La versione originale in lingua lettone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Defendants (criminal proceedings)

Lettonia

These factsheets explain what happens when a person is suspected of or accused of a crime, which is dealt with by a trial in court. For information on minor offences like road traffic offences, which are usually dealt with by a fixed penalty like a fine, go to Factsheet 5. If you are the victim of a crime, you can find full information about your rights here.

Contenuto fornito da
Lettonia

Summary of the criminal process

The following is a summary of the normal stages in the criminal process:

  • Investigation
  • Prosecution
  • Hearing of the case in the Court of First Instance
  • Review of the case in the Court of Appeal
  • Review of the case in the Supreme Court
  • Review of current court rulings

Details about all of these stages in the process and about your rights can be found in the factsheets.

This information is not a substitute for legal advice and is intended to be for guidance only.

Role of the European Commission

Please note that the European Commission has no role in criminal proceedings in Member States and cannot assist you if you have a complaint.  Information is provided in these factsheets about how to complain and to whom.

Click on the links below to find the information that you need

1 – Getting legal advice

2 – My rights during the investigation of a crime

  • Investigation
  • Prosecution
  • Certain procedural steps

3 – My rights during the trial

4 – My rights after the trial

5 – Road traffic offences

Related links

Law on criminal proceedings

Criminal law

State Police authorities

Public Prosecutor’s Office

Bar Association of Latvia

Latvian Courts

Last update: 15/02/2012

The national language version of this page is maintained by the respective Member State. The translations have been done by the European Commission service. Possible changes introduced in the original by the competent national authority may not be yet reflected in the translations. The European Commission accepts no responsibility or liability whatsoever with regard to any information or data contained or referred to in this document. Please refer to the legal notice to see copyright rules for the Member State responsible for this page.

La versione originale in lingua lettone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

1 – Come ottenere una consulenza legale

È molto importante ottenere una consulenza legale da parte di un libero professionista quando vi trovate in qualche modo coinvolti in un procedimento penale. Le note informative spiegano come e in quali circostanze avete diritto a essere rappresentati da un avvocato e illustrano cosa questi può fare per voi. La presente nota informativa generale spiega come trovare un avvocato e come affrontare le spese legali nel caso in cui non abbiate la possibilità di sostenerle.

Trovare un avvocato

Se vi serve un avvocato, contattate il Il link si apre in una nuova finestraConsiglio forense lettone, che vi potrà fornire un Il link si apre in una nuova finestraelenco di avvocati patrocinanti in Lettonia.

Che vi troviate o meno in custodia cautelare, potete informare le autorità competenti per il procedimento (funzionario incaricato delle indagini/pubblico ministero/tribunale) che intendete avvalervi della consulenza di un legale. Vi saranno fornite informazioni sugli avvocati d’ufficio, oppure verrà comunicato a un avvocato d’ufficio che necessitate di assistenza legale e sarete contattati. 

La soluzione migliore è che voi o un vostro parente vi accordiate con un avvocato che si occuperà della vostra causa per tutto il tempo necessario. 

Pagare un avvocato

Gli avvocati richiedono un onorario. Il cliente e il suo legale prendono accordi per iscritto in merito all'importo delle spese legali. Se non concludete alcun accordo con un avvocato, vi sarà fornita d’ufficio l’assistenza legale necessaria che sarà a carico del bilancio dello Stato.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di procedimenti penali

Il link si apre in una nuova finestraLegge sull'Ordine degli avvocati

Il link si apre in una nuova finestraLegge sul patrocinio legale gratuito

Il link si apre in una nuova finestraRegolamento sul patrocinio legale gratuito

Il link si apre in una nuova finestraOrdine degli avvocati della Lettonia

Il link si apre in una nuova finestraAutorità competente per il patrocinio gratuito

Ultimo aggiornamento: 31/05/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

3 – I miei diritti durante il processo

Dove si terrà il processo?

La causa è affidata a un Il link si apre in una nuova finestratribunale circoscrizionale/circondariale o, per reati molto gravi, a un Il link si apre in una nuova finestratribunale regionale. Di norma la giurisdizione dipende dal luogo in cui è stato commesso il reato. Riceverete una notifica scritta.

Si terrà un’udienza giudiziaria a porte aperte, salvo alcune eccezioni (reati sessuali, necessità di tutelare segreti di Stato, ecc.).

Il tribunale di primo grado è un organo monocratico, tuttavia il Presidente del tribunale può chiedere che sia nominato un collegio di tre giudici togati. Il giudice/collegio emette la sentenza.

Le accuse possono essere modificate durante il processo?

Il pubblico ministero può modificare le accuse nel corso del processo formulando capi d’accusa più / meno gravi.

Se il pubblico ministero formula capi d’accusa meno gravi, ma le prove fattuali restano invariate, i nuovi capi d’accusa sono registrati sul verbale d’udienza.

Se il pubblico ministero formula capi d’accusa meno gravi e le prove fattuali sono cambiate, o se formula accuse più gravi, ma le prove fattuali restano invariate, i nuovi capi d’accusa dovrebbero essere registrati sul verbale d’udienza. Potete chiedere che siano messi per iscritto.

Se il pubblico ministero formula capi d’accusa più gravi perché si sono riscontrate nuove prove fattuali in relazione al reato, il tribunale può annunciare una sospensione e il pubblico ministero deve presentare i nuovi capi d'accusa entro un mese.

Saranno trasmesse informazioni sui nuovi capi d’accusa a voi, al vostro avvocato, alla persona offesa dal reato e al suo rappresentante, indicando la data del processo.

Che cosa succede se mi dichiaro colpevole di alcune o tutte le accuse?

