Defendants (criminal proceedings)

These factsheets explain what happens when a person is suspected or accused of a crime which is dealt with by a trial in court. For information on minor road traffic offences, which are usually dealt with by a fixed penalty like a fine, go to Factsheet 5. If you are the victim of a crime, you can find full information about your rights here.

Summary of the criminal process

  • An Garda Siochána have a number of powers to stop and search a person, and powers also to arrest a person they believe to have committed, or to be in the process of committing an arrestable offence.
  • Once in Garda custody a member of An Garda Siochána will explain your rights, and these include the right to speak with a solicitor and a doctor, to have an interpreter present if you require one. There are special provisions for children in custody which provide that an appropriate adult should be present at interviews.
  • At this stage you may be asked to give consent for samples to be taken for DNA testing, give fingerprints, have a photograph taken, and/or participate in an identification parade.
  • During the course of the investigation, a member of An Garda Siochána may charge you with an offence. This may done by way of a Charge Sheet or you may be served a Summons to attend Court on a given date. The Gardai will send a file with details of the investigation to the Director of Public Prosecutions who will decide whether to prosecute the case on behalf of the State.
  • You may be released immediately on ‘Station Bail’ requiring you to appear in Court or you may need to apply to the District Court for bail at a later stage.
  • Minor offences, known as ‘summary offences’ are prosecuted at the District Court. More serious offences or ‘indictable offences’ are tried before a Judge and Jury.
  • Throughout the criminal justice process you are always presumed to be innocent until proven guilty.
  • You are entitled to legal advice. If you cannot afford to pay for representation, you may apply for legal aid.
  • If you are convicted you have been found guilty of the offence beyond a reasonable doubt. If convicted in the District Court you have a right to appeal the conviction or sentence. If you are acquitted that is the end of the case, and no further steps can be taken against you.
  • If you are convicted by a Jury of an indictable offence, then there is no automatic right to appeal and you should consult with your legal team on how to proceed.

Details about all of these stages in the process and about your rights can be found in the factsheets. This information is not a substitute for legal advice and is intended to be for guidance only.

Role of the European Commission

Please note that the European Commission has no role in criminal proceedings in Member States and cannot assist you if you have a complaint. Information is provided in these factsheets about how to complain and to whom.

Click on the links below to find the information that you need

1 - Getting legal advice

2 - My rights during the investigation of a crime

  • Arrest
  • Questioning and the police investigation
  • Searches
  • First court hearing
  • Preparation for trial, or entering a plea of guilty pre-trial

3 - My rights during the trial

4 - My rights after the trial

5 - Road traffic offences

Last update: 13/02/2012

The national language version of this page is maintained by the respective Member State. The translations have been done by the European Commission service. Possible changes introduced in the original by the competent national authority may not be yet reflected in the translations. The European Commission accepts no responsibility or liability whatsoever with regard to any information or data contained or referred to in this document. Please refer to the legal notice to see copyright rules for the Member State responsible for this page.
Member States in charge of the management of national content pages are in the process of updating some of the content on this website in the light of the withdrawal of the United Kingdom from the European Union. If the site contains content that does not yet reflect the withdrawal of the United Kingdom, it is unintentional and will be addressed.

1 - Come ottenere una consulenza legale

È molto importante ottenere una consulenza legale indipendente quando vi trovate in qualche modo coinvolti in un procedimento penale. Le note informative spiegano come e in quali circostanze avete diritto a essere rappresentati da un avvocato e illustrano cosa questi può fare per voi. La presente nota informativa generale spiega come trovare un avvocato e come affrontare le spese legali nel caso in cui non abbiate la possibilità di pagarle.

Trovare un avvocato

Se siete posti in custodia cautelare e avete bisogno di un avvocato, i Gardaí consulteranno un elenco di avvocati disposti ad incontrarvi immediatamente per offrirvi la loro consulenza. L’elenco comprende professionisti pronti a recarsi presso le stazioni di polizia della Garda 24 ore su 24.

Se non vi trovate in custodia cautelare ma desiderate ricevere la consulenza legale di un penalista, potete rivolgervi alla Il link si apre in una nuova finestraLaw Society of Ireland (Ordine degli avvocati d’Irlanda). Questo ente vi fornirà i nominativi di avvocati esperti nel settore penale, senza raccomandare nessuno studio legale in particolare.

Uno dei modi migliori per cercare un avvocato specializzato in questo ambito consiste nel basarsi sul “passaparola”, qualora conosciate persone che hanno affrontato una situazione simile alla vostra prima di voi. In alternativa potete effettuare delle ricerche su Internet, dal momento che ora molti studi legali dispongono di un proprio sito web in cui presentano la loro principale attività.

Pagare un avvocato

In Irlanda il patrocinio legale avviene attraverso un sistema che, in alcuni casi, offre assistenza legale gratuita a persone sospettate o accusate di un reato.

Se siete tenuti in stato di fermo presso la stazione di polizia della Garda per essere interrogati su un reato e siete disoccupati o percepite una retribuzione scarsa, probabilmente avete diritto all'assistenza gratuita di un avvocato, secondo quanto previsto dal Il link si apre in una nuova finestrasistema di consulenza legale della stazione di polizia della Garda. A tal fine dovrete firmare un apposito modulo per detto avvocato, comprensivo di un certificato in cui dichiarate di percepire uno stipendio inferiore al limite minimo consentito pari a 20 316,00 EUR o di usufruire di contributi sociali. Non è prevista la presentazione di ulteriori documenti.

