istanze di non riconoscimento di una decisione sull'affidamento devono essere presentate al tribunale compete in materia di diritto di famiglia presso la sede della Corte d'appello competente per il luogo in cui il convenuto o il figlio interessato dalla decisione hanno la residenza abituale. In caso ciò non sia possibile, sarà competente il tribunale che si occupa di diritto di famiglia responsabile per l'interesse riguardante il non riconoscimento o la necessità di assistenza. In caso contrario, sarà competente il giudice di famiglia del tribunale di Pankow/Weißensee. L'avvio di questa procedura consente in genere di riunire in un'unica sede la competenza per tutte le questioni relative ai figli. Pertanto, un unico tribunale potrà decidere in merito a tutte le questioni relative ai figli. Le decisioni al riguardo (di riconoscimento o non riconoscimento) si applicano però solo nello Stato membro in cui sono state emesse. Ciononostante è comunque possibile proporre in Germania una procedura di non riconoscimento, anche come misura precauzionale.

Per quanto riguarda la procedura, le disposizioni che disciplinano l'autorizzazione dell'esecuzione forzata in primo grado, in appello e in caso di ricorso per motivi di diritto si applicano per analogia.

17 A quale diritto deve fare riferimento il giudice in un procedimento relativo alla responsabilità genitoriale, in cui il minore o le parti non risiedono in questo Stato membro oppure hanno cittadinanze diverse?

La nozione di "responsabilità genitoriale" fa riferimento a tutti i diritti e i doveri dei genitori nei confronti dei figli. L'affidamento alle cure genitoriali è parte essenziale della responsabilità genitoriale. i contatti con i figli e il dovere di mantenerli sono altresì parte della responsabilità genitoriale (si veda la risposta alla domanda 1). Le spiegazioni seguenti si riferiscono all'affidamento e al diritto di visita.

Si devono distinguere le questioni di diritto applicabile dalle questioni di competenza. Sono normalmente competenti per le questioni di affidamento e di diritto di visita gli organi giurisdizionali e le autorità del luogo di residenza del minore (articolo 8 del regolamento (CE) n. 2201/2003 e articolo 5 della convenzione dell'Aia sulla tutela dei minori). La cittadinanza non ha importanza. Anche il diritto applicabile è disciplinato dalla convenzione dell'Aia. La convenzione prevede al riguardo che all'attribuzione, all'estinzione e all'esercizio dell'affidamento e del diritto di visita si applicano per legge le norme dello Stato di residenza del minore. In principio, l'affidamento che scaturisce dalle leggi dello Stato di residenza abituale continua ad applicarsi anche in caso di cambiamento del luogo di residenza del figlio. Se le autorità e gli organi giurisdizionali tedeschi competenti in virtù del luogo di residenza del minore adottano misure in materia di affidamento e di diritto di visita, tali misure sono disciplinate dal diritto tedesco.

 

Questa pagina web fa parte del portale La tua Europa.

I pareri sull'utilità delle informazioni fornite saranno molto graditi.

Your-Europe

Ultimo aggiornamento: 15/12/2020

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata al rispettivo punto di contatto della Rete giudiziaria europea (RGE). Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea e l'RGE declinano ogni responsabilità per quanto riguarda le informazioni o i dati contenuti nel presente documento. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.