La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.
Swipe to change

Tribunali ordinari nazionali

Ungheria

La presente sezione fornisce informazioni sull'organizzazione della giurisdizione.

Contenuto fornito da
Ungheria

Giurisdizione ordinaria – introduzione

Giurisdizione civile

Giudici di primo grado

Organi giudiziari regionali e organi giudiziari con competenza generale

Tutti i procedimenti che non si riferiscono agli organi giudiziari generali in base alla legge sono di competenza degli organi giurisdizionali regionali (járásbíróságok).

Gli organi giudiziari con competenza generale (törvényszékek) sono competenti in primo grado per quanto riguarda:

  • le cause relative ai rapporti patrimoniali di valore superiore a 30 milioni di HUF (circa 106 000 EUR), fatta eccezione per l'azione promossa nel contesto di una causa di divorzio;
  • le cause relative al diritto d'autore e ai diritto connessi, nonché vertenti sulla tutela della proprietà industriale;
  • le cause relative al risarcimento danni causati durante l'espletamento di procedure ufficiali da parte di soggetti nell'esercizio delle loro funzioni amministrative;
  • le cause relative ai contratti internazionali di trasporto e di spedizione di merci;
  • le cause relative alla violazione dei diritti civili, comprese le cause per il risarcimento danni avviate contestualmente;
  • le cause relative a valori mobiliari;
  • le cause relative al diritto di rettifica;
  • alcune controversie previste dalla legge nell'ambito del diritto commerciale:
    1. i procedimenti per l'annullamento di provvedimenti di iscrizione al registro delle imprese;
    2. le cause promosse per l'accertamento dell'esistenza, dell'invalidità o dell'efficacia di atti costitutivi o di statuti societari;
    3. le cause riguardanti la revisione di decisioni adottate da associazioni di imprese;
    4. le cause fondate sui rapporti societari esistenti tra membri (ex membri) e associazioni di imprese, e tra membri e associazioni di imprese, e tra membri (ex membri);
    5. le cause relative all'acquisizione di una partecipazione qualificata in una società,
    6. le cause relative alla modifica delle clausole di responsabilità che si applicano ai soci possessori di quote con responsabilità limitata;
  • alcune cause riguardanti associazioni registrate, che non hanno i requisiti per essere considerate associazioni di imprese:
    1. le cause avviate contro tali organizzazioni dall'organismo preposto alla vigilanza di tali associazioni sotto il profilo legale;
    2. le cause fondate sui rapporti societari esistenti tra membri (ex membri) e associazioni di commercio e tra membri (ex membri);
  • le cause relative a contratti di finanziamento conclusi con enti che erogano servizi sanitari;
  • le cause per stabilire i fatti per cause in cui il valore della materia del contendere è superiore all'importo di cui sopra;
  • le cause relative a condizioni contrattuali vessatorie;
  • le cause relative al risarcimento dei danni causati dalla violazione del diritto a un processo equo e di durata ragionevole;
  • le cause che la legge attribuisce alla competenza degli organi giudiziari con competenza generale;
  • nel caso in cui una delle parti attrici appartenga alla giurisdizione degli organi giudiziari con competenza generale, il procedimento sarà di competenza di quest'ultimo organo giudiziario.

Giudici di secondo grado

Gli organi giudiziari con competenza generale (törvényszékek): le cause che rientrano nella competenza degli organi giudiziari regionali e delle cause che rientrano nella competenza dei giudici amministrativi e dei giudici del lavoro.

Organi giudiziari regionali d'appello: per le cause che rientrano nella competenza degli organi giudiziari con competenza generale che decidono in primo grado.

Curia (Kúria): è competente per le cause decise nel precedente grado di giudizio dagli organi giudiziari regionali d'appello. Inoltre, per le cause in cui la sentenza in primo grado è stata emessa dagli organi giudiziari con competenza generale, e nel caso in cui le parti, agendo con un rappresentante legale hanno avanzato una richiesta congiunta affinché la relativa causa sia decisa dalla Curia, qualora l'impugnazione sia basata su una violazione di diritto sostanziale. Nel caso in cui venga adita la Curia per una causa in cui il valore non dovrà superare i 500 000 HUF (circa 1 840 EUR).

La Curia decide inoltre sulle istanze di revisione.

