La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.
Swipe to change

Tipi di professioni giuridiche

Slovenia

Questa pagina fornisce una panoramica delle professioni giuridiche in Slovenia. Pubblico ministero Giudice Avvocati Notai Avvocato dello Stato

Contenuto fornito da
Slovenia

Organizzazione della professione giuridica:

Professioni giuridiche

Nella Repubblica di Slovenia, chi è in possesso di un diploma universitario in giurisprudenza può intraprendere numerose professioni in campo giuridico, tra cui quella di giudice, di pubblico ministero, di avvocato dello Stato, di avvocato e di notaio.




Pubblico ministero

Organizzazione

Ai sensi dell’articolo 135 della Costituzione della Repubblica di Slovenia, il (tožilci) pubblico ministero promuove l’azione penale e formula gli addebiti, oltre a esercitare altri poteri conferitigli dalla legge. L’organizzazione e i poteri del pubblico ministero sono stabiliti dalla Zakon o državnem tožilstvu (Legge sull’ufficio del Pubblico ministero) e dal Zakon o kazenskem postopku (codice di procedura penale).

In Slovenia esistono 11 uffici distrettuali della okrožno državno tožilstvo (Procura generale dello Stato) a Celje, Capodistria, Kranj, Krško, Lubiana, Maribor, Murska Sobota, Nova Gorica, Novo mesto, Ptuj e Slovenj Gradec; uno specializirano državno tožilstvo (ufficio specializzato della Procura dello Stato), organizzato a livello nazionale; e l’ufficio della Vrhovno državno tožilstvo Republike Slovenije (procura generale presso la Corte suprema della Repubblica di Slovenia) a Lubiana.

L’ufficio specializzato della Procura dello Stato promuove l’azione penale nei settori della criminalità organizzata tradizionale ed economica, del terrorismo, della corruzione e di altre attività criminali per cui è richiesto che le indagini e l’azione penale siano promosse da procuratori dello Stato all’uopo formati e organizzati. La Odelek za preiskovanje in pregon uradnih oseb s posebnimi pooblastili, known as the posebni oddelek or “special investigation department” (Sezione per le indagini e per il perseguimento di funzionari con poteri speciali) opera in seno al suddetto ufficio come unità organizzativa autonoma. I procuratori dello Stato che fanno capo a questa Sezione esercitano l’azione penale riguardo ai reati commessi da funzionari di polizia, da funzionari di organismi del ministero degli Interni muniti di poteri di polizia, da ufficiali della polizia militare, da funzionari dei servizi di informazione e di sicurezza del ministero della Difesa, come pure da funzionari dell’Agenzia per la sicurezza e l’intelligence slovena. Essi forniscono altresì orientamenti ai funzionari di polizia che lavorano per la Sezione speciale.

La Procura generale dello Stato rappresenta il vertice dell’ufficio del Pubblico ministero, cui appartengono:

  • i vrhovni državni tožilci (procuratori generali) e višji državni tožilci (superiori);
  • i procuratori che svolgono la propria funzione in forza di incarichi temporanei o a tempo parziale.

I procuratori superiori sono abilitati a patrocinare nei giudizi d’impugnazione dinanzi alle višja sodišča (giurisdizioni di grado superiore). Nei procedimenti di ricorso straordinario in materia penale, civile e amministrativa dinanzi alla Vrhovno sodišče Republike Slovenije (Corte suprema della Repubblica di Slovenia) sono abilitati i procuratori generali.

L’ufficio della Procura generale dello Stato è suddiviso in:

  • tre sezioni (kazenski oddelek(sezione penale), civilno-upravni oddelek (sezione civile e amministrativa) e oddelek za izobraževanje in strokovni nadzor (sezione della formazione e della supervisione dei periti)); e
  • il Strokovno informacijski center (Centro d’informazione specializzata), fra i cui compiti è compresa l’assistenza di esperti in materia fiscale, finanziaria, contabile e in altre discipline richieste per svolgere in maniera efficiente l’ufficio di pubblico ministero come pure per garantire lo sviluppo, l’unità e il funzionamento dell’assistenza informativa alla pubblica accusa.

