Imputati (procedimenti penali)

Repubblica ceca

La presente nota informativa descrive i vostri diritti durante il processo.

Contenuto fornito da
Repubblica ceca

Diritti fondamentali

Durante il procedimento penale avete il diritto:

  • a che le autorità responsabili del procedimento penale lavorino il più velocemente possibile rispettando i vostri diritti e le libertà fondamentali;
  • di chiedere che le autorità responsabili del procedimento penale procedano in modo che non vi sia alcun ragionevole dubbio riguardo ai fatti fondamentali per poter emettere una sentenza adeguata. Devono avere pari accuratezza nella valutazione delle prove a vostro favore e contro di voi;
  • di essere informati dalle autorità responsabili del procedimento penale sui vostri diritti e di avere la possibilità di esercitarli pienamente;
  • di esprimere un parere sulle accuse contro di voi e sulle prove a sostegno di tali accuse;
  • di rifiutarvi di testimoniare;
  • di esaminare i fascicoli, avere accesso alla documentazione, prendere note e fare copie a vostre spese;
  • di partecipare alla discussione della causa durante il processo e alle udienze pubbliche in sede di ricorso;
  • di effettuare una dichiarazione conclusiva durante il processo e alle udienze pubbliche in sede di ricorso nonché di presentare un’istanza finale;
  • di illustrare le circostanze e le prove in vostra difesa;
  • di presentare istanze (relative all’esame delle prove e ai metodi di decisione) e domande;
  • di esperire le vie di ricorso (ordinarie, ovvero una denuncia; un’impugnazione, un reclamo, un’istanza straordinaria per la riapertura del procedimento; presentare una denuncia per violazione della legge e proporre ricorso);
  • di nominare un avvocato difensore (se non lo scegliete voi stessi, l’avvocato può essere scelto da un familiare o da un’altra parte) e usufruire della sua consulenza, anche durante le azioni che l’autorità responsabile del procedimento penale compie da sola;
  • di conferire con il vostro avvocato difensore in privato se siete in custodia cautelare o se scontate una pena detentiva;
  • di chiedere di essere interrogati in presenza del vostro avvocato e di richiedere la sua presenza ad altre parti della fase istruttoria;
  • di usare la vostra lingua materna o un’altra lingua che conoscete davanti alle autorità responsabili del procedimento penale, se dichiarate di non parlare ceco.

Processo in tribunale

Discussione preliminare delle accuse

Una volta depositata l’accusa, questa viene esaminata dal presidente, che decide se è necessaria una discussione preliminare o se può iniziare il processo.

L’esito della discussione preliminare delle accuse può dar adito a una decisione del tribunale volta a:

  • promuovere un’azione per decidere in materia di competenza giurisdizionale;
  • deferire la causa a un’altra autorità (se non si tratta di un reato grave, ma potrebbe configurarsi di un reato minore, ecc.);
  • far cessare l’azione penale;
  • sospendere l’azione penale;
  • rinviare la causa al pubblico ministero per ulteriori indagini;
  • accordare la sospensione condizionale o pervenire a un accordo.

Dove si terrà il processo?

A seconda della gravità del reato, il processo di primo grado si terrà dinanzi al tribunale circoscrizionale o regionale competente nel luogo in cui è stato commesso il reato, o nel luogo di domicilio dell’accusato o in quello in cui è stato scoperto il reato.

Il processo sarà pubblico?

Sì, il processo è pubblico. In alcuni casi, tuttavia, il processo può svolgersi a porte chiuse.

Chi emetterà la sentenza?

La sentenza viene emessa da una giuria o da un unico giudice.

Posso sollevare obiezioni sul giudice?

Sì, cfr. Nota informativa 2.

Le accuse possono essere modificate durante il processo?

Il processo verte unicamente sugli atti descritti nell’accusa. Tuttavia, nel caso in cui risulti evidente che sono state compiute altre azioni, può essere deciso, durante la discussione preliminare delle accuse o alla fine del processo, di rinviare la causa al pubblico ministero per ulteriori indagini.

Le accuse riformulate devono contenere nuove allegazioni. Il tribunale può decidere che le accuse relative agli atti per cui siete processati dovrebbero essere più moderate o più gravi rispetto a quanto chiesto dal pubblico ministero.

Che cosa succede se mi dichiaro colpevole di alcune o tutte le accuse durante il processo?

Se vi dichiarate colpevoli, il tribunale continua a esaminare e valutare le prove e le testimonianze a vostro favore.

Quali sono i miei diritti durante il processo?

Si vedano i diritti fondamentali all’inizio della nota informativa. Esistono altri diritti specifici che si applicano a specifiche situazioni procedurali.

Devo essere presente in aula? Il processo si può svolgere anche se non sono presente?

Il processo può svolgersi in vostra assenza, ma non se:

  • siete in custodia cautelare;
  • state scontando una pena detentiva;
  • la causa riguarda un reato per cui è prevista una pena detentiva di oltre 5 anni. In quest’ultimo caso non è tuttavia necessaria la vostra presenza in aula qualora chiediate al tribunale di tenere il processo in vostra assenza.

Nei casi in cui occorre una difesa (cfr. Nota informativa 1), il processo non può svolgersi in assenza di un avvocato difensore.

Se vivo in un altro Stato membro posso partecipare in videoconferenza?

Non è possibile partecipare al processo con questa modalità.

Devo essere presente a tutte le udienze del processo?