Se l’imputato si dichiara colpevole, la pena potrebbe essere ridotta. Questo vale anche se la dichiarazione di colpevolezza riguarda solo parte delle accuse.

Se vi dichiarate colpevoli di tutti i capi d’accusa, il giudizio può svolgersi senza verificare le prove, valutando solo le prove che vi riguardano personalmente e il risarcimento dei danni. In tal caso le possibilità di ricorso contro la sentenza pronunciata dal tribunale sono limitate.

Devo essere presente per tutto il processo?

Dovete sempre essere presenti alle udienze, fino alla pronuncia della sentenza. Potete chiedere che il dibattimento in aula si svolga in vostra assenza, ma in tal caso deve essere presente il vostro rappresentante legale.

Se vi trovate in un altro paese / siete irreperibili / siete impossibilitati a presentarvi in aula, il giudizio può svolgersi in contumacia, (ovvero senza di voi).

Non avete il diritto di partecipare al processo in collegamento video da un altro Stato membro.

Potrò usufruire dell’assistenza di un interprete durante il processo?

Vi sarà messo a disposizione un interprete da parte del tribunale.

Potrò usufruire dell’assistenza di un legale durante il processo?

Voi stessi decidete in merito alla necessità di un avvocato. È obbligatorio nominare un avvocato nelle seguenti situazioni:

  • se siete minorenni / legalmente incapaci / soffrite di disturbi dell’apprendimento;
  • se viene deciso di ricorrere a misure coercitive di natura medica;
  • se non siete in grado di esercitare i vostri diritti procedurali a causa di incapacità fisica / mentale;
  • se siete analfabeti / il livello di istruzione che avete raggiunto non vi consente di esercitare i diritti procedurali;
  • se sono stati avviati negoziati per un patteggiamento in merito all’azione penale;
  • se la causa è giudicata in contumacia.

In tali situazioni sarà nominato un avvocato d’ufficio che potete eventualmente rifiutare, salvo i casi in cui vengono applicate misure coercitive di natura medica. Avete il diritto di richiedere un altro legale.

Posso parlare durante il processo?

Avete il diritto di presentare prove e di esprimere il vostro parere in aula. Non siete tenuti a deporre; la mancata deposizione non può essere considerata come un rifiuto di cooperare da parte vostra. Avete il diritto di presentare la vostra deposizione per iscritto; il tribunale ne darà lettura. Non siete tenuti ad autoaccusarvi; il pubblico ministero deve provare la vostra colpevolezza.

Non siete tenuti a dire la verità; non può essere istruito un nuovo procedimento nei vostri confronti per il fatto che avete deliberatamente rilasciato fase dichiarazioni o vi siete rifiutati di deporre. È possibile che si tenga conto del vostro comportamento nell’irrogazione della pena, tuttavia questo non può incidere come circostanza aggravante.

Quali sono i miei diritti per quanto riguarda le prove a mio carico?

Potete presentare nuove prove alle udienze per sostenere il vostro alibi, escludere la responsabilità penale / attenuare la colpa e contestare le prove a favore dell’accusa.

Avete il diritto di interrogare i testimoni e la persona offesa dal reato; avete il diritto di citare testimoni, compresi quelli che non sono già stati interrogati in precedenza; potete presentare documenti e prove in forma materiale o elettronica; potete invitare il tribunale a richiedere oggetti / documenti.

Avete il diritto di presentare prove nel corso di tutto il procedimento giudiziario, fino al momento in cui il tribunale annuncia che le indagini sono concluse.

Avete il diritto di avvalervi dei servizi di un investigatore privato. Il tribunale valuta tutte le prove nella loro interezza quando si pronuncia su una causa.

Il tribunale decide in merito alla convocazione dei vostri testimoni dopo aver sentito il parere di altre parti del procedimento. Se la vostra domanda è respinta, potete ripresentarla più volte.

Voi e il vostro avvocato avete il diritto di interrogare tutti i testimoni citati nella causa. La loro deposizione è analizzata nella dichiarazione della difesa che voi / il vostro avvocato rilascerete.

Verranno prese in considerazione le informazioni relative al mio certificato penale?

Si terrà conto delle informazioni sulle vostre condanne non scontate. Le condanne che sono state cancellate dal vostro certificato penale a causa di limitazioni di legge possono essere annotate come circostanze soggettive.   Si terrà conto di tali condanne nel decidere sull’irrogazione della pena, compreso il fermo.

Vengono richieste informazioni sul vostro certificato penale nelle fasi delle Il link si apre in una nuova finestraindagini e dell’Il link si apre in una nuova finestraazione penale; tali informazioni possono essere presentate in giudizio. Il tribunale terrà conto del vostro certificato penale quando pronuncerà la sentenza.

La legge consente di contattare le autorità competenti di un altro Stato membro e di chiedere informazioni sulle vostre precedenti condanne in tale Stato.

Che cosa succede alla fine del processo?

Il tribunale pronuncia una sentenza di assoluzione odi condanna, o una decisione di archiviazione del procedimento, se in base alle circostanze ritiene che il processo non debba proseguire. Questo si verifica se non ci sono prove sufficienti che giustifichino le accuse, o se il pubblico ministero ritira tutti i capi d’accusa.

