La versione originale in lingua estone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Diritti delle vittime per paese

Estonia

Contenuto fornito da
Estonia
Non esiste una traduzione ufficiale della versione linguistica che state consultando.
Qui è possibile consultare una versione del testo tradotta automaticamente. Attenzione: la traduzione è fornita esclusivamente a titolo informativo. Il proprietario della pagina non si assume alcuna responsabilità circa la qualità della traduzione automatica.

Come posso denunciare un reato?

È possibile denunciare un reato chiamando il numero di emergenza della polizia 112 (qualora sia necessario anche un intervento urgente della polizia), presentando una dichiarazione scritta presso la stazione di polizia più vicina o inviando via e-mail una relazione al commissariato di polizia competente. Potete trovare informazioni su come denunciare un reato qui

Come posso conoscere il seguito della mia denuncia?

Dopo avere denunciato un reato, si è contattati e informati delle eventuali procedure successive (ad esempio, invito a testimoniare, fornire informazioni sui possibili testimoni, contribuire alla raccolta di prove, ecc.). Se necessario, saranno date informazioni anche sui servizi di sostegno alle vittime disponibili e su altre misure di protezione.

Dopo l'interrogatorio, è opportuno prendere nota del numero del fascicolo e dell'inquirente responsabile del caso. In tal modo sarà più semplice chiedere informazioni alla polizia in un secondo momento.

Ho diritto al patrocinio a spese dello Stato (nel corso dell'indagine o del processo)? A quali condizioni?

È garantita l'assistenza di un avvocato durante il procedimento. Laddove non si disponga di mezzi per ingaggiare un legale, è possibile presentare al giudice una domanda di ammissibilità al patrocinio a spese dello Stato.

Tutte le vittime minorenni i cui interessi siano in conflitto con quelli dei legali rappresentanti hanno diritto a un'assistenza legale gratuita a spese dello Stato.

Posso chiedere il rimborso delle spese (per partecipare alle indagini/processo)? A quali condizioni?

Le vittime e i testimoni possono chiedere il rimborso delle spese sostenute o dei redditi non percepiti a causa del procedimento penale. Ad esempio è possibile chiedere il rimborso delle spese di viaggio o del guadagno perso per essere comparso a testimoniare. Per chiedere il rimborso delle spese occorre rivolgersi all'autorità che ha inviato l'atto di citazione, la quale potrà fornire indicazioni su come presentare la domanda di rimborso.

Posso ricorrere contro la decisione di archiviazione della denuncia?

Quando il procedimento penale è archiviato verrà inviata alla vittima o al suo legale rappresentante una copia della decisione pertinente. Le vittime possono chiedere di accedere al fascicolo penale nei 10 giorni successivi al ricevimento della decisione di archiviazione del procedimento penale. Il termine di 10 giorni vale anche per presentare alla procura una domanda di riesame della decisione.

Posso partecipare al processo?

Le vittime sono parti del processo a parità di condizioni con le altre parti e possono essere coinvolte nel processo.

Qual è il mio ruolo ufficiale nel sistema giudiziario? Ad esempio, sono o posso scegliere di essere: vittima, testimone, parte civile, o accusa privata?

Le persone contro le quali è stato commesso il reato hanno nell'ambito del procedimento penale il ruolo di vittima. Ciononostante possono altresì agire quale parte dello stesso procedimento proponendo un'azione civile.

Quali sono i miei diritti e obblighi in questo ruolo?

Secondo il codice di procedura penale le vittime hanno il diritto di:

  1. contestare il rifiuto di avviare o archiviare un procedimento penale;
  2. proporre un'azione civile attraverso un organo inquirente o la procura;
  3. testimoniare o rifiutarsi di testimoniare contro persone a loro prossime;
  4. deporre;
  5. presentare domande o denunce;
  6. esaminare i verbali del procedimento e rendere dichiarazioni riguardo alle condizioni, al corso, ai risultati e ai verbali del procedimento (le dichiarazioni saranno trascritte);
  7. esaminare il contenuto del fascicolo penale dopo la conclusione dell'indagine preliminare sul caso;
  8. partecipare all'udienza;
  9. accettare o rifiutare l'applicazione di una procedura per una transazione e dare la propria opinione riguardo ai capi di imputazione e alle sanzioni, all'importo dei danni specificati nei capi di imputazione e all'azione civile;
  10. dare il proprio consenso per l'applicazione di un'ordinanza restrittiva temporanea e chiedere l'applicazione di un'ordinanza restrittiva;
  11. chiedere di essere interrogate da una persona dello stesso sesso in caso di violenza sessuale, violenza di genere o reato penale commesso nell'ambito di una relazione stretta, ad eccezione dei casi in cui l'interrogatorio sia condotto da un pubblico ministero o da un giudice oppure in cui ciò potrebbe ostacolare il corso del procedimento.

Le vittime sono tenute a:

  1. comparire se citate da un organo inquirente, dalla procura o dal giudice;
  2. partecipare al procedimento e seguire le disposizioni dell'organo inquirente, della procura o del giudice.

Posso rendere una dichiarazione durante il processo o testimoniare? A quali condizioni?

È possibile rendere dichiarazioni ed esprimere la propria opinione durante il processo. È altresì possibile essere chiamati a deporre in tribunale, laddove la procura abbia richiesto di procedere con un interrogatorio.

Quali informazioni riceverò durante il processo?

Il giudice informa le vittime dell'ora e del luogo delle udienze in tribunale, nonché della sentenza, che verrà inviata loro per posta, a meno che non siano presenti di persona in tribunale al momento della pronuncia della sentenza.

Sarò in grado di accedere ai documenti giudiziari?

È possibile esaminare i fascicoli giudiziari conservati dalla procura dopo la conclusione dell'indagine preliminare o al termine del procedimento penale. La procura informerà le vittime di questa possibilità o fornirà istruzioni su come procedere all'esame dei fascicoli.

Ultimo aggiornamento: 15/01/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web