Diritti delle vittime per paese

Repubblica ceca

Contenuto fornito da
Repubblica ceca

Quali informazioni posso ottenere dalle autorità una volta che il reato si è verificato (ad es. polizia, pubblico ministero), ma anche prima di denunciare il reato?

Sin dal vostro primo contatto con la polizia, riceverete informazioni che vi consentiranno di esercitare correttamente i vostri diritti. Nello specifico, riceverete informazioni in merito a quanto segue:

  • l'autorità presso la quale è possibile presentare una denuncia penale e riceverete i dati di contatto di tale autorità;
  • chi potete contattare con una richiesta di assistenza professionale e in quali condizioni l'assistenza professionale è gratuita; riceverete anche i dati di contatto dei professionisti che forniscono assistenza;
  • le condizioni alle quali potete avere diritto a misure destinate a garantire la vostra sicurezza;
  • dove ottenere maggiori informazioni in merito al caso nel contesto del quale siete la vittima;
  • le fasi del procedimento penale e il vostro ruolo nel loro contesto;
  • l'autorità presso la quale potete richiedere ulteriori informazioni; riceverete altresì i dati di contatto di tale autorità;
  • le condizioni alle quali potete avere diritto ad assistenza finanziaria;
  • le case rifugio più vicine, i centri di intervento o altre strutture analoghe che potete contattare;
  • il prestatore di assistenza sanitaria più vicino che potete contattare;
  • come cercare di ottenere un risarcimento se i vostri diritti sono stati violati da un'autorità pubblica;
  • le misure che potete richiedere per proteggere i vostri interessi se risiedete in un altro Stato membro dell'UE;
  • quali altri diritti avete in base alla legge sulle vittime di reati.

Non vivo in un paese dell'UE in cui ha avuto luogo il reato (cittadini dell'UE e di paesi terzi). Come sono tutelati i miei diritti?

Disponete dei medesimi diritti dei cittadini della Repubblica ceca e delle persone che risiedono nella Repubblica ceca. Se dichiarate di non parlare il ceco, vi verranno fornite informazioni sui vostri diritti in una lingua che comprendete o nella lingua ufficiale dello Stato del quale siete cittadini.

Se denuncio un reato, quale informazione riceverò?

Se sporgete denuncia alla polizia, vi devono essere fornite tutte le informazioni che devono essere date al momento del primo contatto con la polizia, come specificato in precedenza.

Se presentate una denuncia penale a un pubblico ministero, in tale sede dovete sempre ricevere informazioni in merito ai seguenti aspetti:

  • dove potete richiedere assistenza professionale e in quali condizioni l'assistenza professionale è gratuita; riceverete anche i dati di contatto dei professionisti che forniscono assistenza;
  • le condizioni alle quali potete avere diritto a misure destinate a garantire la vostra sicurezza;
  • dove ottenere maggiori informazioni in merito al caso nel contesto del quale siete la vittima.

Ho diritto a servizi gratuiti di interpretazione o di traduzione (quando contatto la polizia o le altre autorità o nel corso dell'indagine e del processo)?

Quando interagite con le autorità incaricate dell'applicazione della legge e non parlate ceco, potete utilizzare la vostra lingua madre o una lingua che avete indicato di parlare.

Se possibile, su vostra richiesta, vi sarà consegnata la traduzione della decisione definitiva che chiude il procedimento. Nella misura necessaria affinché possiate esercitare i vostri diritti nel contesto del procedimento, a fronte di una vostra richiesta motivata, vi potrà essere fornita una traduzione di altri documenti.

In che modo le autorità garantiscono che comprendo e che vengo compreso (nel caso di minore; se ho una disabilità)?

Le autorità hanno l'obbligo di informare le vittime in maniera comprensibile, tenendo conto della loro età, maturità intellettuale e volitiva, alfabetizzazione e salute, nonché del loro stato psicologico. Se possibile, gli esami di minori e di persone con disabilità devono essere svolti da una persona appositamente addestrata a tale fine.

Servizi di sostegno alle vittime

Chi fornisce sostegno alle vittime?

Il sostegno alle vittime è fornito da diversi gruppi di enti. Tra questi si annoverano i centri statali del servizio di mediazione e libertà condizionale, nonché enti privati accreditati dal ministero della Giustizia per fornire informazioni legali e/o programmi riparatori ed enti autorizzati dalla legge sui servizi sociali a fornire servizi di consulenza psicologica e sociale. L'assistenza legale alle vittime è fornita da taluni avvocati. Tali soggetti sono iscritti nel registro dei fornitori di assistenza alle vittime, gestito dal ministero della Giustizia e accessibile dal sito web di tale ministero all'indirizzo https://www.justice.cz/ (in ceco).