Pene previste:

  • pena detentiva (da 3 mesi a 15 anni e, per reati gravi, fino a 20 anni / ergastolo);
  • servizi di pubblica utilità (da 40 a 280 ore);
  • ammenda (da 3 a 200 volte la retribuzione mensile minima);
  • confisca di beni (beni sequestrati senza indennizzo e trattenuti dallo Stato);
  • estradizione dalla Lettonia (sanzione aggiuntiva:  divieto di ingresso nel paese da 3 a 10 anni);
  • limitazione di diritti (sanzione aggiuntiva: divieto di intraprendere determinati tipi di / qualsiasi attività, determinate attività professionali /altri tipi di attività; divieto di ricoprire determinate cariche, di ottenere autorizzazioni / licenze previste dalla legge, da 1 a 5 anni);
  • libertà condizionata (da 1 a 3 anni).

Qual è il ruolo della persona offesa dal reato durante il processo?

La condizione di persona offesa dal reato viene riconosciuta mediante decisione del funzionario incaricato delle indagini/ pubblico ministero, dietro richiesta scritta dell’interessato. Il tribunale può riconoscere la condizione di persona offesa dal reato fino al momento dell’apertura dell’istruttoria giudiziaria.

La parte lesa può presentare una domanda di risarcimento danni, produrre prove, influenzare gli esiti della causa (conciliazione con l’imputato, consenso a un patteggiamento del pubblico ministero sull’irrogazione della pena, ecc.).

La parte lesa formula osservazioni sulla pena e sui danni richiesti durante il processo. La persona offesa dal reato può impugnare la sentenza del tribunale di primo grado e la sentenza d’appello del tribunale di secondo grado.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di procedimenti penali

Il link si apre in una nuova finestraCodice penale

Il link si apre in una nuova finestraLegge sul registro delle sanzioni

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di procedure di fermo

Il link si apre in una nuova finestraLegge sulle attività degli investigatori

Il link si apre in una nuova finestraTribunali lettoni

Ultimo aggiornamento: 31/05/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

4 – I miei diritti dopo il processo

Posso presentare ricorso?

Avete il diritto di impugnare la Il link si apre in una nuova finestrasentenza del tribunale di primo grado presentando ricorso in appello entro 10 giorni dalla data di pronuncia della sentenza. Il tribunale può prorogare il termine a 20 giorni.

Il ricorso si rivolge a un tribunale di un grado superiore (il Collegio delle cause penali presso un Il link si apre in una nuova finestratribunale regionale / la Camera delle cause penali della Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema), ma deve essere presentato presso il tribunale che ha emesso la sentenza.

Non è possibile impugnare separatamente le decisioni scritte / orali adottate nel corso di un processo. Esse possono essere impugnate solo insieme alla sentenza del tribunale.

Potete presentare il ricorso se ritenete sbagliata la sentenza adottata, per esempio a causa della pena troppo severa / di un’inadeguata interpretazione giuridica della vostra condotta (applicazione di un articolo / di una parte di un articolo del Codice penale non idonei), ecc.

Cosa succede se presento ricorso?

Se presentate un ricorso, l’esecuzione della sentenza viene sospesa. Se siete in carcere al momento del ricorso, il termine di 10/20 giorni per la presentazione del ricorso decorre dal giorno in cui vi viene notificata la sentenza in una lingua a voi nota.

Se avete problemi di salute / situazioni familiari che potrebbero richiedere il vostro rilascio, potete chiedere la revisione dei motivi per cui è stata disposta la custodia cautelare. Il tribunale non è però tenuto ad accogliere tale richiesta.

Il tribunale vi informerà della data di inizio dell'udienza d'appello. Non sono fissati termini a tale scopo, tuttavia i tribunali si attengono alla regola che i ricorsi devono essere esaminati entro termini ragionevoli.

Avete il diritto di presentare nuove prove con il ricorso, spiegando i motivi per cui occorre esaminarle e indicando perché non sono state presentate in primo grado. Avete il diritto di chiedere che il tribunale di secondo grado esamini le prove che ritenete importanti a sostegno del ricorso.

Cosa succede all’udienza d’appello?

Sono invitate a partecipare all’udienza d’appello le seguenti parti: il pubblico ministero, tutte le persone che hanno contestato la sentenza del tribunale, gli avvocati difensori / rappresentanti legali. Il ricorso sarà esaminato da un collegio composto da tre giudici togati.

All’udienza viene esaminato solo il vostro ricorso, a meno che il tribunale nutra dubbi sulle conclusioni del tribunale di primo grado.

Nel ricorso in appello il tribunale può adottare una di queste cinque opzioni:

  • la sentenza del tribunale di primo grado è confermata; è revocata e si pronuncia una nuova sentenza;
  • è revocata parzialmente e si pronuncia una nuova sentenza in relazione a tale parte;
  • è revocata e la causa viene archiviata;
  • è revocata interamente / parzialmente e la causa viene rinviata al tribunale di primo grado per una nuova udienza.

Cosa succede se il ricorso viene accolto/respinto?

Se il ricorso è accolto e nessuno (pubblico ministero / persona offesa dal reato) impugna la sentenza d'appello con un ricorso per cassazione, la sentenza / decisione del tribunale di secondo grado diventa esecutiva.

Se il ricorso è respinto, avete il diritto di impugnare la sentenza / decisione del tribunale di secondo grado con un ricorso per cassazione presso la Il link si apre in una nuova finestraSezione penale del Senato della Corte suprema. Il ricorso per cassazione va presentato entro 10 giorni dalla data di pubblicazione della sentenza del tribunale di secondo grado. Il tribunale può prorogare il termine a 20 giorni.

Se siete assolti o la causa viene archiviata per qualche motivo giuridico, avete diritto a un risarcimento.

Se il ricorso viene accolto, la registrazione della vostra condanna sarà tenuta presso il Il link si apre in una nuova finestraCentro informazioni del Ministero degli Interni della Lettonia.

