Diritti delle vittime per paese

Quali informazioni riceverò dalle autorità (ad es. polizia, pubblico ministero) dopo che è stato commesso il reato, anche prima della denuncia?

Al primo contatto con la polizia saranno comunicate le seguenti informazioni:

  1. il tipo di assistenza che è possibile ricevere e da chi;
  2. le modalità per denunciare il reato e il ruolo della vittima nei procedimenti connessi;
  3. come e a quali condizioni è possibile ricevere protezione;
  4. come e a quali condizioni è possibile ottenere consulenza o il patrocinio a spese dello Stato o qualsiasi altro tipo di consulenza;
  5. come e a quali condizioni è possibile ottenere un risarcimento dei danni;
  6. come e a quali condizioni si ha diritto all'interpretazione e alla traduzione;
  7. se residente in uno Stato membro diverso da quello in cui è stato commesso il reato, tutte le misure, i procedimenti o gli accordi speciali in essere per proteggere i vostri interessi a Malta;
  8. le procedure in vigore per presentare una denuncia se i vostri diritti sono violati dalla polizia;
  9. i recapiti per comunicare informazioni relativamente al vostro caso;
  10. le possibilità di ricorrere alla giustizia a disposizione;

come e a quali condizioni si ha diritto al rimborso delle spese sostenute per partecipare ai procedimenti penali

Non risiedo nel paese dell'UE ove è stato commesso il reato (cittadini dell'UE e non UE). Come sono protetti i miei diritti?

In quanto vittima di un reato commesso in un altro Stato membro, se siete residenti a Malta avete il diritto di presentare la denuncia del reato alla polizia maltese. Una volta presentata la denuncia, la polizia maltese ha l'obbligo di trasmetterla immediatamente all'autorità competente dello Stato membro nel quale è stato commesso il reato, eccetto nel caso in cui abbia essa stessa avviato un procedimento.

Se denuncio un reato, quali informazioni riceverò?

Nel momento in cui denunciate un reato la polizia, questa dovrebbe consegnarvi una ricevuta scritta, contenente gli elementi di base relativi al reato. Su richiesta, avete inoltre il diritto di ricevere informazioni in merito a quanto segue:

  1. l'eventuale decisione di non proseguire le indagini o di interromperle o di non adottare misure nei confronti dell'autore del reato
  2. la data e il luogo del processo e la natura dei capi d’imputazione a carico dell'autore del reato
  3. l'eventuale sentenza relativa al procedimento
  4. informazioni relative alla situazione dei procedimenti penali
  5. la liberazione o l'evasione dell'autore del reato e le eventuali misure adottate per la vostra protezione qualora si verificassero tali eventi

Nei casi di cui sub a e c, dovreste ricevere le motivazioni o una sintesi della decisione in questione.

Ho diritto a servizi gratuiti di interpretazione o traduzione (quando contatto la polizia o le altre autorità o durante le indagini e il processo)?

La polizia dovrebbe assicurare che siate in grado di capire e farvi capire. Se non capite/parlate maltese o inglese, avete diritto all'interpretazione e alla traduzione in una lingua che capite.

Come possono le autorità assicurare che io capisca e mi faccia capire (se sono minore o se ho una disabilità)?

La comunicazione deve avvenire in modo semplice e con un linguaggio accessibile e le vostre caratteristiche personali dovrebbero essere rispettate, comprese le eventuali disabilità che possono incidere sulla vostra capacità di comprensione e di espressione. Avete inoltre il diritto di essere accompagnati da una persona di vostra scelta al primo contatto con la polizia, se, a causa dell'impatto del reato, avete bisogno di assistenza per capire e farvi capire. Se la vittima è disabile o minorenne, la polizia richiede sempre l'assistenza degli operatori sociali dell'agenzia Appoġġ (Aġenzija Appoġġ) e, se lo ritiene necessario, può altresì richiedere l'assistenza di altri professionisti del settore.

Servizi di assistenza alle vittime

Chi offre assistenza alle vittime? La polizia mi indirizzerà automaticamente verso i servizi di assistenza alle vittime?

Durante il primo contatto con la polizia, questa vi fornirà informazioni relative al tipo di assistenza che è possibile ricevere e da chi, compresa l'assistenza medica, il sostegno psicologico e un eventuale alloggio alternativo. La polizia dovrebbe inoltre indirizzarvi immediatamente verso i servizi di assistenza alle vittime.

Come è tutelata la mia vita privata?

Il servizio di assistenza è soggetto all'obbligo di riservatezza.

