National justice systems

The Member State judicial systems are very diverse, reflecting differences in national judicial traditions.

Courts

In most Member States, there are different branches of courts. Generally, three main types of courts can be identified:

The ordinary courts usually deal with disputes in civil matters (i.e. disputes between citizens and/or businesses) and/or criminal matters. In addition, many Member States have established courts for specific matters, such as disputes between public authorities and citizens or businesses (administrative matters, etc.).

Moreover, various Member States have an institution or court to ensure that their constitution is respected. Many of these courts or institutions can be asked to verify whether a certain law or legislation is in line with the constitutional requirements. Some of them can hear individual cases, but usually only as a last resort.

Beyond the information provided in the country-specific pages (see the list of flags on the right side), you can find valuable information on the following European websites (the following list may not be exhaustive):

Finding the right court

If you are involved in a judicial proceeding, or if you expect to be involved in one, you will need to identify the court that is competent to deal with your case or, in other words, which has jurisdiction. If you address the wrong court or if there is a dispute over the question of jurisdiction you run the risk of a considerable delay in the proceedings or even of a dismissal of your case because of a lack of jurisdiction.

If a court case has a cross-border dimension and involves, for example, parties living in different Member States, you will first have to identify in which Member State the proceedings should take place. The portal section "Going to Court " can guide you through this process.

Other judicial authorities and institutions

Beyond the courts, in most Member States, the judicial system comprises other judicial authorities and institutions that exercise public authority, such as public prosecutors or in certain cases state attorneys, public notaries or bailiffs. As for private lawyers, notaries and related professions with important functions in the judicial system, please see the page on legal professions.

The public prosecutors' office or prosecution service, which is regarded as part of the judiciary in many Member States, plays an essential role in criminal proceedings. The responsibilities and status of public prosecutors vary considerably among Member States. Related information can be found by selecting a relevant Member State flag in the section on ordinary courts, and also at the following websites:

Last update: 18/01/2019

This page is maintained by the European Commission. The information on this page does not necessarily reflect the official position of the European Commission. The Commission accepts no responsibility or liability whatsoever with regard to any information or data contained or referred to in this document. Please refer to the legal notice with regard to copyright rules for European pages.

La versione originale in lingua francese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Belgio

In questa sezione si trova una panoramica dell'organizzazione  degli organi giurisdizionali.

Organizzazione della giustizia – sistema giudiziario

Il sistema giudiziario belga è un sistema di tradizione civilista, che comprende un insieme di norme codificate, applicate e interpretate dai giudici.

In Belgio, l'organizzazione degli organi giurisdizionali è di competenza esclusivamente federale.

Principi

Prima di illustrare l'organizzazione giudiziaria in Belgio, occorre rammentare alcuni principi costituzionali e generali relativi all'organizzazione del potere giudiziario.

La Costituzione ha previsto (come per gli altri due poteri: legislativo ed esecutivo) un potere giudiziario assicurato dagli organi giurisdizionali. Gli organi giurisdizionali costituiscono così un potere indipendente parallelamente agli altri poteri costituzionali.

Il potere giudiziario è assicurato dagli organi giudiziari nell'ambito delle disposizioni costituzionali e di legge. Il potere giudiziario ha il compito di giudicare applicando il diritto: esso definisce le controversie in materia civile e applica il diritto penale nei confronti di chi ha commesso un reato. Si distingue tra la magistratura cosiddetta "seduta" (i giudici e i consiglieri nelle corti e nei tribunali) e la magistratura cosiddetta "in piedi" (il pubblico ministero o "parquet").

Ai sensi degli articoli 144 e 145 della Costituzione, le controversie che hanno ad oggetto diritti civili sono esclusivamente di competenza dei tribunali e quelle che hanno per oggetto i diritti politici sono di competenza dei tribunali salvo le eccezioni stabilite dalla legge.

I tribunali e gli altri organi giurisdizionali possono essere istituiti esclusivamente in base alla legge. Ai sensi dell'articolo 146 della Costituzione non si possono creare commissioni né tribunali straordinari: ciò a prescindere dalla denominazione che viene data a questi stessi organi.

Le udienze che si tengono nei tribunali sono pubbliche a meno che tale pubblicità non sia pericolosa per l'ordine pubblico o per la morale; in questo caso il tribunale lo dichiara con un provvedimento ex articolo 148, primo comma della Costituzione. Il principio della pubblicità delle udienze permette tra l'altro di garantire la trasparenza della giustizia.

Le pronunce degli organi giurisdizionali devono essere motivate e vengono lette in udienza pubblica (articolo 149 della Costituzione). L'obbligo della motivazione, previsto dalla Costituzione e dall'articolo 780 del Code judiciaire impone al giudice di rispondere ai motivi in fatto e in diritto sollevati nelle conclusioni delle parti. La motivazione dev'essere completa chiara, precisa e adeguata. L'obbligo di motivazione delle pronunce, come l'indipendenza del giudice garantisce il cittadino contro l'eventuale arbitrio del giudice e gli permette alla luce della motivazione di valutare la possibilità di impugnare la sentenza dinanzi al giudice d'appello o dinanzi alla Corte di cassazione.

L'indipendenza dei giudici nell'esercizio delle loro competenze e quella del pubblico ministero nell'esercizio delle ricerche e delle azioni individuali ( fatto salvo il diritto del ministro competente di ordinare azioni e di emanare direttive vincolanti di politica nell'ambito del diritto penale, comprese le direttive in materia di politica d'investigazione e delle azioni penali) sono sancite dall'articolo 151, primo comma della Costituzione.

Ai sensi del paragrafo 4 della medesima disposizione, i giudici di pace, i giudici dei tribunali, i consiglieri delle corti e della Corte di cassazione sono nominati dal Re in base alle condizioni e secondo le modalità previste dalla legge.

I giudici sono nominati a vita. Il pensionamento è previsto a un'età stabilita dalla legge e percepiscono la pensione prevista dalla legge. I giudici possono essere rimossi dal loro incarico o possono essere sospesi solo per effetto di una sentenza. Lo spostamento di un giudice può verificarsi solo con una nuova nomina e con il suo consenso (articolo 152 della Costituzione). Inoltre, il Re nomina e revoca i funzionari del pubblico ministero presso le corti e i tribunali (articolo 153 della Costituzione).

Gli stipendi dei membri dell'ordine giudiziario sono fissati dalla legge (articolo 154 della Costituzione).

Peraltro, nessun giudice può accettare di essere dipendente del governo, salvo il caso in cui eserciti le funzioni giurisdizionali gratuitamente e fatti salvi i casi di incompatibilità stabiliti dalla legge (articolo 155 della Costituzione).

Tipo di giurisdizione

In Belgio esistono cinque grandi zone giudiziarie, vale a dire cinque distretti di Corte d'appello: Bruxelles, Liegi, Mons, Gand e Anversa.

Tali distretti sono suddivisi in 27 circondari giudiziari che hanno ciascuno un tribunale di primo grado. Esistono 12 circondari giudiziari in tutto il territorio belga. Nel circondario giudiziario di Bruxelles vi sono due tribunali di primo grado (uno di lingua neerlandese e uno di lingua francese).

Inoltre, nei circondari giudiziari esistono 9 tribunali del lavoro e 9 tribunali commerciali.

A loro volta i circondari sono divisi in 187 cantoni giudiziari in ciascuno dei quali esiste un ufficio del giudice di pace.

Ciascuna delle dieci province e il circondario amministrativo di Bruxelles-Capitale ha una Corte d'assise che non è un organo giurisdizionale permanente e viene costituita ogni volta che vi siano imputati rinviati a giudizio davanti ad essa.

La natura e la gravità di un reato, la natura della controversia e l'importanza del valore della controversia determinano il tipo di organo giurisdizionale dinanzi al quale occorre presentarsi.

In alcuni casi, in base alla natura della controversia si stabilisce il tribunale competente. Pertanto, il giudice di pace è competente per quanto riguarda i conflitti di vicinato e il tribunale di primo grado è competente in materia di divorzio. In altri casi, il criterio deriva dalla qualifica delle parti. In linea di principio, le controversie che contrappongono commercianti sono nella maggior parte dei casi discusse dinanzi al tribunale commerciale.

Una volta stabilito il tribunale competente, occorre designare il luogo in cui la causa dovrà essere esaminata.

In materia civile, l'azione può svolgersi dinanzi al giudice del domicilio del convenuto o dinanzi al giudice del luogo in cui l'impegno è stato assunto o dovrebbe essere assolto.

In materia penale, il tribunale del luogo in cui il reato è stato commesso, il tribunale del luogo in cui l'indagato risiede e il tribunale del luogo in cui potrà trovarsi sono ugualmente competenti. Per le persone giuridiche, si tratta del tribunale del luogo della sede sociale e quello della sede operativa della suddetta persona giuridica.

Le corti e i tribunali e la relativa gerarchia:

Le corti e i tribunali sono organizzate in base a una struttura gerarchizzata. La struttura delle corti e dei tribunali è la seguente:

4

CORTE DI CASSAZIONE

3

Corti d'appello

Corti d'appello del lavoro

Corti d'assise

2

Tribunali di primo grado

Tribunaux du travail

Tribunali commerciali

1

Giudici di pace

Tribunaux de police

Le sentenze dei tribunali sono definite jugements. Le sentenze delle corti d'appello, delle corti d'appello del lavoro delle corti d'assise e della Corte di cassazione sono definite arrêts.

I giudici civili trattano essenzialmente le controversie di diritto privato nelle quali le parti possono essere sia persone fisiche che persone giuridiche.

L'obiettivo della giustizia penale è quello di punire gli autori di fatti punibili con le pene previste dalla legge (pena della reclusione, lavori, ammende,…).

Nel caso in cui una delle parti voglia contestare una sentenza pronunciata da un tribunale sono previsti vari mezzi d'impugnazione che permettono alle parti in causa o, in alcuni casi, a terzi di ottenere una nuova pronuncia in una causa già definita con sentenza da un giudice. I mezzi d'impugnazione sono divisi in due categorie: mezzi d'impugnazione ordinari e straordinari.

Esistono due tipi di mezzi di impugnazione: l'opposizione e l'appello.
L’opposizione permette all'imputato condannato in contumacia di opporsi alla sentenza. In questo caso l'organo giurisdizionale che ha sentenziato viene adito di nuovo per pronunciarsi nell'ambito della causa intesa nel suo complesso.
Fatta eccezione per un numero limitato di casi per i quali non è possibile, l’appello è un diritto che può essere esercitato da tutte le parti interessate: il condannato, la parte civile, la parte attrice e quella convenuta nonché il pubblico ministero hanno tutti la possibilità di impugnare in toto la sentenza di primo grado. L’appello viene sempre esaminato da un organo giurisdizionale superiore a quello che ha emesso la sentenza di primo grado.

La tabella seguente fornisce una breve descrizione degli organi giurisdizionali che trattano le impugnazioni, in funzione dell'organo giurisdizionale da cui proviene la sentenza nei confronti della quale si intende proporre appello:

Sentenza

Appello

Giudice di pace

- cause civili

Tribunale di primo grado (sezione civile)

- cause commerciali

Tribunale commercial

Tribunal de police

- cause penali

Tribunale di primo grado (Tribunal correctionnel)

- cause civili

Tribunale di primo grado (Tribunale civile)

Tribunale del lavoro

Corte d'appello del lavoro

Tribunale di primo grado

Corte d'appello

Tribunale commerciale

Corte d'appello

In grado d’appello, i giudici (in un tribunale) o i consiglieri (in una Corte) deliberano una seconda e ultima volta sul merito della causa e decidono in modo definitivo. Tuttavia, le parti hanno una ulteriore possibilità: il ricorso in cassazione.

Infatti, oltre ai mezzi di impugnazione ordinari esistono mezzi di impugnazione "straordinari" tra i quali il più importante è il ricorso in cassazione che non costituisce un terzo grado di giudizio. La Corte di cassazione non esamina i fatti di causa ma è giudice di legittimità.

Oltre ai tribunali e alle corti succitate in Belgio esistono altri due organi giurisdizionali con funzioni di controllo: il Consiglio di Stato e la Corte costituzionale. Il Consiglio di Stato è un organo di alta giurisdizione amministrativa e controlla l'amministrazione; esso interviene nel caso in cui il cittadino ritenga che l'amministrazione non abbia rispettato la legge. Il ruolo della Corte costituzionale è quello di assicurare che le leggi, i decreti e le ordinanze siano conformi alla Costituzione e vigilare sulla corretta ripartizione delle competenze tra i poteri pubblici in Belgio.

Banche dati giuridici

Il link si apre in una nuova finestraIl portale del potere giudiziario del Belgio tra l'altro dà accesso alla giurisprudenza, alla legislazione belga e al Moniteur belge.

L'accesso a tali banche è gratuito?

Sì l'accesso alla banca dati è gratuito.

Links collegati

Il link si apre in una nuova finestraService Public Fédéral Justice

Ultimo aggiornamento: 03/08/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua bulgaro di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Bulgaria

Questa sezione fornisce informazioni sul sistema giudiziario in Bulgaria

Organizzazione dell'amministrazione della giustizia – il sistema giudiziario

Il sistema di amministrazione della giustizia in Bulgaria è articolato in tre gradi. Gli organi giurisdizionali sono autorità statali che amministrano la giustizia in materia civile, penale e amministrativa.

In Bulgaria vi sono i seguenti organi giudicanti:

  • Tribunali distrettuali: 113
  • Tribunali provinciali: 28
  • Tribunali amministrativi: 28
  • Corte penale speciale: 1
  • Corti d'appello: 5
  • Corte d'appello penale speciale: 1
  • Tribunali militari: 5
  • Corte militare d'appello: 1
  • Corte suprema di cassazione: 1
  • Corte suprema amministrativa: 1

Amministrazione degli organi giudicanti

L'organizzazione e l'attività degli organi giudicanti bulgari sono disciplinate dalla legge sul potere giudiziario che definisce la struttura e i principi operativi degli organi giudiziari, le rispettive interazioni e l'interazione tra gli organi giudiziari e gli organi del potere legislativo ed esecutivo.

La legge sul potere giudiziario, pubblicata nella Gazzetta ufficiale n. 64/2007, stipula che il Consiglio superiore della magistratura è l'organo amministrativo supremo per il potere giudiziario. Il Consiglio rappresenta il potere giudiziario e ne garantisce l'indipendenza. Stabilisce la composizione del sistema giudiziario e l'organizzazione dei suoi lavori e ne gestisce le attività senza interferire con l'indipendenza degli organi che lo compongono.

