Diritti delle vittime per paese

Spagna

Contenuto fornito da
Spagna

Come posso denunciare un reato?

Se siete vittima di un reato avete il diritto di ricevere, sin dal primo contatto con le autorità o i funzionari preposti, informazioni in merito al vostro diritto di denunciare un reato e, se del caso, l'iter da seguire per procedere in tal senso.

Potete denunciare il reato alla polizia e diventare un testimone nel procedimento che sarà seguito. Potete altresì chiedere alla polizia di indirizzarvi all'opportuno Oficina de Asistencia a las Víctimas del delito (Ufficio di sostegno alle vittime di reato), presso il quale vi verranno fornite informazioni in merito alle modalità di denuncia del reato.

L'accesso a servizi di assistenza e sostegno, come gli Uffici di sostegno alle vittime di reato, è gratuito e confidenziale e non è condizionato alla preventiva denuncia del reato.

In veste di persona che denuncia il reato, vi spettano i seguenti diritti:

  • ottenere una copia della denuncia, debitamente autenticata;
  • ricevere assistenza linguistica gratuita e una traduzione scritta della copia della denuncia da voi sporta, qualora non comprendiate o parliate una delle lingue ufficiali del luogo nel quale viene sporta la denuncia. Se non parlate o capite lo spagnolo o la lingua ufficiale utilizzata nel procedimento in questione, avrete diritto ad essere assistito, gratuitamente, da un interprete che parli una lingua a voi comprensibile nel momento in cui fornite la vostra testimonianza durante la fase investigativa dinanzi al giudice, al pubblico ministero o ai funzionari di polizia;
  • qualora abbiate chiesto di ricevere la notificazione di determinate decisioni, come ad esempio quella di non avviare un procedimento penale oppure la sentenza definitiva nel contesto di tale procedimento, avete il diritto di essere informati in merito alla data, all'ora e al luogo in cui si terrà il procedimento, nonché al contenuto dell'accusa nei confronti dell'autore del reato.

Potete altresì avviare un'azione legale contro l'autore del reato e diventare parte del procedimento in veste di accusa privata, disponendo di diritti molto simili a quelli del pubblico ministero.

Oltre ai casi ordinari, nei quali il pubblico ministero presenta le accuse nei confronti dell'autore del reato, vi sono due tipi di reati nel contesto dei quali per avviare un procedimento giudiziario è molto importante il ruolo della vittima:

  • i procedimenti giudiziari relativi a reati semi-pubblici richiedono che sia la vittima a promuovere un'azione legale affinché possano essere avviati; il pubblico ministero si assume quindi la responsabilità di definire le accuse contro l'autore del reato. Al contrario, nel caso di procedimenti contro reati privati (ad esempio, diffamazione), dipende esclusivamente dalla vittima: il pubblico ministero non ha alcuna responsabilità in merito alle accuse nei confronti dell'autore del reato e la vittima può ritirare la denuncia in qualsiasi momento, ponendo così fine al procedimento.

È possibile denunciare un reato in qualsiasi lingua e se non parlate spagnolo né alcuna delle rispettive lingue regionali avete il diritto a disporre gratuitamente di un interprete. In pratica, se nessuno alla stazione di polizia parla la vostra lingua, la polizia vi offrirà quanto segue:

  • se il reato non è grave, potrete effettuare la denuncia utilizzando un modulo nella vostra lingua;
  • se il reato è grave, vi verrà fornito un interprete tramite chiamata telefonica o di persona.

Presso talune stazioni di polizia vi sono interpreti inglesi, francesi e tedeschi, soprattutto in estate.

Non esiste alcun termine entro il quale la vittima deve denunciare un reato, tuttavia esistono termini trascorsi i quali non sarà possibile perseguire il reato: tali termini variano da 10 a 20 anni, a seconda della gravità del reato. Le autorità non richiedono alcuna modalità specifica per la denuncia di un reato che può essere effettuata per iscritto o verbalmente, nel qual caso l'autorità competente prenderà nota della denuncia. Per sporgere denuncia dovete fornire il vostro nome, indirizzo, numero identificativo, numero di telefono, ecc. e firmare la denuncia.

All'atto della denuncia di un reato, se siete vittima di un reato di violenza di genere o di violenza domestica, potete richiedere alla polizia un ordine di protezione. Tale ordine di protezione può essere richiesto anche direttamente all'autorità giudiziaria o al pubblico ministero, agli Uffici di sostegno alle vittime di reato o ai servizi sociali o agli istituti di assistenza collegati alle amministrazioni pubbliche.

In tutti i casi, alla vittima di un reato verranno forniti i moduli per richiedere l'ordine di protezione e verranno fornite informazioni in merito a tale ordine.