I requisiti previsti per la presentazione di un ricorso per cassazione sono molto rigidi; dovete fornire le prove di violazioni sostanziali del Codice penale / Codice di procedura penale.

In determinati casi avete il diritto di chiedere la riapertura del processo penale, se emergono nuove circostanze dopo che la sentenza / decisione è diventata esecutiva. Non vi sono termini per questo tipo di revisione.

In taluni casi (se si sono riscontrate violazioni sostanziali del Codice penale / Codice di procedura penale), anche se non avete proposto un ricorso per cassazione, il vostro avvocato potrà ancora presentare domanda per la revisione della sentenza / decisione in vigore. Non vi sono termini per presentare la relativa domanda.

La sentenza del tribunale di primo grado entra in vigore e diventa definitiva se non è stata impugnata con un ricorso in appello / per cassazione. La sentenza del tribunale di primo grado entra in vigore e diventa definitiva se non è stata impugnata con un ricorso in appello / per cassazione. La decisione della Corte di cassazione entra in vigore e diventa definitiva alla data di revisione della causa.

Sono cittadino di un altro Stato membro. Posso esservi rimandato dopo il processo?

Se vi è stata inflitta una pena detentiva, potete essere rimandati nel vostro paese dopo il processo, se le autorità competenti del vostro paese hanno richiesto la vostra estradizione e lIl link si apre in una nuova finestra'Ufficio del Procuratore generale della Lettonia ha dato il consenso, o viceversa se ha chiesto al vostro paese di consegnarvi per farvi scontare la pena in Lettonia. Il trasferimento non è automatico.

Le condizioni per il trasferimento sono le seguenti:

  • dovete essere cittadino del paese in cui dovrete scontare la pena;
  • la sentenza del tribunale deve essere esecutiva;
  • devono mancare almeno 6 mesi da scontare della pena inflitta;
  • la pena deve costituire reato anche nel vostro paese;
  • avete espresso il desiderio di scontare la pena nel vostro paese / avete acconsentito al trasferimento.

L’amministrazione carceraria vi informerà del diritto di richiedere il trasferimento entro 10 giorni dalla ricezione dell'ordine di esecuzione della sentenza. Dovete presentare richiesta scritta all'Ufficio del Procuratore generale della Lettonia.

Se non volete scontare la pena nel vostro paese / non acconsentite a tale richiesta da parte delle autorità del vostro paese, dovete presentare un rifiuto scritto all'Ufficio del Procuratore generale della Lettonia. La richiesta di trasferimento va esaminata entro 10 giorni.

Informazioni sui capi d’accusa / sulle condanne

Le informazioni sulle vostre condanne in Lettonia sono conservate senza il vostro consenso nella banca dati attiva del registro del Il link si apre in una nuova finestraCentro informazioni del Ministero degli Interni della Lettonia fino alla prescrizione / all’annullamento della condanna. Se vi è stata inflitta una sanzione amministrativa, la registrazione viene tenuta per un anno dopo l’irrogazione e poi viene spostata agli archivi del casellario. In questo caso non è possibile presentare ricorso.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di procedimenti penali

Il link si apre in una nuova finestraCodice penale

Il link si apre in una nuova finestraTribunali lettoni

Il link si apre in una nuova finestraLegge sul registro delle sanzioni

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di risarcimento dei danni causati da una parte di un procedimento

Ultimo aggiornamento: 31/05/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

5 – Violazioni al Codice della strada

Come vengono gestite le violazioni minori al Codice della strada?

Se avete superato i limiti di velocità previsti (50 km/h in città e 90 km/h fuori città) di non oltre 20 km/h, un Il link si apre in una nuova finestraufficiale di polizia può ammonirvi/comminarvi un’ammenda di 5 LVL.

Se avete superato i limiti di velocità di 21-30 km/h, un ufficiale di polizia può ammonirvi/comminarvi un’ammenda di 20 LVL.

L’importo della sanzione aumenta in proporzione all’eccesso di velocità riscontrato, fino ad arrivare a 300 LVL, e può comportare la sospensione della patente di guida per un periodo da 3 a 6 mesi.

Se avete parcheggiato in divieto di sosta, un ufficiale di polizia può comminarvi un’ammenda di 20 LVL.

Se mentre guidate non avete con voi la patente di guida, i documenti di immatricolazione dell’autoveicolo o il certificato di revisione, un ufficiale di polizia può comminarvi un’ammenda di 2 LVL.

Se guidate a fari spenti durante il giorno, un ufficiale di polizia può ammonirvi/comminarvi un’ammenda di 5 LVL. Se commettete la stessa infrazione durante le ore di oscurità / in condizioni di scarsa visibilità, un ufficiale di polizia può comminarvi un’ammenda di 5 LVL.

Se voi o il vostro passeggero non indossate la cintura di sicurezza alla guida, un ufficiale di polizia può ammonirvi/comminarvi un’ammenda di 20 LVL.

L’ufficiale di polizia redige il verbale di infrazione e può decidere sul posto in merito alla sanzione. Potete contestare la sanzione presso un’autorità di grado superiore entro un mese dalla notifica. La relativa decisione può essere nuovamente impugnata presso il Il link si apre in una nuova finestratribunale amministrativo circoscrizionale. Il ricorso va presentato entro 1 mese.

La polizia municipale è competente per le infrazioni commesse dai pedoni. Può esservi comminata un’ammenda da 5 a 20 LVL. Potete contestare la decisione presso il tribunale amministrativo circoscrizionale entro 1 mese.