Il Consiglio superiore della magistratura stabilisce il numero delle circoscrizioni giudiziarie e le sedi dei tribunali distrettuali, provinciali, amministrativi e delle corti di appello in base a una proposta del ministro della giustizia e, per quanto riguarda i tribunali militari, di concerto con il ministro della difesa.

Le circoscrizioni dei tribunali distrettuali, provinciali, amministrativi, militari e delle corti di appello non coincidono necessariamente con la divisione amministrativa del territorio del paese.

Organi giudicanti – breve descrizione

Tribunale distrettuale – Il principale organo giudicante di primo grado è il tribunale distrettuale. Le decisioni di tale tribunale possono essere impugnate dinanzi al tribunale provinciale competente.

Tribunale provinciale – I tribunali provinciali agiscono in veste di organi giudicanti di primo e secondo grado. In primo grado esaminano una categoria ben definita di cause caratterizzata dalla presenza di forti interessi materiali o dall'importanza sotto il profilo delle relazioni sociali. In secondo grado (appello) i tribunali provinciali esaminano le decisioni dei tribunali provinciali.

Tribunale amministrativo - I tribunali amministrativi sono competenti per tutte le cause concernenti domande in materia di: rilascio, modifica, revoca o dichiarazione di nullità di atti amministrativi; dichiarazione di nullità o di invalidità di accordi a norma del codice di procedura amministrativa; ricorsi contro azioni e omissioni ingiustificate da parte della pubblica amministrazione; tutela contro l'esecuzione forzata illegittima; risarcimento per un pregiudizio derivante da atti, azioni e omissioni illegittime di autorità amministrative e funzionari; risarcimento per un pregiudizio derivante da un'esecuzione forzata; dichiarazione di nullità, invalidità o annullamento di sentenze emesse dai tribunali amministrativi; accertamento della falsità di atti amministrativi a norma del codice di procedura amministrativa.

Chiunque può intentare un'azione legale per accertare l'esistenza o meno di un diritto amministrativo o di un rapporto giuridico, se è parte interessata e se non sono previste altre procedure di ricorso.

Le cause sono esaminate dal tribunale amministrativo nella cui competenza territoriale ha sede l'autorità che ha emanato l'atto amministrativo contestato; qualora tale sede si trovi all'estero, è competente il tribunale amministrativo cittadino di Sofia.

Non è possibile presentare ricorso contro gli atti amministrativi che danno attuazione immediata alla politica nazionale in materia di affari esteri, difesa e sicurezza, salvo diversamente disposto dalla legge.

Altre giurisdizioni speciali

Come organo giudicante di primo grado, i tribunali militari esaminano le cause riguardanti reati commessi nell'esercizio delle proprie funzioni da ufficiali di servizio, generali, ufficiali, sottufficiali e personale subalterno presso altri ministeri e agenzie, personale civile del Ministero della difesa, dell'esercito bulgaro, nell'ambito delle strutture che dipendono dal Ministero della difesa, presso l'Agenzia per la sicurezza nazionale e il Servizio d'intelligence nazionale. I ricorsi contro le cause giudicate dai tribunali militari sono esaminati dalla Corte militare d'appello quale organo giudicante di secondo grado. Il codice di procedura penale stabilisce le competenze dei tribunali militari. Questi tribunali hanno lo stesso statuto dei tribunali provinciali.

Vi è un'unica Corte militare d'appello che esamina i ricorsi e le opposizioni contro atti dei tribunali militari dell'intero paese.

Le corti d'appello esaminano i ricorsi e le opposizioni contro atti del tribunale provinciale adottati in veste di organo giudicante di primo grado nella propria circoscrizione giudiziaria

La Corte penale speciale equivale a un tribunale provinciale e ha sede a Sofia. Le competenze della corte penale speciale sono stabilite dalla legge. L'articolo 411a del codice di procedura penale elenca per esteso le cause penali per le quali è competente la corte penale speciale. Si tratta prevalentemente di reati commessi da organizzazioni della criminalità organizzata o per suo conto.

La Corte d'appello penale speciale esamina i ricorsi e le opposizioni contro atti della corte penale speciale.

La Corte suprema di cassazione è il giudice di ultima istanza per le cause penali e civili. La sua competenza si estende a tutto il territorio della Repubblica di Bulgaria. La Corte è competente anche per il controllo giudiziario supremo dell'attuazione uniforme delle leggi in tutti i tribunali. La Corte suprema di cassazione ha sede a Sofia.

La Corte suprema amministrativa esercita il controllo supremo dell'attuazione precisa e uniforme delle leggi nel campo della giustizia amministrativa.

La Corte suprema amministrativa tratta i reclami e le opposizioni contro atti del Consiglio dei ministri, del primo ministro, del vice primo ministro, dei ministri, dei responsabili di altre istituzioni direttamente dipendenti dal Consiglio dei ministri, atti del Consiglio superiore della magistratura, atti della Banca nazionale bulgara, atti dei governatori delle regioni e altri atti definiti da uno statuto; delibera sulle contestazioni in merito alla legittimità degli strumenti normativi del diritto derivato; in qualità di istanza di cassazione, esamina atti giudiziari, delibera nelle cause amministrative e tratta le richieste di annullamento di decisioni giurisdizionali esecutive in materia amministrativa.

Camera arbitrale presso la Camera di commercio e industria bulgara

La Camera arbitrale presso la Camera di commercio e industria bulgara dirime le controversie civili e quelle miranti a colmare le lacune nei contratti o ad adeguare questi ultimi a nuove circostanze, indipendentemente dal fatto che una o entrambe le parti risiedano o siano domiciliate nella Repubblica di Bulgaria o all'estero.

Corte costituzionale della Repubblica di Bulgaria

La Il link si apre in una nuova finestraCorte costituzionale bulgara funge da garante dell'irreversibilità dei processi democratici in Bulgaria la cui realizzazione è lo scopo principale della Costituzione. Questa corte non fa parte del sistema giudiziario, ma è un organismo indipendente, la cui autorità si basa direttamente sulla Costituzione e la cui attività è definita in una legge specifica. Le decisioni della Corte sulla tutela dei diritti umani e degli interessi giuridici dei cittadini, la separazione dei poteri, la tutela dell'inviolabilità della proprietà privata, la libertà d'impresa, l'indipendenza dei media e il divieto di censura, la conformità della convenzione quadro per la tutela delle minoranze nazionali con la Costituzione, ecc., hanno trovato grande risonanza nell'opinione pubblica e a livello internazionale.

Banche dati giuridiche

Ogni organo giudicante bulgaro ha un sito web che fornisce informazioni sulla sua struttura e attività, sulle cause pendenti o già concluse.

Il sito web del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio superiore della magistratura contiene un elenco completo degli organi giudicanti in Bulgaria, con relativi indirizzi e siti web (solo in bulgaro).

In appresso figurano i link dei principali siti web degli organi giurisdizionali:

Banche dati della legislazione in formato elettronico:

  1. A pagamento:
  1. Gratuite
  1. Il link si apre in una nuova finestraGazzetta ufficiale

Altri link utili a siti web contenenti informazioni giuridiche:

Ultimo aggiornamento: 25/08/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Repubblica ceca

Organizzazione della giustizia/degli ordinamenti giudiziari

L’ordinamento giudiziario nella Repubblica ceca è costituito dalla Corte costituzionale e dagli organi giudiziari “ordinari".

Gli organi giudiziari ordinari comprendono il Nejvyšší soud (Corte suprema), il Nejvyšší správní soud (Corte amministrativa suprema), i vrchní soudy (corti superiori), i krajské soudy (tribunali regionali) e gli okresní soudy (tribunali distrettuali).

Amministrazione giudiziaria

La gestione amministrativa degli organi giudiziari dipende a livello centrale dal ministero della Giustizia della Repubblica ceca.

Nei limiti stabiliti dalla legge n. 6/2002 relativa agli organi giudiziari e ai giudici, tale ministero amministra le corti superiori, i tribunali regionali e i tribunali distrettuali, direttamente o tramite i presidenti di tali organi, mentre i tribunali distrettuali possono essere gestiti dal ministero anche tramite i presidenti dei tribunali regionali.

I presidenti della Corte suprema e della Corte amministrativa suprema della Repubblica ceca (o i rispettivi vicepresidenti, se del caso) svolgono alcuni compiti di gestione centrale.

La gestione pubblica degli organi giudiziari tiene conto delle osservazioni formulate dai pertinenti consigli della magistratura stabiliti presso le corti e i tribunali dei vari gradi.

Alcune attività amministrative sono svolte dal direttore amministrativo dell’organo giudiziario, che risponde al relativo presidente.

Tipi di organi giudiziari – Breve descrizione

L'ordinamento giudiziario ordinario è organizzato su quattro livelli:

  • gli okresní soudy (tribunali distrettuali), a cui sono assimilati gli obvodní soudy (tribunali circoscrizionali) nella capitale Praga e il tribunale comunale di Brno
  • i krajské soudy (tribunali regionali) di Brno, České Budějovice, Hradec Králové, Ostrava, Plzeň, Praga e Ústí nad Labem e il tribunale comunale di Praga
  • i vrchní soudy (corti superiori) di Praga e Olomouc
  • il Nejvyšší soud (Corte suprema) e il Nejvyšší správní soud (Corte amministrativa suprema) a Brno.

L’unico organo giudiziario speciale è la Corte costituzionale della Repubblica ceca.

Ordine gerarchico degli organi giudiziari

Il sistema vigente nella Repubblica ceca è a due istanze, fattore determinante nell’organizzazione gerarchica dei mezzi di ricorso. Da questo punto di vista, il rapporto gerarchico tra gli organi giudiziari, legato al grado di un dato organo nell’ordinamento giudiziario complessivo, è strutturato su tre livelli.

Per maggiori informazioni si rinvia alla sezione riguardante il sistema degli organi giudiziari ordinari della Repubblica ceca.

Conformemente alla legge n. 6/2002 relativa agli organi giudiziari e ai giudici:

i tribunali distrettuali

a) si pronunciano in primo grado, salvo se altrimenti previsto dalle leggi relative alle norme di procedura

b) si pronunciano in altri casi stabiliti dalla citata legge;

i tribunali regionali

a) si pronunciano in secondo grado nei casi stabiliti dalla legge relativa alle norme di procedura e già decisi in primo grado dai tribunali distrettuali rientranti nella loro circoscrizione;

b) si pronunciano in primo grado nei casi stabiliti dalla legge relativa alle norme di procedura;

c) si pronunciano su questioni di giustizia amministrativa nei casi stabiliti dalla legge precitata;

d) si pronunciano su altri casi previsti dalla stessa legge;

le corti superiori

a) si pronunciano in secondo grado nei casi stabiliti dalla legge relativa alle norme di procedura e già decisi in primo grado dai tribunali regionali rientranti nella loro circoscrizione;

b) si pronunciano su altri casi previsti dalla stessa legge;

la Corte suprema della Repubblica ceca

quale autorità giudiziaria suprema in materia di giurisdizione degli organi giudiziari civili e penali, garantisce coerenza e legalità alle decisioni mediante

a) pronunce su appelli straordinari nei casi stabiliti dalla legge relativa alle norme di procedura;

b) pronunce in altri casi previsti da norme speciali o da trattati internazionali vincolanti per la Repubblica ceca, ratificati dal parlamento e promulgati.

La Corte suprema può altresì pronunciarsi:

a) sul riconoscimento e l’esecuzione di decisioni di giudici stranieri, ove previsto da una normativa specifica o da trattati internazionali vincolanti per la Repubblica ceca, ratificati dal parlamento e promulgati;

b) su altri casi previsti da norme speciali o da trattati internazionali vincolanti per la Repubblica ceca, ratificati dal parlamento e promulgati.

La Corte suprema controlla e valuta le decisioni definitive degli organi giudiziari civili e penali e in base ad esse, al fine di garantire la coerenza del processo decisionale, emana pareri sull'adozione delle sentenze in certi tipi di casi.

Conformemente alla legge n. 150/2002 codice di procedura amministrativa:

la Corte amministrativa suprema della Repubblica ceca

quale autorità giudiziaria suprema in materia di giurisdizione degli organi giudiziari amministrativi, garantisce coerenza e legalità alle decisioni mediante pronunce su ricorsi per la revisione nei casi stabiliti dalla citata legge, oltre che su altri casi ivi previsti o stabiliti da altre norme specifiche.

La Corte amministrativa suprema controlla e valuta le decisioni definitive degli organi giudiziari amministrativi e in base ad esse, al fine di garantire la coerenza del processo decisionale, emana pareri sull'adozione delle sentenze in certi tipi di casi.

Al fine di garantire la legalità e la coerenza del processo decisionale delle autorità amministrative, la Corte può, nei casi stabiliti dalla citata legge e secondo la procedura ivi prevista, nell’ambito della sua attività giurisdizionale, emettere una decisione di principio.

Banche dati giuridiche

Il link si apre in una nuova finestraPortale della giustizia

Il link si apre in una nuova finestraPortale della pubblica amministrazione

La consultazione della banca dati è gratuita?

Entrambi i siti internet sono accessibili gratuitamente.

Breve descrizione del contenuto

Il Il link si apre in una nuova finestraPortale della giustizia contiene informazioni riguardo al ministero della Giustizia, i singoli organi giudiziari, il pubblico ministero e i rispettivi recapiti.

Il Portale ufficiale del governo raccoglie la legislazione della Repubblica ceca, pubblicata nella Raccolta delle leggi.

Ultimo aggiornamento: 13/05/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Danimarca

Questa sezione contiene informazioni generali sull’ordinamento giudiziario in Svezia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario danese comprende:

  • la Højesteret (Corte suprema);
  • due Landsretterne (tribunali regionali);
  • il Sø- og Handelsretten (Tribunale marittimo e del commercio);
  • il Tinglysningsretten (Tribunale per la registrazione fondiaria);
  • ventiquattro Byretten (tribunali distrettuali);
  • i Retten på Færøerne og i Grønland (tribunali delle Isole Færøer e di Groenlandia);
  • il Procesbevillingsnævnet (Consiglio di autorizzazione dei giudizi di impugnazione);
  • la Den Særlige Klageret (Corte speciale per i procedimenti disciplinari e la revisione);
  • il Dommerudnævnelsesrådet (Consiglio danese per le nomine giudiziarie);
  • il Domstolsstyrelsen (Amministrazione degli organi giudiziari danesi).

