La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.
Swipe to change

Tribunali ordinari nazionali

Francia

La presente sezione contiene una panoramica della giurisdizione ordinaria in Francia.

Contenuto fornito da
Francia

Giurisdizione ordinaria - introduzione

Tribunali di primo grado

Giurisdizione civile

1. Il Tribunal de grande instance (Tribunale civile di primo grado)

Il Tribunal de grande instance giudica le controversie tra privati (cause civili) il cui valore supera l'importo di 10 000 EUR.

Esso è peraltro competente, a prescindere dal valore della domanda, nei seguenti settori:

  • stato civile (matrimonio, filiazione, adozione, dichiarazione d'assenza);
  • rettifica degli atti dello stato civile;
  • successioni;
  • sanzioni di carattere amministrativo irrogate dai pubblici ufficiali;
  • azioni immobiliari;
  • scioglimento di associazioni;
  • misure a tutela del debitore, amministrazione controllata e liquidazione quando il debitore non è né commerciante né iscritto all'albo professionale ("Repertoire des métiers");
  • assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali dei lavoratori autonomi nel settore agricolo;
  • diritti di registrazione, tassa di pubblicità immobiliare, imposta di bollo e contributi indiretti e tasse equiparate a tali diritti, tasse o contributi;
  • contratti di locazione commerciali ad eccezione delle liti relative alla fissazione del canone modificato o rinnovato, contratti di locazione professionali e convenzioni di occupazione precaria in materia commerciale;
  • querela di falso contro gli atti pubblici;
  • azioni civili per diffamazione o per ingiurie pubbliche o non pubbliche, orali o per iscritto.

La sezione penale del Tribunal de grande instance è denominata Tribunal correctionnel (Tribunale correzionale) e giudica i delitti (cfr. oltre).

Il Tribunal de grande instance è composto da giudici togati: presidente, vicepresidenti, giudici, procuratore della Repubblica, viceprocuratori, sostituti.

Sono previste le seguenti figure di giudici specializzati:

  • giudice dei minori, che è competente ad adottare misure di tutela riguardo ai minori in pericolo e giudicare i reati (contravvenzioni e delitti) commessi dai minori. In materia penale quando non statuisce in udienza pubblica può pronunciare soltanto misure educative; quando presiede il tribunale dei minori tiene udienza con due giudici non togati e il tribunale può irrogare sanzioni educative e pene.
  • giudice dell'applicazione delle pene, che si occupa di controllare la vita dei condannati fuori e dentro le carceri; quando il giudice interviene in un caso "chiuso", in cui il condannato si trova in carcere, egli è competente a decidere su eventuali modifiche della pena (per esempio: scarcerazione, semilibertà, libertà condizionale, sorveglianza elettronica); quando invece interviene in un caso "aperto", egli si occupa di seguire e controllare il condannato nell'esecuzione della pena (per esempio: reclusione con la condizionale e messa alla prova, lavoro socialmente utile, controllo sociogiudiziario ecc.);
  • giudice istruttore, che ha il compito di effettuare, sotto il controllo della sezione istruttoria della Corte d'appello, tutti gli atti utili a far emergere la verità; egli riunisce tutti gli elementi della causa a prescindere dal fatto che siano a carico o a favore; quando ritiene esaurita la fase istruttoria egli può pronunciare un'ordinanza di non luogo a procedere o di rinvio a giudizio dinanzi a una Corte d'assise o al Tribunal correctionnel. Il giudice istruttore non può autoinvestirsi, dev'essere designato dal procuratore della Repubblica oppure deve avviare la sua azione in seguito alla presentazione di una denuncia/querela da parte della vittima con costituzione di parte civile.

Il Tribunal de grande instance si trova di norma nel capoluogo del dipartimento, ma possono esservene anche in altri comuni. Al 1° gennaio 2013 ne esistono 161.

2. Il Tribunal d'instance (giudice unico)

Il Tribunal d'instance (giudice unico) giudica le controversie tra singoli (cause civili) il cui importo non supera il valore di 10 000 EUR.

