La versione originale in lingua tedesco di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Swipe to change

Imputati (procedimenti penali)

Austria

Contenuto fornito da
Austria

Posso proporre impugnazione?

L’imputato può impugnare qualsiasi decisione di condanna dinanzi a un tribunale di grado superiore. Nel caso di sentenze emesse da tribunali distrettuali e da giudici monocratici presso tribunali regionali, è possibile presentare un’impugnazione integrale, il cui scopo è contestare sia il verdetto di colpevolezza sia la decisione di condanna. In questi procedimenti, l’imputato può inoltre chiedere che siano ammesse o presentate nuove prove.

Nel caso di sentenze emesse da tribunali collegiali composti da giudici onorari o da una giuria, l’imputato può solamente impugnare la decisione di condanna, ma non il verdetto di colpevolezza. Tali sentenze possono essere impugnate solo mediante un ricorso per annullamento, nel quale l’imputato può contestare vizi procedurali, errori nella motivazione della decisione ed errori di diritto.

Non è possibile impugnare la valutazione del giudice in ordine alle prove, né possono essere addotte nuove prove.

L’imputato deve annunciare l’intenzione di impugnare una sentenza contestualmente all’atto della sua pronuncia o al massimo entro tre giorni. Il tribunale emetterà quindi la sentenza per iscritto e la notificherà all’imputato o al suo difensore. La difesa deve quindi depositare il ricorso per iscritto entro quattro settimane.

Anche l’accusa gode dello stesso diritto di impugnazione.

Quali sono le fasi del procedimento di impugnazione?

La controparte nel procedimento (imputato o accusa) ha il diritto di rispondere all’impugnazione. Il giudice quindi inoltra il fascicolo alla corte d’appello. Spetta alla Corte suprema (Oberster Gerichtshof) pronunciarsi in ordine ai ricorsi per annullamento.

La decisione viene adottata a seguito di un’udienza vertente sul ricorso. La Corte suprema può pronunciarsi sui ricorsi per annullamento senza che abbia luogo un’udienza.

Se la Corte suprema accoglie il ricorso per annullamento, in genere annulla la sentenza impugnata e rinvia il caso al giudice di primo grado. Negli appelli contro verdetti di colpevolezza, la corte d’appello può prima raccogliere le prove che ritiene necessarie e poi adottare una decisione nel merito.

Mediante l’avviso e il deposito di un atto di impugnazione o di un ricorso per annullamento, la sentenza impugnata è sospesa e non può essere eseguita. Tuttavia, se l’imputato si trova in custodia cautelare, l’impugnazione non sospende la detenzione preventiva.

Non è possibile presentare un ulteriore ricorso avverso la decisione di una corte d’appello.

Cosa accade dopo il procedimento di impugnazione?

Se il ricorso è accolto (integralmente o in parte), può essere istruito un secondo processo dinanzi al giudice di primo grado. È inoltre possibile che la corte d’appello adotti una propria decisione sulla base delle argomentazioni fornite dall’imputato.

Se il ricorso è respinto o se la decisione della corte d’appello conferma la condanna, la sentenza deve essere eseguita una volta divenuta definitiva ed esecutiva.

L’imputato, salvo sia condannato a una pena con la sospensione condizionale, riceverà istruzioni relative al pagamento di un’ammenda o all’inizio dell’esecuzione della condanna alla reclusione.

Se l’imputato è effettivamente prosciolto dalle accuse formulate contro di lui ed è stato detenuto durante il procedimento, può chiedere un risarcimento per il tempo trascorso in carcere conformemente alla legge in materia di compensazione penale

Posso scontare la pena nel mio paese d’origine?

Se l’imputato lo desidera o se vi acconsente, può scontare la condanna nello Stato membro d’origine. Per le norme applicabili a riguardo si rimanda alla convenzione sul trasferimento delle persone condannate (in particolare, all’articolo 3).

La mia condanna è iscritta in un registro?

La Direzione della polizia federale con sede a Vienna mantiene aggiornato un casellario giudiziale che raccoglie dati per tutta l’Austria. Esso contiene, nello specifico, informazioni relative a:

  • tutte le condanne definitive comminate dai tribunali penali austriaci;
  • tutte le condanne definitive di tribunali stranieri comminate a cittadini austriaci e a persone che sono domiciliate o residenti in Austria, nonché
  • tutte le decisioni emesse da tribunali nazionali o stranieri connesse a tali condanne.

Non è possibile presentare ricorso contro iscrizioni del casellario giudiziario. A seconda della gravità del reato, le iscrizioni del casellario vengono cancellate dopo un certo periodo di tempo.

Ultimo aggiornamento: 22/06/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.
Gli Stati membri stanno provvedendo ad aggiornare i contenuti delle pagine nazionali di questo sito alla luce dell'uscita del Regno Unito dall'Unione europea. L'eventuale presenza di contenuti che non riflettono tale uscita non è intenzionale e sarà corretta.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web