Amministrazione degli organi giudiziari

I tribunali sono amministrati dall'Amministrazione degli organi giudiziari danesi (Domstolsstyrelsen) , costituita come nuova istituzione indipendente il 1° luglio 1999; questo organo assicura l'amministrazione corretta e adeguata delle risorse finanziarie, del personale, degli edifici e del sistema informatico dei tribunali e del Consiglio di autorizzazione dei giudizi di impugnazione.

La Domstolsstyrelsen  è diretta da un consiglio di amministrazione e da un direttore, e fa capo al Ministero della Giustizia. Il ministro, tuttavia, non ha alcun potere di impartire istruzioni e non può modificare le decisioni prese dalla Domstolsstyrelsen.

Il consiglio di amministrazione riveste il ruolo di amministratore e responsabile generale delle attività della Domstolsstyrelsen . Il direttore, che viene nominato e può essere rimosso dalle sue funzioni dal consiglio di amministrazione, è responsabile della gestione ordinaria; non deve necessariamente essere in possesso di un diploma di laurea in giurisprudenza.

Nella legge istitutiva della Domstolsstyrelsen  è definita la composizione del consiglio di amministrazione, che è costituito da undici membri: otto rappresentanti della magistratura e un avvocato, oltre a due membri selezionati per le speciali competenze in materia sociale e gestionale.

Banche dati giuridiche

Per ulteriori informazioni si rimanda alla descrizione sintetica, regolarmente aggiornata, dell’Il link si apre in una nuova finestraordinamento giuridico danese.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraAgenzia per gli affari civili

Ultimo aggiornamento: 03/06/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Germania

La presente sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario in Germania

Organizzazione della giustizia – ordinamento giudiziario

Poiché la Germania è una Repubblica federale, anche il suo ordinamento giudiziario è organizzato secondo questa struttura. La giurisdizione è esercitata dai tribunali federali e dalle corti dei 16 Stati federati (Länder). I Länder sono incaricati della maggior parte delle attività legate all’amministrazione della giustizia.

Il sistema giudiziario tedesco è suddiviso in cinque rami, o giurisdizioni, indipendenti e speciali:

  • giurisdizione ordinaria;
  • giurisdizione del lavoro;
  • giurisdizione amministrativa generale;
  • giurisdizione tributaria;
  • giurisdizione sociale.

Oltre a queste giurisdizioni speciali occorre ricordare la giurisdizione costituzionale, che è rappresentata dalla Corte costituzionale federale e dalle Corti costituzionali dei Länder.

Per una panoramica della struttura degli organi giudiziari si consiglia di visitare il sito web del Il link si apre in una nuova finestraministero federale della Giustizia tedesco.

Amministrazione degli organi giudicanti

In genere, i tribunali dei Länder sono amministrati dai ministeri della Giustizia dei Länder. A livello federale, il ministro della Giustizia è responsabile della Il link si apre in una nuova finestraCorte federale di cassazione, del Il link si apre in una nuova finestraTribunale amministrativo federale e della Il link si apre in una nuova finestraCorte tributaria federale. Il ministero federale del Lavoro e degli affari sociali è responsabile del Il link si apre in una nuova finestraTribunale federale del lavoro e del Il link si apre in una nuova finestraTribunale sociale federale.

I ministri sono altresì incaricati dell’amministrazione delle risorse di bilancio necessarie. L’unica eccezione è rappresentata dalla Il link si apre in una nuova finestraCorte costituzionale federale, che gode di autonomia organizzativa in qualità di organo costituzionale indipendente. Essa presenta il proprio bilancio, che deve essere approvato.

Organi giudicanti – breve descrizione

L’ordinamento giudiziario tedesco si suddivide in giurisdizione ordinaria e speciale. La giurisdizione ordinaria è a sua volta suddivisa in giurisdizione civile e penale. Le giurisdizioni speciali sono i Tribunali amministrativi, i Tribunali tributari, i Tribunali del lavoro e i Tribunali sociali. Inoltre, vi è la giurisdizione costituzionale, che è rappresentata dalla Corte costituzionale federale e dalle Corti costituzionali dei Länder.

Gerarchia degli organi giudicanti

Si rimanda alla Il link si apre in una nuova finestragerarchia degli organi giurisdizionali (panoramica) fornita dal ministero federale della Giustizia.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraSito Internet del ministero federale della Giustizia tedesco

Il link si apre in una nuova finestraCorte federale di giustizia

Il link si apre in una nuova finestraTribunale amministrativo federale

Il link si apre in una nuova finestraCorte tributaria federale

Il link si apre in una nuova finestraTribunale federale del lavoro

Il link si apre in una nuova finestraTribunale sociale federale

Il link si apre in una nuova finestraCorte costituzionale federale

Il link si apre in una nuova finestraMinistero federale della Giustizia

Ultimo aggiornamento: 20/02/2013

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua estone di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Estonia

Questa sezione contiene una panoramica degli organi giudiziari dell'Estonia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

La Costituzione dell'Estonia prevede che la giustizia sia amministrata unicamente dai tribunali, che questi siano indipendenti nell'esercizio delle loro funzioni e che amministrino la giustizia secondo quanto previsto dalla Costituzione e da altre leggi. La Costituzione stabilisce che gli organi giudiziari dell'Estonia hanno la competenza esclusiva riguardo all'amministrazione della giustizia e sono separati dal potere esecutivo e legislativo nell'esercizio delle loro funzioni.

Il sistema giudiziario estone si articola in tre gradi di giurisdizione: tribunali regionali e i tribunali amministrativi sono gli organi giudiziari di primo grado.

L'Estonia ha quattro tribunali circondariali che fanno capo alle regioni di Harju, Viru, Tartu e Pärnu. Esistono inoltre due tribunali amministrativi, quello di Tallin (Tallinna halduskohus) e quello di Tartu (Tartu halduskohus). I tribunali regionali e i tribunali amministrativi sono suddivisi in organi giudiziari minori (kohtumaja).

Le corti distrettuali sono organi giudiziari di secondo grado deputate all'esame dei ricorsi in appello presentati avverso le sentenze degli organi di primo grado. Le corti distrettuali sono 2: quella di Tallinn (Tallinna Ringkonnakohus) e quella di Tartu (Tartu Ringkonnakohus).

La Corte suprema è la giurisdizione di grado più elevato e giudica i ricorsi in cassazione avverso le sentenze dei giudici di secondo grado. In Estonia non esiste un organo giudiziario avente esclusivamente funzioni di Corte costituzionale. Il giudizio di legittimità costituzionale è svolto dalla Corte suprema.

Amministrazione degli organi giudiziari

Le giurisdizioni di primo e secondo grado sono amministrate dal ministero della Giustizia di concerto con il consiglio di amministrazione della giustizia. Quest'ultimo è un organo consultivo istituito per amministrare il sistema giudiziario e opera sotto la responsabilità del giudice presidente della Corte suprema. I tribunali di primo e di secondo grado sono finanziati con il bilancio dello Stato, con stanziamenti del ministero della Giustizia. L'amministrazione della Corte suprema è indipendente e essa dispone inoltre di un bilancio separato.

Il Consiglio per l'amministrazione degli organi giudiziari è composto da:

  • il presidente della Corte suprema (che è anche presidente del Consiglio);
  • cinque giudici nominati per tre anni dai giudici in seduta plenaria;
  • due membri del Riigikogu (Parlamento estone);
  • un avvocato giurato nominato dalla commissione del Consiglio dell'ordine;
  • il procuratore capo o un procuratore nominato da quest'ultimo;
  • il cancelliere della Giustizia o un rappresentante nominato da quest'ultimo;
  • il ministro della giustizia o un rappresentante nominato da quest'ultimo, che fa parte del Consiglio e ha diritto di esprimere la propria opinione.

Il ministro della Giustizia può convocare le sessioni ma non ha diritto di voto.

Il Consiglio approva:

  • l'attribuzione della competenza territoriale dei tribunali, la loro struttura, la loro esatta ubicazione, il numero di organi giudiziari minori e il numero di giudici togati e onorari presso i tribunali;
  • la nomina e le dimissioni anticipate dei presidenti dei tribunali;
  • la determinazione di regolamenti interni dei tribunali;
  • la determinazione del numero di candidati alla carica di magistrato;
  • il pagamento di un'ulteriore retribuzione speciale ai magistrati;
  • la determinazione di procedure riguardanti la redazione e la presentazione di dati di archivio tratti dal sistema informatico del tribunale;
  • la determinazione dell'importo e delle modalità di corresponsione degli onorari per i giudici onorari.

Il Consiglio è tenuto a:

  • esprimere un parere preliminare sui principi applicati nella stesura e nella modifica dei bilanci annuali dei tribunali;
  • esprimere un parere sui candidati a un posto vacante di giudice della Corte suprema;
  • esprimere un parere sulle dimissioni di un giudice;
  • decidere, in anticipo, il resoconto da presentare al Riigikogu a cura del presidente della Corte suprema e riguardante l'amministrazione degli organi giudiziari, l'amministrazione della giustizia e l'applicazione uniforme della legge;
  • discutere altri argomenti su proposta del presidente della Corte suprema o del ministro della Giustizia.

Gerarchia degli organi giudiziari

Il sistema giudiziario estone consta di tre gradi di giudizio, rappresentati da:

  • i tribunali regionali e amministrativi, che sono gli organi giudiziari di primo grado;
  • i tribunali distrettuali (corti d'appello), che sono tribunali di secondo grado;
  • la Corte suprema, che è il tribunale di terzo grado (cassazione).

I tribunali regionali sono giurisdizioni ordinarie e, in quanto tali, giudicano le cause civili, penali e le cause riguardanti reati minori (contravvenzioni). In quanto giudici di primo grado, i tribunali amministrativi hanno competenza specifica per le cause amministrative secondo le attribuzioni ad esse conferite dalla legge. I tribunali distrettuali sono organi giurisdizionali di secondo grado che giudicano gli appelli presentati contro le sentenze di primo grado dei tribunali regionali e amministrativi. La Corte suprema è l'organo giudicante di grado più elevato e giudica dei ricorsi in cassazione nei confronti delle sentenze dei tribunali distrettuali. La Corte suprema svolge anche il ruolo di Corte costituzionale.

Banche dati giuridiche

Le informazioni generali sul sistema giuridico estone sono disponibili sul sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia.

Una panoramica degli organi giudiziari dell'Estonia è disponibile anche sul Il link si apre in una nuova finestrasito Internet dei tribunali.

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione della banca dati del sistema giuridico e giudiziario estone è gratuita.

Ultimo aggiornamento: 03/08/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Irlanda

Questa sezione contiene una panoramica degli organi giudicanti irlandesi.

Organizzazione della giustizia – Irlanda

Il Il link si apre in una nuova finestraCourts Service (servizio di cancelleria) è un organo indipendente che è stato istituito nel novembre 1999 dal Governo in base al Courts Service Act, 1998. Esso ha le seguenti funzioni previste dalla legge:

  1. Gestire gli organi giudiziari,
  2. Fornire servizi ausiliari ai giudici,
  3. Fornire informazioni sul sistema giudiziario al pubblico,
  4. Fornire, gestire e provvedere alla manutenzione degli edifici giudiziari, e
  5. Fornire impianti agli utenti degli organi giudiziari.

La Costituzione irlandese prescrive che la giustizia sia amministrata in organi giudiziari istituiti dalla legge da giudici nominati dal Presidente su parere del Governo; i giudici di tutti i vari organi giudiziari in base alla Costituzione sono completamente indipendenti nell’esercizio delle loro funzioni giurisdizionali. Un giudice non può essere rimosso dalle sue funzioni salvo che venga accertato sia colpevole di abusi o incapacità e peraltro solo in base a provvedimenti emanati da entrambe le camere dell’Oireachtas (Parlamento).

Gerarchia degli organi giudiziari

La Costituzione definisce la struttura del sistema giudiziario come costituita da un tribunale di ultima istanza, la Corte suprema (Supreme Court), e da tribunali di primo grado tra cui un’Alta Corte (High Court), che ha piena giurisdizione in tutte le cause civili e penali, e tribunali di giurisdizione limitata quali la Circuit Court e la District Court, organizzati a livello locale.

Riguardo ai processi penali, l’articolo 38 prevede che “[n]essuno dev’essere processato per un reato che non sia previsto dalla legge”. I reati minori vengono giudicati da tribunali con competenza territoriale limitata mentre l’imputato di un reato più grave è sottoposto a un processo con giuria. La Costituzione prevede altresì la creazione di tribunali speciali per garantire l’efficace amministrazione della giustizia nel caso in cui i tribunali ordinari non siano in grado di assicurarla.

Il pubblico è invitato a presenziare ai processi salvo nelle ipotesi in cui le cause siano giudicate in camera di consiglio, ossia non pubblicamente.

Gli organi giudiziari che trattano cause civili sono organizzati nelle seguenti strutture:

Supreme Court

High Court

(Sede a Dublino)
Competenza: impugnazioni

(Sede a Dublino)
Competenza originaria e competenza come giudice d’appello della Circuit Court e altri organi giudiziari

Circuit Court

District Court

(Con sede in ciascuno dei circondari (26 county towns))
Competenza originaria fino a (38 092,14 EUR e competenza per impugnazioni dalla District Court altri organi giudiziari

(Con sede in 24 distretti)
Competenza originaria fino a 6 348,69 EUR
(Comprende i procedimenti per controversie di modesta entità per talune domande del consumatore, fino a 1 269,74 EUR)

Ultimo aggiornamento: 15/09/2014

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Grecia

Questa sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario greco.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

In Grecia, la giurisdizione costituisce una delle tre funzioni dello Stato. Secondo il principio della separazione dei poteri, il potere giudiziario è indipendente dal potere legislativo e dal potere esecutivo.

Organi giudiziari – breve descrizione

In Grecia, gli organi giudiziari sono divisi nelle seguenti categorie principali:

  • Διοικητικά Δικαστήρια (giurisdizione amministrativa);
  • Πολιτικά Δικαστήρια (giurisdizione civile);
  • Ποινικά Δικαστήρια (giurisdizione penale)
  • Στρατοδικείο (corte marziale), Ναυτοδικείο (tribunale competente in materia di diritto della navigazione) e Διαρκές Στρατοδικείο (tribunale competente in materia di diritto aeronautico);
  • Ανώτατο Ειδικό Δικαστήριο (Corte suprema speciale);
  • tribunale speciale competente per contenziosi in materia di corruzione;
  • tribunale speciale competente per controversie in materia di responsabilità dei ministri;
  • tribunale speciale competente per controversie relative alla remunerazione dei giudici.