Se siete sorpresi alla guida in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico nel sangue tra 0,2 e 0,5‰ e avete conseguito la patente di guida da meno di 2 anni, un ufficiale di polizia / giudice del tribunale circoscrizionale / municipale vi comminerà un’ammenda di 100 – 200 LVL, inclusa anche la sospensione della patente di guida per 3 mesi. Potete contestare la decisione entro 1 mese presso un’autorità di grado superiore: il tribunale amministrativo circoscrizionale (per un’ammenda comminata da un ufficiale di polizia) o il Il link si apre in una nuova finestratribunale regionale (per un’ammenda comminata da un giudice).

Questi reati compaiono sul mio certificato penale?

Le sanzioni amministrative compaiono sul certificato penale. Le informazioni sulle sanzioni che vi sono state comminate sono conservate senza il vostro consenso nella banca dati attiva del registro del Il link si apre in una nuova finestraCentro informazioni del Ministero degli Interni della Lettonia per 1 anno dall’avvenuta esecuzione, ma in seguito le registrazioni vengono spostate alla banca dati del casellario giudiziale.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCodice della strada

Il link si apre in una nuova finestraCodice dei reati amministrativi

Il link si apre in una nuova finestraLegge in materia di procedimenti penali

Il link si apre in una nuova finestraLegge sulla polizia

Il link si apre in una nuova finestraLegge sul casellario giudiziale

Il link si apre in una nuova finestraPolizia di Stato

Il link si apre in una nuova finestraDirezione per la sicurezza della circolazione stradale

Ultimo aggiornamento: 31/05/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

2 - I miei diritti durante le indagini su un reato e prima che la causa sia portata in tribunale

Quali sono le fasi delle indagini in un procedimento penale?

Lo scopo delle indagini preliminari è accertare:

  • se è stato commesso un reato;
  • chi va incriminato di un reato;
  • se è possibile dichiarare il non luogo a procedere, archiviare la causa o procedere a un rinvio a giudizio.

La fase istruttoria prevede due fasi: le indagini preliminari e l’azione penale.

Le indagini sono svolte da diverse autorità di polizia, tra cui la Il link si apre in una nuova finestraPolizia di Stato, la Il link si apre in una nuova finestraPolizia per la sicurezza dello Stato, la Il link si apre in una nuova finestraGuardia di finanza, la Il link si apre in una nuova finestraPolizia militare, il Il link si apre in una nuova finestraComitato delle autorità carcerarie, l’Il link si apre in una nuova finestraUfficio per la prevenzione e la lotta alla corruzione, la Il link si apre in una nuova finestraPolizia di frontiera, le autorità doganali, i comandanti di navi in mare aperto, i comandanti di unità militari delle Forze armate nazionali in territori stranieri. L’autorità competente nel luogo in cui è stato commesso il reato avvia le indagini. Anche l’Il link si apre in una nuova finestraUfficio del Procuratore può svolgere un’indagine.

L’azione penale è avviata dalle Il link si apre in una nuova finestraautorità inquirenti.

I miei diritti durante le indagini preliminari

Per maggiori informazioni sui vostri diritti nelle fasi di istruttoria di un procedimento penale cliccate sui collegamenti sottostanti:

Indagini preliminari (1)

Scopo delle indagini

Lo scopo delle indagini è accertare se è stato commesso un reato, stabilire chi va incriminato di un reato e se è possibile dichiarare il non luogo a procedere.

Un funzionario incaricato delle indagini (di norma un ufficiale di polizia) si occuperà del vostro caso. Nella fase delle indagini preliminari, potete essere fermati per 48 ore e potete essere trattenuti in custodia cautelare quale misura di sicurezza.

Il tempo complessivo a disposizione per le indagini e l’azione penale dipende dalla gravità del reato di cui siete indagati (da 6 a 22 mesi con possibilità di proroga di ulteriori 6 mesi). Se non si rispettano questi limiti, dovranno essere revocate tutte le misure di sicurezza e limitazioni sui vostri diritti di proprietà.

Cosa mi verrà riferito su quanto accade?

L’ufficiale di polizia che esegue le indagini vi terrà al corrente su quello che accade.

Mi verrà fornito un interprete se non conosco la lingua?

Vi verrà messo a disposizione un interprete; se ne occuperà l’ufficiale di polizia / pubblico ministero. L’interprete tradurrà tutto ciò che appare necessario: documenti, quello che viene detto dal funzionario incaricato delle indagini e dall’avvocato, e la vostra deposizione.

Quando potrò conferire con un avvocato?

Se non conoscete la lingua locale, è consigliabile nominare un avvocato, anche se non siete tenuti, perché potreste avere scarsa familiarità con le prassi e le leggi del posto. Potete scegliere un legale o potete chiedere al funzionario incaricato delle indagini di nominare un avvocato d’ufficio.

Se siete in stato di fermo, sarà nominato entro 48 ore un avvocato che vi rappresenti. È consigliabile che eventuali avvocati stranieri che partecipano al procedimento siano affiancati da un avvocato del posto.

In caso di necessità si renderà disponibile un interprete per spiegarvi la situazione e per gli interrogatori.

Mi verrà chiesto di fornire informazioni? Devo fornire informazioni?

Avete il diritto di fornire informazioni, ma non siete tenuti. Avete il diritto di rimanere in silenzio, e tale decisione non può essere usata contro di voi o interpretata come rifiuto di cooperare alle indagini.

Cosa succede se dico qualcosa che potrebbe danneggiare la mia causa?

La vostra deposizione sarà presa in considerazione insieme ad altre prove relative alla causa. Non siete tenuti ad autoaccusarvi. Avete il diritto di rilasciare qualsiasi dichiarazione riteniate necessaria. È un vostro diritto non testimoniare.