Ruolo e funzioni

Il ruolo e la funzione principali dei procuratori dello Stato è il perseguimento dei reati. A tal fine, essi:

  • adottano tutte le misure necessarie per individuare attività criminali e rintracciarne i colpevoli e per indirizzare le attività della polizia nella fase che precede il procedimento penale, in cui la polizia agisce autonomamente sotto il profilo organizzativo;
  • depositano istanze d’indagine;
  • depositano e illustrano capi d’accusa al giudice competente;
  • presentano impugnazioni contro sentenze non definitive e ricorsi straordinari avverso sentenze definitive (le impugnazioni di decisioni di primo grado nelle cause penali vengono presentate dai procuratori dello Stato che hanno formulato le imputazioni dinanzi ai suddetti giudici, mentre i ricorsi straordinari sono depositati dai procuratori superiori).

In talune circostanze, la vigente normativa penale consente ai procuratori dello Stato di optare anche per rimedi alternativi all’azione penale nell’affrontare un reato. Fra le opzioni disponibili figura, innanzitutto, il rinvio del caso a una procedura di risoluzione della controversia e la sospensione condizionale dell’azione penale se il presunto colpevole accetta di conformarsi a quanto richiesto dal procuratore dello Stato, compiendo determinate azioni indicate da quest’ultimo. Nel caso in cui la risoluzione della controversia o la sospensione condizionale dell’azione vadano a buon fine, il procuratore di Stato può archiviare la pratica e, di conseguenza, il caso non sarà rinviato a giudizio. Il procuratore dello Stato può altresì suggerire al giudice di emettere un’ordinanza in assenza di contraddittorio con la quale condanna l’accusato a una pena o a una misura specifica proposta.

La Procura generale si occupa anche di questioni che esulano dall’ambito del diritto penale. In una delle tre sezioni della Procura generale, ossia la sezione civile e amministrativa, i procuratori generali possono depositare una zahteva za varstvo zakonitosti (richiesta di tutela della legittimità) contro le decisioni dei pritožbeno sodišče (giudici d’appello) in procedimenti contenziosi, non contenziosi e di altre giurisdizioni civili. La condizione per proporre tale rimedio giudiziario straordinario, non consentito alle parti in causa, è la tutela dell’interesse pubblico, che soltanto la Procura generale può garantire.

Giudici

Organizzazione

Giudici togati e giudici onorari

Lo status di sodniki(giudice) è regolato dagli articoli da 125 a 134 della Costituzione della Repubblica di Slovenia e dalla Zakon o sodniški službi (Legge sulla funzione giudiziaria). I giudici sono funzionari nominati dalla Državni zbor (Assemblea nazionale) su proposta del Sodni svet (Consiglio della magistratura). Il mandato di giudice è a tempo indeterminato e i limiti di età nonché le condizioni di nomina sono definiti dalla legge.

Ai fini della nomina a giudice, una persona deve soddisfare le seguenti condizioni generali:

  1. possedere la cittadinanza slovena e la padronanza della lingua slovena;
  2. avere la capacità giuridica e godere di sana e robusta costituzione;
  3. avere raggiunto almeno i 30 anni di età;
  4. essere in possesso del titolo professionale di avvocato con diploma universitario ottenuto in Slovenia e di un master di diritto, o di un titolo equipollente di studi giuridici rilasciato da un’università straniera, attestato con un certificato straniero della qualifica o con una decisione che riconosce la qualifica ai fini dell’impiego oppure un odločba o nostrifikaciji (certificato di omologazione);
  5. aver superato l’esame di Stato in giurisprudenza;
  6. non essere stato condannato per un reato;
  7. non essere oggetto di un atto d’accusa definitivo o, sulla base di un’imputazione, non essere oggetto di un procedimento relativo a un reato perseguito ex officio.