Amministrazione degli organi giudiziari

Gli organi giudiziari sono amministrati da magistrati, in particolare dal Presidente o da un Consiglio composto da tre membri

Ordine gerarchico degli organi giudiziari

Giurisdizioni civili:

  • giudice di pace (ειρηνοδικεία), tribunale di primo grado (πρωτοδικεία), corte d’appello (εφετεία), Corte suprema (Άρειος Πάγος)
  • Giurisdizioni penali:
  • tribunale distrettuale (πταισματοδικεία), tribunale di primo grado (πλημμελειοδικεία), corte d’appello, Corte suprema
  • Tribunali amministrativi:
  • Tribunali amministrativi di primo grado, Corti amministrative d’appello, Consiglio di Stato (Συμβούλιο της Επικρατείας)

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraΣυμβούλιο της Επικρατείας (Consiglio di Stato)

Il link si apre in una nuova finestraΔιοικητικό Πρωτοδικείο Αθηνών (Tribunale amministrativo di Atene)

Il link si apre in una nuova finestraΕισαγγελία Πρωτοδικών Αθηνών (Ufficio del pubblico ministero di Atene)

Il link si apre in una nuova finestraΥπουργείο Δικαιοσύνης (Ministero della Giustizia greco)

Il link si apre in una nuova finestraAρειος Πάγος (Corte di cassazione)

Ultimo aggiornamento: 03/07/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua spagnolo di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Spagna

Questa sezione fornisce una descrizione generale del sistema dei tribunali in Spagna.

Organizzazione della giustizia. Sistemi giudiziari

Amministrazione della giustizia

Nell'ambito degli ordinamenti giuridici contemporanei, l'ordinamento spagnolo presenta le caratteristiche del cosiddetto modello continentale.

Le caratteristiche fondamentali di tale modello sono:

  • la separazione del settore pubblico e del settore privato nell'ordinamento giuridico, il quale è suddiviso in diverse sezioni che comprendono le materie costituzionali, penali, amministrative, fiscali, civili, commerciali, sociali e procedurali;
  • il primato della legge e del diritto scritto, nel sistema di fonti definito dal codice civile, cioè la legge, la consuetudine e principi generali del diritto;
  • l'organizzazione gerarchica del potere giudiziario mediante un sistema di ricorsi giurisdizionali.

Organi giudicanti. Breve descrizione

La Costituzione spagnola del 1978 stabilisce che la Spagna è uno Stato sociale e democratico di diritto, che propugna come valori superiori del suo ordinamento giuridico la libertà, la giustizia, l'uguaglianza e il pluralismo politico.

La Costituzione si basa sull'indissolubile unità della Nazione spagnola, patria comune e indivisibile di tutti gli spagnoli, e riconosce e garantisce il diritto all'autonomia delle nazionalità e delle regioni che la compongono e la solidarietà fra tutte le medesime.

La Costituzione dedica il Titolo VI al potere giudiziario e afferma, all'articolo 117, che il principio di unità della giurisdizione è la base dell'organizzazione e del funzionamento dei tribunali.

Tutti questi principi sono alla base dell'organizzazione dei tribunali in Spagna e trovano espressione nell'esistenza di un'unica giurisdizione, composta da un unico corpo di giudici e magistrati che costituiscono la giurisdizione ordinaria.

Esistono numerosi tribunali, i quali si distribuiscono il lavoro sulla base dei criteri di ripartizione della competenza: materia, importanza, persona, funzione o territorio, in quanto l'unità della giurisdizione non osta all'esistenza di organi diversi con competenze diverse.

Per essere considerato ordinario, un organo giudiziario deve essere disciplinato dalla legge organica sul potere giudiziario, conformemente all'articolo 122 della Costituzione spagnola del 1978.

Si distinguono tre aspetti fondamentali:

  1. l'aspetto territoriale;
  2. il carattere monocratico o collegiale degli organi;
  3. l'aspetto giurisdizionale.

L'aspetto territoriale

Secondo la motivazione della legge organica n. 6/1985 del 1° luglio sul potere giudiziario, dal punto di vista dell'amministrazione della giustizia, lo Stato è organizzato territorialmente in comuni, circoscrizioni, province e comunità autonome, sulle quali esercitano la potestà giurisdizionale i giudici di pace (Juzgados de Paz), i tribunali di primo grado e per le indagini preliminari (Juzgados de Primera Instancia e Instrucción), i tribunali del contenzioso amministrativo, sociali e di sorveglianza penitenziaria (Juzgados de lo Contencioso-Administrativo, de lo Social e de Vigilancia Penitenciaria), i tribunali per i minorenni, i tribunali provinciali (Audiencias Provinciales) e i tribunali superiori di giustizia (Tribunales Superiores de Justicia). Il Tribunale nazionale (Audiencia Nacional), la Corte suprema (Tribunal Supremo) e i tribunali centrali per le indagini preliminari e per il contenzioso amministrativo (Juzgados Centrales de Instrucción e de lo Contencioso-Administrativo) esercitano la potestà giurisdizionale sull'intero territorio nazionale.

Il carattere monocratico o collegiale degli organi

Per quanto riguarda il carattere monocratico o collegiale degli organi, sono tutti monocratici eccetto la Corte suprema, il Tribunale nazionale, i Tribunali superiori di giustizia e i Tribunali provinciali.

La Corte suprema (Tribunal Supremo) si compone di un presidente, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione e divisione. Esistono cinque divisioni: civile, penale, contenzioso amministrativo, sociale e militare

Il Tribunale nazionale penale e amministrativo (Audiencia Nacional) si compone di un presidente, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione e divisione (d'appello, penale, contenzioso amministrativo e sociale).

I Tribunali superiori di giustizia (Tribunales Superiores de Justicia) comprendono quattro sezioni (civile, penale, contenzioso amministrativo e sociale). Si compongono di un presidente, che esercita anche le funzioni di presidente delle sezioni civile e penale, dei presidenti di sezione e dei magistrati stabiliti dalla legge per ciascuna sezione.

I Tribunali provinciali (Audiencias Provinciales) si compongono di un presidente e di due o più magistrati. Sono competenti in materia civile e penale e possono esistere divisioni con la stessa composizione.

La Oficina Judicial

La Ley Orgánica del Poder Judicial (Legge organica del potere giudiziario) definisce l'Oficina Judicial come l'organizzazione di carattere strumentale che serve da supporto e sostegno all'attività giuridsizionale di giudici e tribunali.

La sua struttura è stata concepita per migliorare l'efficacia, l'efficienza e la trasparenza dei procedimenti giudiziari, velocizzare la risoluzione di procedimenti ed i processi e migliorare la cooperazione e il coordinamento tra le distinte amministrazioni. La sua istituzione risponde pertanto all'impegno di un servizio pubblico al compromesso di avere un servizio pubblico di prossimità e di qualità conforme ai valori costituzionali e rispondente alle necessità attuali dei cittadini.

Si tratta di nuovo modello organizzativo che introduce moderne tecniche di gestione, basato sulla combinazione di diverse unità amministrative: le unità procedurali di aiuto diretto, equivalenti agli ex juzgados, (organo giurisdizionale monocratico) che assistono il giudice o il magistrato nella sua funzione giurisdizionale, e i servizi procedurali comuni, diretti dai cancellieri (Secretarios Judiciales) con esplicano e decidano tutte quelle funzioni non strettamente giurisdizionali come: ricezione di atti, notifiche, esecuzione di risoluzioni, formalità procedurali non giudiziarie, esame della ricevibilità delle domande, comunicazione di decisioni nei confronti delle parti, sanatoria di vizi di procedura, ecc.

Ci sono tre tipi di servizi procedurali comuni:

  • il servizio comune generale;
  • il servizio comune di organizzazione della procedura;
  • il servizio comune dell'esecuzione.

Nuovo modello organizzativo dell'amministrazione della giustizia è stato messo in servizio a Burgos e a Murcia nel novembre 2010. In febbraio 2011 la Oficina Judicial è stata istituita a Cáceres e a Ciudad Real e nel mese di giugno 2011 nelle sedi di: León, Cuenca e Mérida. Nel 2013 è prevista la sua apertura a Ceuta e Melilla. Questo modello organizzativo coesiste con la previgente organizzazione dei tribunali composti da uno o più giudici o magistrati che rimane in vigore nel resto del territorio.

L'aspetto giurisdizionale

Oltre alla componente territoriale, si devono distinguere le diverse materie di competenza dei tribunali, che determinano l'esistenza di quattro ordini giurisdizionali.

Civile: si occupa delle controversie la cui competenza non venga espressamente attribuita a un altro ordine giurisdizionale. Per questo motivo, può essere definito come "ordinario" o "comune".

Penale: è competente per le cause e i procedimenti penali. Una delle caratteristiche del diritto spagnolo è che l'azione civile derivata dall'illecito penale può essere esercitata congiuntamente a quella penale. In tal caso, il tribunale penale deciderà il risarcimento del danno arrecato dal reato o dall'infrazione.

Contenzioso amministrativo: si occupa del controllo della legalità degli atti delle amministrazioni pubbliche e delle controversie relative alla responsabilità patrimoniale di queste ultime.

Sociale: si occupa delle controversie in materia di diritto del lavoro, sia nei conflitti individuali tra lavoratore e datore di lavoro in relazione al contratto di lavoro, sia in materia di contrattazione collettiva, nonché nei ricorsi in materia di previdenza sociale o contro lo Stato, quando la legislazione in materia di lavoro gliene attribuisca la competenza.

Oltre ai quattro ordini giurisdizionali, in Spagna esiste anche la giurisdizione militare.

La giurisdizione militare comporta un'eccezione al principio dell'unità della giurisdizione.

Per maggiori informazioni, consultare la pagina relativa alla giurisdizione ordinaria in Spagna.

In Spagna non esiste un ordine giurisdizionale straordinario, ma, all'interno degli ordini giurisdizionali menzionati, sono stati creati tribunali specializzati in funzione della materia, per esempio i tribunali in materia di violenza contro le donne (juzgados de Violencia sobre la Mujer), i tribunali di sorveglianza penitenziaria (juzgados de vigilancia penitenciaria) e tribunali per i minorenni. Questi tribunali fanno parte della giurisdizione ordinaria, ma sono specializzati in funzione della materia. Per maggiori informazioni, consultare «tribunali speciali in Spagna».

Gerarchia degli organi giudicanti

La Spagna segue un sistema di doppio grado di giudizio, che determina la gerarchizzazione degli organi giudicanti nell'ambito di un sistema di ricorsi.

Per sapere quali ricorsi siano possibili e dinanzi a quale tribunale debbano essere presentati, occorre fare riferimento alle disposizioni dell'ordinamento giuridico spagnolo relative alle competenze di ciascun organo giudiziario. Per maggiori informazioni, consultare la scheda sulla giurisdizione ordinaria in Spagna.

Banche dati giuridiche

L'accesso alle banche dati è gratuito?

Sì, l'accesso è gratuito.

Sintesi del contenuto

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraCONSIGLIO GENERALE DEL POTERE GIUDIZIARIO IN SPAGNA

Ultimo aggiornamento: 12/03/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Francia

La presente sezione contiene una panoramica dell’organizzazione degli organi giudicanti.

Organizzazione della giustizia - sistemi giudiziario e amministrativo

Gerarchia degli organi giudicanti

Sistema giudiziario

1. Primo grado:

Giurisdizioni civili

  • Tribunal de grande instance (Tribunale civile di primo grado)
  • Tribunal d’instance (giudice unico)
  • Giurisdizioni civili speciali (Conseil des Prud’hommes, Tribunale commerciale ecc.)

Giurisdizioni penali

  • Tribunale di polizia (contravvenzioni);
  • Tribunale correzionale (delitti);
  • Corte d’assise (delitti).

2. Secondo grado: Corte d’appello

3. Corte di cassazione

Sistema amministrativo

1. Primo grado

  • Tribunale amministrativo;
  • giurisdizioni amministrative speciali (giurisdizioni finanziarie quali la sezione regionale dei conti, giurisdizioni del welfare e giurisdizioni disciplinari).

2. Secondo grado

  • Corte amministrativa d’appello;
  • giurisdizioni amministrative d’appello speciali (Corte dei conti, Commissione centrale del welfare ecc.)

3. Consiglio di Stato

Informazioni più dettagliate sono disponibili sul Il link si apre in una nuova finestrasito del ministero della Giustizia .

Banche dati giuridiche

Le banche dati giuridiche presenti in Francia costituiscono un servizio pubblico di divulgazione via Internet. Il sito Il link si apre in una nuova finestraLégifrance contiene dunque:

La consultazione della banca dati è gratuita?

Sì, la consultazione della banca dati è gratuita.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraRicerca tribunali competenti

Il link si apre in una nuova finestraOrganizzazione della giustizia – Francia

Ultimo aggiornamento: 19/05/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Croazia

Sistema giudiziario della Repubblica di Croazia

La Costituzione della Repubblica di Croazia stabilisce che l'autorità nel paese è organizzata secondo il principio della separazione dei poteri; da ciò discende che il potere legislativo è esercitato dal Parlamento croato, il potere esecutivo dal governo della Repubblica di Croazia e il potere giudiziario dagli organi giurisdizionali croati. In quanto titolari del potere giudiziario, gli organi giurisdizionali amministrano la giustizia in conformità della Costituzione, delle leggi e dei regolamenti, nonché dei trattati internazionali sottoscritti e ratificati dalla Croazia. Della funzione giudiziaria sono investiti i giudici, che sono nominati dal Consiglio giudiziario di Stato. Nell'esercizio dei compiti giudiziari loro affidati, i giudici devono essere indipendenti e autonomi e godono dell'immunità prevista dalla legge. Gli incarichi giudiziari sono permanenti e i giudici non possono svolgere altre funzioni.