Posso contattare un parente o un amico?

Se siete in stato di fermo, avete il diritto di chiedere agli inquirenti di informare i vostri congiunti prossimi, altri parenti, il vostro datore di lavoro o l’istituto scolastico che frequentate, ecc.

Posso contattare un medico se necessario?

Sì, le indagini sono svolte nel rispetto dei diritti umani.

Posso contattare l’ambasciata del mio paese se sono straniero?

Avete il diritto di chiedere che l'ambasciata / il consolato del vostro paese vengano informati.

Vengo da un altro paese. Devo essere presente durante le indagini?

Dovete essere presenti durante le indagini. Il funzionario incaricato delle indagini può decidere se autorizzarvi a partecipare alla procedura di indagine mediante collegamento video o con un impianto di teleconferenza.

Posso essere rimandato nel mio paese di origine?

Non vi sono disposizioni di legge in tal senso, tuttavia l’espulsione dalla Repubblica di Lettonia rientra tra le sanzioni che possono essere irrogate. È possibile applicarla solo sulla base di una sentenza giudiziaria.

Sarò posto in custodia cautelare o sarò rilasciato?

Il magistrato inquirente decide in merito al vostro fermo entro 48 ore dall’arresto. Può essere disposto il fermo se per il reato commesso è prevista una pena detentiva e se non si ritengono idonee altre misure di sicurezza al fine di assicurare che:

  • non eluderete le indagini e non vi sottrarrete al procedimento giudiziario / all’esecuzione della sentenza;
  • non ostacolerete il corso delle indagini;
  • non commetterete altri reati.

Prima di prendere una decisione in merito al vostro fermo, il magistrato inquirente deve ascoltarvi. Avete il diritto di presentare eventuali documenti per comprovare che il fermo non sarebbe giustificato. Vi sarà garantita la presenza di un legale e di un interprete.

Posso lasciare il paese durante le indagini?

Potete lasciare il paese con l’autorizzazione del funzionario incaricato delle indagini (di norma rilasciata per iscritto).

Mi verranno prelevate le impronte digitali, campioni di DNA (ad esempio capelli, saliva) o altri fluidi corporei?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

Posso essere sottoposto a una perquisizione corporale?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

La mia abitazione, il mio luogo di lavoro, la mia automobile, ecc. possono essere perquisiti?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

Posso presentare ricorso?

Avete il diritto di impugnare la decisione del magistrato inquirente presso il Presidente del tribunale. Avete il diritto di contestare le azioni del funzionario incaricato delle indagini / pubblico ministero presso il procuratore capo o un altro magistrato competente di grado superiore.

I ricorsi sulle decisioni del funzionario incaricato delle indagini, del pubblico ministero o del magistrato inquirente vanno presentati entro 10 giorni, ma potete contestare le loro azioni durante tutta la procedura delle indagini preliminari.

Potete presentare il ricorso utilizzando una lingua a voi nota. Il ricorso sarà esaminato entro 10 giorni dalla ricezione. Se il ricorso non è scritto nella lingua ufficiale, il termine decorre dalla data in cui si rende disponibile la relativa traduzione, che vi sarà comunicata.

Posso dichiararmi colpevole di alcune o tutte le accuse prima del processo?

Avete il diritto di dichiararvi colpevoli di una, alcune o tutte le accuse durante le indagini o l'azione penale.

La dichiarazione di colpevolezza viene considerata come circostanza attenuante che potrebbe mitigare la sanzione o servire come base per archiviare il procedimento penale. La vostra collaborazione alle indagini / durante l’azione penale potrebbe agevolare l’applicazione di misure di sicurezza più miti / la revoca della custodia cautelare.

Le accuse possono essere modificate prima del processo?

Le accuse a vostro carico possono essere modificate se il pubblico ministero ha ottenuto prove aggiuntive. Le accuse iniziali a vostro carico vanno modificate se si sono rivelate scorrette; in tal caso il pubblico ministero rinuncia all’azione penale in relazione ai punti interessati. Le nuove accuse vi saranno notificate.

Posso essere accusato di un reato per il quale sono già stato perseguito in un altro Stato membro?

Possono essere presentate accuse a vostro carico, ma non potete essere nuovamente processati e condannati se siete stati processati o assolti per lo stesso reato in un altro Stato membro.

Sarò messo al corrente delle testimonianze contro di me?

Riceverete informazioni sui testimoni che depongono contro di voi. Il pubblico ministero vi consentirà di accedere al fascicolo una volta terminate le indagini, prima di trasmetterlo al tribunale, in modo che possiate studiare attentamente le dichiarazioni dei testimoni.

Sarò messo al corrente di altre prove a mio carico?

Avrete accesso al fascicolo contenente tutte le prove che il pubblico ministero utilizzerà contro di voi in aula. Il pubblico ministero vi fornirà fotocopie del fascicolo.

Sono già stato condannato in un altro Stato membro per lo stesso reato. Cosa succede a questo punto?

Non potete essere processati per lo stesso reato in Lettonia. Si applica il principio ne bis in idem a tutti gli Stati membri UE.

Saranno richieste informazioni sul mio certificato penale?

Sì, saranno richieste informazioni sul vostro certificato penale.

Azione penale (2)

Scopo dell’azione penale

Lo scopo dell’azione penale è l’accertamento di un reato e l’individuazione dell'autore che deve essere accusato di tale reato, pervenendo alla decisione se occorre dichiarare il non luogo a procedere o procedere a un rinvio a giudizio. Il Il link si apre in una nuova finestrapubblico ministero si occuperà del vostro caso.