Come posso conoscere il seguito della mia denuncia?

Quando sporgete una denuncia ne ricevete una copia autenticata che reca un numero di riferimento.

In qualità di vittima potete ottenere informazioni dalla polizia in merito allo sviluppo del procedimento, a meno che ciò non possa compromettere le indagini in corso. In pratica, conviene chiamare il rispettivo corpo di polizia e chiedere informazioni.

In generale, qualora abbiate presentato la corrispondente richiesta, avete il diritto di ricevere informazioni sulla data, sull'ora e sul luogo del procedimento giudiziario, nonché sul contenuto dell'accusa nei confronti dell'autore del reato, oltre a ricevere notificazione delle seguenti decisioni:

  • la decisione di non avviare un procedimento penale;
  • la sentenza definitiva nel contesto del procedimento;
  • le decisioni di incarcerazione o scarcerazione dell'autore del reato, nonché la notificazione dell'eventuale evasione dell'autore del reato e delle decisioni di adozione di misure di protezione a favore della vittima.

Qualora abbiate chiesto di essere indirizzati a un Ufficio di sostegno alle vittime di reato o stiate ricevendo assistenza da uno di tali Uffici, avete il diritto di ricevere informazioni sui dati di contatto dell'autorità responsabile della gestione del procedimento e sui canali per comunicare con tale autorità, nonché informazioni sulla data, sull'ora e sul luogo del procedimento, oltre che sul contenuto dell'accusa contro l'autore del reato.

Qualora siate vittima di un reato di violenza di genere, avete il diritto di essere informati sulla situazione processuale dell'aggressore e sulle misure di protezione adottate, senza che dobbiate farne richiesta. In qualsiasi momento potete esprimere la vostra volontà di non ricevere tali informazioni.

Qualora siate vittima di un reato violento contro la libertà sessuale, avete il diritto di ricevere informazioni sul risarcimento da parte dello Stato al quale avete diritto se l'aggressore non paga il risarcimento o se tale indennizzo non è sufficiente.

Ho diritto al patrocinio a spese dello Stato (nel corso dell'investigazione o del processo)? A quali condizioni?

Sin dal primo contatto con le autorità o i funzionari preposti, una vittima di reato ha il diritto di ricevere informazioni sull'iter da seguire per ottenere consulenza legale e difesa e, laddove applicabile, le condizioni alle quali potrebbe riceverle a titolo gratuito. Anche gli Uffici di sostegno alle vittime di reato forniscono queste informazioni.

È possibile presentare la propria richiesta di riconoscimento del diritto al patrocinio a spese dello Stato al funzionario o all'autorità che ha fornito le informazioni in merito all'iter per ottenere consulenza legale e difesa e, se del caso, per riceverle gratuitamente. Il funzionario o l'autorità inoltrerà tale richiesta, unitamente alla documentazione fornita, all'ordine degli avvocati pertinente.

È possibile presentare la propria richiesta anche presso gli Uffici di sostegno alle vittime di reato dell'amministrazione della giustizia, che la inoltreranno all'ordine degli avvocati pertinente.

In generale, è possibile beneficiare di servizi di orientamento legale che offrono informazioni sulla legge a tutti i cittadini. Si tratta di servizi organizzati da ordini di avvocati in ciascuna zona giudiziaria.

È necessario compilare un modulo disponibile presso gli organi giurisdizionali, il ministero della Giustizia e in altri uffici statali, e dimostrare che i propri mezzi di sostentamento sono insufficienti. Tale richiesta deve essere presentata presso l'ordine degli avvocati nella zona del rispettivo organo giurisdizionale o presso l'organo giurisdizionale presente nella zona nella quale si risiede, qualora il procedimento penale non sia ancora iniziato.

Qualora siate vittima di un reato di violenza di genere, per ottenere il patrocinio a spese dello Stato, non è necessario che dimostriate innanzitutto che i vostri mezzi non sono sufficienti.

Anche se siete una vittima di atti di terrorismo, potete ottenere il patrocinio a spese dello Stato.

Potete richiedere il patrocinio a spese dello Stato in Spagna se vi trovate in una delle seguenti situazioni, tra le altre:

  • siete cittadino di uno Stato membro dell'UE e dimostrate che le vostre risorse sono insufficienti;
  • siete cittadino di un paese terzo, legalmente residente in Spagna o con un diritto riconosciuto ai sensi di accordi internazionali (ad esempio accordi sulla sottrazione internazionale di minori). In questo caso, potrete accedere all'assistenza legale in Spagna alle medesime condizioni dei cittadini dell'UE;
  • indipendentemente dall'esistenza di risorse per avviare procedimenti giudiziari, il vostro diritto al patrocinio a spese dello Stato sarà riconosciuto e tale patrocinio vi sarà fornito immediatamente qualora siate vittima di violenza di genere, terrorismo o tratta di esseri umani in qualsiasi procedimento collegato a, derivante da o risultante dal vostro stato di vittima, oppure siate minorenni o soffriate di disturbi di apprendimento o di una malattia mentale e siate vittima di situazioni di abuso o maltrattamento.

