Diritti delle vittime per paese

Estonia

Contenuto fornito da
Estonia

Quali informazioni posso ottenere dalle autorità una volta che il reato si è verificato (ad es. polizia, pubblico ministero), ma anche prima di denunciarlo?

Contattando le autorità si otterranno informazioni riguardanti:

  • le modalità per denunciare il reato;
  • i servizi di sostegno alle vittime disponibili senza sporgere denuncia.

È inoltre possibile trovare indicazioni sul sito internet della direzione della polizia e della guardia di frontiera .

Non vivo in un paese dell'UE in cui ha avuto luogo il reato (cittadini dell'UE e di paesi terzi). Come sono tutelati i miei diritti?

I diritti delle persone sono tutelati a prescindere dal paese dell'UE in cui sono state vittime di reato. Le vittime hanno la possibilità di sporgere denuncia e, se necessario, ricevere servizi di sostegno alle vittime sia nel paese in cui è stato commesso il reato sia in quello in cui vivono.

Se denuncio un reato, quali informazioni riceverò?

Dopo avere denunciato il reato, la vittima ha il diritto di ricevere le seguenti informazioni:

  • a sua richiesta, un atto scritto che attesti la presentazione della denuncia;
  • una notifica, entro dieci giorni, della decisione di avviare o meno un procedimento penale;
  • qualora venga avviato un procedimento penale, la vittima sarà interrogata e le verrà chiesto se voglia ricevere informazioni riguardo all'arresto e al rilascio dell'indagato, nonché all'ora e al luogo del processo. In aggiunta,
  • al termine delle indagini preliminari sul caso, il pubblico ministero informerà la vittima del suo diritto a prendere visione del contenuto del fascicolo penale.

Ho diritto a servizi gratuiti di interpretazione o di traduzione (quando contatto la polizia o le altre autorità o nel corso dell'indagine e del processo)?

Tutti coloro che non capiscono né parlano estone hanno diritto a essere assisti da un interprete durante il procedimento. Su richiesta, le vittime possono ricevere una traduzione di qualunque testo indispensabile ai fini della comprensione della decisione sull'archiviazione del procedimento penale o della sentenza del giudice, nonché per garantire l'equità del procedimento.

In che modo le autorità garantiscono che comprendo e che vengo compreso (nel caso in cui io sia un minore; se ho una disabilità)?

Le autorità sono tenute a garantire che le vittime capiscano cosa viene spiegato e che siano capite. A tal fine, sono disponibili fogli informativi in un linguaggio di facile comprensione e sono presenti presso la polizia o la procura professionisti appositamente formati. È inoltre sempre possibile essere assistiti da un interprete in lingua dei segni.

Servizi di sostegno alle vittime

Chi fornisce sostegno alle vittime?

I servizi di sostegno alle vittime sono erogati dall'Istituto nazionale estone per la previdenza sociale.

Le donne vittime di violenza possono altresì rivolgersi alle case rifugio per le donne per un aiuto.

La polizia automaticamente mi indicherà un punto di sostegno alle vittime?

La polizia fornirà alle vittime informazioni sui servizi di sostegno alle vittime e, ove necessario, le indirizzerà a un operatore specializzato nell'assistenza alle vittime. In molte stazioni di polizia sono sempre presenti operatori per il sostegno alle vittime.

Com'è protetta la mia privacy?

Tutte le informazioni raccolte nel corso del procedimento penale sono riservate e non saranno condivise prima del processo pubblico. Il giudice può inoltre prevedere che il processo si tenga a porte chiuse e, in tal caso, non saranno pubblicamente accessibili neppure le informazioni discusse durante il processo.

Devo denunciare il reato prima di avere accesso ai servizi di assistenza alle vittime?

No, l'accesso ai servizi generali di sostegno alle vittime è garantito a tutti, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno sporto denuncia. Tuttavia, vi sono servizi specifici di sostegno alle vittime accessibili soltanto dopo avere denunciato un reato, come ad esempio il risarcimento delle vittime di violenza o la fruizione di servizi di sostegno psicologico.

Protezione personale se sono in situazione di pericolo

Quali tipi di protezione sono disponibili?

È possibile chiedere al pubblico ministero che richieda al giudice di emettere un'ordinanza restrittiva temporanea nei confronti dell'indagato. Tale ordinanza impone all'indagato di non recarsi nei luoghi specificati dal giudice e di non avvicinarsi alle persone precisate dal giudice né comunicare con loro.

È altresì possibile beneficiare di misure di protezione delle vittime applicate dalla polizia su richiesta della procura.

Chi mi può offrire protezione?

In situazioni di pericolo, occorre contattare la polizia, che si occuperà di garantire la vostra sicurezza.

La mia situazione sarà valutata da qualcuno per vedere se rischio ulteriori pregiudizi da parte dell'autore del reato?

La polizia è tenuta a valutare tutti i casi, garantendo che si eviti ogni danno.

La mia situazione sarà valutata da qualcuno per vedere se rischio ulteriori pregiudizi da parte del sistema giudiziario penale (durante le fasi dell'indagine e del processo)?

Tutte le autorità competenti del procedimento sono sempre tenute a prendere in considerazione gli interessi della vittima e a prevenirne la vittimizzazione secondaria durante il procedimento penale.

Quali tutele sono disponibili per le vittime molto vulnerabili?

In caso di reato grave, è possibile garantire che le vittime non siano interrogate in tribunale e, in alternativa, può essere organizzata un'udienza in videoconferenza o installare in aula un divisorio affinché l'imputato non veda la vittima durante l'interrogatorio in tribunale.

Sono un minorenne. Ho dei diritti speciali?

L'autorità responsabile del procedimento può invitare a partecipare all'interrogatorio di una vittima minorenne un funzionario competente in materia di tutela dei minori, un assistente sociale o uno psicologo. Questo intervento è obbligatorio nei casi gravi se la persona che si occupa del procedimento non ha una formazione specifica al riguardo.

Per le vittime minorenni i cui interessi sono in conflitto con quelli dei legali rappresentanti o dei genitori, l'autorità responsabile del procedimento può nominare un avvocato che le assisterà gratuitamente nell'ambito del patrocinio a spese dello Stato.

I minori affetti da disordini mentali e tutti i bambini di età inferiore ai 10 anni o, in casi di violenza domestica o sessuale, ai 14 anni non saranno interrogati in tribunale. Al contrario, l'interrogatorio della polizia con il minore sarà videoregistrato e può essere utilizzato come prova in tribunale.

Un membro della mia famiglia è deceduto a causa del reato — quali sono i miei diritti?

Le persone i cui familiari siano deceduti a causa del reato godono di tutti i diritti garantiti alle vittime durante il procedimento.

Un membro della mia famiglia è stato una vittima di reato — quali sono i miei diritti?

I familiari delle vittime di reato hanno diritto, se necessario, a servizi di sostegno alle vittime analoghi a quelli previsti per le vittime stesse.

Posso avere accesso ai servizi di mediazione? A quali condizioni? Sono al sicuro durante la mediazione?

Con il consenso della vittima e dell'indagato, la procura può decidere di chiudere il procedimento ricorrendo alla conciliazione (mediazione). I servizi di conciliazione sono erogati da un operatore incaricato del sostegno alle vittime.

È possibile rinunciare alla procedura di conciliazione in ogni momento.

Dove posso trovare la legislazione che stabilisce i miei diritti?

Codice di procedura penale

Legge di supporto alle vittime

Ultimo aggiornamento: 15/01/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web