Il tempo complessivo a disposizione per le indagini e l’azione penale dipende dalla gravità del reato di cui siete indagati (da 6 a 22 mesi con possibilità di proroga di ulteriori 6 mesi). Se non si rispettano questi limiti, dovranno essere revocate tutte le misure di sicurezza e limitazioni sui vostri diritti di proprietà.

Cosa mi verrà riferito su quanto accade?

Il pubblico ministero che mette in atto le misure investigative (probabilmente le stesse seguite durante le indagini) vi terrà al corrente della situazione.

Potrò usufruire dell’assistenza di un interprete se non conosco la lingua?

Vi verrà messo a disposizione un interprete, a cura del pubblico ministero. L’interprete tradurrà tutto ciò che appare necessario: documenti, quello che viene detto dal pubblico ministero e dall’avvocato, e la vostra deposizione.

Quando potrò conferire con un avvocato?

Se non conoscete la lingua locale è consigliabile nominare un avvocato, perché potreste avere scarsa familiarità con le prassi e le leggi del posto. È consigliabile che eventuali avvocati stranieri che partecipano al procedimento siano affiancati da un avvocato del posto. Potete scegliere un legale o potete chiedere al pubblico ministero di nominare un avvocato d’ufficio.

In caso di necessità si renderà disponibile un interprete per spiegarvi la situazione e per gli interrogatori, ecc.

Mi verranno chieste informazioni? Devo fornire informazioni?

Avete il diritto di fornire informazioni, ma non siete tenuti. Avete il diritto di rimanere in silenzio, e tale decisione non può essere usata contro di voi o interpretata come rifiuto di cooperare.

Cosa succede se dico qualcosa che potrebbe essere usato contro di me nella causa?

La vostra deposizione sarà presa in considerazione insieme ad altre prove relative alla causa. Non siete tenuti ad autoaccusarvi. Avete il diritto di rilasciare qualsiasi dichiarazione riteniate necessaria. È un vostro diritto non testimoniare.

Posso contattare un parente o un amico?

Se siete in stato di fermo, avete il diritto di chiedere al pubblico ministero di informare i vostri congiunti prossimi, altri parenti, il vostro datore di lavoro o l’istituto scolastico che frequentate, ecc.

Posso contattare un medico se necessario?

Sì, le indagini sono svolte nel rispetto dei diritti umani.

Posso contattare l’ambasciata del mio paese se sono straniero?

Avete il diritto di chiedere che l'ambasciata / il consolato del vostro paese vengano informati.

Vengo da un altro paese. Devo essere presente durante le indagini?

Dovete essere presenti durante la fase dell’azione penale. Il pubblico ministero può decidere se autorizzarvi a partecipare alla procedura di indagine mediante collegamento video o con un impianto di teleconferenza.

Posso essere rimandato nel mio paese di origine?

Non vi sono disposizioni di legge in tal senso, tuttavia l’espulsione dalla Repubblica di Lettonia rientra tra le sanzioni aggiuntive che possono essere irrogate. È possibile applicarla solo Il link si apre in una nuova finestrasulla base di una sentenza della corte.

Sarò posto in custodia cautelare o sarò rilasciato?

Il magistrato inquirente decide in merito al vostro fermo. Può essere disposto il fermo se per il reato commesso è prevista una pena detentiva e se non vi sono altre misure di sicurezza in grado di assicurare che non eluderete le indagini e non vi sottrarrete al procedimento giudiziario / all’esecuzione della sentenza, non ostacolerete il corso delle indagini e non commetterete altri reati.

Prima di prendere una decisione in merito al vostro fermo, il magistrato inquirente deve ascoltarvi. Avete il diritto di presentare eventuali documenti per comprovare che il fermo non sarebbe giustificato. Vi sarà garantita la presenza di un legale e di un interprete.

Posso lasciare il paese durante le indagini?

Potete lasciare il paese con l’autorizzazione del pubblico ministero (di norma rilasciata per iscritto).

Mi verranno prelevate le impronte digitali, campioni di DNA (ad esempio capelli, saliva) o altri fluidi corporei?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

Posso essere sottoposto a una perquisizione corporale?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

La mia abitazione, il mio luogo di lavoro, la mia automobile, ecc. possono essere perquisiti?

Cliccate qui per informazioni sui vostri diritti.

Posso presentare ricorso?

Avete il diritto di impugnare la decisione del magistrato inquirente presso il Presidente del tribunale. Avete il diritto di contestare le azioni del pubblico ministero presso un altro procuratore di grado superiore.

I ricorsi sulle decisioni del pubblico ministero / del magistrato inquirente vanno presentati entro 10 giorni. Le azioni del pubblico ministero possono essere contestate durante tutta la procedura delle indagini preliminari.

Potete presentare il ricorso utilizzando una lingua a voi nota. Il ricorso sarà esaminato entro 10 giorni dalla ricezione. Se il ricorso non è scritto nella lingua ufficiale, il termine decorre dalla data in cui si rende disponibile la relativa traduzione, che vi sarà comunicata.

Posso dichiararmi colpevole di alcune o tutte le accuse prima del processo?

Avete il diritto di dichiararvi colpevoli di una, alcune o tutte le accuse durante le indagini / l’azione penale.

La dichiarazione di colpevolezza viene considerata come una circostanza attenuante che potrebbe mitigare la sanzione. Se vi dichiarate colpevoli e collaborate alle indagini / durante l’azione penale, potreste essere agevolati nell’ottenere l’applicazione di misure di sicurezza più miti / la revoca della custodia cautelare.