Tale diritto si applica anche ai successori in caso di decesso della vittima, a condizione che non siano stati coinvolti nei fatti.

Ai fini della concessione del patrocinio a spese dello Stato, sarete considerati una vittima nel momento in cui presentate una denuncia o promuovete un'azione legale, oppure quando viene avviato un procedimento penale, per uno dei reati menzionati. Manterrete tale stato per tutta la durata del procedimento oppure, qualora sia stato emesso un verdetto di colpevolezza, a seguito della conclusione di tale procedimento.

Si perde il diritto al patrocinio a spese dello Stato nel momento in cui un'assoluzione diventa definitiva oppure dopo la sospensione temporanea o il proscioglimento del procedimento per assenza di prove dei reati, senza essere tenuti a corrispondere il costo dei benefici goduti gratuitamente fino a quel momento.

Nei diversi procedimenti che possono essere avviati in ragione dello stato di vittima dei reati individuati e, in particolare, nei procedimenti relativi a violenza di genere, spetta all'avvocato assistere la vittima a condizione che in tal modo sia quindi debitamente garantito il diritto di difesa della stessa.

Avete diritto al patrocinio a spese dello Stato se il vostro reddito personale e il vostro reddito come nucleo familiare non superano su base annuale:

  • il doppio dell'indicador público de renta de efectos múltiples – IPREM (indicatore pubblico di reddito a effetto multiplo) in vigore al momento della richiesta, laddove le persone in questione non facciano parte di alcun nucleo familiare. L'IPREM è un indice che viene fissato annualmente e utilizzato per determinare l'importo di determinati benefici o la soglia per l'accesso a determinati benefici, diritti o servizi pubblici;
  • due volte e mezzo l'IPREM in vigore al momento della richiesta, laddove le persone in questione facciano parte di uno qualsiasi dei tipi di nucleo familiare costituiti da meno di quattro membri;
  • tre volte l'IPREM laddove il nucleo familiare in questione sia costituito da quattro o più membri.

L'IPREM annuale per il 2016 era pari a 6 390,13 EUR.

Qualora vi venga concesso il patrocinio a spese dello Stato, non dovrete pagare i seguenti costi:

  1. consulenza legale preliminare;
  2. gli onorari di avvocato e procurador (procuratore legale);
  3. i costi derivanti dalla pubblicazione di notificazioni sui quotidiani ufficiali;
  4. le cauzioni richieste per la presentazione di taluni ricorsi;
  5. pagamenti per esperti;
  6. beneficerete di una riduzione pari all'80 % dell'importo per atti notarili e certificazioni rilasciate dal catasto e da registri delle imprese.

Posso chiedere il rimborso delle spese (per partecipare alle indagini/processo)? A quali condizioni?

In generale, se in veste di vittima di un reato avete preso parte al procedimento, avrete diritto al rimborso delle spese necessarie per esercitare i vostri diritti e per le spese di giudizio che sono state sostenute in via preferenziale rispetto al pagamento delle spese sostenute per lo Stato.

A tal fine, il pagamento deve essere imposto nella sentenza e, inoltre, l'imputato deve essere stato condannato, su vostra richiesta in qualità di vittima, per reati per i quali il pubblico ministero non ha presentato alcuna accusa, oppure deve essere stato condannato dopo che la decisione di chiudere il caso è stata revocata a causa di un ricorso presentato da voi in qualità di vittima.

I servizi di assistenza e sostegno e, in particolare, gli Uffici di sostegno alle vittime di reato, vi forniranno informazioni in merito alle circostanze nelle quali potreste ricevere il rimborso delle spese legali e, se del caso, in merito all'iter da seguire per ottenerlo.

Posso ricorrere contro la decisione di archiviazione della denuncia?

Se siete una vittima che non è comparsa nel procedimento e il pubblico ministero decide di ritirare le accuse contro l'autore del reato, il giudice può informarvi di ciò e invitarvi a promuovere un'azione legale agendo in veste di accusa privata entro 15 giorni. Nel caso di un procedimento accelerato, il giudice è tenuto a informarvi e invitarvi.

Se il pubblico ministero formula accuse contro l'autore del reato, non potete fare nulla in veste di vittima per porre fine al procedimento, fatta eccezione nel caso di reati privati.

Se siete già comparsi nel procedimento e agite in veste di accusa privata, potete richiedere l'apertura della fase orale del procedimento e formulare accuse contro l'autore del reato. Se il giudice istruttore decide di concludere il procedimento, ossia lo respinge, potete presentare ricorso.