Se siete stati accusati di un reato, avete il diritto di chiedere il patrocinio legale al giudice del tribunale in cui comparite in giudizio. Riceverete un Il link si apre in una nuova finestracertificato relativo al patrocinio legale gratuito. Il vostro avvocato vi aiuterà a presentare l’istanza in tribunale. Spesso, se non conoscete alcun legale che possa rappresentarvi, il giudice può decidere di offrirvi il patrocinio legale e sceglie un avvocato a cui affidarvi. Se siete accusati di un reato grave e siete disoccupati, è probabile che otteniate il gratuito patrocinio. Nel caso in cui lavoriate, dovrete compilare un modulo attestante le vostre entrate e le vostre uscite.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraPatrocinio legale in caso di reatiIl link si apre in una nuova finestrahttp://www.legalaid.ie/

Il link si apre in una nuova finestraLaw Society of Ireland (Ordine degli avvocati d’Irlanda)

Ultimo aggiornamento: 25/10/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

3 – I miei diritti durante il processo

Cosa succede prima del processo relativo alla mia causa?

Prima di avviare il processo relativo alla vostra causa, il giudice deciderà se concedervi o meno il rilascio su cauzione, a cui solitamente avete diritto. Tuttavia, questo tipo di rilascio può esservi negato qualora non compariate in giudizio, abbiate tentato o abbiate intenzione di minacciare un testimone o possiate commettere altri gravi reati.

Se desiderate affrontare il processo presentando un alibi (basandovi, ad esempio, sulla testimonianza di qualcuno capace di affermare che, all’epoca del reato, voi eravate in sua compagnia), il giudice vi inviterà a comunicare la vostra intenzione al Il link si apre in una nuova finestrapubblico ministero.

Prima del processo avete il diritto di sapere qual è il tipo di causa intentata contro di voi. Se lo richiedete potete ricevere un documento attestante le prove presentate contro di voi.

Dove si terrà il processo?

Riceverete informazioni sul tribunale in cui si terrà il vostro processo. Il Il link si apre in una nuova finestraservizio dei tribunali irlandesi, offerto da tutti i tribunali nazionali, vi aiuta a individuare il tribunale competente per il vostro comune di residenza.

La discussione delle cause riguardanti reati minori compete esclusivamente ai giudici. Quelle concernenti reati più gravi sono affidate ai tribunali distrettuali o ai tribunali penali centrali, dove il verdetto viene emesso dalla giuria.

I processi sono pubblici; tuttavia, se l’imputato è un minorenne e il reato è a sfondo sessuale, l’udienza viene tenuta a porte chiuse.

Le accuse possono essere modificate durante il processo?

Nella maggior parte dei casi non è possibile modificare le accuse durante un processo. Alcune accuse possono essere modificate solo se previsto dalla legge. Un’accusa per guida pericolosa, ad esempio, può essere convertita in un’accusa meno grave per guida negligente qualora il giudice stabilisca il carattere negligente ma non pericoloso della guida.

Se durante il processo vi dichiarate colpevoli di tutte le accuse, il giudice deciderà la pena da comminare valutando la gravità del reato e la vostra situazione personale. Egli, inoltre, dovrà tener conto della vostra ammissione di colpevolezza.

Dal canto vostro, potete anche dichiararvi colpevoli solo di alcune delle accuse rivoltevi. Il giudice o la giuria adotterà la propria decisione basandosi sulle accuse da voi contestate. La vostra condanna avverrà in funzione delle accuse di cui vi siete dichiarati colpevoli e di quelle per le quali è stata accertata la vostra colpevolezza.

Quali sono i miei diritti durante il processo?

Nella maggior parte dei casi la vostra presenza al processo è obbligatoria. Se non comparite in giudizio, il giudice può emettere un mandato di arresto nei vostri confronti e condurvi in aula di tribunale sotto custodia cautelare. Talvolta è possibile che, in vostra assenza, il tribunale porti avanti il processo e pronunci una sentenza di condanna nei vostri confronti.

Se siete impossibilitati a comparire in tribunale a causa di una malattia o di un incidente, dovete contattare il vostro avvocato, informandolo di ciò e fornendogli un certificato medico che giustifichi la vostra assenza.

Se non capite cosa sta succedendo perché parlate un’altra lingua, avete diritto all’assistenza di un interprete. Nel caso in cui siate affetti da sordità, avete diritto a un interprete capace di esprimersi con la lingua dei segni.

Se lo desiderate, durante il processo avete diritto all'autodifesa. Nell’ipotesi in cui non possiate permettervi un avvocato, il tribunale può nominare un difensore d’ufficio a vostro favore, seguendo il Il link si apre in una nuova finestraprogramma per il patrocinio a spese dello Stato nel processo penale e valutando la gravità dell’accusa presentata contro di voi. Avete il diritto di scegliere liberamente il vostro avvocato. Se non conoscete nessun legale che possa assumere la vostra difesa, è possibile che sia il giudice a nominarne uno. Nel caso in cui non siate soddisfatti dell’assistenza del vostro avvocato siete liberi di cambiarlo.

Durante il processo avete la facoltà ma non l’obbligo di parlare. Quando deponete sotto giuramento dovete considerare che il processo concerne un reato penale.

Quali sono i miei diritti per quanto riguarda le prove a mio carico?

Potete contestare le prove presentate a vostro carico se queste sono state ottenute in modo illecito. Se ad esempio la polizia ha fatto irruzione in casa vostra senza un mandato di perquisizione, di solito tutte le prove raccolte in quel frangente non saranno ritenute valide.

Per contestare le prove potete anche interrogare i testimoni e dimostrare l’infondatezza o la falsità delle loro dichiarazioni. Inoltre, potete chiedere ai testimoni di fornire prove utili per la vostra difesa o in grado di attestare la falsità o l’infondatezza delle deposizioni rilasciate dai testimoni dell’accusa.

Per raccogliere prove a vostro favore potete anche rivolgervi a un investigatore privato. Le prove sono ammissibili se ottenute in modo lecito.

Verranno prese in considerazione le informazioni relative al mio certificato penale?

Il link si apre in una nuova finestraGeneralmente durante il processo non si può tener conto delle prove relative a condanne precedenti pronunciate a vostro carico.

Tuttavia, ciò può avvenire nel momento in cui i giudici decidono la pena da comminarvi. Questo può consistere anche nella valutazione di condanne precedenti pronunciate in altri paesi.

Che cosa succede alla fine del processo?

