La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.
Swipe to change

Identificatore europeo della giurisprudenza (ECLI)

Francia

L’attuazione dell’ECLI in Francia è ancora in fase sperimentale.

Contenuto fornito da
Francia

Coordinatore nazionale ECLI

La Direzione dell’informazione giuridica e amministrativa (DILA) è stata designata coordinatore nazionale ECLI per la Francia dal Segretariato generale del governo.

Codice identificativo del paese

Il codice identificativo per la Francia è: [FR]

Creazione di un ECLI nazionale

Le giurisdizioni superiori francesi a cui si applica l’ECLI sono:

  • il Conseil constitutionnel (Consiglio costituzionale);
  • la Cour de cassation (Corte di cassazione);
  • il Conseil d’Etat (Consiglio di Stato).

L’ECLI è costituito da cinque parti, di cui le prime due sono invariate per ciascuno Stato membro:

ECLI:FR:{codice_giurisdizione}:{anno della decisione}:{numero d’ordine}

Ciascun organo giurisdizionale ha adottato un codice giurisdizione e delle regole per la creazione di un numero d’ordine.

L’anno della decisione è sempre espresso con quattro caratteri numerici (formato AAAA, ad esempio 2012)

1. Il Conseil constitutionnel.

Il codice giurisdizione è sempre CC.

La forma generica dell’ECLI è quindi:

ECLI:FR:CC:{anno della decisione}:{numero d’ordine}

Il numero d’ordine è formato da due parti separate da un punto:

  1. il numero di serie del tipo di decisione (che riprende da 1 ogni anno);
  2. il tipo di decisione (DC, QPC, AN… cfr. la lista dei tipi di decisione

Esempio:

l’ECLI della decisione di venerdì 27 luglio 2012 n. 2012-270 QPC sarà il seguente: ECLI:FR:CC:2012:2012.270.QPC

2. La Cour de cassation

Il codice giurisdizione è sempre CCASS.

La forma generica dell’ECLI è quindi:

ECLI:FR:CCASS:{anno della decisione}:{numero d’ordine}

Il numero d’ordine comprende due elementi concatenati:

  1. una codificazione della composizione dell’organo giudicante definita per ECLI (due caratteri alfanumerici determinati in base alla tabella di seguito riportata):

AP

ASSEMBLEE PLENIERE

AV

AVIS

C1

PREMIERE CHAMBRE CIVILE

C2

DEUXIEME CHAMBRE CIVILE

C3

TROISIEME CHAMBRE CIVILE

CO

CHAMBRE COMMERCIALE

CR

CHAMBRE CRIMINELLE

MI

CHAMBRE MIXTE

OR

ORDONNANCE DU PREMIER PRESIDENT

SO

CHAMBRE SOCIALE

Tale codificazione si basa sull’uso di un numero di gestione interna composto da 8 caratteri:

un carattere corrisponde a un codice identificativo della composizione dell’organo giudicante;

due caratteri numerici corrispondono all’anno della decisione;

cinque caratteri numerici corrispondono al numero di serie nell’anno per la composizione in questione.

Esempio: la sentenza della Cour de cassation, Chambre criminelle, del 27 febbraio 2013, ha come numero di ricorso 12-81.063 e come numero di gestione C1300710. La parte 1/ del numero d’ordine di questa sentenza sarà CR, per Chambre criminelle;

  1. gli ultimi cinque caratteri numerici del numero di gestione.

Nell’esempio citato, la parte 2/ del numero d’ordine sarà 00710. Complessivamente, l’ECLI della sentenza emessa dalla Chambre criminelle della Court de cassation il 27 febbraio 2013, con il numero di ricorso 12-81063, sarà il seguente: ECLI:FR:CCASS:2013:CR00710.

3. Il Conseil d’Etat

Il Conseil d’Etat usa un codice giurisdizione che identifica il tipo di composizione giudicante: la radice CE è concatenata a una serie di lettere come illustrato di seguito:

Assemblée

CEASS

Ordonnance

CEORD

Section du contentieux

CESEC

Sous-section jugeant seule

CESJS

Sous-sections reunies

CESSR

Il codice isolato CE non è utilizzato.

La forma generica dell’ECLI è quindi:

ECLI:FR:CE…:{anno della decisione}:{numero d’ordine}

Anche in questo caso il numero d’ordine è formato da due parti separate da un punto:

  1. il numero dell’istanza della decisione;
  2. la data della lettura della decisione nel formato AAAMMGG.

Esempio:

l’ECLI della decisione del Conseil d’Etat n. 3550099, emessa dalle sottosezioni riunite 3a e 8a, il 1° marzo 2013, sarà il seguente: ECLI:FR:CESSR:2013:355099.20130301

Ultimo aggiornamento: 18/07/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.