Se il pubblico ministero formula accuse contro l'autore del reato, potete chiedere che il caso venga archiviato e ritirarvi dal vostro ruolo di accusa privata. Il pubblico ministero può comunque procedere con l'azione legale qualora decida di farlo.

Posso partecipare al processo?

In occasione della vostra prima comparizione in aula, il consulente legale vi informerà in merito ai vostri diritti nel contesto del procedimento penale in veste di vittima e vi offrirà la possibilità di partecipare al procedimento in qualità di parte privata, usando un linguaggio chiaro, semplice e comprensibile, tenendo conto delle vostre caratteristiche ed esigenze.

In veste di vittima di un reato, nel contesto di un procedimento penale avete diritto a quanto segue:

  • avviare azioni penali e civili in conformità alle disposizioni della legislazione penale in vigore;
  • comparire dinanzi alle autorità incaricate dell'indagine per fornire loro fonti di prova e informazioni pertinenti per chiarire i fatti.

Inoltre, in occasione di tale prima apparizione vi verrà chiesto se desiderate ricevere le comunicazioni o le notificazioni previste dalla legge, nel qual caso dovete fornire un indirizzo di posta elettronica o, in assenza dello stesso, un indirizzo di residenza o comunque un indirizzo postale.

Indipendentemente dal vostro ruolo nel contesto del procedimento penale, di norma potete essere presenti alle udienze, anche qualora non siano pubbliche. Sarete tenuti a partecipare soltanto per fornire la vostra prova testimoniale in veste di testimone.

Se siete una vittima che non è comparsa nel procedimento penale, sarete informati della data e del luogo del procedimento giudiziario. Il vostro ruolo principale sarà quello di fornire una prova testimoniale in veste di testimone. Affinché possiate essere informati della data e dell'ora del procedimento giudiziario, dovete comunicare eventuali cambiamenti del vostro indirizzo durante il procedimento stesso.

Potete partecipare al procedimento in veste di accusa privata prima della preparazione dell'atto di accusa, ad esempio prima dell'inizio della fase orale del procedimento, fatta eccezione nel caso di procedimenti penali contro un minore. Il pubblico ministero, l'accusa privata, qualora presente, e l'avvocato difensore preparano l'atto di accusa. Questo documento include la classificazione del reato e la pena raccomandata da tali soggetti. In pratica, ciascuna parte dispone di cinque giorni per presentare la propria posizione per iscritto.

Di norma, sarete rappresentati dal vostro avvocato, che difenderà la vostra causa, e dal vostro rappresentante processuale, che vi rappresenterà formalmente nel contesto del procedimento.

Qualora siano più di una, le vittime possono partecipare separatamente al procedimento, sebbene il giudice possa richiedere che siano raggruppate in una o più difese. Anche associazioni delle vittime potranno comparire nel procedimento penale, a condizione che abbiano il vostro permesso in veste di vittima del reato.

Se state già agendo in veste di accusa privata, il vostro avvocato avrà accesso alla sintesi e agli altri documenti del caso nonché ad altri diritti, analoghi a quelli del pubblico ministero, tra i quali il diritto di:

  • richiedere la raccolta di ulteriori prove;
  • proporre nuovi testimoni o esperti che sosterranno il vostro caso;
  • proporre confronti, ecc.

Qualora l'imputato sia condannato, l'organo giurisdizionale può ordinargli di pagarvi i seguenti costi: il costo di avvocati e rappresentanti processuali, esperti, certificati rilasciati da registri pubblici e notai, ecc.

Nel contesto del procedimento penale, potete avviare un'azione civile (parte civile) qualora desideriate ottenere la restituzione di beni, la riparazione del danno o il risarcimento dei danni, materiali e non, causati dal reato. In questo caso, sarete rappresentati dal vostro avvocato, che difenderà la vostra causa, e dal vostro rappresentante processuale, che vi rappresenterà formalmente nel contesto del procedimento.

Qualora si decida di chiudere l'indagine, la decisione di archiviare il caso verrà comunicata alle vittime dirette del reato che hanno denunciato i fatti, nonché alle altre vittime dirette delle quali siano note le identità e i luoghi di residenza. In caso di decesso o scomparsa di una persona come diretta conseguenza di un reato, la decisione sarà comunicata alle vittime indirette del reato.

Qual è il mio ruolo ufficiale nel sistema giudiziario? Ad esempio, sono o posso scegliere di essere: vittima, testimone, parte civile, o accusa privata?