Se non siete giudicati colpevoli, il processo si conclude e voi siete liberi.

Se siete giudicati colpevoli o dichiarate voi stessi di esserlo, il giudice deciderà la pena da infliggervi. La vostra condanna può tradursi in un’ammenda o in una pena Il link si apre in una nuova finestradetentiva. Se non commettete altri reati, il giudice può decidere di sospendere la pena comminatavi e di rivolgersi ai Il link si apre in una nuova finestraservizi di libertà vigilata per redigere un verbale sul vostro caso prima di pronunciare la vostra condanna. Gli operatori di questo servizio riferiranno al giudice la necessità di sottoporvi o meno a sorveglianza, in modo da chiarire l’entità dei problemi che determinano la vostra condotta criminale.

Se richiesto, il servizio di libertà vigilata informerà il giudice della vostra idoneità a prestare servizi di pubblica utilità. In una seconda fase, è possibile che il giudice converta la pena detentiva in un’attività lavorativa non retribuita da prestare per un totale di 240 ore.

Qual è il ruolo della persona offesa dal reato durante il processo?

Durante il processo la persona offesa dal reato agisce nelle vesti di testimone dell’accusa ed è tenuta a fornire tutte le prove utili sugli episodi a cui ha assistito e che sono menzionati nei capi d’accusa.

Se vi dichiarate colpevoli o siete giudicati tali, il giudice valuterà gli effetti del reato prodotti sulla vittima.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraBanca dati sulla legislazione irlandese

Il link si apre in una nuova finestraBanca dati sulla giurisprudenza irlandese e britannica

Ultimo aggiornamento: 25/10/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

4 – I miei diritti dopo il processo

Posso presentare ricorso?

Potete presentare ricorso contro qualsiasi sentenza o condanna pronunciata nei vostri confronti. La Il link si apre in una nuova finestramodalità di presentazione del ricorso dipende dal tribunale che esamina la vostra causa. I ricorsi presentati al tribunale circoscrizionale vengono esaminati dal tribunale distrettuale. I ricorsi presentati al tribunale distrettuale o al Il link si apre in una nuova finestratribunale penale centrale vengono trasmessi alla Il link si apre in una nuova finestraCorte d’appello penale.

Per presentare ricorso al tribunale circoscrizionale, entro 14 giorni dovete trasmettere al pubblico ministero un documento noto come "atto di ricorso". In questo lasso di tempo, inoltre, dovete depositare l’atto insieme alla dichiarazione di servizio, rivolgendovi al cancelliere del tribunale. Se avete intenzione di presentare ricorso al tribunale distrettuale o al tribunale penale centrale, siete tenuti a chiedere un’autorizzazione al giudice di merito per intentare la vostra azione entro tre giorni dalla pronuncia della condanna. In caso di mancata autorizzazione, dovrete fornire un “atto di ricorso” al cancelliere della Corte d’appello penale entro sette giorni. Qualora l’autorizzazione venga concessa, l’atto dovrà essere presentato entro 14 giorni. In genere è il vostro avvocato ad agire per voi.

Se presentate ricorso presso il tribunale circoscrizionale avete diritto a un riesame completo della vostra causa, nonché alla presentazione del ricorso contro la pena inflittavi. Nel caso in cui presentiate ricorso presso il tribunale distrettuale o il tribunale penale centrale, potete impugnare la sentenza per motivi di diritto o perché siete insoddisfatti dell’esito del processo. Potete anche presentare ricorso contro la condanna pronunciata nei vostri confronti.

Cosa succede se presento ricorso?

Se presentate ricorso presso il tribunale circoscrizionale, la condanna sarà annullata fino a quando il ricorso non verrà esaminato. Questo può prevedere la prestazione di una cauzione che si traduce nel versamento di una somma di denaro. Nell’ipotesi in cui presentiate ricorso al tribunale circoscrizionale mentre siete in carcere, avete il diritto di essere rilasciati dopo aver presentato l’atto di ricorso e aver depositato la cauzione. Se volete presentare ricorso mentre siete in carcere, le autorità carcerarie si impegneranno a procurarvi i moduli necessari.

Nel caso in cui presentiate ricorso presso il tribunale circoscrizionale, è possibile che trascorrano alcuni mesi prima che il ricorso venga esaminato. Se presentate ricorso al tribunale distrettuale o al tribunale penale centrale, probabilmente trascorrerà un periodo di tempo più lungo prima dell’esame del ricorso.

La presentazione di un ricorso presso il tribunale circoscrizionale vi consente di addurre nuove prove e diverse argomentazioni giuridiche. Per i ricorsi presentati al tribunale distrettuale o al tribunale penale centrale, solitamente potete fornire nuove prove solo in casi eccezionali.

Cosa succede all’udienza d’appello?

Se presentate ricorso presso il tribunale circoscrizionale avete diritto a un riesame completo della vostra causa. Per i ricorsi presentati al tribunale distrettuale o al tribunale penale centrale, voi o il vostro avvocato potete rivolgervi al giudice competente chiedendogli il motivo per cui la vostra condanna deve essere annullata o spiegandogli perché credete che questa condanna sia errata in principio.

Cosa succede se il ricorso viene accolto/respinto?

Se il ricorso viene accolto il caso si chiude senza prevedere ulteriori obblighi per voi. Se il ricorso viene respinto, il tribunale d’appello conferma la condanna pronunciata nei vostri confronti. Nel caso in cui ritenga che la condanna sia errata in linea di principio, detto tribunale può decidere di aumentare o ridurre la durata della pena originariamente inflitta.

Dopo l’esame del vostro ricorso non avete il diritto di presentarne un altro. Tuttavia, la Corte d’appello penale può consentirvi di adire la Corte suprema per motivi di diritto di particolare interesse pubblico.