Composizione degli organi giudiziari

Per il primo grado è competente un giudice monocratico, ma in alcuni casi previsti dalla legge l'organo giudiziario è composto da un collegio formato da un giudice togato e da due giudici onorari. Nell'ambito del procedimento i giudici onorari hanno gli stessi diritti e gli stessi obblighi del giudice togato. Tuttavia, soltanto i giudici togati possono giudicare in qualità di giudice monocratico oppure presiedere un collegio giudicante.

Gli organi giudiziari di secondo grado (giudici con competenza generale e giudici d'appello regionali) sono composti da un collegio giudicante di tre giudici togati.

Per il processo di revisione (che si svolge nella Curia) il collegio giudicante è composto da tre giudici togati (o per alcune cause – qualora sia giustificato dalla particolare complessità del caso – cinque).

Giurisdizione dell'organo giudiziario

Giurisdizione generale: in linea di principio giudicherà il giudice competente nella circoscrizione in cui risiede il convenuto, salvo che nessun'altro organo giurisdizionale abbia la giurisdizione esclusiva. Anche le ulteriori norme che regolano la giurisdizione sono stabilite dalla legge (ad es. in mancanza della residenza la giurisdizione dipende dal luogo di residenza del convenuto).

Inoltre, la legge prevede motivi di giurisdizione speciale oltre alla giurisdizione generale (giurisdizione alternativa, giurisdizione esclusiva).

Nel caso di una giurisdizione alternativa, in cui non viene specificata una giurisdizione esclusiva, la parte attrice può avviare il procedimento dinanzi a un altro organo giudiziario a sua scelta previsto dalla legge invece che di fronte alla giurisdizione generale (ad esempio, i procedimenti concernenti la custodia del minore possono essere avviati dinanzi all'organo giudiziario competente secondo la residenza del minore stesso, un'azione di risarcimento danni può essere avviata dinanzi alla giurisdizione competente in base al luogo o alla regione in cui l'evento dannoso si è verificato)

Nel caso della giurisdizione esclusiva il procedimento può essere avviato solo dinanzi a uno specifico organo giudiziario.

Giurisdizione penale

Giudici di primo grado

In genere, gli organi giudiziari regionali sono competenti in materia penale.

Tuttavia, gli organi giudiziari generali possono avviare procedimenti nei seguenti casi specifici:

a)      reati punibili con una condanna a 15 o più anni di detenzione o all'ergastolo; e

b)      reati contro lo Stato (Capitolo X del codice penale);

c)      reati contro l'umanità (Capitolo XI del codice penale);

d)     cospirazione per omicidio, omicidio colposo (articolo 166, 3° e 4° comma del codice penale), omicidio con dolo d'impeto (articolo 167 del codice penale), lesioni personali con rischio di morte (o tali da causare morte) (terza frase dell'articolo 170, commi 6 e 7 del Codice penale); sequestro di persona (articolo 175/A. del Codice penale), traffico di esseri umani (articolo 175/B del codice penale), reati che comportano violazioni per quanto riguarda l'intervento medico e la ricerca medica e il diritto all'autodeterminazione medica (titolo II del Capitolo XII del Codice penale);

e)      reati contro il corretto svolgimento delle elezioni, dei referendum e delle iniziative dei cittadini europei (articolo 211 del codice penale) abuso di dati qualificati (titolo III, capo XV, del codice penale), illeciti professionali (titolo IV, capo XV del codice penale), disordini in carcere (articolo 232 del codice penale), disordini in carcere (articolo 246 del codice penale), ostruzione alla giustizia dinanzi a un tribunale internazionale (articolo 249/B del codice penale), reati contro la giustizia (internazionale) (titolo VII e titolo VIII, capo XV del codice penale);

f)       atti terroristici (articolo 261 del codice penale), violazioni di restrizioni economiche internazionali (articolo 261/A del codice penale), sequestro di aeromobili e vagoni ferroviari, imbarcazioni e veicoli a motore adibiti al trasporto di persone o di altri veicoli adatti a tale scopo (articolo 262 del codice penale), partecipazione a organizzazioni criminali (articolo 263/C del codice penale);

g)      uso improprio di beni e servizi militari e di prodotti destinati a duplice uso (articolo. 263/B), abuso di informazioni privilegiate ("insider trading", articolo 299/A del codice penale), frode relativa all'investimento di capitali (articolo 299/B del codice penale), organizzazioni piramidali (articolo 299/C del codice penale), riciclaggio di denaro (articolo 303 del codice penale);