In veste di vittima di un reato, nel contesto di un procedimento penale avete diritto a quanto segue:

  • avviare azioni penali e civili in conformità alle disposizioni della legislazione penale in vigore;
  • comparire dinanzi alle autorità incaricate dell'indagine per fornire loro fonti di prova e informazioni pertinenti per chiarire i fatti.

I diversi ruoli che potete rivestire nel contesto del sistema giudiziario sono:

  • vittima diretta o indiretta: in base al reato denunciato oppure in caso di richiesta di accesso all'assistenza e ai servizi di sostegno alle vittime, senza aver precedentemente denunciato il reato, poiché l'accesso a tali servizi non dipende dalla presentazione di una denuncia;
  • testimone: in presenza di una denuncia. Il vostro coinvolgimento nel procedimento ha luogo nel momento in cui ricevete l'atto di citazione;
  • accusa privata: qualora decidiate di comparire nel procedimento penale in veste di accusa privata, nel caso in cui intentiate un'azione contro l'autore del reato (reati semi-pubblici e reati privati) e prima che l'atto di accusa sia preparato, ossia prima che inizi la fase orale del procedimento, tranne nel caso di procedimenti penali contro un minore;
  • parte civile: in generale, se decidete di avviare un'azione civile come parte del procedimento penale, ossia se richiedete la restituzione di beni, la riparazione del danno o il risarcimento dei danni, materiali e non, causati dal reato.

Di norma dovete essere presente alle udienze, anche se non sono pubbliche. Sarete tenuti a partecipare soltanto per fornire la vostra prova testimoniale in veste di testimone.

Quali sono i miei diritti e obblighi in questo ruolo?

In generale, in veste di vittima, sin dal primo contatto con le autorità o i funzionari e durante l'attività di assistenza e i servizi di sostegno forniti dalle pubbliche amministrazioni, anche prima di denunciare il reato, avete il diritto di ricevere protezione, informazioni, sostegno, assistenza e cure.

Potete chiedere alle autorità o ai funzionari che contattate inizialmente di indirizzarvi agli Uffici di sostegno alle vittime di reato, dove si occuperanno di voi a titolo gratuito e in maniera riservata, anche se non avete precedentemente denunciato il reato.

Potreste anche essere accompagnati da una persona a vostra scelta a partire dal primo contatto con le autorità e i funzionari.

Inoltre, in quanto vittima avete il diritto di comprendere ed essere compresi nel contesto di qualsiasi azione che deve essere effettuata una volta che è stato denunciato il reato, ivi comprese le informazioni fornite prima della presentazione di una denuncia. Sarà fornito l'interpretariato nelle lingue dei segni legalmente riconosciute, nonché mezzi di sostegno per la comunicazione verbale nei casi in cui ciò sia necessario.

Tutte le comunicazioni effettuate, tanto verbali quanto scritte, si svolgeranno in un linguaggio chiaro, semplice e accessibile e terranno conto delle vostre caratteristiche ed esigenze personali, soprattutto qualora soffriate di disabilità sensoriali, intellettuali o mentali oppure siate un minore.

In veste di vittima, avete il diritto di ricevere informazioni principalmente riguardanti quanto segue:

  • le misure di assistenza e sostegno disponibili, siano esse mediche, psicologiche o materiali, e l'iter per ottenerle. Se del caso, tali misure includeranno informazioni sulle possibilità disponibili per ottenere alloggi alternativi;
  • il diritto di denunciare il reato e, se del caso, l'iter da seguire per farlo e il diritto di fornire elementi di prova alle autorità incaricate dell'indagine;
  • l'iter da seguire per ottenere consulenza e difesa legale e, se del caso, le condizioni alle quali le si può ottenere gratuitamente;
  • la possibilità di richiedere misure di protezione e, se del caso, l'iter da seguire per farlo;
  • il risarcimento al quale potete avere diritto e, se del caso, l'iter da seguire per richiederlo;
  • i servizi di interpretariato e traduzione disponibili;
  • l'aiuto ausiliario e i servizi di comunicazione disponibili;
  • l'iter attraverso il quale potreste essere in grado di esercitare i vostri diritti nel caso viviate fuori dalla Spagna;
  • i ricorsi che potete depositare contro qualsiasi decisione che riteniate incompatibile con i vostri diritti;
  • i dettagli di contatto dell'autorità incaricata di gestire il procedimento e i canali per comunicare con la stessa;
  • i servizi di giustizia riparatoria disponibili, nei casi in cui ciò sia legalmente possibile;
  • i casi nei quali è possibile essere rimborsati per le spese legali e, se del caso, l'iter da seguire per richiedere tale rimborso;
  • il diritto di presentare una richiesta di notificazione di determinate decisioni nel contesto del procedimento come, tra l'altro, la decisione di non avviare un procedimento penale, la sentenza definitiva nel contesto del procedimento, ecc.