Non esiste una disposizione generale che, nel caso in cui il ricorso venga accolto, prevede un risarcimento a vostro favore. Se impugnate una sentenza di condanna dinanzi alla Corte d’appello penale potete ottenere un risarcimento indennizzo a seguito di un errore giudiziario. Questo si verifica nei rarissimi casi in cui la Corte d’appello penale decide di annullare una condanna e conferma la scoperta di nuovi fatti a dimostrazione di un errore giudiziario. In queste circostanze potete rivolgervi al Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia per ottenere un risarcimento.

Dopo avervi dichiarati colpevoli di un reato il giudice vi condannerà.

La condanna diventa definitiva con l’accertamento o la vostra dichiarazione di colpevolezza, ma in questo caso potete ancora presentare ricorso. Se il ricorso viene accolto, sul vostro certificato penale non verrà indicata alcuna condanna.

Sono cittadino di un altro Stato membro. Posso esservi rimandato dopo il processo?

Se siete condannati per aver commesso un reato penale, il tribunale non può rimandarvi al vostro paese di origine, ma può rivolgersi al ministero della Giustizia per chiedere la vostra espulsione dal paese ospitante. Esso, inoltre, ha la facoltà di sospendere la pena inflittavi o parte di essa a patto che lasciate l’Irlanda. Questo non significa che sarete espulsi, ma potrebbe tradursi nel vostro arresto qualora non lasciate il territorio irlandese. Se siete in carcere potete rivolgervi al ministero della Giustizia chiedendo il permesso di lasciare l’Irlanda per consentire l’esecuzione della pena residua in un altro Stato membro.

In caso di condanna, posso essere nuovamente giudicato per lo stesso reato?

Se siete condannati non potete essere nuovamente giudicati per lo stesso reato. Nel caso in cui la condanna sia stata pronunciata in un altro Stato membro, non è possibile giudicarvi nuovamente per lo stesso reato anche in Irlanda.

Informazioni sui capi d’accusa/sulla condanna

Il vostro certificato penale riporterà tutte le condanne pronunciate nei vostri confronti. Se siete adulti queste informazioni saranno inserite nell’archivio permanente della Garda (forza di polizia nazionale). I suoi membri inoltre possono reperire ulteriori informazioni su di voi. Avete il diritto di far correggere o eliminare dai verbali eventuali informazioni personali errate sul vostro conto. A tal fine potete rivolgervi alIl link si apre in una nuova finestra Garda Central Vetting Unit (Unità di controllo centrale della Garda). Se i Gardaí vi negano l’accesso a questo tipo di informazioni o si rifiutano di correggere i vostri dati personali errati avete il diritto di rivolgervi alIl link si apre in una nuova finestra Data Protection Commissioner (Garante per la protezione dei dati personali).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraTribunali irlandesi

Il link si apre in una nuova finestraSportello informativo per i cittadini

Il link si apre in una nuova finestraGarante per la protezione dei dati personali

Ultimo aggiornamento: 25/10/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

5 - Violazioni al Codice della strada e altri reati minori

Come vengono gestite le violazioni minori al Codice della strada?

Solitamente le violazioni minori al Codice della strada, quali eccesso di velocità, uso del telefono cellulare alla guida o parcheggio irregolare, sono punite attraverso la “notifica di una sanzione fissa”, con la quale viene indicato un periodo di tempo specifico entro il quale è possibile pagare un’ammenda per posta. Il caso viene portato in tribunale solo nell’ipotesi di mancato pagamento dell’ammenda. Talvolta la notifica avviene al momento del reato, in altri casi è inviata all’indirizzo postale della persona accusata di violazione al Codice della strada.

Tuttavia, alcune violazioni per le quali sono previste sanzioni fisse comportano la decurtazione di “punti” dalla patente di guida. Se nell’arco di tre anni totalizzate un numero massimo di 12 punti, le autorità irlandesi possono imporvi il divieto di guida. Se decidete di pagare la sanzione fissa notificatavi, perderete meno punti e la situazione sarà meno grave rispetto a quella in cui siete dichiarati colpevoli e il vostro il caso viene portato in tribunale. Attualmente l’Unione europea è impegnata su un progetto volto ad armonizzare le modalità di calcolo relative ai punti della patente in tutti gli Stati membri.

               

Le violazioni al Codice della strada sono quasi sempre gestite dai Gardaí. È bene sapere che in Irlanda la legge obbliga i conducenti ad essere sempre muniti di patente e ad esibirla qualora richiesto da un membro della Garda.

Se vivete in Irlanda ma siete cittadini di un altro Stato membro, durante un processo giudiziario sarete trattati alla stregua di un cittadino irlandese.

Se si decide di discutere la vostra causa, il suo esame spetterà al giudice e alla giuria del tribunale circoscrizionale adito (ossia il tribunale di grado inferiore). Qualora non siate soddisfatti della sentenza emessa, potete presentare ricorso presso un tribunale di grado superiore, sia per una condanna che per una sanzione (cfr. la Il link si apre in una nuova finestraNota informativa 4).

Questi tipi di reati compaiono sul mio certificato penale?

Tutte le condanne pronunciate in caso di violazione al Codice della strada sono inserite nell’archivio informatico della Garda. Generalmente le violazioni minori, come l’eccesso di velocità, non rientrano tra i casi punibili con condanne penali. Tuttavia, se l’accusa rivoltavi riguarda violazioni più gravi, quali ad esempio la guida pericolosa, la guida in stato di ebbrezza o la guida senza assicurazione, le condanne inflitte saranno riportate nel vostro certificato penale. Queste violazioni saranno gestite secondo la procedura specificata nella Il link si apre in una nuova finestraNota informativa 4. Se siete accusati di una violazione simile dovrete rivolgervi immediatamente a un avvocato.

Come vengono gestite altre violazioni minori?

Le violazioni minori più comuni sono costituite da eccesso di velocità e uso del telefono cellulare alla guida. Altri tipi di violazioni, tra cui la guida in una corsia riservata ai mezzi pubblici, possono comportare la “Il link si apre in una nuova finestranotifica di una sanzione fissa“ ma non la decurtazione dei punti dalla patente. La guida scorretta nei confronti di altri conducenti, che comprende anche la guida imprudente, implica l’applicazione di un’ammenda e la decurtazione dei punti dalla patente.

