Tipi di professioni giuridiche

Slovacchia

Questa pagina fornisce una panoramica delle professioni giuridiche in Slovacchia. Pubblico ministero Giudici Avvocati Consulenti legali Notai

Contenuto fornito da
Slovacchia

Professioni giuridiche – introduzione

Pubblico ministero

Organizzazione

L’Ufficio del pubblico ministero della Repubblica slovacca è un organo indipendente dello Stato guidato dal procuratore generale. Nell’ambito delle sue competenze, l’Ufficio del pubblico ministero protegge i diritti e gli interessi legittimi delle persone fisiche, delle persone giuridiche e dello Stato.

L’Ufficio del pubblico ministero della Repubblica slovacca ha un proprio capitolo di bilancio distinto nel bilancio dello Stato.

Lo status e il ruolo dell’Ufficio del pubblico ministero e del procuratore generale sono regolamentati dalla Costituzione della Repubblica slovacca (articolo 149) e dalla legge sull’Ufficio del pubblico ministero n. 153/2001, che disciplina altresì i poteri del procuratore generale e degli altri procuratori. Detta legge disciplina anche l’organizzazione e la gestione dell’Ufficio del pubblico ministero. Lo status, i diritti e le responsabilità dei procuratori sono contenuti nella legge sui procuratori e praticanti procuratori n. 154/2001.

Struttura gerarchica

Dato il suo ruolo di autorità preposta alla tutela della legge, l’Ufficio del pubblico ministero deve presentare un’organizzazione gerarchica. Esso garantisce l’applicazione uniforme di leggi e altre norme giuridiche generalmente vincolanti, nonché l’applicazione uniforme della politica penale.

All’interno dell’Ufficio del pubblico ministero vi è una gerarchia dei pubblici ministeri, i quali sono subordinati al procuratore generale.

Poteri

I poteri dell’Ufficio del pubblico ministero includono i seguenti:

  • l’esercizio dell’azione penale nei confronti di individui sospettati di aver commesso reati e la verifica del rispetto della legge, sia nella fase che precede l’avvio del procedimento penale sia durante la fase istruttoria;
  • la verifica del rispetto della legge dei luoghi e delle condizioni di detenzione delle persone che sono state private della libertà oppure la cui libertà è stata limitata in virtù di una decisione giudiziale o di una decisione emanata da un altro ente statale autorizzato;
  • l’esercizio dei propri poteri nei procedimenti giudiziari;
  • la rappresentanza dello Stato nei procedimenti giudiziari, ove previsto dalla legge;
  • la verifica, nei limiti definiti dalla legge, del rispetto di quest’ultima da parte di un’autorità amministrativa pubblica;
  • la partecipazione alla preparazione e all’attuazione di misure volte a prevenire violazioni della legge e di altre norme giuridiche generalmente vincolanti;
  • il contribuire all’eliminazione delle cause e delle condizioni che determinano attività criminali, nonché alla prevenzione e repressione del crimine;
  • il contribuire alla preparazione della legislazione (coinvolgimento nel processo legislativo);
  • lo svolgimento di qualsiasi altro compito previsto da una legge o un atto speciale, oppure da un trattato internazionale promulgato nei modi previsti dalla legge.

Doveri

Il procuratore generale e i singoli procuratori svolgono tutti i compiti che rientrano nel campo di applicazione dei poteri dell’Ufficio del pubblico ministero e utilizzano tutti i mezzi giuridici disponibili nell’assolvimento dei loro doveri e dei loro obblighi. Essi devono:

  • applicare (secondo scienza e coscienza) la Costituzione della Repubblica slovacca, le leggi costituzionali, le leggi, i trattati internazionali promulgati nei modi previsti dalla legge e altre norme giuridiche generalmente vincolanti;
  • rispettare e proteggere la dignità umana, nonché i diritti e le libertà fondamentali dell’uomo, ed evitare qualsivoglia forma di discriminazione;
  • tutelare l’interesse pubblico;
  • agire in maniera proattiva, con equità, imparzialità e senza indebito ritardo.

Gerarchia

Il sistema organizzativo dell’Ufficio del pubblico ministero della Repubblica slovacca consta dei seguenti organi.

L’Ufficio del procuratore generale costituisce la massima autorità e presiede il sistema della pubblica accusa. L’Ufficio del procuratore generale comprende:

  • l’Ufficio del procuratore speciale istituito per individuare e perseguire i casi di corruzione e la criminalità organizzata;
  • la sezione militare dell’Ufficio del Procuratore generale;
  • gli uffici regionali della procura (8), che si collocano al di sopra degli uffici distrettuali della procura nella regione pertinente e l’Ufficio della procura militare centrale (1), che occupa una posizione superiore rispetto agli uffici locali della procura militare;
  • gli uffici distrettuali della procura (55) e gli uffici locali della procura militare (3).

Il ministero della Difesa è tenuto a fornire le necessarie risorse materiali e finanziarie alla sezione militare dell’Ufficio del procuratore generale e di tutti gli uffici della procura militare.

La sede dell’Ufficio del procuratore generale è a Bratislava.