Esso possiede altresì competenze di attribuzione (per esempio pignoramenti di retribuzioni da lavoro, rendite vitalizie, problemi relativi alle elezioni, canoni di abitazione) e amministrative (per esempio: il cancelliere capo del tribunale è competente a rilasciare certificati di cittadinanza ecc.).

La sezione penale di questo organismo giudicante (il tribunal de police) è competente a giudicare contravvenzioni di quinta classe (cfr. oltre).

Il giudice unico esercita altresì le funzioni di giudice tutelare (ad eccezione della tutela dei minori che è regolata dalla "loi du 12 mai 2009 du juge aux affaires familiales del tribunal de grande instance" ossia si occupa della tutela dei minori e dei soggetti adulti più vulnerabili controllandone la gestione del patrimonio.

Il Tribunal d'instance è composto da uno o più giudici ma le cause vengono giudicate da uno solo.

Il Tribunal d'instance si trova di norma nel capoluogo del dipartimento. Al 1° gennaio 2013 ne esistono 307.

3. La juridiction de proximité

I juges de proximité sono competenti per le cause civili tra singoli il cui valore sia inferiore a 4 000 EUR.

Essi sono altresì competenti a decidere sulle contravvenzioni rientranti nelle prime quattro classi.

Il pubblico ministero è rappresentato da un pubblico ufficiale.

4. Tribunal de commerce (Tribunale commerciale)

Il tribunale commerciale si occupa delle liti relative agli accordi tra commercianti, tra istituti di credito o tra loro e liti relative alle imprese commerciali o agli atti di commercio tra chiunque. Tale tribunale si occupa altresì delle procedure per le imprese in difficoltà.

Il tribunale commerciale è composto da giudici non togati, tutti commercianti. Essi vengono eletti per due o quattro anni da un collegio elettorale composto da giudici e da ex giudici del tribunale nonché da delegati consolari (commercianti eletti nel distretto del tribunale del commercio).

Al 1° gennaio 2013 si contano 134 tribunali commerciali.

5. Conseil de prud'hommes (tribunale del lavoro) (Tribunale del lavoro)

Il Conseil de prud'hommes (tribunale del lavoro) ha competenza a dirimere le controversie individuali tra datori di lavoro e lavoratori dipendenti, sorte nell'ambito di un contratto di lavoro o di apprendistato.

Esso è composto da giudici eletti, che rappresentano in parti uguali lavoratori dipendenti e datori di lavoro. Si divide in cinque sezioni specializzate (dirigenza, industria, commercio e servizi commerciali, agricoltura, altre attività). In caso di parità di voti tra i quattro consiglieri, il Conseil de prud'hommes è presieduto da un giudice del Tribunal d'instance.

Esiste uno o più Conseil de prud'hommes per dipartimento e almeno uno nel distretto del Tribunal de grande instance.

Si contano 210 organi giudicanti di questo tipo.

6. Tribunal des affaires de la sécurité sociale (Tribunale degli affari della previdenza sociale)

Il tribunale degli affari della previdenza sociale giudica i conflitti tra le casse di previdenza sociale e gli utenti (per esempio: problema di iscrizione a una cassa, di attribuzione e di liquidazione delle prestazioni ecc.).

Esso è composto da un presidente (giudice del Tribunal de grande instance) e da giudici a latere non togati, nominati per tre anni dal primo presidente della Corte d'appello, in base a un elenco redatto, nell'ambito di ciascun tribunale dal directeur régional de la jeunesse, des sports et de la cohésion sociale, su proposta delle organizzazioni sindacali delle professioni agricole e non agricole più rappresentative. È altresì necessario il parere del presidente del tribunale degli affari della previdenza sociale.

Esistono 115 tribunali degli affari della previdenza sociale.

7. Tribunal du contentieux de l'incapacité (Tribunale per i contenziosi sull'invalidità)

Il Tribunal du contentieux de l'incapacité è competente per quanto riguarda il contenzioso tecnico della previdenza sociale, vale a dire lo stato o il grado di invalidità in caso di infermità e d'infortunio sul lavoro o di invalidità in caso di infermità e di infortunio non sul lavoro.