Sarete chiamati in giudizio solo in caso di mancato pagamento dell’ammenda fissa notificatavi. Come visto in precedenza, anche questo caso sarà esaminato dal tribunale circoscrizionale, la cui decisione può essere impugnata in qualsiasi momento.

Ultimo aggiornamento: 25/10/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

2 - I miei diritti durante le indagini su un reato

Qual è lo scopo delle indagini preliminari?

Lo scopo delle indagini preliminari consiste nel dar seguito alla denuncia di un reato sporta da un pubblico cittadino o nel verificare il sospetto dei Gardaí relativo a una violazione della legge penale e nello scoprire l’identità dell’imputato/degli imputati. Di solito un pubblico cittadino segnala un incidente e i Gardaí avviano le indagini, così come previsto nell’ipotesi di un’effettiva violazione della legge penale, nel cui caso si verifica un ulteriore svolgimento delle indagini.

Chi conduce le indagini preliminari?

Quasi sempre il diritto di condurre le indagini preliminari spetta alla polizia irlandese, nota con il nome di Il link si apre in una nuova finestraAn Garda Síochána. I suoi membri, denominati Gardaí, ricevono orientamenti giuridici sul modo migliore di condurre le indagini dall’Ufficio della pubblica accusa (cui fa capo il direttore della pubblica accusa), costituito da giuristi incaricati di condurre la maggior parte dei procedimenti giudiziari a nome dello Stato irlandese.

Quali sono le fasi delle indagini in un procedimento penale?

La prima fase delle indagini preliminari consiste nella denuncia da parte di un pubblico cittadino o nella scoperta di un presunto reato da parte di un Garda (membro della polizia irlandese). I Gardaí accertano se l’incidente segnalato costituisce un reato; in caso affermativo avviano le indagini preliminari sul caso.

In questa fase, i Gardaí stabiliscono se il presunto reato è da considerarsi “grave” o meno. Il termine “grave” si riferisce a tutti quei reati che, in teoria, possono prevedere un periodo di reclusione di almeno cinque anni. Se il reato denunciato rientra in questa categoria, i Gardaí possono avviare le indagini preliminari su di esso avvalendosi del loro potere di arrestare e porre in stato di fermo l’imputato presso una stazione di polizia locale e durante il periodo di detenzione per condurre l’interrogatorio. I diritti di effettuare arresti, di disporre lo stato di fermo e di condurre gli interrogatori saranno oggetto di discussione nelle prossime pagine della presente Nota informativa.

Se il reato non è grave, i poteri riconosciuti ai Gardaí sono di gran lunga minori. Solitamente essi possono condurre le indagini sul presunto reato, ma non hanno il potere di arrestarvi e porvi in stato di fermo ai fini dell’interrogatorio. Il potere di arresto può essere esercitato da parte loro solo ai fini dell’accusa del presunto reato. Se per un reato non grave decidono di non arrestarvi, solitamente vi citeranno in giudizio per avviare il processo penale.

La terza fase delle indagini preliminari prevede la raccolta di informazioni che, in un processo successivo, possono essere utilizzate come prove. La raccolta delle informazioni può avvenire in vari modi e i diritti dei Gardaí relativi ad essa dipendono dalla natura del presunto reato. Anche il diritto della polizia di arrestarvi e interrogarvi limita i loro poteri di raccogliere potenziali prove forensi o di altro tipo, di cui si discuterà nella presente Nota informativa.

I Gardaí decidono autonomamente o previa consultazione con il Il link si apre in una nuova finestraDPP (direttore della pubblica accusa) se e di cosa accusarvi. Spesso la decisione di perseguire reati gravi spetta ai Gardaí. In genere, in caso di reati insolitamente o palesemente gravi o che richiedono l’intervento del DPP per essere perseguiti, i Gardaí procedono dopo essersi rivolti al suddetto DPP.

I miei diritti durante le indagini preliminari

Cliccate sui collegamenti sottostanti per ricevere maggiori informazioni sui vostri diritti durante le fasi delle indagini preliminari.

I miei diritti dopo l’arresto (1)

In caso di reato “grave”, i Gardaí hanno il potere di Il link si apre in una nuova finestraarrestarvi e porvi in stato di fermo per interrogarvi. Questo significa che sarete posti sotto custodia cautelare della Garda e che non potete evitare il rinvio a giudizio.

I Gardaí hanno bisogno di un mandato per arrestarmi?

No. Se sospettano che siete voi gli autori del reato sul quale stanno indagando, non è detto che i Gardaí necessitino di un mandato d’arresto.

Dove possono arrestarmi?

L’arresto può avvenire sia in casa vostra che in un luogo pubblico. A tal fine è sufficiente che i Gardaí abbiano motivo di sospettare che avete commesso un reato.

Devo essere informato del motivo del mio arresto?

Sì. I Gardaí sono tenuti a comunicarvi il motivo del vostro arresto.

È possibile che i Gardaí mi arrestino con la forza?

Sì, Se hanno motivo di farlo.

Dopo l’arresto-

Sarete condotti in una stazione di polizia per sostenere l’interrogatorio o ricevere le accuse. Durante la vostra permanenza in questo luogo, la legge prevede la tutela dei vostri diritti, che è affidata al responsabile della stazione della Garda. La durata del periodo in cui potete essere trattenuti presso la stazione di polizia dipende dal potere che autorizza i Gardaí a tenervi in stato di fermo. Per maggiori informazioni sui vostri diritti consultate il sito del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio irlandese per le libertà civili (The Irish Council for Civil Liberties - ICCL).

Interrogatorio e indagini della polizia (2)

Sarò informato dei diritti che mi vengono riconosciuti?

Sì. Se il vostro stato di fermo viene disposto in virtù di uno di questi poteri previsti dalla legge sarete informati dei diritti che vi vengono riconosciuti. La comunicazione avverrà per iscritto e, nel caso in cui non conosciate l’inglese, dovrà essere tradotta nella vostra lingua.