Se vi dichiarate colpevoli, il procedimento potrebbe concludersi. Gli esiti possibili sono:

  • il proscioglimento condizionato dalla responsabilità penale;
  • l'ordinanza del pubblico ministero sulla sanzione applicabile;
  • un patteggiamento con il pubblico ministero in merito alla vostra dichiarazione di colpevolezza e alla sanzione applicabile, che dovrà poi essere convalidata dal tribunale, ecc.

Le accuse possono essere modificate prima del processo?

Le accuse a vostro carico possono essere modificate se il pubblico ministero ha ottenuto prove aggiuntive. Le accuse nei vostri confronti possono essere modificate se il pubblico ministero riscontra che si sono dimostrate non corrette; in tal caso il pubblico ministero chiude l’azione penale per i relativi capi d’accusa. Le nuove accuse vi saranno notificate.

Posso essere accusato di un reato per il quale sono già stato perseguito in un altro Stato membro?

Possono essere presentate accuse a vostro carico, ma non potete essere nuovamente processati e condannati se siete stati processati o assolti per lo stesso reato in un altro Stato membro.

Sarò messo al corrente delle testimonianze contro di me?

Riceverete informazioni sui testimoni che depongono contro di voi. Il pubblico ministero vi consentirà di accedere al fascicolo con le deposizioni dei testimoni non appena terminate le indagini e prima di trasmetterlo al tribunale.

Sarò messo al corrente di altre prove a mio carico?

Avrete accesso al fascicolo contenente tutte le prove che il pubblico ministero utilizzerà contro di voi in aula. Il pubblico ministero vi fornirà fotocopie del fascicolo.

Sono già stato condannato in un altro Stato membro per lo stesso reato. Cosa succede a questo punto?

Non potete essere processati per lo stesso reato in Lettonia. Si applica il principio ne bis in idem a tutti gli Stati membri UE.

Saranno richieste informazioni sul mio certificato penale?

Sì, saranno richieste informazioni sul vostro certificato penale.

Azioni procedurali (3)

Mi verranno prelevate le impronte digitali, campioni di DNA (ad esempio capelli, saliva) o altri fluidi corporei?

Può esservi chiesto di prelevare impronte digitali o campioni di DNA. Possono essere richiesti e prelevati campioni di altri fluidi corporei se necessario ai fini delle indagini su un particolare reato.

Avete il diritto di informarvi presso un perito in merito alla decisione su un esame prima che il provvedimento diventi esecutivo, purché l’esame in questione riguardi la vostra persona. Avete il diritto di fare domande su tale esame a un perito prima dello svolgimento dello stesso.

Siete tenuti a sottoporvi all’esame di un perito. Avete l'obbligo di fornire campioni per esami comparativi o di acconsentire al loro prelievo.

La disponibilità a fornire spontaneamente campioni per un esame comparativo sarà annotata agli atti. Avete il diritto che vi siano riferite le informazioni registrate e potete chiedere di aggiungere qualsiasi elemento consideriate necessario prima di firmare il verbale. Se non prestate consenso al prelievo di campioni per un esame comparativo, saranno messe in atto misure coercitive a seguito di una decisione del magistrato inquirente.

Posso essere sottoposto a una perquisizione corporale?

Il vostro corpo può essere esaminato visivamente per individuare tracce di attività criminali, eventuali segni o caratteristiche particolari, ecc. Solo un funzionario / esperto medico può effettuare un esame visivo del vostro corpo. Sarà redatto un verbale dell’esame visivo ed è vostro diritto esserne messi al corrente ed esprimere osservazioni al riguardo.

Potete anche essere perquisiti per cercare elementi o documenti rilevanti per le indagini nascosti negli indumenti, nei vostri effetti personali, nel corpo o nei suoi orifizi. Solo una persona dello stesso sesso può perquisirvi, in presenza di un professionista medico. Se siete in stato di fermo non occorre una decisione per procedere a una perquisizione corporale. Non occorre una decisione per procedere a una perquisizione corporale se è in corso la perquisizione di un locale o una zona e in quel momento siete presenti.

La mia abitazione, il mio luogo di lavoro, la mia automobile, ecc. possono essere perquisiti?

Possono essere perquisiti la vostra abitazione, il luogo dove lavorate, la vostra automobile, ecc. La decisione in merito alla perquisizione spetta al magistrato inquirente o al tribunale, tuttavia in casi urgenti è sufficiente la decisione del funzionario incaricato delle indagini, con l'autorizzazione del pubblico ministero.

Voi o un vostro parente adulto avete il diritto di essere presenti durante la perquisizione, in particolare se viene eseguita presso la vostra residenza / sede di lavoro ufficiale, a meno che vi troviate agli arresti. Se voi o un vostro parente adulto non potete essere presenti durante la perquisizione, dovrà essere invitato un rappresentante dell’amministrazione locale, il dirigente / responsabile dei locali / dell’edificio.

Avete il diritto di essere informati della decisione in merito alla perquisizione prima dell’esecuzione del provvedimento, e il funzionario incaricato delle indagini è tenuto a presentarvi la decisione. Devono esservi mostrati tutti gli elementi reperiti e sequestrati durante la perquisizione; essi dovranno essere registrati e, se necessario, imballati e sigillati.

Avete il diritto di chiedere che il luogo della perquisizione sia restituito nello stato originario, se tecnicamente possibile. Avete il diritto di essere informati degli esiti della perquisizione, di esprimere osservazioni e chiedere che siano verbalizzate. Avete il diritto di avvalervi di un avvocato e di un interprete durante la perquisizione.

Ultimo aggiornamento: 31/05/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.