In seguito al termine del loro mandato, i giudici che hanno deciso o giudicato in merito a procedimenti di indagine o giudiziari nell’ambito dei quali una sentenza ha violato i diritti umani e le libertà fondamentali non soddisfano più le condizioni per essere eletti a giudice.

I giudici hanno lo status di funzionari pubblici e sono vincolati dalla Costituzione e dalla legislazione vigente nell’esercizio delle loro funzioni. Il ruolo di giudice è incompatibile con le funzioni presso altri organi dello Stato, organi di autogoverno locale e organismi di partiti politici, nonché con altri uffici ed attività previsti dalla legge. I giudici non hanno formazioni specializzate: il settore giuridico in cui un giudice è chiamato principalmente ad esercitare le sue funzioni è definito in base all’organizzazione interna del singolo tribunale o corte che, al fine di risolvere determinati tipi di contenziosi, comprende varie sezioni a cui i giudici vengono assegnati conformemente al suo programma di lavoro annuale. Il Consiglio della magistratura decide in merito agli avanzamenti di carriera e alle nomine a ruoli superiori. Il Consiglio della magistratura è altresì competente per presentare all’Assemblea nazionale mozioni di rimozione dall’ufficio di un giudice in caso di violazione della Costituzione o di violazione grave della legge o di commissione volontaria di un reato mediante abuso d’ufficio nell’esercizio delle sue funzioni. In Slovenia il tasso di promozioni dei giudici in servizio è definito dalle norme di organizzazione della magistratura. I giudici possono essere: okrajni sodniki (giudici locali), okrožni sodniki (giudici distrettuali), višji sodniki (giudici delle corti superiori) o vrhovni sodniki (giudici delle corti supreme).

I giudici sono rappresentati dall’Associazione slovena dei magistrati, che è a sua volta membro dell’Associazione internazionale dei magistrati. L’adesione all’associazione è volontaria.

I tribunali specializzati possono includere tanto poklicni sodniki (giudici togati) quanto sodniki porotniki (giudici onorari). Qualora la legge richieda l’adozione di una sentenza da parte di un tribunale specializzato, quest’ultimo comprende un giudice togato in qualità di presidente del tribunale e due giudici onorari in qualità di membri del tribunale specializzato, salvo diversamente specificato dalla legge. Qualora la legge richieda l’adozione di una sentenza da parte di un tribunale specializzato composto da cinque membri, quest’ultimo comprende un giudice togato in qualità di presidente del tribunale, un altro giudice togato e tre giudici onorari in qualità di membri del tribunale specializzato, salvo diversamente specificato dalla legge. Qualsiasi cittadino della Repubblica di Slovenia, che abbia compiuto almeno 30 anni, non sia stato condannato con sentenza definitiva per un reato perseguibile ex officio, possieda un’adeguata disposizione e sia in buone condizioni di salute generale per svolgere la carica giudiziaria e possieda una conoscenza attiva della lingua slovena può operare in qualità di giudice onorario. La durata del mandato dei giudici onorari è di cinque anni e il mandato è rinnovabile. Il giudice che presiede un tribunale superiore nomina e revoca i giudici onorari dei tribunali distrettuali che rientrano nella giurisdizione del tribunale superiore.

Consiglio della magistratura

Il Consiglio della magistratura è l’organo centrale preposto alla regolamentazione della professione.

Il Consiglio della magistratura è composto da 11 membri.

Cinque membri sono eletti dall’Assemblea nazionale, su proposta del Presidente della Repubblica di Slovenia, a partire da una rosa di professori universitari di giurisprudenza, procuratori e avvocati, mentre sei membri sono eletti a partire da una rosa di nomi presentata da giudici che lavorano a tempo pieno ricoprendo una carica giudiziaria. I membri del Consiglio selezionano uno dei loro membri come presidente.

