La versione originale in lingua sloveno di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Tribunali specializzati nazionali

Slovenia

Ulteriori informazioni sugli organi giurisdizionali in Slovenia si possono trovare sul sito ufficiale della Corte suprema della Repubblica di Slovenia. Questa sezione fornisce informazioni sull’organizzazione delle giurisdizioni speciali in Slovenia.

Contenuto fornito da
Slovenia

Delovna sodišča in socialno sodišče prve stopnje (Tribunali del lavoro e tribunale sociale di primo grado)

I delovna sodišča (tribunali del lavoro) sono competenti a decidere sulle controversie di lavoro individuali e collettive, mentre il delovno in socialno sodišče (tribunale sociale e del lavoro) è competente per le controversie in materia sociale in base a quanto previsto dalla legge.

I tribunali del lavoro e il tribunale sociale di primo grado sono giudici di primo grado. Il Višje delovno in socialno sodišče (Tribunale superiore sociale e del lavoro) si pronuncia sulle impugnazioni delle decisioni dei tribunali del lavoro e del tribunale sociale di primo grado, mentre la Vrhovno sodišče Republike Slovenije (Corte suprema della Repubblica di Slovenia) si pronuncia sulle impugnazioni e sulle domande di revisione delle decisioni del suddetto Tribunale superiore.

Il tribunale del lavoro è competente per le seguenti controversie di lavoro individuali:

  • controversie relative alla conclusione, esistenza, durata e cessazione del rapporto di lavoro;
  • controversie tra lavoratori e datori di lavoro o loro successori legali riguardanti diritti, obblighi e responsabilità risultanti dal rapporto di lavoro;
  • controversie relative a diritti e obblighi derivanti da un rapporto di lavoro tra lavoratore e cliente per il quale il primo presta la propria opera nel quadro di un contratto tra datore di lavoro e cliente;
  • controversie tra datori di lavoro e aspiranti al posto di lavoro in relazione alle procedure di assunzione;
  • controversie riguardo a diritti ed obblighi di proprietà industriale stabiliti tra datore di lavoro e lavoratore in base al rapporto di lavoro;
  • controversie riguardo al lavoro svolto da minori di età inferiore ai 15 anni, apprendisti, allievi e studenti;
  • controversie tra datori di lavoro e apprendisti e studenti relativamente a borse di studio;
  • controversie relative a periodi di prova non retribuiti;
  • controversie su materie indicate dalla legge.

I tribunali del lavoro sono altresì competenti per i casi in cui una compagnia di assicurazioni sia litisconsorte in una causa per risarcimento danni la cui competenza sia stata attribuita a un tribunale del lavoro.

Nel caso in cui l’attore sia un lavoratore, oltre al tribunale territorialmente competente per il convenuto sono competenti il tribunale del luogo in cui la prestazione è (stata) o avrebbe dovuto essere eseguita e il tribunale del luogo in cui è sorto il rapporto di lavoro.

Il tribunale del lavoro è competente per le seguenti controversie di lavoro collettive:

  • controversie tra le parti di un contratto collettivo o tra dette parti e terzi in merito alla validità e all'esecuzione di un contratto collettivo;
  • controversie relative alla competenza per la contrattazione collettiva;
  • controversie riguardanti la conformità dei contratti collettivi alle disposizioni di legge o di altri contratti collettivi, la conformità di atti generali dei datori di lavoro alle disposizioni di legge e ai contratti collettivi;
  • controversie relative alla legittimità degli scioperi e di altre forme di azione sindacale;
  • controversie relative alla partecipazione dei lavoratori alla gestione dell'impresa;
  • controversie sui poteri dei sindacati in materia di rapporti di lavoro;
  • controversie in merito alla rappresentatività dei sindacati
  • controversie su materie indicate dalla legge.