Occorre presenziare a tutte le udienze del processo. Non dovete essere presente durante le fasi che si svolgono al di fuori dell’aula, ma voi o il vostro avvocato avete il diritto di parteciparvi qualora lo vogliate.

Mi verrà fornito un interprete se non capisco che cosa sta succedendo?

Sì, cfr. i diritti fondamentali all’inizio della nota informativa.

Devo avere un avvocato? Mi verrà assegnato un avvocato? Posso cambiare il mio avvocato?

Il Codice di procedura penale specifica i casi in cui è necessario un avvocato difensore. Cfr. Nota informativa 1.

Posso o devo parlare durante il processo?

Durante il processo avete diritto alla difesa, ovvero a difendervi da soli o tramite un avvocato. Per l’intera durata del processo, il tribunale consente a voi o al vostro legale di esprimere un parere sullo svolgimento di tutte le fasi procedurali. Non siete obbligati a esercitare il diritto di difendervi da soli e potete rifiutarvi di testimoniare.

Quali sono le conseguenze se non dichiaro il vero durante il processo?

Come imputato, non siete obbligati a dichiarare il vero in aula. Tuttavia, se dichiarate intenzionalmente fatti non veri al fine di avviare un’azione penale contro terzi, potete in seguito essere accusati di diffamazione.

Quali sono i miei diritti riguardo alle prove contro di me?

Avete il diritto di esprimere un parere sulle prove e presentare prove aggiuntive o prove a sostegno della vostra difesa.

Avete la possibilità, durante la dichiarazione di chiusura, di esprimere il vostro parere sulle prove dopo che ognuna di esse è stata esaminata.

Che tipo di prove posso presentare a mio favore? A quali condizioni?

Oltre alla vostra deposizione, potete presentare prove che potrebbero confutare o ridurre la vostra colpevolezza, ad esempio l’interrogatorio di testimoni, la contestazione delle prove, l’identificazione di testimoni, la ricostruzione del luogo del reato, l’interrogatorio di periti, prove e ricerche documentali ecc.

Avete il diritto di chiedere al tribunale di esaminare tali prove. Il tribunale decide in merito a tale questione. Quando il presidente dichiara che le prove sono complete, non è più possibile presentarne di nuove durante il processo.

Posso avvalermi di un investigatore privato per ottenere prove?

È possibile beneficiare dei servizi di un investigatore privato. L’investigatore deve tuttavia agire in conformità alla legge perché le prove ottenute possano essere utilizzate durante il processo. L’investigatore privato non deve influenzare i testimoni.

Posso chiedere a un testimone di parlare a mio favore?

Potete chiedere che venga interrogata una determinata persona se ritenente che la sua deposizione deponga a vostro favore. Non potete tuttavia influenzare i testimoni.

Verranno prese in considerazione le informazioni relative al mio certificato penale?

Il vostro certificato penale può essere preso in considerazione nella sentenza, a condizione che la condanna sia ancora valida.

Che cosa succede alla fine del processo?

Il processo può concludersi in uno dei seguenti modi:

  • la causa può essere rinviata al pubblico ministero per ulteriori indagini;
  • se l’atto non è un reato grave ma potrebbe trattarsi di un reato minore, la causa può essere trasferita. Il procedimento penale può essere chiuso;
  • l’azione penale può essere sospesa con condizionale o può essere raggiunta una risoluzione;
  • il tribunale può assolvere l’imputato o dichiararlo colpevole.

Sentenze, diritti della parte lesa

Quale sentenza può essere emessa?

Ai sensi del Codice penale, se commettete un reato potete subire una delle seguenti condanne:

  • reclusione, che, tranne laddove diversamente previsto dalla legge, può essere con o senza condizionale o con condizionale con sorveglianza. È altresì possibile una sentenza eccezionale, ovvero una pena detentiva tra 20 e 30 anni o l’ergastolo;
  • arresti domiciliari;
  • affidamento ai servizi sociali;
  • confisca dei beni;
  • sanzione pecuniaria;
  • confisca di un bene o di altri beni;
  • divieto di effettuare determinate attività;
  • divieto di residenza;
  • divieto di partecipare ad eventi sportivi, culturali o ad altri eventi sociali;
  • perdita di onorificenze o premi;
  • perdita del grado militare;
  • espulsione.

Qual è il ruolo della vittima (parte lesa) durante il processo?

La vittima, ovvero la persona lesa che ha subito un danno a un bene, alla sua persona o ha subito altri danni tramite reato, ha il diritto di:

  • essere rappresentata da un procuratore; se la vittima dimostra di non avere le possibilità finanziarie, può esserle fornito il patrocinio gratuito;
  • fare richiesta di ulteriori prove;
  • esaminare i fascicoli;
  • partecipare al processo e all’udienza pubblica durante il ricorso;
  • esprimere un parere sulla causa prima della fine del processo;
  • se la vittima ha diritto, ai sensi della legge, al risarcimento dei danni e l’imputato viene dichiarato colpevole, la vittima può chiedere al tribunale che il risarcimento sia a carico dell’imputato. Tale richiesta deve essere presentata al più tardi prima dell’inizio della presentazione delle prove durante il processo;
  • se si ritiene che vi siano dei rischi per la vittima in caso di rilascio dell’imputato o della persona condannata, la vittima ha il diritto di richiedere informazioni puntuali sul rilascio dell’imputato, su una sua eventuale fuga o su altri circostanze simili.

Link correlati

Ministero della Giustizia

Diritto penale per tutti

Assistenza alle vittime di reato

Ultimo aggiornamento: 03/07/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web