La polizia automaticamente mi indicherà un punto di sostegno alle vittime?

Sì, sarete informati automaticamente in merito all'assistenza alle vittime durante il vostro primo contatto con la polizia. Riceverete i dati di contatto delle autorità che forniscono assistenza.

Com'è protetta la mia privacy?

In generale, le autorità incaricate dell'applicazione della legge non sono autorizzate a pubblicare informazioni non direttamente correlate all'attività criminale. Nel procedimento istruttorio, qualsiasi informazione che possa portare alla rivelazione della vostra identità non deve essere divulgata. Una protezione speciale è concessa alla tutela della vita privata delle persone di età inferiore ai 18 anni. Qualora ne facciate richiesta, le informazioni relative alla vostra vita privata (il vostro indirizzo di residenza e notificazione, il vostro luogo di lavoro o la sede della vostra impresa, nonché la vostra situazione personale, familiare e patrimoniale) saranno conservate in maniera tale da poter essere accessibili esclusivamente alle autorità incaricate dell'applicazione della legge, agi ufficiali di polizia e ai funzionari del servizio di mediazione e libertà condizionale coinvolti nel procedimento. Tali informazioni possono essere rese accessibili soltanto se ciò è necessario per il conseguimento della finalità del procedimento penale o affinché la persona contro la quale viene condotto il procedimento penale possa esercitare debitamente il proprio diritto di difesa.

Devo denunciare il reato prima di avere accesso ai servizi di assistenza alle vittime?

No, l'assistenza professionale è disponibile prima dell'avvio del procedimento penale. Anche prima che il reato venga denunciato, potete ricevere assistenza professionale qualora ciò sia necessario e opportuno.

Protezione personale se sono in una situazione di pericolo

Quali tipi di protezione sono disponibili?

Esistono numerose opzioni per la protezione delle vittime.

La polizia può fornirvi una "protezione a breve termine" qualora sia probabile che siate a rischio di lesioni personali o siate soggetti ad altri rischi gravi. Tale protezione può includere la protezione fisica, il cambiamento di residenza o attività di consulenza e preventive. La polizia può altresì ordinare all'imputato di lasciare il nucleo familiare nel quale vivete insieme e le sue vicinanze per un periodo di 10 giorni qualora sussista un rischio di aggressione ai danni della vostra vita o della vostra salute.

Qualora la sicurezza della vittima sia a rischio, il funzionario di polizia attua azioni o adotta misure atte a garantire la sicurezza della vittima. I funzionari del servizio penitenziario, gli ufficiali di polizia militare e quelli dalla polizia municipale sono soggetti al medesimo obbligo.

Nelle situazioni più gravi, a determinate condizioni potete essere idonei a beneficiare di una protezione speciale fornita a testimoni e altre persone che potrebbero essere a rischio di lesioni personali o altri rischi gravi in relazione a procedimenti penali. Tale protezione include protezione personale, cambio di residenza e assistenza all'inclusione sociale in un nuovo ambiente, dissimulazione della vera identità, ecc. Questa è una misura molto seria, alla quale si dovrebbe ricorrere soltanto se necessario.

La protezione fornita dagli organi giurisdizionali o dai pubblici ministeri assume la forma di misure di protezione utilizzate nel contesto del procedimento penale come ad esempio il divieto per la persona accusata di contattare la vittima o di accedere all'abitazione comune presso la quale vive la vittima. Analoghe misure di protezione possono essere adottate da un organo giurisdizionale anche nel contesto di un procedimento civile. Qualora proteggere voi, in qualità di vittima o parte lesa, richieda il fermo dell'imputato, quest'ultimo può essere fermato qualora vi siano motivi per ritenere che l'imputato ripeterà il reato, lo completerà oppure commetterà un reato che si sta preparando o sta minacciando di commettere.

Inoltre, avete il diritto di richiedere che vengano presi provvedimenti nel contesto del procedimento penale per evitare il contatto tra voi e il presunto autore del reato.

Su vostra richiesta, avete il diritto di ricevere informazioni in merito alla scarcerazione o all'evasione dell'imputato dalla custodia, dal carcere o da un centro di detenzione di sicurezza, nonché altre informazioni analoghe.

Qualora siate un testimone, potete fornire la vostra prova testimoniale mantenendo nascosta la vostra identità nel caso in cui siano soddisfatte determinate condizioni.

Un organo giudiziario può altresì emettere un ordine di protezione europeo a favore della vostra protezione.

Chi mi può offrire protezione?

La protezione è offerta dalle autorità di cui sopra, in particolare dalla polizia e dagli organi giurisdizionali attraverso le loro decisioni.