Il tribunale con competenza territoriale generale per il datore di lavoro è territorialmente competente per le controversie di lavoro collettive in cui il datore di lavoro sia una delle parti

Il tribunale sociale e del lavoro è competente per le seguenti controversie sociali:

1. settore pensione integrativa e invalidità:

  • controversie sui diritti a e derivanti da assicurazione pensione e invalidità;
  • controversie sui diritti a e derivanti da pensione integrativa;
  • controversie relative al versamento di contributi per l’assicurazione pensione e invalidità obbligatoria e per la pensione integrativa obbligatoria;
  • controversie relative alla specificazione o alla risoluzione di posizioni che devono essere obbligatoriamente inserite nella pensione integrativa;
  • controversie relative all’adesione volontaria alla pensione integrativa e all'assicurazione invalidità obbligatoria e al versamento dei relativi contributi;
  • controversie sul riconoscimento e sul riscatto del periodo pensionabile;
  • controversie sul diritto a una pensione statale;
  • controversie in relazione al registro ufficiale;

2. settore assicurazione sanitaria:

  • controversie sui diritti a e derivanti dall’assicurazione sanitaria obbligatoria e sul versamento dei contributi per tale assicurazione;

3. settore disoccupazione e assicurazione per le prestazioni assistenziali ai familiari del lavoratore:

  • controversie sui diritti a e derivanti dall’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e sul versamento dei contributi ad essa relativi;
  • controversie sull’inserimento facoltativo nel piano assicurativo obbligatorio contro la disoccupazione e versamento dei contributi ad esso relativi;
  • controversie su borse di studio, per la cui concessione è determinante la dichiarazione dei redditi, e borse di studio per i più meritevoli;
  • controversie su prestiti concessi per lo studio in base a garanzie e con tassi di interesse agevolati, per la cui concessione è determinante la dichiarazione dei redditi;

4. settore tutela genitoriale e prestazioni familiari:

  • controversie su diritti a e derivanti dall’assicurazione per la tutela genitoriale e il versamento di contributi per tale assicurazione;
  • controversie su diritti a prestazioni familiari;

5. settore prestazioni sociali:

  • controversie su prestazioni erogate dalla sicurezza sociale;
  • controversie su diritti a prestazioni sociali di vario tipo, se il loro scopo è la previdenza sociale del richiedente e se la dichiarazione dei redditi è determinante per il riconoscimento del diritto a tale prestazione.

Il tribunale sociale è inoltre competente nei settori sopra indicati per le seguenti controversie sociali:

  • controversie sulla restituzione di fondi ottenuti indebitamente
  • controversie sul risarcimento dei danni causati da una pubblica amministrazione o dal titolare di una carica pubblica a un soggetto assicurato o al soggetto che rivendica il diritto alla sicurezza sociale, o dei danni cagionati da un soggetto assicurato a un ente nel quadro di un rapporto assicurativo o durante l’esercizio dei diritti previsti dall’assicurazione sociale.

Il tribunale sociale e del lavoro è inoltre competente per le controversie in materia di previdenza sociale previste dalla legge.

I tribunali di primo grado nella Repubblica di Slovenia sono i seguenti:

  • Delovno sodišče v Celje (tribunale del lavoro di Celje, con sede a Celje), competente per il distretto giudiziario di Celje
  • Delovno sodišče v Kopru (tribunale del lavoro di Capodistria, con sede a Capodistria), competente per i distretti giudiziari di Capodistria e Nova Gorica
  • Delovno in socialno sodišče v Ljubljani (tribunale sociale e del lavoro di Lubiana, con sede a Lubiana), competente per le controversie di lavoro nel territorio dei distretti giudiziari di Kranj, Krško, Lubiana e Novo Mesto, nonché per le controversie sociali nell’intero territorio nazionale
  • Delovno sodišče v Mariboru (tribunale del lavoro di Maribor, con sede a Maribor), competente per i distretti giudiziari di Maribor, Murska Sobota, Ptuj e Slovenj Gradec.

I tribunali di primo grado si pronunciano sulle controversie di lavoro presso le loro sedi, salvo ove previsto che debbano decidere presso sezioni distaccate.

Nelle controversie di lavoro e sociali, il tribunale di primo grado decide con un collegio formato da un giudice che svolge le funzioni di presidente e da due giudici onorari, di cui uno dev’essere scelto tra una rosa di candidati composta da lavoratori o da soggetti assicurati e l’altro tra una rosa di candidati emananti da datori di lavoro o da istituzioni.

Le controversie di lavoro e sociali riguardanti pretese giuridiche sostanziali sono decise da un giudice monocratico se il valore della causa non supera l’importo consentito per la revisione indicato nella legge che disciplina la procedura civile. A prescindere dal valore dell’oggetto della controversia, il giudice monocratico è tenuto a pronunciarsi su alcune questioni importanti quali, per esempio, le controversie di lavoro individuali in materia di interruzione del contratto di lavoro, periodo di prova, lavoro straordinario, pause, riposo, ferie e altre assenze dal lavoro, obbligo della prestazione lavorativa a causa di circostanze eccezionali, sanzioni disciplinari, sospensioni temporanee dal lavoro per l'avvio di un procedimento disciplinare e riassegnazione temporanea; controversie sociali sul diritto a un’indennità di presenza o di invalidità per minorazione fisica e sul diritto a cure termali.