Indipendentemente dal vostro ruolo nel contesto del procedimento penale, di norma potete essere presenti alle udienze, anche qualora non siano pubbliche. Sarete tenuti a partecipare soltanto per fornire la vostra prova testimoniale in veste di testimone.

Se siete una vittima che non è comparsa nel procedimento penale, sarete informati della data e del luogo del procedimento giudiziario. Il vostro ruolo principale sarà quello di fornire una prova testimoniale in veste di testimone. Affinché possiate ricevere la notificazione della data e dell'ora del procedimento giudiziario, dovete comunicare eventuali cambiamenti del vostro indirizzo durante il procedimento stesso.

Potete partecipare al procedimento in veste di accusa privata prima della preparazione dell'atto di accusa, ad esempio prima dell'inizio della fase orale del procedimento, fatta eccezione nel caso di procedimenti penali contro un minore. Sarete rappresentati dal vostro avvocato, che difenderà la vostra causa, e dal vostro rappresentante processuale, che vi rappresenterà formalmente nel contesto del procedimento.

Se state già agendo in veste di accusa privata, il vostro avvocato avrà accesso alla sintesi e agli altri documenti del caso nonché ad altri diritti, analoghi a quelli del pubblico ministero, tra i quali il diritto di:

  • richiedere la raccolta di ulteriori prove;
  • proporre nuovi testimoni o esperti che sosterranno il vostro caso;
  • proporre confronti, ecc.

Qualora l'imputato sia condannato, l'organo giurisdizionale può ordinargli di pagarvi i seguenti costi: il costo di avvocati e rappresentanti processuali, esperti, certificati rilasciati da registri pubblici e notai, ecc.

In veste di testimone, avete diritto a titolo gratuito a un interprete qualora non parliate spagnolo o la rispettiva lingua regionale, ma non avete la possibilità di tradurre documenti. Nonostante sia di norma difficile evitare il contatto visivo con l'imputato e gli edifici degli organi giurisdizionali non dispongano in generale di sale d'attesa distinte per i testimoni, qualora siate stati vittima di violenza sessuale potete:

  • beneficiare di un riparo in aula; oppure
  • testimoniare tramite videoconferenza.

Qualora dobbiate testimoniare e siate in pericolo, il presidente dell'organo giurisdizionale può ordinare un'udienza privata per proteggere la moralità, l'ordine pubblico e voi stessi in veste di vittima e/o la vostra famiglia. In qualità di accusa privata potete richiedere un'udienza privata.

Se siete stati citati per fornire una prova testimoniale e il giudice ritenga che siate soggetti a un serio rischio o che la vostra libertà, i vostri beni o la vostra famiglia siano a rischio, detto giudice può adottare una delle seguenti azioni:

  • proteggere la vostra identità, il vostro indirizzo, la vostra professione e il vostro luogo di lavoro, non utilizzando queste informazioni nel procedimento;
  • evitare che siate visti in aula e stabilire l'organo giurisdizionale come indirizzo per le notificazioni;
  • impedire che la vostra immagine venga registrata utilizzando qualsiasi supporto;
  • ordinare protezione da parte della polizia durante e dopo il procedimento;
  • fornirvi il trasporto fino all'organo giurisdizionale utilizzando vetture ufficiali;
  • presso l'organo giurisdizionale, porvi in una sala d'attesa sorvegliata dalla polizia;
  • in circostanze particolari, fornirvi una nuova identità e un aiuto finanziario per cambiare luogo, residenza e lavoro.

Se siete un minore che fa una dichiarazione, il contatto visivo tra voi e l'imputato sarà impedito ricorrendo a qualsiasi mezzo tecnico possibile. Anche i confronti saranno limitati. In caso di conflitto di interessi con i vostri rappresentanti legali che non vi consente di essere certi che i vostri interessi saranno adeguatamente gestiti nelle indagini o nel procedimento penale, oppure qualora il conflitto sia con uno dei vostri genitori e l'altro genitore non è in grado di adempiere adeguatamente i suoi doveri di rappresentarvi o assistervi, tra gli altri casi, il pubblico ministero chiederà al giudice o all'organo giurisdizionale di designare un tutore ad litem per voi il quale avrà il dovere di rappresentarvi nelle indagini e nel corso del procedimento penale.

Se siete stranieri potete avere un interprete a titolo gratuito, qualora non parliate spagnolo o la rispettiva lingua regionale. La polizia può offrirvi un modulo nella vostra lingua per denunciare il reato e darvi accesso a un interprete tramite chiamata telefonica o di persona. Gli organi giurisdizionali dispongono di un servizio di interpretariato che sarà coordinato con l'Ufficio di sostegno alle vittime di reato.

