Imputati (procedimenti penali)

Germania

Contenuto fornito da
Germania

Il pubblico ministero trasmette l’atto di imputazione al tribunale, che decide nella fase intermedia se la causa debba passare alla fase principale, ovvero al processo.

Se il tribunale autorizza il rinvio a giudizio, il procedimento principale inizia con un'udienza in aula. Le udienze possono svolgersi in uno o più giorni. Il processo può svolgersi anche con il rito abbreviato, disciplinato da norme diverse.

Come si svolge il processo?

Innanzitutto, il tribunale identifica i presenti: il pubblico ministero, voi e il vostro avvocato (se del caso) e i testimoni e i periti. Ai testimoni viene chiesto di attendere fuori dell’aula.

Vi verranno chieste le generalità, ovvero il vostro nome e cognome, indirizzo, luogo di nascita, stato civile e professione. Non siete tenuti a comunicare il vostro reddito.

Successivamente vengono lette ad alta voce le accuse.

A quel punto potete esprimere osservazioni in merito alle accuse. Non siete tenuti a parlare: avete il diritto di non rispondere. Il tribunale non può trarre alcuna conclusione dal vostro silenzio. In seguito vengono prodotte le prove, ovvero vengono interrogati i testimoni e sentiti i periti e/o viene data lettura di alcuni documenti.

Il pubblico ministero e il vostro avvocato (se del caso) forniscono le loro valutazioni sulle prove e propongono la vostra condanna o assoluzione.

Avrete l’ultima parola.

Il tribunale emette infine la sentenza specificandone le motivazioni.

Dove si svolgerà il processo?

Il processo si svolge nel luogo in cui il pubblico ministero ha presentato le accuse; vi sono norme specifiche che disciplinano tale aspetto. Il processo si tiene spesso presso il tribunale competente nel luogo in cui è stato commesso il reato.

A seconda della sanzione prevista per il reato in esame, il procedimento si tiene dinanzi al tribunale circondariale (Amtsgericht), al tribunale regionale (Landgericht) o al tribunale regionale superiore (Oberlandesgericht). Se la sanzione prevista è un’ammenda o una pena detentiva massima di due anni, la causa viene giudicata da un giudice unico di un tribunale circondariale. Se la sanzione prevista è una pena detentiva da due a quattro anni, la causa viene giudicata dinanzi al tribunale locale composto da tre giudici, di cui un giudice togato e due giudici popolari (Schöffen). Se la sanzione prevista è una pena detentiva di oltre quattro anni, la causa viene giudicata dinanzi al tribunale regionale composto da due o tre giudici togati e da due giudici popolari. Le questioni di sicurezza nazionale sono giudicate dinanzi al tribunale regionale superiore composto da tre giudici togati.

Il processo sarà pubblico?

Il processo si tiene a porte aperte. Il pubblico viene escluso solo in circostanze eccezionali, per esempio al fine di tutelare i testimoni.

Le accuse possono essere modificate durante il processo?

È possibile apportare modifiche minime alle accuse su istruzione del tribunale, nonché presentare accuse aggiuntive durante il processo. Tali accuse aggiuntive verranno tuttavia prese in considerazione solo con il consenso sia vostro che del tribunale.

Che cosa succede se mi dichiaro colpevole di alcune o tutte le accuse durante il processo?

L’ammissione di colpevolezza non pone fine al procedimento. Il tribunale può tuttavia decidere di non ascoltare alcune deposizioni se ritiene che la vostra ammissione di colpevolezza sia attendibile, per esempio perché è corroborata da altre deposizioni. Se vi dichiarate colpevoli di uno o più capi di accusa, il tribunale può ridurre la pena. In alcuni casi, la vostra ammissione di colpevolezza può avvenire nell’ambito di un patteggiamento. Il patteggiamento riguarda la pena e non il verdetto di colpevolezza o innocenza.

Quali sono i miei diritti durante il processo?

Siete tenuti a essere presenti al processo. Se la vostra assenza non è giustificata e non comparite in aula, il processo viene rinviato e può essere emesso un mandato d’arresto nei vostri confronti. Il procedimento per decreto rappresenta un’eccezione a tale norma.