Organizzazione del sistema giudiziario della Croazia

Il ministero della Giustizia della Repubblica di Croazia svolge:

  • compiti giuridici e di altro tipo riguardanti:

il diritto civile, penale e commerciale e l'amministrazione della giustizia amministrativa, la struttura, il funzionamento e la formazione professionale dei giudici, dei pubblici ministeri e del personale giudiziario, gli uffici del pubblico ministero incaricati dei procedimenti per reati minori e le autorità incaricate di comminare sanzioni penali, compiti amministrativi e di altro tipo concernenti l'attività di notai e pubblici ministeri, le spese legali e notarili, l'assistenza legale internazionale e altre forme di assistenza legale, l'applicazione di sanzioni penali, la concessione della grazia e della libertà condizionale, la computerizzazione, l'istituzionalizzazione e il coordinamento del sistema di sostegno per le vittime e i testimoni nel settore giudiziario, le attività di informazione e sostegno a favore delle vittime e dei testimoni, le questioni relative al pagamento di risarcimenti a persone che hanno subito arresti ingiustificati e condanne ingiuste, nonché i compiti amministrativi inerenti ai risarcimenti finanziari per le vittime di reati;

  • compiti di sorveglianza dell'attività svolta dall'amministrazione del sistema giudiziario, dall'Ufficio del pubblico ministero e dagli organi incaricati dei procedimenti per i reati minori;
  • compiti amministrativi e di altro tipo relativi a:

diritti di proprietà. questioni di proprietà concernenti espropri e altre restrizioni in materia di proprietà, questioni di proprietà concernenti i terreni edificabili, agricoli e forestali, la ricomposizione fondiaria, la compravendita di terreni e fabbricati e le operazioni agricole che non rientrano nella competenza di altri organi governativi, le proprietà di cittadini stranieri, i risarcimenti per le proprietà confiscate durante il regime comunista iugoslavo che non rientrano nella competenza di altri organi governativi e la successione di proprietà, diritti e passività dell'ex Repubblica federativa socialista di Iugoslavia;

  • compiti amministrativi e professionali riguardanti la cooperazione tra il governo della Repubblica di Croazia e le giurisdizioni penali internazionali, la rappresentanza della Repubblica di Croazia dinanzi alla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, alla Corte internazionale di giustizia e ad altri organi giudiziari internazionali, salvo diversamente previsto da una specifica decisione del governo croato, e compiti relativi alla tutela dei diritti umani e dei diritti delle minoranze nazionali;
  • compiti riguardanti la partecipazione della Croazia all'attività degli organismi dell'Unione europea nei settori di competenza del ministero;
  • altri compiti compresi nella competenza del ministero in base a una legge specifica.

Accademia giudiziaria

L'Accademia giudiziaria è un'istituzione pubblica indipendente che offre una formazione professionale iniziale di alta qualità ai praticanti degli organi giurisdizionali e agli studenti della Scuola di Stato per funzionari giudiziari. Inoltre, l'Accademia organizza e migliora costantemente la formazione continua dei funzionari giudiziari e dei consulenti operanti negli organi giurisdizionali.

Struttura

  1. Scuola di Stato per funzionari giudiziari;
  2. Direzione per la formazione professionale di praticanti, consulenti che operano presso gli organi giurisdizionali e funzionari giudiziari;
  • centri regionali presso i tribunali di contea di Zagabria, Spalato, Fiume, Osijek e Varaždin;
    • l'Accademia giudiziaria è diretta da giudici, pubblici ministeri, docenti universitari e altri esperti.

L'Accademia giudiziaria è attiva nella cooperazione internazionale e partecipa ai progetti dell'Unione europea sia come beneficiario sia come partecipante. Tali progetti sono finalizzati al rafforzamento istituzionale dell'Accademia e allo sviluppo professionale dei soggetti cui essa si rivolge.

Il link si apre in una nuova finestraLegge sull'Accademia giudiziaria

Organi giurisdizionali della Repubblica di Croazia

La legge sugli organi giurisdizionali disciplina l'organizzazione, le competenze e la giurisdizione di tali organi.

Nella Repubblica di Croazia la funzione giudiziaria è esercitata dagli organi giurisdizionali in quanto organismi separati dell'autorità statale. Tali organi esercitano le loro funzioni in autonomia e indipendenza entro l'ambito di applicazione e le competenze stabiliti dalla legge.

Gli organi giurisdizionali tutelano l'ordine pubblico della Croazia in conformità della Costituzione, delle leggi e dei trattati internazionali e assicurano l'applicazione uniforme della legge e l'uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge.

Detti organi si pronunciano su cause riguardanti gli obblighi e i diritti umani fondamentali, i diritti e i compiti della Repubblica di Croazia e degli enti di autogoverno locali e regionali, nonché i diritti e gli obblighi di altre persone giuridiche; comminano sanzioni e adottano altre misure nei confronti degli autori di reati, reati minori e infrazioni previsti dalla legge e da altri regolamenti; accertano la legittimità degli atti di carattere generale e individuale compiuti dalla pubblica amministrazione; si pronunciano su controversie riguardanti i rapporti personali tra i cittadini, su cause di lavoro, commerciali, in materia di proprietà e altre cause civili, nonché su altre cause giudiziarie previste dalla legge.

Gli organi giurisdizionali amministrano la giustizia in conformità della Costituzione, delle leggi, dei trattati internazionali e di altre valide fonti del diritto.

Nella Repubblica di Croazia la funzione giudiziaria è esercitata da giurisdizioni ordinarie e speciali e dalla Corte suprema della Repubblica di Croazia.

Gli organi giurisdizionali ordinari sono i tribunali municipali e i tribunali di contea.

Gli organi giurisdizionali speciali sono i tribunali commerciali, i tribunali amministrativi, i tribunali per i reati minori, l'Alta Corte commerciale della Repubblica di Croazia, l'Alta Corte amministrativa della Repubblica di Croazia e l'Alta Corte per i reati minori della Repubblica di Croazia.
I tribunali municipali e i tribunali per i reati minori hanno giurisdizione sul territorio di uno o più comuni, una o più città o parti di un'area urbana, mentre i tribunali di contea, commerciali e amministrativi hanno giurisdizione su una o più contee.
L'Alta Corte commerciale della Repubblica di Croazia, l'Alta Corte amministrativa della Repubblica di Croazia, l'Alta Corte per i reati minori della Repubblica di Croazia e la Corte suprema della Repubblica di Croazia hanno giurisdizione su tutto il territorio della Repubblica di Croazia.

La Corte suprema della Repubblica di Croazia è l'organo giurisdizionale di massima istanza in Croazia.

Per legge possono essere istituiti altri organi giurisdizionali ordinari e speciali competenti in uno specifico settore tecnico o legale.

Corte suprema della Repubblica di Croazia

Tribunali di contea (15)

Alta Corte commerciale (1)

Alta Corte amministrativa (1)

Alta Corte per i reati minori (1)

Tribunali municipali (67)

Tribunali commerciali (7)

Tribunali amministrativi (4)

Tribunali per i reati minori (61)

Si segnala che dal 1° aprile 2015 è istituita una nuova rete di organi giurisdizionali municipali e commerciali formata da 24 tribunali municipali e otto tribunali commerciali e che dal 1° luglio 2015 è istituita una nuova rete formata da 22 tribunali per i reati minori, conformemente alla Il link si apre in una nuova finestralegge sugli organi giurisdizionali (aree e sedi) (GU 128/14).
Le informazioni fornite in questa sede sono accurate e aggiornate al momento attuale, ma subiranno modifiche dopo il 1° aprile 2015 e il 1° luglio 2015.

La Corte suprema della Repubblica di Croazia ha sede a Zagabria.

  1. Assicura l'applicazione uniforme della legge e la parità di tutti i cittadini nell'applicazione della legge.
  2. Si pronuncia sui mezzi di impugnazione ordinari, ove previsto da una legge specifica.
  3. Si pronuncia sui mezzi di impugnazione straordinari contro decisioni definitive dei giudici croati.
  4. Si pronuncia su conflitti di giurisdizione, ove previsto da una legge specifica.
  5. Esamina questioni giuridiche attuali riguardanti la prassi giudiziaria, analizza le esigenze di sviluppo professionale di giudici, consulenti e praticanti giudiziari e svolge altre attività previste dalla legge.

Corte suprema della Repubblica di Croazia
Trg Nikole Šubića Zrinskog 3
10 000 Zagabria
tel.: +385 1 486 22 22, +385 1 481 00 36
fax: +385 1 481 00 35
e-mail: Il link si apre in una nuova finestravsrh@vsrh.hr
Il link si apre in una nuova finestrahttp://www.vsrh.hr/

Il link si apre in una nuova finestraLegge sugli organi giurisdizionali

Il link si apre in una nuova finestraLegge sugli organi giurisdizionali (aree e sedi)

Le leggi citate sono attualmente vigenti.
La nuova legge sugli organi giurisdizionali (aree e sedi) è stata adottata e pubblicata nella Gazzetta ufficiale (NN) n. 128/14 ed entra in vigore il 1° aprileIl link si apre in una nuova finestrahttps://narodne-novine.nn.hr/clanci/sluzbeni/2014_10_128_2430.html 2015 o il 1° luglio 2015, sostituendo pertanto le leggi vigenti.

Ufficio per la prevenzione della corruzione e della criminalità organizzata

L'Ufficio per la prevenzione della corruzione e della criminalità organizzata è un ufficio speciale del pubblico ministero e ha giurisdizione sull'intero territorio della Repubblica di Croazia; svolge compiti di pubblico ministero nei procedimenti riguardanti casi di corruzione e reati compiuti dalla criminalità organizzata.

Ufficio per la prevenzione della corruzione e della criminalità organizzata
Gajeva 30a
10 000 Zagabria
tel.: +385 4591 874
fax: + 385 1 4591 878
e-mail: Il link si apre in una nuova finestratajnistvo@uskok.dorh.hr

Il link si apre in una nuova finestra
Legge sull'Ufficio per la prevenzione della corruzione e della criminalità organizzata

Ultimo aggiornamento: 20/07/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Italia

Questa sezione contiene informazioni generali sul sistema giudiziario italiano.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario italiano è basato sulla civil law.

Le funzioni di giudice e di pubblico ministero sono esercitate dai membri della magistratura. La funzione amministrativa è esercitata dal Ministero della Giustizia.

La funzione giurisdizionale si articola in:

  • giurisdizione ordinaria civile e penale
  • giurisdizione amministrativa
  • giurisdizione contabile
  • giurisdizione militare
  • giurisdizione tributaria

La giurisdizione in materia amministrativa è esercitata dai Tribunali Amministrativi Regionali (TAR) e dal Consiglio di Stato.

La giurisdizione in materia contabile è esercitata dalla Corte dei conti. L'ufficio del procuratore generale è costituito presso la stessa Corte.

La giurisdizione in materia tributaria è esercitata dalle Commissioni tributarie provinciali e dalle Commissioni tributarie regionali.

La giurisdizione in materia militare è esercitata dai tribunali militari, dalla corte militare d'appello, dal tribunale militare di sorveglianza, dalle procure militari presso i tribunali militari, dalle procure generali militari presso la corte militare di appello e dalla procura generale militare presso la Corte di Cassazione.

La giurisdizione ordinaria in materia civile e penale è esercitata da magistrati dell'ordine giudiziario, distinti in giudici, da un lato, e magistrati del pubblico ministero, dall'altro, che esercitano rispettivamente la funzione giudicante e requirente.

Amministrazione degli organi giudiziari

La Costituzione prevede che, all'interno delle strutture governative, il Ministero della Giustizia sia responsabile dell'amministrazione degli organi giudiziari in ragione del suo ruolo specifico, della sua funzione e del suo rapporto con la magistratura.

In seguito ad un concorso pubblico estremamente complesso, i magistrati sono nominati presso i tribunali per settori di competenza in base ad una scelta personale. Le assegnazioni, le promozioni, le dispense dal servizio, i trasferimenti ed i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati devono essere decisi dal Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) nel rispetto di speciali garanzie di tutela.

Tutte le questioni riguardanti i magistrati devono essere sottoposte al vaglio del CSM, che tutela l'indipendenza e lo status dei magistrati stessi.

Il Presidente della Repubblica italiana è anche presidente del CSM.

Il Ministero della Giustizia svolge le proprie funzioni amministrative e organizzative a due livelli:

  • all'interno di strutture centrali (dipartimenti), principalmente a Roma, e per determinati settori di competenza anche in sezioni locali;
  • negli uffici giudiziari, tribunali, corti, ecc.

Nella funzione amministrativa rientra anche la gestione del personale degli uffici giudiziari.

A capo dei tribunali (o degli uffici del pubblico ministero) siede:

  • un magistrato con funzioni direttive apicali
  • un dirigente che si occupa dell'organizzazione dei servizi giudiziari al pubblico e dell'assistenza interna ai giudici e ai pubblici ministeri. La posizione di dirigente è la più elevata tra il personale amministrativo.

Organi giudiziari – breve descrizione

Gli organi giudiziari sono organizzati come segue:

Primo grado

  • Giudici di pace: sono giudici onorari (non togati) competenti per cause civili e penali di modesta entità
  • Corti o tribunali: sono competenti a conoscere delle cause di maggior valore
  • Ufficio di sorveglianza: è competente in primo grado in materia di sorveglianza (questioni inerenti a detenuti, condanne, ecc.)
  • Tribunale per i minorenni

Secondo grado

Organi giurisdizionali dinanzi ai quali impugnare la prima decisione per motivi di fatto e relativi all'interpretazione del diritto:

  • Corti d'appello
  • Tribunali di sorveglianza – tribunali di secondo grado (e, in alcune materie specifiche, di primo grado) competenti in materia di sorveglianza

Terzo grado

Organo da adire per ottenere un riesame della decisione per violazione di legge in ultima istanza:

  • Corte di cassazione (corte suprema): organo giurisdizionale con competenza generale in ultima istanza

Presso i tribunali principali sono costituite sezioni specializzate. Le corti d'assise si compongono di due giudici togati e di sei giudici popolari. I giudici popolari sono estratti a sorte tra i cittadini e restano in carica per brevi periodi, ai fini di collaborazione e rappresentanza dei vari settori della società.  Le corti d'assise si pronunciano su reati gravi (omicidio, violenza privata e simili).

I magistrati che svolgono la funzione di pubblici ministeri nei procedimenti sono:

  • il procuratore della Repubblica presso il Tribunale (primo grado) e i sostituiti procuratori
  • il procuratore generale presso la Corte d’appello (secondo grado) e i sostituiti procuratori generali
  • il procuratore generale presso la Corte di cassazione e i sostituti procuratori generali

In Italia la funzione di pubblico ministero è esercitata da magistrati di carriera che svolgono le proprie mansioni sotto la supervisione del procuratore generale a capo della rispettiva procura.  Questo meccanismo opera come una sorta di gerarchia che si applica soltanto alle procure.