Se desiderate avviare un'azione civile nel contesto del procedimento penale (parte civile), dovete comparire con un avvocato e un rappresentante processuale nel momento in cui viene offerta la possibilità di partecipare al procedimento come parte privata e sempre prima che il reato sia classificato. In questo caso, sarete rappresentati dal vostro avvocato, che difenderà la vostra causa, e dal vostro rappresentante processuale, che vi rappresenterà formalmente nel contesto del procedimento.

Qualora otteniate sussidi o aiuti sulla base del vostro stato di vittima e siete stati oggetto di qualsiasi misura di protezione prevista dalla legge, avete l'obbligo di rimborsare tali sussidi e aiuti in caso di condanna per falsa denuncia di un reato o simulazione di reato, nonché l'obbligo di pagare le spese sostenute dall'amministrazione per le sue azioni di riconoscimento, protezione e sostegno e per i servizi forniti, fatte salve eventuali altre responsabilità civili o penali che possono applicarsi.

Posso rendere una dichiarazione durante il processo o testimoniare? A quali condizioni?

Indipendentemente dal vostro ruolo nel contesto del procedimento penale, di norma potete essere presenti alle udienze, anche qualora non siano pubbliche. Sarete tenuti a partecipare soltanto per fornire la vostra prova testimoniale in veste di testimone.

Durante la vostra partecipazione al procedimento, potete continuare a beneficiare dei servizi degli Uffici di sostegno alle vittime di reato.

Se siete una vittima che non è comparsa nel procedimento penale, sarete informati della data e del luogo del procedimento giudiziario. Il vostro ruolo principale sarà quello di fornire una prova testimoniale in veste di testimone. Affinché possiate essere informati della data e dell'ora del procedimento giudiziario, dovete comunicare eventuali cambiamenti del vostro indirizzo durante il procedimento stesso.

Potete partecipare al procedimento in veste di accusa privata prima della preparazione dell'atto di accusa, ad esempio prima dell'inizio della fase orale del procedimento, fatta eccezione nel caso di procedimenti penali contro un minore. Sarete rappresentati dal vostro avvocato, che difenderà la vostra causa, e dal vostro rappresentante processuale, che vi rappresenterà formalmente nel contesto del procedimento.

Se state già agendo in veste di accusa privata, il vostro avvocato avrà accesso alla sintesi e agli altri documenti del caso nonché ad altri diritti, analoghi a quelli del pubblico ministero:

  • richiedere la raccolta di ulteriori prove;
  • proporre nuovi testimoni o esperti che sosterranno il vostro caso;
  • proporre confronti, ecc.

Qualora l'imputato sia condannato, l'organo giurisdizionale può ordinargli di pagarvi i seguenti costi: il costo di avvocati e rappresentanti processuali, esperti, certificati rilasciati da registri pubblici e notai, ecc.

In veste di testimone, avete diritto a titolo gratuito a un interprete qualora non parliate spagnolo o la rispettiva lingua regionale, ma non avete la possibilità di tradurre documenti. Nonostante sia di norma difficile evitare il contatto visivo con l'imputato e gli edifici degli organi giurisdizionali non dispongano in generale di sale d'attesa distinte per i testimoni, qualora siate stati vittima di violenza sessuale potete:

  • beneficiare di un riparo in aula; oppure
  • testimoniare tramite videoconferenza.

Qualora dobbiate testimoniare e siate in pericolo, il presidente dell'organo giurisdizionale può ordinare un'udienza privata per proteggere la moralità, l'ordine pubblico e voi stessi in veste di vittima e/o la vostra famiglia. In qualità di accusa privata potete richiedere un'udienza privata.

Se siete stati citati per fornire una prova testimoniale e il giudice ritenga che siate soggetti a un serio rischio o che la vostra libertà, i vostri beni o la vostra famiglia siano a rischio, detto giudice può adottare una delle seguenti azioni:

  • proteggere la vostra identità, il vostro indirizzo, la vostra professione e il vostro luogo di lavoro, non utilizzando queste informazioni nel procedimento;
  • evitare che siate visti in aula e stabilire l'organo giurisdizionale come indirizzo per le notificazioni;
  • impedire che la vostra immagine venga registrata utilizzando qualsiasi supporto;
  • ordinare protezione da parte della polizia durante e dopo il procedimento;
  • fornirvi il trasporto fino all'organo giurisdizionale utilizzando vetture ufficiali;
  • presso l'organo giurisdizionale, porvi in una sala d'attesa sorvegliata dalla polizia;
  • in circostanze particolari, fornirvi una nuova identità e un aiuto finanziario per cambiare luogo, residenza e lavoro.