Se non conoscete a sufficienza la lingua, il tribunale vi fornirà un interprete per tradurre tutte le azioni importanti intraprese e le dichiarazioni effettuate durante il processo.

Potete nominare un avvocato difensore. In alcuni casi siete tenuti ad avere un avvocato. Se non scegliete un avvocato, il tribunale ne nominerà uno d'ufficio.

Posso contestare le prove presentate a mio carico?

Quando vengono presentate prove a vostro carico, potete esprimere osservazioni al riguardo. Potete contestare qualsiasi prova che ritenete sia stata presentata contro di voi in modo improprio.

Potete inoltre chiedere di presentare ulteriori prove. Potete raccogliere prove voi stessi, ma non avrete gli stessi poteri della polizia. Per esempio, non potete effettuare intercettazioni telefoniche e presentare le registrazioni come prova.

Potete chiedere ai testimoni di comparire e dichiarare i fatti di cui sono a conoscenza, e potete citarli in tribunale. Ricordate, tuttavia, che i testimoni hanno l’obbligo di dichiarare il vero in aula.

I testimoni vengono interrogati prima dal giudice o dai giudici e poi dal pubblico ministero. Voi e il vostro avvocato potete interrogarli successivamente.

Di norma viene letto ad alta voce un estratto del vostro certificato penale. Se siete già stati condannati per un reato simile a quello oggetto del procedimento in corso, è possibile che venga data lettura anche della sentenza precedente. Il casellario giudiziale non riporta condanne precedenti in altri Stati membri. Tuttavia, se il tribunale viene a conoscenza in altro modo di condanne precedenti, può tenerne conto.

Che cosa succede alla fine del processo?

Il processo termina con una sentenza o con l’archiviazione del procedimento.

Nella maggior parte dei casi i processi terminano con una sentenza. A seconda delle prove, il tribunale può condannarvi o assolvervi. La sentenza può imporre un'ammenda o una pena detentiva. In circostanze particolari stabilite dalla legge, il tribunale può disporre misure quali il ricovero in un ospedale psichiatrico o in un centro di disintossicazione o la detenzione preventiva. Un’altra possibile misura di questo tipo è il ritiro della patente di guida. Può essere inoltre imposta la sospensione della patente di guida come sanzione aggiuntiva.

L’ammenda è calcolata in base a un determinato numero di quote giornaliere (Tagessätze, per esempio 50 quote giornaliere da 15 euro). La quota giornaliera corrisponde sempre a un trentesimo del vostro reddito mensile. Potete inoltre lavorare per pagare l’ammenda. Se non pagate l’ammenda, anche lavorando, sconterete un giorno di carcere per ogni quota giornaliera. Se l’ammenda non corrisponde a più di 180 quote giornaliere, può essere sospesa. Ciò significa che verrà emesso un avvertimento e che dovrete pagare l’ammenda solo in caso di reiterazione del reato dopo l’irrogazione della pena o se violate eventuali ordinanze del tribunale.

 

Anche le pene detentive fino a due anni possono essere sospese. In caso di mancato rispetto delle condizioni per la libertà condizionata, la pena può essere eseguita.

La sentenza può prevedere altre misure e sanzioni aggiuntive.

Qual è il ruolo della persona offesa dal reato durante il processo?

Nella maggior parte dei casi la persona offesa dal reato è un testimone importante e viene ascoltata in tale qualità.

Le vittime di determinati reati possono inoltre prendere parte attiva al processo se hanno il diritto di costituirsi parti civili in parallelo all'azione penale pubblica. Le parti lese possono porre domande o chiedere l'esame di prove, e possono essere rappresentate da un legale che agirà a loro nome. Al termine del processo, la parte lesa o il suo avvocato possono presentare dichiarazioni finali raccomandando una determinata sentenza.

Ulteriori informazioni

Il procedimento principale è disciplinato dal Codice di procedura penale e dalla legge sull'organizzazione dei tribunali.

Ultimo aggiornamento: 30/08/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web