Posso comunicare l’arresto alla mia ambasciata?

Sì. Se non siete cittadini irlandesi potete chiedere che l’arresto venga comunicato alla vostra ambasciata o al vostro consolato.

Vengo da un altro paese. Devo essere in Irlanda durante lo svolgimento delle indagini?

Non necessariamente. Se al termine del periodo detentivo non ricevete alcuna accusa, siete liberi di lasciare il paese e dirigervi altrove. Nell’ipotesi in cui lo Stato irlandese rivolga delle accuse contro di voi in un secondo momento, potete scegliere di tornare in Irlanda per affrontare il processo oppure di opporvi alla decisione di estradizione restando nel vostro paese. Se al termine del periodo detentivo ricevete delle accuse, sarete portati dinanzi a un tribunale competente sul caso, dove un giudice deciderà se concedervi o meno il rilascio su cauzione.

Potrò conferire con un avvocato?

Sì. Avete il diritto di conferire in privato con un avvocato. Se non conoscete nessun legale che possa assumere la vostra difesa, il responsabile della Garda vi aiuterà a trovarne uno, fornendovi un elenco di avvocati custodito presso la stazione di polizia (a tal proposito si veda anche la Nota informativa 2).

Quando potrò parlare con un avvocato?

Se desiderate parlare con un avvocato non potete essere interrogati in sua assenza. Al suo arrivo avrete la possibilità immediata di interloquire con lui.

Posso avvalermi dell’assistenza del mio avvocato durante l’interrogatorio?

No. Tuttavia, in caso di dubbi, avete il diritto di usufruire di un’ulteriore consulenza legale durante l’interrogatorio.

Cosa succede se non posso permettermi un avvocato?

Se disponete di risorse economiche limitate è possibile che la corresponsione degli onorari previsti per il vostro avvocato avvenga secondo quanto previsto dal sistema irlandese di gratuito patrocinio (cfr. la Nota informativa 1). Tuttavia, è sempre meglio procurarsi un legale autonomamente; la questione economica può essere discussa con lui in una fase successiva del processo.

Quanto tempo durerà l’interrogatorio durante il periodo detentivo e come sarà condotto?

Potete essere interrogati per un periodo massimo di quattro ore alla volta. L’interrogatorio deve avvenire in modo leale e deve essere filmato, tranne nel caso in cui ciò sia impossibile. Se siete condannati avete diritto solo a una copia della registrazione video che, in base a un’ordinanza del tribunale, viene rilasciata al vostro legale. Per ciascun interrogatorio è prevista la presenza di soli due Gardaí.

Sono tenuto a rispondere alle domande?

No. Durante l’interrogatorio potete avvalervi della facoltà di Il link si apre in una nuova finestranon rispondere. Tuttavia, è bene sapere che, in alcuni casi, il vostro silenzio potrebbe costituire una prova contro di voi in un processo successivo. Il vostro rifiuto di rispondere ad alcune domande può essere usato insieme ad altre prove per giudicarvi colpevoli.

Se mi viene chiesto di fornire informazioni devo farlo?

Per consentire ai Gardaí di identificarvi siete tenuti a fornire i vostri dati personali. Prima di decidere se fornire ulteriori informazioni è bene rivolgersi a un avvocato. Se l’arresto è avvenuto ai fini dell’interrogatorio, questo significa che siete sospettati di un grave reato e qualunque informazione forniate può essere utilizzata come prova contro di voi in un altro processo.

Cosa succede se dico qualcosa che potrebbe danneggiare la mia causa?

Avere il diritto di non testimoniare contro voi stessi. Se le vostre risposte sono tali da danneggiare la vostra causa, i vostri consulenti legali vi informeranno delle conseguenze delle vostre deposizioni che, solitamente, consistono nell’utilizzare le vostre dichiarazioni come prova contro di voi.

Sono tenuto a farmi fotografare e a consentire il prelievo delle mie impronte digitali?

Sì. Se il vostro stato di fermo è avvenuto in virtù di un potere concesso dalla legge, è possibile che siate tenuti a farvi fotografare e a dare il vostro consenso al prelievo delle impronte digitali. Lo scatto di fotografie e il prelievo di dette impronte vengono impediti solo nell’ipotesi in cui sia stato commesso un reato.

É possibile che i Gardaí conservino per sempre le mie impronte digitali?

Sì. Tuttavia, in caso di assoluzione o di mancata condanna, voi o il vostro legale potete scrivere ai Gardaí e chiedere la distruzione del materiale raccolto.

Devo acconsentire al prelievo di campioni di DNA o di altro materiale biologico tratto da zone corporee più intime?

Se il vostro fermo avviene perché previsto dalla legge, i Gardaí devono ricevere l’autorizzazione da un funzionario di grado superiore per prelevare campioni biologici costituiti da DNA, saliva, frammenti di unghie e materiale depositato sotto di esse o secrezioni orali rilevate attraverso un tampone diagnostico. In mancanza di autorizzazione, essi non possono prelevare orme di scarpe, né campioni di secrezioni genitali o di un orifizio, a meno che voi non diate il vostro consenso.

La mia abitazione, il mio luogo di lavoro, la mia automobile, o altri beni di mia proprietà possono essere perquisiti?

Sì. La Il link si apre in una nuova finestraCostituzione irlandese e la Il link si apre in una nuova finestraConvenzione europea dei diritti dell’uomo prevedono il rispetto per la vostra riservatezza e integrità fisica, ma si tratta di diritti limitati. I Gardaí possono perquisire la vostra casa dietro vostro consenso, ma possono farlo anche senza di esso, nel caso in cui abbiano un mandato di perquisizione o debbano irrompere nella vostra proprietà nell’intento di prelevarvi e arrestarvi. Per maggiori informazioni sulle perquisizioni consultare la sezione Perquisizioni (3).