Gerarchia degli organi giudiziari

Giurisdizione civile

Giurisdizione penale

Giurisdizione dei minori

Giurisdizione di sorveglianza

I grado

Giudice di pace

Giudice di pace

Tribunale per i minori

Ufficio di sorveglianza/Tribunale di sorveglianza

II grado

Tribunale

Tribunale

Sezioni specializzate presso la corte d'appello

Tribunale di sorveglianza

Corte d'appello

Corte d'appello

Violazione di legge

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Banche dati giuridiche

Il sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraMinistero della Giustizia italiano contiene informazioni sulla magistratura, il ministero stesso e le sue competenze e le coordinate per contattare i vari uffici.

Il sito internet del Il link si apre in una nuova finestraConsiglio superiore della magistratura fornisce informazioni dettagliate sul sistema giudiziario italiano in lingua italiana, inglese e francese.

L'accesso a entrambi i siti è gratuito.

07/04/2017

Ultimo aggiornamento: 18/06/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua greco di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Cipro

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Amministrazione degli organi giudiziari

Cipro è stata colonia britannica fino al 1960. Il suo sistema giuridico si fonda quasi interamente sul sistema giuridico inglese e il corpus legislativo è stato costituito secondo i principi del diritto consuetudinario (common law) e dell'equità (equity).

Il sistema giuridico in vigore dalla costituzione della Repubblica di Cipro risente dell’influenza del sistema giuridico inglese. Gli organi giudiziari di questo Stato applicano le seguenti fonti del diritto:

  • la Costituzione della Repubblica cipriota (Σύνταγμα της Κυπριακής Δημοκρατίας)
  • le leggi mantenute in vigore ai sensi dell’articolo 188 della Costituzione
  • i principi del diritto consuetudinario e dell'equità
  • le leggi approvate dalla Camera dei rappresentanti (Βουλή των Αντιπροσώπων).

In seguito all’adesione della Repubblica di Cipro all’Unione europea nel 2004, la Costituzione è stata modificata per conferire la supremazia al diritto dell’Unione.

Organi giudiziari – breve descrizione

A Cipro vi sono organi giudiziari di due gradi: la Corte suprema (Ανώτατο Δικαστήριο, di secondo grado) e vari tribunali di primo grado:

  • CORTE SUPREMA (ΑΝΩΤΑΤΟ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΟ)
  • TRIBUNALI CIRCOSCRIZIONALI (ΕΠΑΡΧΙΑΚΑ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΑ)
  • CORTI D’ASSISE (ΚΑΚΟΥΡΓΙΟΔΙΚΕΙΑ)
  • TRIBUNALI DELLA FAMIGLIA (ΟΙΚΟΓΕΝΕΙΑΚΑ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΑ)
  • TRIBUNALi PER IL CONTROLLO DEGLI AFFITTI (ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΑ ΕΛΕΓΧΟΥ ΕΝΟΙΚΙΑΣΕΩΝ)
  • TRIBUNALI PER LE VERTENZE DI LAVORO (ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΑ ΕΡΓΑΤΙΚΩΝ ΔΙΑΦΟΡΩΝ)
  • TRIBUNALE MILITARE (ΣΤΡΑΤΙΩΤΙΚΟ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΟ).

Basi di dati giuridici

Non vi è ancora una base ufficiale di dati giuridici, ma vi sono varie basi private, alcune a pagamento e altre a consultazione gratuita.

Tali basi private contengono informazioni sulle sentenze degli organi giudiziari e sulla legislazione primaria.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraΑΝΩΤΑΤΟ ΔΙΚΑΣΤΗΡΙΟ  (Corte suprema della Repubblica di Cipro)

Ultimo aggiornamento: 29/08/2014

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Lettonia

Questa sezione contiene informazioni generali sugli organi giudiziari in Lettonia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario in Lettonia è indipendente (così come lo sono il potere legislativo e quello esecutivo) e si basa su tre gradi di giudizio. Secondo quanto previsto dalla Costituzione, in Lettonia la giustizia è amministrata dai tribunali (municipali) distrettuali, dai tribunali regionali e dalla Augstākās tiesas (Corte suprema) nonché, in caso di guerra o in situazioni di emergenza, dai tribunali militari.

Amministrazione degli organi giudiziari

Ai sensi della Il link si apre in una nuova finestralegge sul potere giudiziario, il ministro della Giustizia rappresenta la principale autorità dello Stato in materia di amministrazione della giustizia.

Il ministro della Giustizia:

  1. emette regolamenti interni per l'organizzazione dell'attività amministrativa dei tribunali (municipali) distrettuali, dei tribunali regionali e della sezione del catasto;
  2. richiede ai tribunali (municipali) distrettuali, regionali e alla sezione del catasto di fornire le informazioni che gli sono necessarie per l'assolvimento dei propri compiti istituzionali;
  3. sorveglia la gestione organizzativa dei tribunali (municipali) distrettuali, dei tribunali regionali e della sezione del catasto;
  4. gestisce il sistema informatico della giustizia e il registro immobiliare statale unificato informatizzato.

L'amministrazione degli organi giudiziari organizza e garantisce l'attività amministrativa dei tribunali (municipali) distrettuali, dei tribunali regionali e delle sezioni del catasto, e riferisce al ministro della Giustizia.

La Augstākās tiesas (Corte suprema) non è collegata, sotto il profilo amministrativo, ai tribunali (municipali) distrettuali o ai tribunali regionali. L'attività di gestione e organizzazione che la riguarda è diretta dal presidente della Augstākās tiesas. Presso questa Corte è stato istituito un ufficio distinto – l'amministrazione della Augstākās tiesas – preposto all'esercizio di tale funzione.

Il Consiglio giudiziario (Tieslietu padome) è un organo collegiale che partecipa all'elaborazione della politica e della strategia del sistema giudiziario nonché allo sviluppo dell'organizzazione dei lavori del sistema giudiziario.

Tipi di organi giudiziari – breve descrizione e gerarchia

Giurisdizione ordinaria – primo grado e appello

Il tribunale (municipale) distrettuale (Rajonu (pilsētu) tiesas) è il giudice di primo grado per le cause civili, penali e amministrative. Un tribunale municipale/distrettuale può avere delle unità strutturali (antenne), vale a dire sedi locali distaccate in vari luoghi del territorio nazionale per il quale il tribunale è competente. I tribunali municipali/ distrettuali possono anche disporre di un servizio di registro immobiliare. Quest'ultimo gestisce il registro immobiliare ed esamina le domande di esecuzione forzata relative a crediti non contestati, le istanze relative a decreti ingiuntivi, e le domande di conferma di assegnazione d'asta.

Il tribunale regionale (Apgabaltiesas) è giudice d'appello nelle cause civili, penali e amministrative e giudica in formazione collegiale composta da 3 giudici. Un tribunale regionale può avere sezioni distaccate all'interno della sua giurisdizione.

Ai sensi della Il link si apre in una nuova finestralegge sul potere giudiziario, i tribunali militari sono competenti a giudicare in situazioni di emergenza o di guerra. Secondo quanto disposto dalla Il link si apre in una nuova finestralegge sui tribunali militari, questi ultimi sono istituiti su ordine del ministro della Giustizia. All'occorrenza, entrerebbero in funzione uno o più tribunali militari di primo grado e un tribunale militare di secondo grado.

Corti supreme

La Augstākās tiesas (Corte suprema della Repubblica di Lettonia) è formata dal Senato (Senāts), che è composto da tre sezioni (departamenti) (Sezione delle cause civili, Sezione delle cause penali e Sezione delle cause amministrative) e da due camere (palātas) (Camera per le cause civili e Camera per le cause penali). La Corte suprema è corte di cassazione (kasācijas instance) - appello unicamente per motivi di diritto - salvo che la legge disponga altrimenti. Essa è composta di 2 sezioni (sezione civile e sezione penale) sino al 31 dicembre 2014, ma dal 1 gennaio 2015 al 31 dicembre 2016 avrà solo una sezione civile.

L'adunanza plenaria (plēnums) è l'assemblea plenaria dei giudici della Corte suprema. Essa delibera questioni urgenti di interpretazione delle leggi. Tra le altre funzioni che essa svolge è compresa anche l'elezione dei membri del tribunale disciplinare (Disciplinārtiesa). Il tribunale disciplinare è composto da sei giudici della Corte suprema. Si riunisce per l'esame della legalità delle decisioni del consiglio di disciplina dei giudici (Tiesnešu disciplinārkolēģija). Le questioni urgenti relative all'interpretazione delle leggi possono essere esaminate, al fine di assicurare un'applicazione uniforme del diritto, non solo dall'adunanza plenaria, ma anche dall'assemblea plenaria dei giudici della sezione o del dipartimento interessato.

La Corte costituzionale (Satversmes tiesa) è un organo giudiziario indipendente che si occupa delle cause relative a costituzionalità delle leggi e di altri atti aventi forza di legge nell'ambito della competenza ad esso attribuita dalla Costituzione e dalla legge sulla Corte costituzionale. È competente altresì negli altri casi previsti dalla legge sulla Corte costituzionale.

Banche dati giuridiche

Sono disponibili le seguenti banche dati giuridiche:

  1. sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia della Repubblica di Lettonia, che contiene informazioni di base sul sistema giudiziario, sulle professioni giuridiche (notai giurati, ufficiali giudiziari giurati) e i collegamenti ad altri siti Internet ove è possibile reperire informazioni dettagliate su questi argomenti;
  2. portale nazionale della Lettonia Il link si apre in una nuova finestraLatvija.lv

Il portale e-Latvia Guide consente di accedere alle risorse on line delle istituzioni statali centrali e locali. Le informazioni contenute nel portale sono organizzate per argomento.

La sezione del portale dedicata ai servizi elettronici (E-pakalpojumi) consente di accedere ai servizi elettronici presenti su un'apposita infrastruttura centralizzata. Questa sezione del portale comprende un'area di attività in cui gli utenti possono richiedere e ottenere servizi elettronici statali a livello centrale o locale, seguirne il processo di attuazione e ottenere informazioni sugli esiti del servizio elettronico.

La sezione del portale dedicata alla ricerca di servizi (Pakalpojumu katalogs) è intesa quale punto di accesso centralizzato ai servizi statali centrali e locali. Essa fornisce agli utenti informazioni essenziali sui servizi pubblici erogati dalle istituzioni centrali e locali, su come richiedere e ottenere i servizi e su eventuali costi dovuti, oltre che le descrizioni dei servizi stessi. Se il servizio è fornito on line, la descrizione contiene un link alla risorsa (informazioni, sito Internet, link diretto o l'intero servizio elettronico). L'utente può accedere alle informazioni sia da un elenco, suddiviso in base allo status del richiedente, sia attraverso le funzioni di ricerca del portale. La piattaforma tecnica dell'elenco pubblico di servizi costituisce l'infrastruttura dei servizi elettronici della Segreteria del ministro, che ha il compito specifico di gestire i servizi elettronici. I contenuti sono forniti dalle autorità, le quali inseriscono informazioni sui loro servizi nell'elenco centrale.

Lo scopo del portale, Il link si apre in una nuova finestraLatvija.lv, e-Latvia Guide è fornire a tutti, in Lettonia e all'estero, un accesso alle risorse on line del governo lettone e un accesso centralizzato ai servizi elettronici forniti da alcune istituzioni.

La consultazione del portale è gratuita.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraportale dei giudici nazionali, Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema, Il link si apre in una nuova finestraCorte costituzionale, Il link si apre in una nuova finestracancelleria della Corte, Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia

Ultimo aggiornamento: 04/01/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Lituania

Questa sezione contiene una panoramica degli organi giudiziari in Lituania.

Organizzazione della giustizia — Sistemi giudiziari

In Lituania esistono 56 tribunali di giurisdizione ordinaria e 6 tribunali amministrativi speciali.

Gerarchia degli organi giudiziari

L'Assemblea dei giudici (Visuotinis teisÿjÿ susirinkimas) è il principale organo di espressione dell'autonomia giudiziaria ed è costituito da tutti i membri della magistratura lituana.

Il Consiglio dei tribunali (Teisÿjÿ taryba ) lituano è un organo esecutivo espressione dell'autonomia giudiziaria, composto da 23 membri che assicurano l'indipendenza dei giudici.

Il Tribunale d'onore (Teisÿjÿ garbÿs teismas) è un'istituzione anch’essa espressione dell'autonomia giudiziaria, competente per i provvedimenti disciplinari che coinvolgono membri della magistratura e per le querele per diffamazione presentate dai giudici.

L'Amministrazione delle corti nazionali (Nacionalinės teismų administracija) è intesa a garantire che le istituzioni della giustizia operino in modo efficiente e contribuiscano a garantire l'indipendenza  dei giudici e l'autonomia organizzativa delle corti.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraRicerca dei tribunali competenti

Ultimo aggiornamento: 22/12/2015

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Lussemburgo

Questa sezione contiene una panoramica dell'organizzazione degli organi giudiziari in Lussemburgo.

Organizzazione della giustizia-sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario del Granducato del Lussemburgo si ripartisce in un ordine giudiziario e in un ordine amministrativo. A questi due ordini si aggiunge la Corte costituzionale.

La giurisdizioni dell'ordine giudiziario

La costituzione attribuisce agli organi giudiziari l'esercizio del potere giudiziario e l'applicazione dei decreti e dei regolamenti generali e locali solo se conformi alle leggi.

1. Giurisdizioni ordinarie

  • La Cour supérieure de justice (Corte suprema di giustizia)

A capo della gerarchia delle giurisdizioni dell'ordine giudiziario si trova la Corte suprema di giustizia con sede in a Lussemburgo che comprende una Corte di cassazione e una Corte d'appello oltre a una Procura generale.

  • Tribunali circondariali

Il paese è diviso in 2 circondari giudiziari ognuno dei quali dispone di un tribunale circondariale, uno a Lussemburgo e l'altro a Diekirch.

  • Giudici di pace

Esistono tre giudici di pace, uno a Lussemburgo, uno a Esch-sur-Alzette (circondario giudiziario di Lussemburgo) e uno a Diekirch (circondario giudiziario di Diekirch).