Se siete un minore che fa una dichiarazione, il contatto visivo tra voi e l'imputato sarà impedito ricorrendo a qualsiasi mezzo tecnico possibile. Anche i confronti saranno limitati. In caso di conflitto di interessi con i vostri rappresentanti legali che non vi consente di essere certi che i vostri interessi saranno adeguatamente gestiti nelle indagini o nel procedimento penale, oppure qualora il conflitto sia con uno dei vostri genitori e l'altro genitore non è in grado di adempiere adeguatamente i suoi doveri di rappresentarvi o assistervi, tra gli altri casi, il pubblico ministero chiederà al giudice o all'organo giurisdizionale di designare un tutore ad litem per voi il quale avrà il dovere di rappresentarvi nelle indagini e nel corso del procedimento penale.

Se siete stranieri potete avere un interprete a titolo gratuito, qualora non parliate spagnolo o la rispettiva lingua regionale. Gli organi giurisdizionali dispongono di un servizio di interpretariato che sarà coordinato con l'Ufficio di sostegno alle vittime di reato.

Quali informazioni riceverò durante il processo?

Qualora abbiate presentato la richiesta pertinente, avete il diritto di ricevere informazioni sulla data, sull'ora e sul luogo del processo e sul contenuto dell'accusa contro l'autore del reato, nonché ricevere le seguenti decisioni:

  • la decisione di non avviare un procedimento penale;
  • la sentenza definitiva nel contesto del procedimento;
  • le decisioni di incarcerazione o scarcerazione dell'autore del reato, nonché la notificazione dell'eventuale evasione dello stesso;
  • le decisioni di adozione di misure di protezione personali o che modificano quelle già concordate, laddove tali misure siano in atto per garantire la vostra sicurezza;
  • le decisioni emesse da qualsiasi autorità giudiziaria o penitenziaria che riguardi i soggetti condannati per reati commessi tramite atti di violenza o intimidazione e che costituiscono un rischio per la vostra sicurezza;
  • le decisioni che implicano la vostra partecipazione in veste di vittima nell'applicazione della sentenza e che vengono pronunciate nell'ambiente carcerario, come quelle che riguardano la classificazione del detenuto condannato come un regime carcerario di semi-libertà di 3° grado, benefici penitenziari, un permesso breve, la liberazione condizionale, ecc.

Se la vittima di un reato richiede di essere informata delle decisioni di cui sopra, deve indicare un indirizzo di posta elettronica o, altrimenti, un indirizzo postale o di residenza, ai quali saranno inviate le comunicazioni e le notificazioni dell'autorità.

In via eccezionale, qualora non disponiate di un indirizzo di posta elettronica, tali notificazioni saranno inviate per posta ordinaria all'indirizzo da voi fornito.

Se siete un cittadino residente al di fuori dell'Unione europea e non disponete di un indirizzo di posta elettronica o di un indirizzo postale ai quali inviare le comunicazioni, queste ultime saranno inviate all'ufficio diplomatico o consolare spagnolo nel vostro paese di residenza per la pubblicazione.

Le notificazioni che potreste ricevere includeranno, quanto meno, il dispositivo della decisione e la sua base giuridica.

Qualora come vittima siate comparsi formalmente nel procedimento, le decisioni saranno notificate al vostro rappresentante processuale e saranno comunicate anche a voi all'indirizzo e-mail che avete fornito.

In qualsiasi momento potete esprimere il vostro desiderio di non essere informati delle decisioni di cui sopra e, in tal caso, la richiesta di notificazione da voi presentata inizialmente diventerà inefficace.

Qualora abbiate chiesto di essere indirizzati a un Ufficio di sostegno alle vittime di reato o stiate ricevendo assistenza da uno di tali Uffici, avete il diritto di ricevere informazioni sui dati di contatto dell'autorità responsabile della gestione del procedimento e sui canali per comunicare con tale autorità, nonché informazioni sulla data, sull'ora e sul luogo del procedimento, oltre che sul contenuto dell'accusa contro l'autore del reato.

Qualora siate vittima di un reato di violenza di genere, avete il diritto di essere informati sulla situazione processuale dell'aggressore e sulle misure di protezione adottate, senza che dobbiate farne richiesta. In qualsiasi momento potete esprimere la vostra volontà di non ricevere tali informazioni.

Potrò accedere ai fascicoli dell'organo giurisdizionale?

Se state già agendo in veste di accusa privata, il vostro avvocato avrà accesso alla sintesi e agli altri documenti del caso.

Le attività quotidiane degli avvocati includono l'accesso alle informazioni legali e alla documentazione, in particolare nei casi in cui il loro cliente non è parte nel procedimento.

Ai sensi della legislazione spagnola, le parti che partecipano a un procedimento possono essere informate in merito allo stesso e partecipare a tutte le formalità procedurali.

Ultimo aggiornamento: 12/03/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web