La mia situazione sarà valutata da qualcuno per vedere se rischio di ulteriori pregiudizi da parte dell'autore del reato?

La situazione viene sempre valutata dalle autorità incaricate dell'applicazione della legge. Qualora essi rilevino un pericolo, adotteranno i provvedimenti necessari.

La mia situazione sarà valutata da qualcuno per vedere se rischio ulteriori pregiudizi da parte del sistema giudiziario penale (durante le fasi dell'investigazione e del processo)?

Le autorità incaricate dell'applicazione della legge devono sempre agire in maniera tale da prevenire ulteriori danni alla vittima a seguito del reato oppure un danno successivo.

Se un'autorità incaricata dell'applicazione della legge ha violato i vostri diritti o non siete stati in grado di esercitarli pienamente, avete il diritto di richiedere un risarcimento. Soprattutto, avete il diritto di richiedere un riesame della condotta dell'autorità di polizia oppure di avviare un contenzioso per il risarcimento dei danni o per ottenere una ragionevole soddisfazione dei danni morali causati da un'autorità pubblica nell'esercizio delle sue funzioni.

Quali tutele sono disponibili per le vittime vulnerabili?

Tra le vittime particolarmente vulnerabili si annoverano i minori, gli anziani o le persone con disabilità e le vittime di determinati reati quali la tratta di esseri umani, attacchi terroristici, reati sessuali contro la dignità umana o taluni reati violenti. Le vittime particolarmente vulnerabili possono ovviamente approfittare di tutte le possibilità di protezione di cui sopra e spesso accade che l'autorità competente sia, in linea di principio, tenuta ad accettare la richiesta di una vittima particolarmente vulnerabile. La portata dei diritti delle vittime particolarmente vulnerabili è in generale più ampia; tuttavia, ciò non si applica direttamente alla protezione delle vittime, che dipende maggiormente dal fatto che la vittima sia a rischio di subire lesioni personali o un altro rischio grave.

Sono un minorenne. Ho dei diritti speciali?

Sì, in quanto minore (persona di età inferiore ai 18 anni), siete una vittima particolarmente vulnerabile e avete la facoltà di godere di diritti speciali che comprendono il diritto all'assistenza legale gratuita nel contesto dei procedimenti penali, il diritto a esami condotti in maniera particolarmente sensibile da parte di una persona formata, la limitazione di esami ripetuti o il diritto di impedire un contatto visivo diretto con l'autore del reato, nonché una limitazione alle esenzioni da taluni altri diritti spettanti a tutte le vittime.

Un membro della mia famiglia è deceduto a causa del reato — quali sono i miei diritti?

Qualora subiate un danno a causa del decesso di un familiare a seguito di un reato, siete considerati voi stessi una vittima e disponete dei diritti conferiti dallo stato di vittima.

Un membro della mia famiglia era una vittima di reato — quali sono i miei diritti?

In questo caso, non siete considerati una vittima. Tuttavia, potete diventare una persona di fiducia della vittima qualora quest'ultima vi scelga in tale veste. La vittima ha il diritto di essere accompagnata da una persona di fiducia durante i procedimenti penali e quando fornisce spiegazioni. Una persona di fiducia può essere esclusa soltanto in casi eccezionali.

Posso avere accesso ai servizi di mediazione? A quali condizioni? Sono al sicuro durante la mediazione?

Sì. Il servizio di mediazione e libertà condizionale, che è uno dei fornitori di assistenza alle vittime, offre servizi di mediazione. La mediazione è gratuita e basata sul consenso di entrambe le parti, ossia della vittima e dell'autore del reato. La mediazione è condotta da un esperto in risoluzione di conflitti che mantiene un approccio amichevole ed equilibrato nei confronti di entrambe le parti e aiuta a trovare una soluzione. Il servizio di mediazione e libertà condizionale è un'unità organizzativa statale la cui missione consiste, tra le altre cose, nel mediare per conseguire una risoluzione efficace e socialmente vantaggiosa dei conflitti legati a reati e che, in quanto tale, è in grado di garantire la sicurezza della vittima durante i negoziati di mediazione.

Dove posso trovare la legislazione che fissa i miei diritti?

Le disposizioni principali sono quelle sancite dalla legge n. 45/2013 sulle vittime di reati. La raccolta di leggi può essere consultata nei giorni lavorativi presso qualsiasi autorità municipale e regionale (ivi incluso presso il municipio di Praga). Come nel caso di altra legislazione, tale legge è altresì disponibile online, ad esempio sul portale della pubblica amministrazione o sul sito web del ministero dell'Interno.

Ultimo aggiornamento: 02/07/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web