2. Giurisdizioni speciali

  • Consiglio superiore delle assicurazioni sociali

È composto da un presidente e due assessori nominati tra i giudici e da due delegati della Caisse Nationale de Santé (CNS).

  • Consiglio arbitrale

Il Consiglio arbitrale della sicurezza sociale si compone di un presidente e di due delegati della Caisse Nationale de Santé (CNS).

Giurisdizioni amministrative

La Corte amministrativa (Cour admistrative)

È composta da 5 giudici e ha una sezioni unica di 3 giudici.

Il Tribunale amministrativo

Il Tribunale amministrativo è composto da 10 giudici e ha 3 sezioni di 3 giudici. .

Le banche dati giuridiche

Informazioni sul ministero della giustizia, sulle professioni giuridiche, sulla legislazione, sui tribunali e sulle carceri, sui servizi ai cittadini, sui formulari e sulle novità sono disponibili sul sito web del Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia.

L'accesso alla banca dati è gratuito?

Sì, l'accesso alla banca dati è gratuito.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraLegilux

Il link si apre in una nuova finestraPortale della giustizia

Il link si apre in una nuova finestraGiurisdizioni dell'ordine amministrativo

Il link si apre in una nuova finestraMinistero della Giustizia

Il link si apre in una nuova finestraGoverno del Lussemburgo

Ultimo aggiornamento: 04/02/2015

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua ungherese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Ungheria

La presente sezione contiene informazioni generali sull’ordinamento giudiziario ungherese.

Amministrazione degli organi giudiziari

Il presidente dell’Ufficio giudiziario nazionale

L’amministrazione centrale dei tribunali è di competenza del presidente dell’Országos Bírósági Hivatal (OBH - Ufficio giudiziario nazionale), coadiuvato dal vicepresidente generale, dai vicepresidenti e dall’OBH. L’operato amministrativo del presidente dell’OBH è soggetto alla vigilanza dell’Országos Bírói Tanács (OBT – Consiglio nazionale della magistratura). Il presidente dell’OBH è responsabile del funzionamento e dell’efficienza dell’amministrazione centrale; deve assicurare che quest’ultima, come previsto dalla legge, svolga le proprie mansioni nell’osservanza del principio costituzionale dell’indipendenza giudiziaria. Nell’esercizio delle sue funzioni il presidente dell’OBH adotta decisioni, regolamenti e raccomandazioni.

Il presidente dell’OBH è eletto dal parlamento nazionale – a maggioranza dei due terzi dei deputati – su proposta del Presidente della repubblica. La carica di presidente dell’OBH può essere rivestita soltanto da un giudice.

Il Consiglio nazionale della magistratura

L’Országos Bírói Tanács (OBT – Consiglio nazionale della magistratura) è l’organismo che esercita la vigilanza sull'amministrazione centrale dei tribunali; esso ha sede a Budapest ed è composto da 15 membri. Ne fa parte d’ufficio il presidente della Kúria (la Corte suprema) mentre gli altri 14 giudici sono eletti – a maggioranza semplice e a scrutinio segreto – dai e tra i membri dell’assemblea dei giudici delegati. Nella prima riunione i giudici delegati eleggono un giudice di corte d’appello, 5 giudici dei tribunali regionali, 7 giudici dei tribunali locali e un giudice di un tribunale del lavoro. (I tribunali distrettuali, amministrativi e del lavoro avvieranno la loro attività il 1° gennaio 2013).

Organizzazione del sistema giudiziario

In Ungheria la giustizia è amministrata dai seguenti organi giudiziari:

  • la Kúria (Corte suprema);
  • le corti d’appello regionali (ítélőtáblák);
  • i tribunali regionali (törvényszékek);
  • i tribunali distrettuali (járásbíróságok) e
  • i tribunali amministrativi e i tribunali del lavoro (közigazgatási és munkaügyi bíróságok).

La competenza giurisdizionale dei tribunali corrisponde in generale alle suddivisioni amministrativo-territoriali del paese e la denominazione del tribunale ne indica l’ubicazione della sede.

Alle condizioni e con le modalità previste dalla legge, i giudici non togati (nem hivatásos bíró) possono intervenire nelle cause, ma solo i giudici togati (hivatásos bíró) possono ricoprire la carica di egyesbíró (giudice monocratico) e di tanácselnök (presidenti del collegio giudicante).

I giudici togati sono nominati dal presidente della Repubblica e possono essere sollevati dall’incarico soltanto sulla base delle motivazioni e in conformità alle procedure specificate dalla legge. I giudici sono indipendenti e soggetti soltanto alla legge, e non possono far parte di partiti politici o partecipare ad attività politiche.

Gerarchia degli organi giudiziari

Tribunali distrettuali, amministrativi e del lavoro

I tribunali distrettuali, amministrativi e del lavoro si occupano delle cause in primo grado (fino al 31 dicembre questa funzione è svolta dai tribunali locali e dai tribunali del lavoro).

I tribunali amministrativi e i tribunali del lavoro sono competenti per i procedimenti di revisione di decisioni amministrative o per le cause relative a rapporti di lavoro e similari (munkaviszony és munkaviszony jellegű jogviszony), nonché per altre controversie la cui competenza viene loro attribuita dalla legge.

All’interno dei tribunali distrettuali, amministrativi e del lavoro possono essere create sottosezioni per trattare determinati casi particolari.

Tribunali regionali

I tribunali regionali si occupano delle cause in primo grado, ove previsto in tal senso dalla legge, e decidono sui ricorsi in appello (fellebbezések) presentati contro le sentenze dei tribunali locali e dei tribunali del lavoro fino al 31 dicembre 2012 e dei tribunali distrettuali, amministrativi e del lavoro a decorrere dal 1° gennaio 2013.

I tribunali regionali sono composti da tanácsok (collegi), csoportok (sezioni) e divisioni (kollégiumok) penali, civili, economiche, amministrative e del lavoro. Le diverse sezioni possono anche operare collettivamente.

Determinate cause sono giudicate da tribunali militari (katonai tanácsok) istituiti presso tribunali regionali designati, con competenze giurisdizionali definite.

Corti d'appello regionali (Ítélőtáblák)

Le ítélőtáblák operano a Debrecen, Szeged, Budapest, Győr e Pécs. Esse si occupano dei ricorsi in appello presentati contro le decisioni dei tribunali locali e regionali fino al 31 dicembre 2012 e dei tribunali distrettuali e regionali a decorrere dal 1° gennaio 2013, nei casi previsti dalla legge, nonché di altre cause la cui competenza viene loro attribuita per legge. Fino al 31 dicembre 2012 i ricorsi nelle cause amministrative sono trattati in seconda istanza dalla Corte di appello di Budapest.

Le ítélőtáblák sono composte da collegi e divisioni penali e civili. Fino al 31 dicembre 2012 la Corte di appello di Budapest dispone anche di una divisione amministrativa.

Competenze territoriali delle Corti di appello

  • Corte di appello regionale di Szeged: province di Csongrád, Bács-Kiskun e Békés;
  • Corte di appello regionale di Pécs: province di Baranya, Somogy, Tolna e Zala;
  • Corte di appello regionale di Debrecen: province di Hajdú-Bihar, Borsod-Abaúj-Zemplén, Jász-Nagykun-Szolnok e Szabolcs-Szatmár-Bereg;
  • Corte di appello regionale di Győr: province di Győr-Moson-Sopron, Komárom-Esztergom, Vas e Veszprém;
  • Corte di appello regionale di Budapest: Budapest e province di Fejér, Heves, Pest e Nógrád.

Corte suprema (Kúria)

La Corte suprema, con sede a Budapest, è la massima autorità giudiziaria in Ungheria. La Kúria garantisce l’uniformità di applicazione del diritto da parte dei tribunali e, a tal fine, adotta decisioni di armonizzazione del diritto che sono vincolanti per tutti i tribunali.

Il presidente della Corte suprema è eletto dal parlamento nazionale – a maggioranza dei due terzi dei deputati – su proposta del Presidente della repubblica. La carica di presidente della Corte suprema può essere rivestita soltanto da un giudice. Il Presidente della repubblica nomina il vicepresidente della Corte suprema su proposta del presidente della stessa.

La Corte suprema (Kúria)

  • esamina (nei casi previsti dalla legge) i ricorsi presentati contro decisioni dei tribunali e delle corti di appello regionali;
  • esamina le istanze di revisione (felülvizsgálati kérelmeket);
  • adotta decisioni di uniformità (jogegységi határozatokat) vincolanti;
  • esamina la giurisprudenza che emerge dalle cause definitivamente chiuse e in tale contesto analizza e riesamina la prassi giurisprudenziale dei tribunali;
  • pubblica decisioni e risoluzioni in materia di principi giuridici;
  • valuta la compatibilità dei decreti adottati a livello locale con altre leggi e li annulla in caso di incompatibilità;
  • adotta decisioni in cui stabilisce che un ente locale non ha rispettato gli obblighi di attuazione della legislazione, e
  • si occupa di altre controversie che rientrano nella sua competenza.

La Corte suprema è composta da collegi giudicanti e collegi preposti all’armonizzazione del diritto (ítélkező és jogegységi tanács), oltre che da collegi che si occupano di questioni attinenti alle amministrazioni locali e ai principi del diritto e da sezioni penali, civili, amministrative e del lavoro e da sezioni che si occupano di analisi della giurisprudenza.

Ultimo aggiornamento: 17/11/2015

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Malta

La presente sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario maltese.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario maltese è essenzialmente organizzato su due livelli e comprende un tribunale di primo grado, presieduto da un giudice (judge) o da un magistrato (magistrate, competente per le controversie di minore entità), e una Corte d’appello. La Corte d’appello come organo giurisdizionale superiore è composta da tre giudici ed è competente a giudicare gli appelli avverso le sentenze emesse da un giudice monocratico di primo grado. La Corte d’appello come organo giurisdizionale inferiore è composta da un giudice monocratico ed è competente a giudicare gli appelli avverso le sentenze emesse da un magistrate in primo grado. Vi sono inoltre diversi tribunali che si occupano di specifici settori del diritto e hanno gradi di competenza differenti. La maggioranza dei ricorsi contro decisioni rese dai suddetti tribunali è esaminata dalla Corte d’appello come organo giurisdizionale inferiore laddove altri appelli sono giudicati dal Corte d’appello come organo giurisdizionale superiore.

Il direttore generale (degli organi giurisdizionali), nominato dal Primo ministro, è responsabile dell’amministrazione di tutti i tribunali, ed è affiancato dal cancelliere della giurisdizione civile, dal cancelliere della giurisdizione penale, dal cancelliere della giurisdizione di Gozo e dal direttore dei servizi ausiliari.

Il direttore generale (degli organi giurisdizionali) è responsabile della gestione e dell’amministrazione del Dipartimento degli organi giurisdizionali, che comprende cancellerie, archivi giudiziari e altri servizi, del quale è posto a capo. Tutti gli ufficiali giudiziari che ricoprono un incarico presso il Dipartimento degli organi giurisdizionali ricevono istruzioni dal direttore generale (degli organi giurisdizionali), al quale devono rendere conto.

Organi giudiziari – breve descrizione

La tabella seguente riporta una descrizione sintetica di ciascun organo giurisdizionale.

Gerarchia degli organi giudiziari

Corte d’appello

Secondo grado

Appello

La Corte d’appello si pronuncia sui ricorsi in appello avverso sentenze emesse dai tribunali civili della giurisdizione superiore e inferiore.

i) Esamina i ricorsi in appello presentati avverso una sentenza della prima camera del tribunale civile (First Hall of the Civil Court) e dalla sezione famiglia.

ii) Esamina altresì i ricorsi in appello contro le decisioni emesse dal tribunale presieduto da un magistrato (Court of Magistrates) nell’esercizio della giurisdizione civile, dal Tribunale delle controversie di modesta entità (Small Claims Tribunal) e dai tribunali amministrativi.

i) Composta da tre giudici.

ii) Composta da un giudice.

Corte d’appello penale

Secondo grado

Appello

Come organo giurisdizionale superiore esamina i ricorsi in appello delle persone condannate dai tribunali penali.

Come organo giurisdizionale inferiore esamina i ricorsi in appello relativi a cause su cui si è pronunciata la Court of Magistrates come Court of Criminal Judicature.

Composta da tre giudici

Composta da un giudice

Tribunale penale

Primo grado

Questo tribunale ha competenza in materia penale ed esamina le cause penali che esulano dalla competenza della Court of Magistrates.

Organo collegiale composto da nove persone oltre che da un giudice in funzione di presidente

Tribunale civile:

First Hall of the Civil Court (prima sezione del tribunale civile)

Sezione di giurisdizione volontaria

Sezione famiglia

Primo grado

La First Hall of the Civil Court esamina tutte le cause in materia civile e/o commerciale che esulano dalla competenza della Court of Magistrates. Come organo giurisdizionale in ambito costituzionale esamina altresì le cause aventi a oggetto la violazione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, protetti dalla Costituzione e dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo delle libertà fondamentali.

La First Hall of the Civil Court (nella sua giurisdizione volontaria) è responsabile dell’interdizione e dell’inabilitazione di persone inferme di mente, della nomina dei loro tutori, dell’apertura di successioni e della nomina degli esecutori testamentari, nonché del deposito di testamenti segreti.

Esamina tutte le controversie legate al diritto di famiglia, come l’annullamento del matrimonio, la separazione, il divorzio il mantenimento e l’affidamento dei figli.

Presieduto da un giudice

Presieduto da un giudice

Presieduto da un giudice

Court of Magistrates (Tribunale dei magistrati)

Primo grado

In ambito civile la Court of Magistrates è competente solamente come organo giurisdizionale inferiore di primo grado, in genere per controversie di valore non superiore a 15 000 EUR.

In ambito penale ha una duplice competenza: opera come court of criminal judicature per le cause che rientrano nella sua giurisdizione e come organo della magistratura per le indagini penali riguardanti i reati di competenza del tribunale penale.

i) Court of Criminal Judicature – il tribunale è competente per tutti i reati soggetti a una pena detentiva massima di 6 mesi.

ii) Court of inquiry – questo organo della magistratura svolge le indagini preliminari in relazione ai reati perseguibili e trasmette la relativa documentazione all’avvocato generale. Se non viene sollevata alcuna eccezione da parte dell’accusato, l’avvocato generale può rinviare le cause punibili con una pena detentiva massima di dieci anni alla Court of Magistrates che come Court of Criminal Judicature è competente a decidere al termine del procedimento.