Višje delovno in socialno sodišče (Tribunale superiore sociale e del lavoro)

I tribunali del lavoro sono competenti per le controversie di lavoro individuali e collettive mentre il tribunale sociale e del lavoro si pronuncia sulle controversie sociali secondo quanto previsto dalla legge.

Il Višje delovno in socialno sodišče (Tribunale superiore sociale e del lavoro) si pronuncia sulle impugnazioni contro le decisioni dei tribunali del lavoro e del tribunale sociale di primo grado. La Vrhovno sodišče Republike Slovenije (Corte suprema della Repubblica di Slovenia) si pronuncia sulle impugnazioni e sulle domande di revisione delle decisioni del suddetto tribunale.

Il Višje delovno in socialno sodišče ha sede a Lubiana.

Il Višje delovno in socialno sodišče si riunisce in forma di collegio di tre giudici.

Upravno sodišče Republike Slovenije (Tribunale amministrativo della Repubblica di Slovenia)

L’Upravno sodišče Republike Slovenije (Tribunale amministrativo della Repubblica di Slovenia) è competente per le controversie amministrative secondo le modalità e le procedure stabilite nella legge sul contenzioso amministrativo.

Nelle controversie amministrative, la legge garantisce la tutela giuridica dei diritti e dei benefici di persone fisiche e giuridiche con riferimento alle decisioni e alle azioni della pubblica amministrazione centrale, locale e di titolari di concessioni pubbliche.

Riguardo a un contenzioso amministrativo, il tribunale è tenuto a:

  • pronunciarsi sulla legittimità di singoli atti amministrativi definitivi che ostacolano la posizione giuridica dell’attore;
  • pronunciarsi sulla legittimità di singoli atti e azioni che ostacolano i diritti umani e le libertà fondamentali di un individuo, salvo che sia stata garantita una forma diversa di regolare processo;
  • pronunciarsi sulla legittimità di atti adottati da enti statali, locali e da titolari di concessioni pubbliche emessi sotto forma di regolamenti ove essi siano posti a disciplina di singoli rapporti.

Per il contenzioso amministrativo è competente l’Upravno sodišče Republike Slovenije mentre la Vrhovno sodišče Republike Slovenije (Corte suprema della Repubblica di Slovenia) decide sui ricorsi contro le decisioni pronunciate in primo grado nelle cause amministrative e sui rimedi giurisdizionali straordinari.

L’Upravno sodišče Republike Slovenije ha sede a Lubiana.

L’Upravno sodišče Republike Slovenije giudica presso la propria sede e presso le seguenti sedi distaccate:

  • sede di Celje per il distretto del Višje sodišče v Celju (tribunale superiore di Celje)
  • sede di Nova Gorica per il distretto del Višje sodišče v Kopru (tribunale superiore di Capodistria)
  • sede di Maribor per il distretto del Višje sodišče v Mariboru (tribunale superiore di Maribor.

La scelta della sede deve tener conto del luogo di residenza o della sede legale dell'attore.

Nel caso in cui l’attore non sia residente o non abbia la propria sede nella Repubblica di Slovenia, l’Upravno sodišče è tenuto a pronunciarsi presso la sede distaccata della zona in cui è stato emesso l’atto amministrativo impugnato.

L’Upravno sodišče decide nella forma di un collegio di tre giudici, salvo in alcuni casi previsti dalla legge, in cui si pronuncia nella forma di giudice monocratico.

La Vrhovno sodišče Republike Slovenije (Corte suprema della Repubblica di Slovenia) si riunisce in forma collegiale di tre giudici per statuire su impugnazioni e revisioni e in un collegio di tre o di cinque giudici per le controversie riguardanti la competenza.

Banche dati giuridiche

Ulteriori informazioni sugli organi giurisdizionali in Slovenia si possono trovare sul sito ufficiale della Corte suprema della Repubblica di Slovenia.

Link correlati

Organi giudiziari

Ultimo aggiornamento: 02/11/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web