Devo denunciare un reato prima di poter avere accesso ai servizi di assistenza alle vittime?

Potete fruire di questi servizi anche prima della denuncia formale del reato.

Protezione personale se sono in pericolo

Quale tipo di protezione è disponibile?

La polizia dovrebbe garantire immediatamente che siate al sicuro, se dopo un primo accertamento emerge che siete in pericolo. Se la polizia conclude che l'autore del reato è pericoloso, può procedere all'arresto e avviare urgentemente la causa, richiedendo al giudice di ordinare la detenzione dell'autore del reato.

Potete anche chiedere all'ufficiale di polizia responsabile del vostro caso di inserirvi in un programma di protezione dei testimoni. Dovrete dichiarare che testimonierete contro l'autore del reato nel corso delle udienze. Se è convinto che la vostra testimonianza o le altre prove che avete siano importanti per la causa, l'ufficiale di polizia chiederà al pubblico ministero di inserirvi in un programma di protezione dei testimoni. Il programma può riguardare anche membri della vostra famiglia e altri parenti. Esso consiste di norma di misure intese a garantire la vostra incolumità e/o a tutelare i vostri beni.

Chi può proteggermi?

La polizia

Chi valuterà il mio caso per accertare se vi sia ancora pericolo da parte dell'autore del reato?

La polizia effettuerà questa valutazione.

Il sistema della giustizia penale valuterà il mio caso per accertare se corro ulteriori pericoli (durante le indagini e il processo)?

Se durante i procedimenti emerge che sussiste un pericolo, la polizia può richiedere al giudice di pronunciare un'ordinanza di protezione per voi e la vostra famiglia.

Quale tipo di protezione esiste per le vittime estremamente vulnerabili?

Nei casi di violenza domestica, le vittime sono collocate in appositi rifugi

Sono minorenne: godo di diritti speciali?

Se siete minorenni, i vostri genitori o tutori possono denunciare il reato al vostro posto.

In quanto minorenni, se i vostri genitori o tutori non possono rappresentarvi a causa di un conflitto d'interessi o se siete non accompagnati o separati dalle vostre famiglie, il giudice, su iniziativa propria, nomina un rappresentante del minore o un magistrato preposto all'istituto del patrocinio per rappresentare i vostri interessi.

Un membro della mia famiglia è deceduto in conseguenza del reato: quali sono i miei diritti?

Siete considerati vittime e godete degli stessi diritti in quanto vittima di un reato.

Un membro della mia famiglia è stato vittima di un reato: quali sono i miei diritti?

Potete denunciare il reato al posto della vittima se ne siete il coniuge, il genitore, il figlio, il fratello/la sorella o il tutore.

Posso avere accesso ai servizi di mediazione? A quali condizioni? Sarò al sicuro durante la mediazione?

La mediazione fra la vittima e l'autore del reato sarà disponibile durante i procedimenti penali quando l'autore del reato confessa il reato o si accerta la sua colpevolezza . In caso di ammissione o di sentenza di colpevolezza, esistono varie modalità per avere accesso alla mediazione attraverso gli organi giurisdizionali (Qrati tal-Ġustizzja). L'accesso ai servizi di mediazione può essere ottenuto presentando domanda al giudice, mediante un'azione da parte del pubblico ministero e/o dell'avvocato della difesa e/o del funzionario responsabile della sorveglianza, in modo che la causa possa essere oggetto di mediazione.

Se il giudice accetta la domanda, la causa è rinviata alla commissione di mediazione vittima-autore del dipartimento di sorveglianza e liberazione condizionale. Tale commissione deciderà se il caso debba essere oggetto di mediazione, una volta esaminate tutte le informazioni pertinenti. Se la commissione sceglie la mediazione, il caso è assegnato a un mediatore. Il mediatore contatta entrambe le parti e le incontra separatamente al fine di organizzare una terza riunione, cui parteciperanno entrambe le parti. Affinché il processo di mediazione possa procedere, il mediatore deve accertarsi che entrambe le parti trarranno un vantaggio dal processo e che non sussista il rischio di vittimizzazione secondaria.

Dove posso trovare le leggi che disciplinano i miei diritti?

La legge che tratta dei vostri diritti è la legge sulle vittime di un reato (Att dwar il-Vittmi tal-Kriminalità) - Capo 539 della legislazione di Malta

Per quanto riguarda la mediazione, la legge applicabile è la legge sulla giustizia riparativa (Att dwar il-Ġustizzja Riparatriċi) - Capo 516 della legislazione di Malta

Ultimo aggiornamento: 19/02/2020

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web