h)      determinazione di una situazione di pericolo pubblico con conseguente perdita economica considerevole o grave (articolo 259, secondo comma lettera b), del codice penale), interferenza con il funzionamento di servizi di pubblico interesse che provoca danni patrimoniali considerevoli o estremamente gravi (articolo 260, comma 3 e 4, del codice penale); reati contro dati e sistemi informatici che provocano danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 300, comma 4, lett. b) e c) del codice penale); frode fiscale con conseguente perdita di entrate considerevole o grave (articolo 310, comma 4,, lett. a), b) e c) del codice penale); frode fiscale e in connessione con essa mancato adempimento dell'obbligo di controllo o di supervisione in materia che ha causato una perdita finanziaria grave o eccezionale (articolo 310/A, comma 4, lett. A) e comma 5, lett. A e comma 6 nonché articolo 310/A del codice penale); uso improprio di mezzi di pagamento sostitutivi del denaro contante, con conseguenti danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 313/C, comma 5, lettera a), e comma 6, del codice penale); furto per importi particolarmente elevati o eccezionali (articolo 316, comma 6, lettera a), e comma 7, del codice penale); distrazione di fondi con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata (articolo 317, comma 6, lettera a) del codice penale); truffa per importi particolarmente elevati o eccezionali (articolo 318, comma 6, lettera a) e articolo 318, comma 7 del codice penale); cattiva gestione di fondi con conseguente perdita economica considerevole o grave (articolo 320, comma 2, del codice penale), rapina (articolo 321, comma 4, lettera b), del codice penale) e saccheggio (articolo 322, comma 3, lettera a), del codice penale) di valore considerevole o elevato; atti vandalici con conseguenti danni considerevoli o estremamente gravi (articolo 324, commi 5 e 6, del codice penale); ricettazione di beni di valore considerevole o particolarmente elevato (articolo 326, comma 5, lettera a), e comma 6, del codice penale); violazione del diritto d’autore o dei diritti connessi, con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata (articolo 329/A, comma 3, del codice penale) e violazione dei diritti di proprietà industriale (articolo 329/D, comma 3, del codice penale) con conseguente perdita economica considerevole o particolarmente elevata;

i)        reati soggetti al diritto militare;

j)        reati legati al comunismo e reati non soggetti a limitazioni in base al diritto internazionale previsti in base alla legge sulla responsabilità penale e la mancata applicabilità delle limitazioni per legge rispetto ai reati contro l'umanità e al perseguimento di taluni reati commessi durante la dittatura comunista.

La competenza territoriale degli organi giudiziari dipende dal luogo in cui i reati sono stati commessi.

Nel caso in cui i reati commessi rientrano nella competenza di vari organi giudiziari, è competente l'organo giudiziario di competenza generale.

Giudici di secondo grado

Organi giudiziari di competenza generale: per le cause che rientrano nella competenza dell'organo giudiziario regionale che è competente in primo grado.

Corti d'appello regionali: per le cause che rientrano nella competenza dell'organo giudiziario generale competente in primo grado.

Curia: per le cause che rientrano nella competenza della corte d'appello che agisce in secondo grado.

Giudici di terzo grado

Corti d'appello regionali: per le cause in cui si è pronunciato l'organo giudiziario generale in secondo grado.

Curia: per le cause su cui si è pronunciata una corte d'appello regionale in secondo grado.

Composizione dei tribunali

Se il reato in questione è punibile con una condanna a otto o più anni di reclusione, il tribunale locale si riunisce in un collegio (tanács) composto da un giudice togato e da due giudici non togati. Negli altri casi il giudice è monocratico.

Il tribunale provinciale, in qualità di giudice di primo grado, può esaminare le cause riunendosi in un collegio composto da un giudice togato e due giudici assessori.

Il tribunale, in qualità di giudice di secondo o terzo grado, può esaminare le cause riunendosi in un collegio composto da tre giudici togati. La Curia esamina le cause riunendosi in un collegio composto da tre o cinque giudici togati.

Link correlati

Sito internet istituzionale degli organi giudiziari ungheresi

Ultimo aggiornamento: 04/07/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web