Posso presentare ricorso in caso di violazione dei miei diritti?

In caso di violazione dei vostri diritti dovrete rivolgervi ai vostri consulenti legali, che vi spiegheranno come e dove presentare ricorso.

Chi è il responsabile della Garda?

È un membro dei Gardaí preposto alla garanzia del vostro benessere e alla tutela dei vostri diritti. Ogni stazione di polizia deve averne uno. Per qualsiasi problema incontrato durante il periodo di custodia cautelare potete chiedere di parlare con lui.

Posso parlare con la mia famiglia?

Avete il diritto di fare in modo che un vostro parente venga informato della vostra detenzione, ma non è detto che possiate parlare con lui.

Cosa succede se mi sento male? Ho diritto inoltre al riposo e al ristoro?

In caso di necessità avete diritto alle cure mediche. In aggiunta, durante il periodo di detenzione, avete diritto a momenti di riposo e di ristoro.

Sarà redatto un verbale che attesti il mio periodo di custodia cautelare?

Il vostro periodo di custodia cautelare presso la stazione di polizia sarà inserito in un apposito verbale, di cui sarà fornita una copia a voi o al vostro legale.

Cosa succede se non parlo o non capisco l’inglese?

Avete diritto a un interprete che possa tradurre per voi i discorsi tenuti. Voi o il vostro legale potete insistere affinché l’interprete incaricato di tradurre le vostre consultazioni private sia diverso da quello avente il compito di tradurre le domande e le risposte durante l’interrogatorio tenuto dai Gardaí. La presenza di un interprete deve essere garantita ogniqualvolta un avvocato o un Garda desideri parlare con voi.

Per quanto tempo posso essere detenuto?

Dipende dalle disposizioni di legge. Il periodo massimo previsto dalla legislazione irlandese equivale a sette giorni.

Perquisizioni (3)

Ho il diritto di sapere il motivo per cui è stato deciso di perquisire la mia proprietà?

Avete il diritto di sapere perché e in base a quale potere è stata decisa la perquisizione della vostra proprietà. Nel caso in cui la vostra proprietà venga perquisita, in un secondo momento avete diritto a una copia di un eventuale mandato di perquisizione.

Come deve essere effettuata la perquisizione da parte dei Gardaí?

La perquisizione deve avvenire nel rispetto del vostro diritto a un trattamento non degradante.

Può succedere che i Gardaí sequestrino i miei oggetti personali?

Sì. I Gardaí possono sequestrare tutti gli oggetti che credono possano fungere da prova. Possono anche portar via oggetti che, pur non essendo specificati sul mandato di perquisizione, potrebbero servire come prova per un altro reato.

Posso restare nella mia proprietà mentre i Gardaí effettuano la perquisizione?

Sì. Non potete compiere alcun gesto che possa ostacolare una perquisizione legittima, ma potete assistere alla sua conduzione.

Posso essere sottoposto a perquisizione personale?

Sì. Se ha motivo di sospettare che avete commesso un reato, un membro della Garda può decidere di perquisirvi anche senza il vostro consenso.

Prima di essere perquisito devo essere arrestato?

No. La perquisizione può essere effettuata prima dell’arresto.

Devo essere informato del motivo della perquisizione?

Sì. La Garda è tenuta a rivelarvi il motivo della perquisizione e il potere in base al quale agisce in tal senso.

Posso essere sottoposto a perquisizione corporale?

Sì, ma solo se necessario. La perquisizione corporale deve essere effettuata in un’area privata appositamente allestita presso una stazione della Garda, senza arrecarvi alcuna molestia. Possibilmente questa perquisizione deve essere effettuata da un medico.

Sarò perquisito da qualcuno del mio stesso sesso?

Se la perquisizione non è semplicemente di tipo personale, sarete perquisiti da qualcuno del vostro stesso sesso.

Prima udienza (4)

Sarò posto in custodia cautelare o sarò rilasciato?

Se siete trasferiti da una stazione di polizia, dove vi trovate in stato di fermo, presso un tribunale che rifiuta di concedervi il rilascio dietro cauzione, sarete posti sotto custodia cautelare.

Posso chiedere il rilascio dietro cauzione?

Nella maggior parte dei casi, in occasione della vostra prima comparsa presso il Il link si apre in una nuova finestratribunale circoscrizionale (tribunale di grado inferiore), potete avanzare la Il link si apre in una nuova finestrarichiesta di rilascio dietro cauzione. In alcuni casi (concernenti, ad esempio, l’accusa di omicidio) dovrete rivolgervi alla High Court (alta Corte di giustizia). Prima di poter avanzare la vostra richiesta, però, dovrete trascorrere un certo periodo di tempo in carcere.

Avete diritto a essere rappresentati da un legale. A seconda del reddito da voi posseduto, la corresponsione degli onorari per il vostro avvocato avverrà secondo il sistema di gratuito patrocinio.

Posso sapere perché i Gardaí si oppongono al mio rilascio dietro cauzione?

Sì. Dovete essere informati in anticipo sui motivi che inducono i Gardaí a rifiutarsi di concedervi il rilascio dietro cauzione. Tuttavia, il vostro diritto a questo tipo di rilascio non è assoluto. Il rifiuto del giudice può essere motivato dal timore che la concessione di questo tipo di rilascio possa indurvi a non comparire in giudizio, a intralciare il rilascio di deposizioni da parte dei testimoni o a commettere altri gravi reati.

Posso ottenere la libertà provvisoria su cauzione?

Sì. Questa libertà può esservi concessa in casi quali la rinuncia al passaporto, la decisione di risiedere in Irlanda in attesa del processo e l’impegno a fornire segnalazioni regolari alla stazione della Garda, al fine di garantire il rispetto delle condizioni previste. Il tribunale può anche chiedervi il deposito di una somma pecuniaria o imporre il blocco del conto bancario irlandese di un familiare o di un amico come garanzia dell’osservanza delle condizioni previste per il rilascio.