È composto da un presidente (giudice onorario o persona qualificata) da un giudice non togato che rappresenta i lavoratori dipendenti e da un giudice che rappresenta i datori di lavoro o i lavoratori autonomi (in entrambi i casi designati per tre anni dal primo presidente della Corte d'appello nel cui ambito il Tribunale ha la sua sede in base a un elenco redatto dal "directeur régional de la jeunesse, des sports et de la cohésion sociale" su proposta delle organizzazioni professionali più rappresentative).

Si contano 26 organi giudicanti di questo tipo.

La cour nationale de l'incapacité et de la tarification de l'assurance des accidents du travail è il giudice d'appello di questi tribunali e si occupa anche, in primo e ultimo grado, delle contestazioni in materia di tariffazione dell'assicurazione per gli infortuni sul lavoro.

8. Tribunal paritaire des baux ruraux (Tribunale per le controversie in materie di fondi rustici)

Il Tribunale per le controversie in materia di affitti di fondi rustici è competente per la risoluzione di controversie sorte nell'ambito di affitti fondiari tra i locatori e i locatari e relative alla disciplina dell'affitto di fondi rustici nonché alla mezzadria, alla soccida, alla locazione in precario, alla mezzadria di soli vigneti, all'enfiteusi e ai contratti di sfruttamento del terreno per pastorizia.

Il juge d'instance (giudice unico) presiede l'anzidetto tribunale ed è assistito da quattro giudici a latere non togati eletti come segue: due locatori e due locatari eletti per sei anni, presi dalle liste elettorali presso i municipi dei comuni.

Giurisdizioni penali

1. La Corte d'assise (Cour d'Assises)

La Corte d'assise è competente a giudicare i delitti, ossia i reati più gravi per i quali è prevista una condanna a pena detentiva compresa tra dieci anni di reclusione e l'ergastolo.

Si tratta di una giurisdizione di dipartimento che non è permanente e che si riunisce ogni tre mesi per una quindicina di giorni. Tuttavia, tale giudice è quasi permanente nei dipartimenti più importanti.

Essa è composta da tre giudici togati: un presidente (presidente di sezione o consigliere alla Corte d'appello), due giudici a latere (consiglieri alla Corte d'appello o magistrati del Tribunal de grande instance del dipartimento ove si svolgono le assise), una giuria (nove cittadini nominati a sorte). Essa siede altresì come Corte d'assise per i minori, con una giuria, quando si tratta di delitti commessi da minori. In questo caso, i giudici togati a latere sono giudici del tribunale dei minori.

Alcuni delitti in materia di terrorismo, relativi alle leggi militari o al traffico di droga sono giudicati da una corte d'assise composta esclusivamente da giudici togati.

Il pubblico ministero è rappresentato da un avvocato generale.

2. Tribunal correctionnel (Tribunale correzionale)

Ha competenza in materia di delitti minori, ossia i reati puniti con pena detentiva fino a un massimo di dieci anni di reclusione oppure con ammenda superiore o pari a 3750 EUR. Esso è collegato al Tribunal de grande instance e, in linea di principio, è composto da tre giudici togati salvo ipotesi di reato che richiedono la presenza di un giudice unico.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore della Repubblica o da un sostituto procuratore della Repubblica.

3. Tribunal de police

Ha competenza in materia di contravvenzioni di quinta classe. Ha sede presso il Tribunal d'instance ed è presieduto da un giudice unico (juge d'instance) che decide in veste di giudice unico.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore della Repubblica o da un sostituto procuratore della Repubblica.

4. juridiction de proximité

Ha competenza in materia di contravvenzioni dalla prima alla quarta classe. Ha sede presso il Tribunal d'instance ed è presieduto da un giudice unico (juge d'instance) che decide in veste di giudice unico.

Le funzioni del pubblico ministero di solito vengono svolte da un commissario di polizia.

5. i giudici specializzati

Esistono inoltre giudici specializzati in taluni procedimenti penali come i tribunali marittimi commerciali; attualmente sono 14 e sono competenti a giudicare su taluni reati marittimi.