Il Consiglio della magistratura ha i seguenti poteri:

  • proporre all’Assemblea nazionale i nomi dei candidati per il ruolo di giudice;
  • proporre all’Assemblea nazionale la revoca di un giudice;
  • nominare e destituire presidenti di tribunale, ad eccezione del presidente della Corte suprema;
  • pronunciarsi sulla promozione alla funzione di giudice superiore e su una promozione più rapida alla posizione di svetnik (giudice superiore) o di livello più elevato, nonché sulla promozione straordinaria a una funzione di giudice superiore;
  • pronunciarsi sulle impugnazioni delle decisioni di trasferimento o di nomina per una determinata posizione o una funzione di giudice o di giudice superiore, nonché sull’impugnazione della decisione di collocamento in grado di un giudice;
  • decidere su questioni d’incompatibilità di funzioni pubbliche in quanto in contrasto con la carica di magistrato;
  • fornire all’Assemblea nazionale un parere sul progetto di bilancio per i tribunali e sulle leggi che disciplinano lo status, i diritti e gli obblighi dei giudici e del personale giudiziario;
  • adottare un codice di condotta giudiziaria;
  • adottare i criteri per la selezione dei candidati per incarichi giudiziari a seguito di un parere del ministro della Giustizia, nonché i criteri per valutare la qualità delle prestazioni dei giudici nello svolgimento del loro incarico;
  • emettere l’approvazione della politica in materia di rilevazione e gestione del rischio e dell’esposizione dei tribunali alla corruzione e monitorarne l’attuazione;
  • nominare i membri del Komisija za etiko in integriteto (comitato etico e per l’integrità);
  • esaminare e decidere sulle motivazioni di un ricorso di un giudice che ritiene che i propri diritti o la propria posizione indipendente o l’autonomia della magistratura siano stati violati;
  • gestire altre questioni eventualmente stabilite dalla legge.

Salvo se diversamente previsto dalla legge, è richiesto il voto favorevole della maggioranza di due terzi di tutti i membri del Consiglio della magistratura per le decisioni riguardanti:

  • la nomina di un giudice;
  • la nomina, la promozione e il collocamento dei giudici nei livelli di retribuzione;
  • le impugnazioni delle decisioni di trasferimento o di nomina per una determinata posizione o funzione di giudice o di giudice superiore;
  • le impugnazioni delle decisioni di collocamento in grado;
  • la destituzione di un giudice;
  • i criteri per la selezione dei candidati per incarichi giudiziari, nonché i criteri per valutare la qualità delle prestazioni e i criteri per la qualità dell’operato dei tribunali;
  • le norme di procedura del Consiglio della magistratura.

Avvocati

Ai sensi dell’articolo 137 della Costituzione della Repubblica di Slovenia, l’odvetništvo (l’esercizio della professione di avvocato) è un servizio autonomo nell’ambito del sistema giudiziario ed è disciplinato dalla legge. La Zakon o odvetništvu (legge sull’avvocatura) stabilisce che, nell’esercizio delle loro funzioni, gli odvetniki (avvocati) forniscono servizi di consulenza giuridica, rappresentano e difendono le parti dinanzi agli organi giurisdizionali e ad altri organi pubblici, redigono atti e rappresentano le parti nei loro rapporti giuridici. Salvo se previsto altrimenti dalla legge, solo l’avvocato può rappresentare una parte dinanzi al giudice dietro compenso.