Preparazione al processo o ammissione di colpevolezza nella fase istruttoria (5)

Posso dichiararmi colpevole di alcune o tutte le accuse prima del processo?

Sì. Dovrete affrontare il processo solo se non vi dichiariate colpevoli. In caso contrario, al posto del processo è prevista un’udienza per la pronuncia della condanna.

Cosa succede?

Se non avete intenzione di affrontare un processo dovrete ammettere di aver commesso il reato/alcuni reati di cui siete accusati. In Irlanda il patteggiamento non è previsto dalla legge ma, in pratica, il DPP può accettare la dichiarazione di colpevolezza per quanto riguarda alcune accuse e decidere di respingere altre accuse. Nel caso in cui vi dichiariate colpevoli sarete condannati in una fase successiva del procedimento e prima dell’udienza di condanna si deciderà se porvi sotto custodia cautelare.

Cosa succede all’udienza di condanna?

Tranne nei casi di pene obbligatorie, quali l’ergastolo previsto in caso di omicidio, avete diritto a un’udienza per la pronuncia della condanna e a sapere dal giudice, tramite il vostro avvocato, il vostro status e la vostra situazione personale in riferimento al reato commesso.

Le accuse possono essere modificate prima del processo?

Sì. Il DPP può aggiungere ulteriori accuse durante il processo e fino alla data della sua conclusione, ma può anche respingerle fino a questa data. In questo arco temporale, inoltre, il DPP ha il diritto di presentare ulteriori prove. Le sue azioni devono seguire procedure leali, senza prevedere il rigetto di prove o la divulgazione del materiale in suo possesso relativo a voi o ai vostri consulenti legali.

Posso essere accusato di un reato se sono già stato perseguito per lo stesso reato in un altro Stato membro?

Se siete già stati accusati di un reato e processati per esso in uno Stato membro non potete essere accusati dello stesso reato in un altro paese. Tuttavia, se le accuse rivoltevi in un altro Stato membro sono state respinte, in Irlanda possono essere nuovamente mosse nei vostri confronti.

Sarò messo al corrente delle prove a mio carico?

Sì. Otterrete dei documenti (comunemente noti come “raccolta di elementi probatori”) comprendenti tutte le prove presentate contro di voi. Inoltre verrete a conoscenza di tutto il materiale prodotto dopo le indagini sul presunto reato attribuitovi che, però, il pubblico ministero non intende prendere in considerazione.

Riceverò informazioni sui testimoni che depongono contro di me?

Sì. Potrete ottenere un numero limitato di informazioni su tali testimoni. Avete il diritto di sapere se essi hanno un certificato penale e di chiedere loro informazioni durante il processo attraverso un controinterrogatorio effettuato dal vostro avvocato o, in privato, attraverso un interrogatorio condotto dai vostri consulenti legali.

Non avete il diritto di ottenere un elenco dettagliato contenente tutte le informazioni personali relative ai testimoni, né di intralciare questi ultimi nel rilascio di deposizioni, allo scopo di intimorirli o di alterare il corso della giustizia. Una simile azione potrebbe tradursi nella revoca del vostro rilascio su cauzione o nella presentazione di ulteriori accuse contro di voi.

Quando otterrò la “Il link si apre in una nuova finestraraccolta degli elementi probatori”?

Se dovete essere processati per aver commesso un grave reato dovrete ottenere tali documenti entro 42 giorni dalla data in cui viene presentata l’accusa. Il tribunale può decidere di prolungare il periodo di tempo in cui lo Stato è tenuto a fornirvi tali documenti.

Cosa riceverò?

Riceverete una raccolta di documenti contenente le informazioni principali sulla causa intentata contro di voi dallo Stato. La raccolta non contiene tutte le informazioni relative alla vostra causa, dal momento che durante il processo e fino alla data della sua conclusione è sempre possibile presentare ulteriori prove contro di voi. Nella maggior parte dei casi, la prova su cui lo Stato deve basarsi per consentire la pronuncia della condanna deve essere riportata oralmente in aula di tribunale attraverso il giuramento dei testimoni.

Come otterrò la “raccolta degli elementi probatori”?

La raccolta degli elementi probatori vi sarà consegnata di persona da un membro della Garda in tribunale. Solitamente, la presentazione di ulteriori prove avverrà dinanzi al vostro consulente legale presso la stazione di polizia o in aula di tribunale.

Saranno richieste informazioni sul mio certificato penale?

Sì. I Gardaí hanno il diritto di chiedere informazioni sui vostri precedenti penali ai fini delle indagini e per stabilire la vostra idoneità a ottenere l’eventuale rilascio su cauzione. Essi possono accedere al vostro certificato penale anche nel caso in cui siate stati dichiarati colpevoli, per consentire al giudice/ai giudici di infliggere una pena adeguata. É ammesso anche l’uso di un certificato attestante eventuali condanne ricevute in un altro paese.

Sono previste limitazioni sui tempi di accesso al certificato penale per avere informazioni sui miei precedenti penali?

Sì. Durante il processo non è consentita la consultazione del certificato, a meno che i vostri consulenti legali non inseriscano i vostri precedenti penali nel loro controinterrogatorio o nelle richieste di compromesso presentate in tribunale.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraMaggiori informazioni sui poteri di perquisizione, detenzione e accusa

Il link si apre in una nuova finestraMaggiori informazioni sul ruolo dei Gardaí

Il link si apre in una nuova finestraUfficio dell’avvocato generale dello Stato e Ufficio del direttore della pubblica accusa

Il link si apre in una nuova finestraMaggiori informazioni sulla legislazione nazionale

Il link si apre in una nuova finestraThe Criminal Justice Act 1984 (Treatment of Persons in Custody in Garda Stations) Regulations 1987 (legge sulla giustizia penale del 1984 – trattamento di persone poste sotto custodia cautelare presso le stazioni di polizia della Garda; normativa del 1987)

Il link si apre in una nuova finestraConsiglio irlandese per le libertà civili

Ultimo aggiornamento: 25/10/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.