Giurisdizione di secondo grado

La Corte d'appello interviene in secondo grado per giudicare nuovamente elementi di fatto e di diritto di cause già giudicate dalle giurisdizioni di primo grado.

Essa è composta esclusivamente da magistrati togati: un primo presidente, presidenti di sezione e consiglieri (fatta eccezione per la corte d'assise d'appello, v. infra).

Ogni corte è composta da sezioni specializzate (in materia civile, sociale, commerciale e penale) ciascuna di esse composta da tre magistrati togati: un presidente di sezione e due consiglieri.

Le decisioni delle Corti d'assise sono giudicate da un'altra Corte d'assise indicata dalla sezione penale della Corte di cassazione. La Corte d'assise d'appello è formata da 9 giurati.

Parimenti, la Cour nationale de l'incapacité et de la tarification de l'assurance des accidents du travail è il giudice d'appello dei Tribunali per i contenziosi sull'invalidità.

Il pubblico ministero è rappresentato dal procuratore generale o da uno dei suoi avvocati generali o sostituti procuratori generali.

Corte di cassazione (Cour de cassation)

La Corte di cassazione è il giudice supremo dell'ordinamento giudiziario. Ha sede a Parigi e la sua funzione è quella di verificare la conformità delle decisioni dei tribunali e delle corti alle norme di diritto, tralasciando qualsiasi nuova valutazione dei fatti. La Corte di cassazione non costituisce dunque un terzo grado di giudizio, ma garantisce l'uniformità della giurisprudenza dimostrando di essere un organo regolatore del diritto e del rispetto della legalità.

Essa viene adita su ricorso, "il ricorso in cassazione", formulato dalla persona che è oggetto di una decisione giudiziale o dal pubblico ministero.

La Corte "cassa" la decisione nel caso in cui ritenga che la decisione impugnata non sia stata adottata in conformità alle norme di diritto e rinvia, dunque, la causa dinanzi a un giudice per esservi nuovamente giudicata.

In caso contrario, essa respinge il ricorso, il che equivale a rendere definitiva la decisione controversa.

La Corte può eccezionalmente cassare senza rinvio se la cassazione non comporta una nuova pronuncia sul merito. Cassando senza rinvio, essa può altresì risolvere la controversia se i fatti, come accertati e valutati in modo sovrano dai giudici di merito, le consentono di applicare la giusta norma di diritto.

La Corte di cassazione è divisa in sezioni (tre sezioni civili, una commerciale, una sociale e una penale), ciascuna di esse composta da giudici professionisti di assise, un presidente e dei consiglieri. In base alla natura della causa, essa può statuire in sezioni miste (almeno tre sezioni) o a sezioni riunite (il primo presidente, i presidenti di sezione e i consiglieri).

Il pubblico ministero è rappresentato dal Procuratore generale e dagli avvocati generali.

Banche dati giuridiche

Le banche dati giuridiche in Francia costituiscono l'oggetto di un servizio pubblico di pubblicazione su Internet. Il sito Légifrance contiene dunque le sentenze della Corte di cassazione e delle Corti d'appello, suddivise come segue:

  • le sentenze pubblicate della Corte di cassazione si trovano nella banca dati "CASS";
  • le sentenze inedite si trovano nella banca dati "INCA";
  • le sentenze della Corte d'appello si trovano nella banca dati "CAPP".

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione della banca dati è gratuita.

Breve descrizione del contenuto

Le sentenze sono disponibili in lingua francese e qualcuna è anche tradotta in inglese, arabo e cinese mandarino.

  • La banca dati "CASS" contiene 120 000 decisioni e un flusso annuale di 2 100 unità.
  • La banca dati "INCA" contiene 246 000 decisioni e un flusso annuale di 10 000 unità.
  • La banca dati "CAPP" contiene 19 000 decisioni e un flusso annuale di 20 000 unità.

Link correlati

Competenza dei giudici - Francia

Ultimo aggiornamento: 19/09/2013

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web