Può esercitare la professione di avvocato chiunque soddisfa i seguenti requisiti:

  1. possedere la cittadinanza slovena;
  2. essere competenti in materia così da poter operare;
  3. aver ottenuto nella Repubblica di Slovenia i seguenti titoli professionali, o un titolo equipollente all’estero, riconosciuto ai sensi della Legge sul riconoscimento e valutazione dell’istruzione:
    • qualifica di avvocato con laurea in giurisprudenza;
    • qualifica di dottore in giurisprudenza con laurea triennale (UN) e specialistica;
    • qualifica di dottore in giurisprudenza in base ad un programma di studi specialistici di secondo ciclo nel quadro del Processo di Bologna;
  4. aver superato l’esame di Stato in giurisprudenza;
  5. aver maturato un’esperienza professionale di quattro anni come giurista con laurea in giurisprudenza, di cui almeno un anno, dopo il superamento dell’esame di Stato, in uno studio legale o presso un avvocato, un tribunale, un ufficio della Procura dello Stato, un ufficio dell’Avvocatura dello Stato o un notaio, in base ad un rapporto di lavoro regolare costituito con un contratto di lavoro a tempo pieno;
  6. possedere la padronanza della lingua slovena;
  7. possedere i requisiti necessari di affidabilità per l’esercizio della professione forense;
  8. avere la disponibilità degli strumenti e dei locali necessari alla pratica forense;
  9. aver superato un esame presso l’Odvetniška zbornica Slovenije (ordine degli avvocati sloveno) diretto ad accertare la conoscenza delle norme sull’avvocatura, la tariffazione ufficiale delle spese d’avvocato e il codice di condotta degli avvocati.

La Legge sull’avvocatura prevede che, nell’esercizio delle sue funzioni, l’avvocato:

  • fornisca consulenza giuridica;
  • rappresenti e difenda le parti in giudizio dinanzi ai tribunali e ad altri organismi dello Stato;
  • rediga atti; e
  • rappresenti le parti nei loro rapporti giuridici.

Soltanto un avvocato può rappresentare una parte in giudizio dietro pagamento di un compenso; in taluni casi l’avvocato può farsi sostituire da un praticante.

Soltanto un avvocato può svolgere attività di consulenza a favore di un imputato in un processo penale.

Nelle cause civili , la parte può essere rappresentata dinanzi al tribunale locale da chiunque abbia piena capacità operativa, mentre soltanto un avvocato o una persona che abbia superato l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio della professione forense può agire quale rappresentante autorizzato dinanzi a tribunali distrettuali, superiori e alla Corte suprema. Tuttavia, nei procedimenti che riguardano ricorsi straordinari la parte deve necessariamente essere rappresentata da un avvocato (salvo che essa stessa o il suo rappresentante legale abbiano superato l’esame di Stato di abilitazione all’esercizio della professione forense).

La rappresentanza di un avvocato è altresì obbligatoria in tutti i procedimenti ai sensi della Zakon o duševnem zdravju (Legge sulla salute mentale).

L’avvocato straniero che abbia ottenuto nel proprio paese di origine il diritto ad esercitare la professione forense, nella Repubblica di Slovenia può, alle condizioni previste dalla legge, svolgere le seguenti attività:

  • fornire specifici servizi di natura giuridica relativi alla pratica forense;
  • svolgere la professione di avvocato con il titolo ottenuto nel proprio paese d’origine;
  • svolgere la professione di avvocato con il titolo sloveno di “odvetnik”.

Per paese d’origine di un avvocato s’intende il paese in cui quest’ultimo è abilitato ad esercitare la professione con il titolo ivi ottenuto secondo le norme di tale paese.

Ai sensi della citata legge, un avvocato di un altro Stato membro dell’Unione europea è abilitato all’esercizio della professione forense in qualunque Stato membro dell’UE con il titolo professionale ottenuto ai sensi delle norme del paese d’origine. Un avvocato di un altro Stato membro dell’Unione europea viene inserito nell’elenco degli avvocati stranieri abilitati alla professione forense nella Repubblica di Slovenia con il titolo di “avvocato” e tutti i diritti ed obblighi applicabili a chi pratica la professione, se soddisfa tutte le condizioni imposte dalla legge e supera l’esame per la verifica della conoscenza del diritto nazionale sloveno. Maggiori informazioni inerenti a tale esame e relativa procedura di ammissione sono contenute nel Uredba o preizkusnem izpitu za odvetnike iz drugih držav (decreto relativo all’esame per avvocati provenienti da altri paesi).