La sede e i distretti territoriali delle procure di livello inferiore coincidono con la sede e i distretti dei rispettivi tribunali. Tuttavia, la sede e la competenza territoriale non coincidono con la suddivisione territoriale amministrativa dello Stato.

I procuratori svolgono le loro funzioni nell’ambito di un rapporto di servizio che sorge all’atto della loro nomina. I procuratori vengono nominati dal procuratore generale a posizioni di pubblico ministero, a tempo indeterminato. I procuratori devono prestare giuramento incondizionato all’atto dell’assunzione delle loro funzioni.

Qualifiche

I procuratori devono essere cittadini slovacchi e soddisfare le seguenti condizioni. Essi devono:

  • avere almeno 25 anni di età il giorno della nomina;
  • essere laureati in giurisprudenza;
  • godere della piena capacità giuridica;
  • essere incensurati e dotati di qualità morali che garantiscano un corretto esercizio delle funzioni di procuratore;
  • avere una perfetta padronanza della lingua slovacca;
  • risiedere permanentemente nella Repubblica slovacca;
  • non essere membro di alcun partito o movimento politico;
  • aver superato l’esame professionale;
  • acconsentire per iscritto alla nomina a procuratore presso uno specifico ufficio della procura.

Per diventare procuratore di un ufficio della procura militare, il candidato deve soddisfare le seguenti condizioni. Il procuratore deve:

  • aver svolto il servizio militare come professionista;
  • essere stato nominato o promosso al grado di ufficiale o generale;
  • essere stato nominato ad adempiere mansioni all’interno di un uffizio della procura militare in base a una legge specifica.

Soltanto un praticante procuratore dell’Ufficio del pubblico ministero può iscriversi all’esame professionale. I posti vacanti per i praticanti procuratori sono coperti mediante un esame selettivo.

Ai sensi della legge sono considerati esami professionali anche gli esami di perito, di esercizio della professione forense e di notaio.

La promozione a procuratore capo o a una carica di rango superiore in seno all’Ufficio del pubblico ministero è possibile unicamente attraverso un esame di selezione.

Il distacco temporaneo di un procuratore per lo svolgimento di attività presso un altro ufficio della procura è soggetto al consenso del soggetto trasferito. I procuratori possono essere trasferiti a un altro ufficio della procura soltanto se acconsentono al trasferimento, presentano domanda di trasferimento oppure sono trasferiti a fronte di una misura disciplinare imposta nei loro confronti.

Il procuratore generale può sospendere un procuratore qualora questi sia accusato di aver commesso un reato con dolo ovvero se contro di lui è in corso un procedimento disciplinare per un’azione che potrebbe causarne la rimozione dalle funzioni.

Al rapporto di servizio di un procuratore si può porre fine solo per motivi indicati dalla legge.

Ruoli e competenze

I procuratori hanno l’autorità di verificare il rispetto della legge sia nella fase che precede l’avvio del procedimento, sia durante la fase istruttoria. Nell’esercizio di tali funzioni di controllo, i procuratori possono:

  • emettere istruzioni vincolanti per la polizia, prima che abbia inizio l’azione penale, durante le indagini, anche sommarie, di reati, e imporre limiti temporali per la gestione di una causa. Tutte le istruzioni devono essere contenute nel relativo fascicolo;
  • chiedere fascicoli, documenti, materiale e relazioni sull’andamento delle indagini della polizia quando l’azione penale è già stata avviata per verificare che la polizia abbia lanciato l’azione penale e stia agendo correttamente;
  • assistere all’esecuzione di qualsiasi attività della polizia, eseguire altre attività, condurre per intero le indagini, anche sommarie e personalmente, o emettere una decisione su qualsiasi questione. I procuratori, nell’esercizio delle suddette funzioni, sono tenuti a procedere secondo quanto previsto dalla legge. Contro le decisioni dei procuratori e della polizia è possibile presentare ricorso;
  • rinviare la causa alla polizia con la richiesta di effettuare ulteriori indagini o indagini sommarie e fissarne un limite temporale; i procuratori notificano il rinvio della causa all’imputato e alla parte lesa;
  • annullare decisioni illegittime o non motivate della polizia e sostituirle con provvedimenti propri. I procuratori, con un preavviso di 30 giorni, possono decidere di non procedere con l’azione penale o di trasferire una causa altrove. Nel caso in cui un procuratore sostituisca una decisione della polizia con una propria non a seguito di un ricorso presentato da un soggetto che ne ha diritto, contro la decisione del procuratore e quella della polizia potrà essere presentato ricorso. I procuratori possono inoltre emettere istruzioni vincolanti per iniziare un’indagine, anche sommaria.