Gli avvocati possono pubblicizzare i propri servizi a determinate condizioni, in conformità con le forme di pubblicità ammesse dalla legge. Può svolgere attività forense individualmente o presso uno studio legale. L’organizzazione rappresentativa del settore è l’ordine degli avvocati sloveno, dotato di proprie norme e di uno statuto. Acquisisce il diritto ad esercitare la professione forense al momento dell’ammissione nell’elenco degli avvocati detenuto presso l’ordine professionale della Slovenia. Gli avvocati che raggiungono un determinato grado di formazione professionale o specializzazione possono, a determinate condizioni, chiedere all’ordine degli avvocati sloveno il riconoscimento del loro status di avvocato specializzato. Il pagamento di servizi di natura giuridica resi da un avvocato è regolato dalle norme contenute nel tariffario ufficiale delle spese d’avvocato adottato dall’ordine professionale previa approvazione del ministro della Giustizia.

Banche dati giuridiche

Le disposizioni di base relative agli avvocati sono disponibili in inglese sul sito web dell’Ordine degli avvocati.

L’ordine degli avvocati gestisce un motore di ricerca (in sloveno e in inglese), che permette di ricercare un avvocato secondo i seguenti criteri:

  • il nome;
  • la regione;
  • la conoscenza delle lingue straniere; e
  • i settori di competenza.

Notai

Organizzazione

L’articolo 137, secondo comma, della Costituzione della repubblica di Slovenia stabilisce che i notarji (notai) forniscono un servizio pubblico disciplinato dalla legge. La Zakon o notariatu (Legge sul notariato) dispone che: in quanto persona abilitata ad attribuire pubblica fede ai documenti, il notaio redige, ai sensi della citata legge, documenti pubblici relativi a negozi giuridici, dichiarazioni di volontà o di fatti costitutivi di diritti; riceve in custodia documenti, denaro e titoli per conto di terzi privati o soggetti pubblici; e, su richiesta di autorità giurisdizionali, svolge le funzioni attribuitegli a norma di legge.

Ai fini della nomina a notaio, una persona deve soddisfare le seguenti condizioni:

  1. possedere la cittadinanza slovena o di un altro Stato membro dell’Unione europea, di uno Stato membro dello Spazio economico europeo, della Confederazione svizzera o di uno Stato membro dell’OCSE;
  2. avere la capacità giuridica e godere di sana e robusta costituzione;
  3. essere in possesso del titolo professionale di avvocato con diploma universitario ottenuto in Slovenia e di un master di diritto, o di un titolo equipollente di studi giuridici rilasciato da un’università straniera, attestato con un certificato straniero della qualifica o con una decisione che riconosce la qualifica ai fini dell’impiego oppure un certificato di omologazione;
  4. aver superato l’esame di Stato in giurisprudenza;
  5. aver maturato cinque anni di esperienza professionale in qualità di avvocato con una laurea in giurisprudenza, di cui almeno un anno presso un notaio e un anno presso un tribunale, un avvocato o un avvocato dello Stato;
  6. essere considerato affidabile ai fini dello svolgimento delle funzioni di notaio;
  7. possedere la padronanza della lingua slovena;
  8. avere la disponibilità degli strumenti e dei locali necessari alla pratica notarile;
  9. non aver raggiunto i 64 anni di età.

Nonostante quanto previsto al punto 1 del paragrafo precedente, anche i cittadini di un altro paese che non sia uno Stato membro dell’UE o dello Spazio economico europeo, della Confederazione svizzera o di uno Stato membro dell’OCSE possono essere nominati notai in base al principio di reciprocità giuridica e fattuale.

Le funzioni di notaio sono incompatibili con quelle dell’avvocato o di qualunque altro ruolo o funzione retribuiti.

Il notaio non è autorizzato a compiere attività incompatibili con la rispettabilità e l’integrità necessarie allo svolgimento delle sue funzioni o suscettibili di incrinare la fiducia nella sua imparzialità o nella credibilità dei documenti da lui redatti.

I notai sono nominati per posti vacanti dal ministro della Giustizia, previo parere del Notarska zbornica Slovenije (l’ordine sloveno dei notai) sui nomi dei candidati proposti. Il numero dei notai è limitato e definito in base a criteri fissati dal ministero della Giustizia. In caso di irregolarità come previste dalla legge, il notaio è rimosso dal ministro della Giustizia. L’ordine dei notai è l’organizzazione che rappresenta la categoria.

I notai sono per legge obbligati a iscriversi all’ordine sloveno dei notai.

Ruolo e funzioni

I notai svolgono un servizio pubblico principalmente nella redazione di atti pubblici e privati, attività molto importante ai fini della certezza delle operazioni giuridiche.

Gli atti pubblici generalmente redatti dai notai sono gli atti notarili e i verbali. Il notaio può redigere qualsiasi tipo di contratto scritto, tuttavia esistono alcune tipologie di contratti e di statuti di società a responsabilità limitata di diritto pubblico o privato che, a pena di invalidità ai sensi del diritto sloveno, devono essere redatti in forma di atto pubblico. Il notaio può altresì ricevere testamenti. Inoltre copie di documenti e firme devono talvolta essere autenticate da un notaio per garantirne la validità in giudizio. Titoli e documenti possono essere depositati presso un notaio.

Banche dati giuridiche

Il sito internet dell’Ordine dei notai sloveni consente di accedere a un elenco di tutti i notai operanti in Slovenia, con i rispettivi recapiti, e a un motore di ricerca di base.

Dal sito internet dell’Ordine è possibile accedere a tre registri:

Altre professioni giuridiche

Sodniški pomočnik (assistente giudiziario) PDF (372 Kb) en

Avvocato dello Stato

Il ruolo degli državni pravobranilci) (avvocati dello Stato) è definito nella Zakon o državnem pravobranilstvu (Legge sull’avvocatura dello Stato). La Državno pravobranilstvo (Avvocatura dello Stato) rappresenta in giudizio lo Stato, i suoi organismi e agenzie ufficiali dotate di personalità giuridica e svolge altre funzioni previste dalla legge. Le funzioni dell’ufficio dell’Avvocatura dello Stato sono svolte dall’generalni državni pravobranilec (Avvocato generale), dagli avvocati dello Stato e dai loro pomočniki državnega pravobranilca (assistenti). Gli avvocati dello Stato e i loro assistenti sono nominati dal governo sloveno su proposta del ministero della Giustizia e previo parere dell’Avvocato generale. Il mandato ha una durata di otto anni ed è rinnovabile. Le condizioni per la nomina al ruolo di avvocato dello Stato sono le stesse dei ruoli giudiziari, a cui si aggiungono requisiti relativi all’esperienza professionale. L’avvocato dello Stato svolge le sue funzioni nel rispetto della Costituzione e delle leggi. In giudizio, rappresenta d’ufficio lo Stato. La retribuzione di base degli avvocati dello Stato e dei loro assistenti è legata al grado dell’incarico loro assegnato. Le disposizioni in merito all’incompatibilità del ruolo di giudice si applicano per analogia al ruolo di avvocato dello Stato. L’avvocato dello Stato rappresenta altresì la Repubblica di Slovenia dinanzi alla Corte di giustizia dell’Unione europea e alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Link correlati

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web del procuratore generale della Repubblica di Slovenia

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web del Consiglio della magistratura

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web del potere giudiziario sloveno

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web dell’Ordine degli avvocati di Slovenia

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web della Camera dei notai di Slovenia

Informazioni relative alle professioni giuridiche sul sito web dell’Avvocatura dello Stato

Ultimo aggiornamento: 17/02/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web