Soltanto un procuratore può:

  • formulare un’accusa contro qualcuno;
  • accordarsi con l’imputato in merito alla colpevolezza e alla pena, e presentarne istanza di approvazione al giudice;
  • sospendere una causa penale;
  • desistere dall’azione penale con o senza condizioni;
  • accettare una conciliazione o un accordo predibattimentale e desistere dall’azione penale;
  • emettere un provvedimento di sequestro dei beni dell’imputato e determinare quali beni escludere dal sequestro o annullare il sequestro;
  • disporre misure conservative a favore della parte lesa, annullarle o eliminarle (anche in parte);
  • emettere un provvedimento di riesumazione di una salma;
  • chiedere il consenso, ove richiesto, per un’azione penale contro un’istanza di carcerazione di un membro del Consiglio nazionale della magistratura della Repubblica slovacca, del Consiglio giudiziario della Repubblica slovacca, della Corte costituzionale o del Parlamento europeo;
  • presentare al giudice istanza di carcerazione dell’imputato o di proroga del periodo di detenzione;
  • presentare richiesta di estradizione di un imputato;
  • eseguire le indagini preliminari nei procedimenti di estradizione, salvo diversamente previsto dalla legge;
  • sulla base di una richiesta di un’autorità straniera competente, presentare al giudice istanza di sequestro preliminare sui beni di un soggetto nei cui confronti è in corso un’azione penale all’estero quando una parte di tali beni è ubicata nella Repubblica slovacca.

Nell’esercizio del proprio potere di verifica del rispetto della legge all’interno di istituti in cui si trovano persone che sono state private della libertà personale o la cui libertà personale è stata limitata, i procuratori devono garantire che:

solo sulla base della decisione di un tribunale o di un altro organo statale autorizzato le persone possano essere detenute in celle di polizia o in centri progettati per la detenzione, la privazione della libertà, il trattamento protettivo, la riabilitazione protettiva di minori colpevoli di reato, il trattamento in regime di ricovero o il trattamento istituzionale;

siano rispettate le leggi e le altre norme giuridiche generalmente vincolanti.

Nelle cause civili, il procuratore ha il potere di:

  1. presentare l’atto introduttivo di una causa civile per:
  • imporre la riabilitazione protettiva di un minore colpevole di reato nei confronti di un soggetto la cui età sia compresa tra i 12 e i 14 anni se questi ha commesso un reato punibile con l’ergastolo ai sensi del codice penale;
  • determinare l’illegittimità di uno sciopero o di licenziamenti per esubero;
  • determinare l’invalidità della cessione della proprietà dello Stato a seguito della legge sulla dimostrazione dell’origine dei mezzi finanziari durante la privatizzazione, della legge sulle condizioni e i termini per la cessione di beni dello Stato ad altri soggetti o della legge sull’amministrazione della proprietà dello Stato;
  • riesaminare la legittimità delle decisioni di una pubblica amministrazione nei casi in cui non sia stato concesso il ricorso di un procuratore;
  • annullare una risoluzione illegittima adottata da un comune, se quest’ultimo non ha annullato la risoluzione come richiesto dal procuratore;
  1. partecipare a cause civili in corso riguardanti:
  • la capacità giuridica;
  • la dichiarazione di morte;
  • l’educazione di minori;
  • la tutela;
  • la registrazione nel registro delle imprese;
  • il fallimento e la composizione/ristrutturazione.

Nel controllo del rispetto delle leggi e di altre norme giuridiche giuridicamente vincolanti che riguardano le pubbliche amministrazioni, il procuratore può esaminare la legittimità di:

  • norme giuridiche generalmente vincolanti emesse dalle pubbliche amministrazioni;
  • norme amministrative interne emesse da pubbliche amministrazioni allo scopo di garantire l’attuazione di funzioni della pubblica amministrazione;
  • decisioni su varie questioni nel settore della pubblica amministrazione;
  • procedure seguite da pubbliche amministrazioni nell’emanazione di norme amministrative e di decisioni nel settore della pubblica amministrazione.

Giudici

Organizzazione

Personale giudiziario

  1. Assistente dell’amministratore principale PDF (382 Kb) sk
  2. Conservatore del tribunale PDF (295 Kb) sk
  3. Alto ufficiale giudiziario PDF (460 Kb) sk
  4. Assistente al giudice della Corte suprema PDF (291 Kb) sk

Avvocati

Banche dati giuridiche

Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito Internet dell’Ordine degli avvocati slovacchi.

Consulenti legali

Banche dati giuridiche

Per ulteriori informazioni, si rimanda al sito Internet del Centro slovacco per il patrocinio a spese dello Stato.

Notai

Per poter esercitare le funzioni di notaio nella Repubblica slovacca occorre essere in possesso di una laurea in giurisprudenza.

Il notaio ha il compito di eseguire atti di giustizia preventiva e rilasciare atti pubblici autenticati.

Il ministero della Giustizia controlla l’operato dei notai.

I notai devono essere iscritti presso la Camera dei notai della Repubblica slovacca.

Banche dati giuridiche

Il sito Internet della Camera dei notai ospita un sistema intranet a cui hanno accesso soltanto i notai. La consultazione del sito è gratuita ma l’acquisizione di informazioni è limitata.

La banca dati fornisce accesso a:

  • i registri pubblici;
  • un elenco dei notai (informazioni di contatto, conoscenze linguistiche, orari di lavoro);
  • la legislazione.
Ultimo aggiornamento: 18/03/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.