Presieduta da un magistrato

Court of Magistrates di Gozo

Primo grado

In ambito civile, la Court of Magistrates di Gozo ha una duplice competenza:

analogamente alla sua controparte di Malta, costituisce un organo giurisdizionale inferiore, mentre, come organo giurisdizionale superiore ha la medesima competenza della First Hall of the Civil Court fatta eccezione per la competenza costituzionale e per la competenza della Sezione della giurisdizione volontaria del Tribunale civile a Malta.

Nel settore penale la Court of Magistrates of Gozo ha la medesima competenza della Court of Magistrates come una Court of Criminal Inquiry e come una Court of Criminal Judicature a Malta.

Presieduta da un magistrato

Tribunale dei minori

Primo grado

Il Tribunale dei minori esamina le accuse e gli altri procedimenti a carico di minori di 16 anni e può emettere provvedimenti di affidamento ai servizi sociali.

Presieduto da un magistrato e da due membri

Tribunale delle controversie di modesta entità (Small Claims Tribunal)

Primo grado

Il Tribunale delle controversie di modesta entità decide secondo i principi di diritto e di equità, per cause di valore inferiore a 5 000 EUR.

Presieduto da un giudice (adjudicator)

Banche dati giuridiche

Il sito internet ufficiale del Il link si apre in una nuova finestraMinistero della giustizia, della cultura e del governo locale permette di accedere a diversi servizi elettronici. Il sito, disponibile in maltese e in inglese, contiene informazioni sul ministero della Giustizia, del dialogo e della famiglia, sui tribunali, sul sistema giudiziario e sulla magistratura, sull’ufficio dell’avvocato generale nonché sui servizi giudiziari e giuridici.

Si elencano qui di seguito i link alle varie opzioni offerte con riferimento ai servizi giudiziari e legali:

Il link si apre in una nuova finestraMinistero della giustizia, della cultura e del governo locale

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – (Sentenzi Online)

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – procedimenti

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – (Hall of usage)

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – (Statistika: statistiche)

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – (Bejgħ b’subbasti: aste giudiziarie)

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari – (Formoli Ċivili (bil-Malti: formulari civili in maltese)

Il link si apre in una nuova finestraEsperti giudiziari

Il link si apre in una nuova finestraServizi giudiziari (Leggi di Malta)

Ultimo aggiornamento: 22/12/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua olandese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Paesi Bassi

Questa sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario nei Paesi Bassi.

Organizzazione della giustizia – Sistemi giudiziari

Amministrazione degli organi giudiziari

Il Raad voor de rechtspraak (Consiglio della Giustizia) fa parte del sistema giudiziario, ma non si occupa direttamente dell’amministrazione della giustizia. Quest’organo ha acquisito dal ministero della Giustizia le responsabilità di alcune attività di tipo operativo, tra cui l’assegnazione di bilanci, la vigilanza sulla gestione finanziaria e le politiche relative a personale, tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, e alloggi. Il Raad voor de rechtspraak supporta i tribunali nello svolgimento dei loro compiti in questi settori; inoltre, è stato investito del compito di promuovere la qualità del sistema giudiziario e di fornire la propria consulenza in relazione a nuove normative che abbiano implicazioni sull’amministrazione della giustizia. Infine, funge da portavoce del sistema giudiziario nei dibattiti pubblici e politici.

I suoi compiti attengono a questioni operative (nel senso più ampio del termine) e di bilancio, nonché agli aspetti qualitativi dell’amministrazione della giustizia.

Il Raad voor de rechtspraak svolge un ruolo fondamentale in termini di preparazione, attuazione e rendicontazione del bilancio del sistema giudiziario. Il sistema di bilancio si basa su un insieme di criteri per la misurazione del carico di lavoro gestito, appunto, dal Raad voor de rechtspraak, che promuove e monitora lo sviluppo di procedure operative nell’attività quotidiana dei tribunali. Le attività specifiche in questione concernono la politica relativa a personale, alloggi, tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, e relazioni esterne. Il Raad voor de rechtspraak è investito per legge di una serie di poteri formali necessari allo svolgimento dei suoi compiti: per esempio, può emettere istruzioni generali vincolanti per quanto riguarda le politiche operative, sebbene tendenzialmente si preferisca limitare il più possibile l’esercizio di questo potere.

Il Raad voor de rechtspraak è responsabile dell’assunzione, della selezione e della formazione dei funzionari giudiziari e di tribunale. Svolge le sue attività in questi ambiti in stretta collaborazione con i consigli dei tribunali e riveste un peso notevole nella nomina dei membri dei consigli medesimi.

In relazione alla qualità del sistema giudiziario, la sua attività consiste nel promuovere un’applicazione uniforme della legge e nel migliorare il livello qualitativo del sistema. In considerazione della sovrapposizione dei contenuti delle decisioni giudiziarie, il Raad voor de rechtspraak non ha poteri vincolanti in quest’area.

Il Raad voor de rechtspraak, inoltre, svolge una attività consultiva generica, fungendo da consulente per il governo in merito a nuove normative con implicazioni per il sistema giudiziario. Questo avviene mediante una consultazione continua con i membri dei consigli dei tribunali.

Sebbene il Raad voor de rechtspraak disponga di poteri formali, i suoi rapporti con i tribunali non dovrebbero essere considerati come gerarchici. Il Raad voor de rechtspraak definisce direttamente l’obiettivo primario di supporto ai tribunali in relazione alle loro attività; allo scopo di assicurare che esse siano correttamente portate a compimento, il Raad voor de rechtspraak si consulta regolarmente con i presidenti dei tribunali, i direttori operativi, i capi settore e il Consiglio dei rappresentanti (un organismo consultivo composto da rappresentanti dei tribunali).

Organi giudiziari – Breve descrizione

Tribunali distrettuali

I Paesi Bassi sono suddivisi in 11 distretti, ognuno con un proprio tribunale. Ogni tribunale possiede più sedi cantonali. Il tribunale distrettuale è composto da un massimo di cinque “sezioni”, che includono sempre la sezione amministrativa, civile, penale e la sezione cosiddetta “cantonale” (kanton). Le cause di diritto di famiglia e relative ai minori sono spesso assegnate a una sezione separata, come avviene, a volte, anche per l’amministrazione della legge relativa agli stranieri. Il consiglio del tribunale ha potere decisionale in relazione a tali eventuali deferimenti.

Sezioni

Cantonale

È relativamente semplice, per i cittadini, ottenere udienza presso la sezione cantonale, nel senso che chiunque può discutere direttamente il proprio caso, senza obbligo di rappresentanza legale. Nell’ambito del diritto civile, il giudice cantonale è competente nelle cause relative a locazioni, acquisti a rate e lavoro, nonché in tutte le controversie di valore inferiore a 25 000 EUR.

Nell’ambito del diritto penale, il giudice cantonale è competente solo per i reati minori; spesso di tratta si cause in cui la polizia o il pubblico ministero hanno proposto una conciliazione. Se l’imputato rifiuta tale proposta, la causa viene discussa dinanzi al giudice cantonale. Questi, di regola, si pronuncia verbalmente al termine dell’udienza.

Diritto penale

Ai giudici della sezione penale vengono affidate tutte le cause penali per le quali non sia competente un giudice cantonale. Tali cause possono essere decise da un giudice monocratico o da un collegio composto da tre giudici. Il collegio è competente per le cause più complesse e per tutte quelle in cui il pubblico ministero richieda una condanna superiore a un anno di reclusione.

Diritto civile/diritto di famiglia

Anche la sezione civile si occupa delle cause non specificatamente assegnate al giudice cantonale; normalmente, la decisione spetta a un giudice monocratico ma, anche in questo caso, le cause più complesse sono affidate a un collegio composto da tre giudici. Alcuni tribunali distrettuali possiedono una sezione distinta per le cause di diritto di famiglia e minorile, se di numero elevato.

Diritto amministrativo

Fatto salvo un limitato numero di eccezioni, le controversie amministrative sono giudicate dal tribunale distrettuale; in molti casi, l’udienza presso la sezione di diritto amministrativo è preceduta da una procedura di opposizione con il patrocinio delle autorità amministrative. È normale che queste cause siano giudicate da un giudice monocratico ma, anche in questo caso, è possibile che il tribunale distrettuale decida di nominare un collegio di tre giudici cui affidare una causa particolarmente complessa o riguardante questioni fondamentali. Se all’interno del tribunale distrettuale non esiste una sezione distinta specificamente competente, le cause relative agli stranieri sono affidate alla sezione di diritto amministrativo o a una sua divisione. Per le cause che interessano funzionari pubblici e che vertono su questioni di previdenza sociale, l’appello è di competenza di una speciale corte d’appello, la Centrale Raad van Beroep (Corte d’appello per il pubblico impiego e la sicurezza sociale) e, nella maggioranza degli altri casi, della sezione del contenzioso amministrativo del Consiglio di Stato.

Corti d’appello

Gli 11 distretti sono suddivisi in quattro giurisdizioni, corrispondenti alle aree delle quattro Corti d’appello: l’Aia e Amsterdam, Arnhem-Leeuwarden e ‘s-Hertogenbosch. Per quanto riguarda il diritto penale e civile, i giudici delle Corti d’appello sono competenti solo per le cause in cui sia stato presentato un appello contro la decisione di un tribunale distrettuale. La Corte d’appello riesamina gli elementi della causa e trae le proprie conclusioni. Nella maggioranza dei casi è possibile impugnarne la decisione ricorrendo in cassazione presso l’Hoge Raad der Nederlanden. Oltre alle cause penali e civili, la Corte d’appello è competente, in qualità di giudice amministrativo, per tutti i giudizi di impugnazione contro gli accertamenti fiscali.

Tribunali speciali

Il Centrale Raad van Beroep (Corte d’appello per il pubblico impiego e la sicurezza sociale) è una sezione d’appello principalmente operativa in ambiti legali concernenti la previdenza sociale e le funzioni pubbliche, ove costituisce la massima autorità giudiziaria. Ha sede a Utrecht.

Il College van Beroep voor het Bedrijfsleven (Corte d’appello per il commercio e l’industria) è uno speciale tribunale amministrativo che giudica il contenzioso nell’ambito del diritto amministrativo in materia socioeconomica; inoltre, è competente per i giudizi di appello previsti da leggi specifiche, come la legge sulla concorrenza e la legge sulle telecomunicazioni. Ha sede all’Aia.

Corte di cassazione

La Corte di cassazione, con sede all’Aia, valuta se il giudice di grado inferiore ha applicato correttamente la legge nel fondare la propria decisione. In questa fase, gli elementi di fatto della causa accertati dal tribunale di grado inferiore non sono più oggetto di discussione. Il ricorso in cassazione svolge pertanto un’importante funzione di promozione dell’unità del diritto.

Banche dati giuridiche

Sono disponibili informazioni sul sito internet dedicato al Il link si apre in una nuova finestrasistema giudiziario dei Paesi Bassi.

La giurisprudenza si può reperire in una Il link si apre in una nuova finestrabanca dati giuridica.

La consultazione delle banche dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Link

Il link si apre in una nuova finestraSistema giudiziario

Ultimo aggiornamento: 07/03/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Austria

Questa sezione del portale contiene una panoramica degli organi giurisdizionali austriaci.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Accanto al potere legislativo e a quello amministrativo, il terzo pilastro di uno Stato di diritto è il potere giudiziario. La Costituzione federale attribuisce il potere giudiziario esclusivamente alla Federazione. In ogni grado il sistema giudiziario è separato da quello amministrativo. Esistono anche aree di giustizia amministrate da tribunali indipendenti soggetti a regole speciali.

Il sistema giudiziario austriaco comprende oltre al ministero della Giustizia, la giurisdizione ordinaria, gli uffici delle procure, gli istituti di reclusione (istituti penitenziari e carceri giudiziarie) e i servizi di probation (strutture preposte al reinserimento dei condannati) che nella maggior parte dei casi sono gestite da soggetti privati:

  1. i tribunali ordinari (ordentliche Gerichte) sono istituzioni statali che si pronunciano su cause civili e penali nel corso di un procedimento formale. Sono istituiti dalla legge e costituiti da giudici indipendenti e imparziali che non possono essere allontanati o trasferiti d'ufficio e sono vincolati unicamente al sistema giudiziario.
  2. Gli uffici della procura (Staatsanwaltschaften) sono organismi speciali distinti dai tribunali. Essi, nello specifico, tutelano l'interesse pubblico dell'amministrazione della giustizia penale e conducono le indagini preliminari nei procedimenti penali, formulano l'imputazione e rappresentano l'accusa. Sono considerati parte del sistema giudiziario ordinario.
  3. Agli istituti penitenziari spetta l'esecuzione delle pene e sono competenti per gli ordini di detenzione.
  4. Le strutture preposte al reinserimento dei condannati (probation) rientrano anch'esse nel sistema giudiziario. Si tratta di servizi di assistenza a favore dei condannati durante la liberazione condizionale e a favore dei detenuti cui è stato concesso l'affidamento in prova. Questi servizi sono stati assegnati in gran parte ad associazioni private che, tuttavia, operano sotto la supervisione del ministero federale della Giustizia.

Il ministero federale della Giustizia è al vertice dell'amministrazione della giustizia. Il ministro federale della Giustizia è uno degli organi amministrativi supremi dello Stato federale e uno dei membri del governo federale. Il ministro federale della Giustizia è incaricato della gestione politica, del coordinamento e del controllo del dipartimento governativo e dei relativi uffici.

Analogamente ai giudici ordinari esiste anche la Corte costituzionale (Verfassungsgerichtshof), l'Alta Corte amministrativa (Verwaltungsgerichtshof), e dal 1 gennaio 2014 i tribunali amministrativi. A livello federale esiste una Corte federale amministrativa (Bundesverwaltungsgericht) e una Corte dei conti federale (Bundesfinanzgericht), entrambe con sede a Vienna, anche se esse tengono udienze anche in altre città. In ogni provincia (Land) esiste un tribunale amministrativo (Landesverwaltungsgericht). I tribunali amministrativi sono esclusi dalla sfera di responsabilità del ministero della Giustizia.

I giudici ordinari possono essere suddivisi in vari livelli

  • Bezirksgerichte (tribunali distrettuali);
  • Landesgerichte (tribunali regionali), chiamati anche "organi giurisdizionali di primo grado"
  • Oberlandesgerichte (tribunali regionali superiori), chiamati anche "organi giurisdizionali di secondo grado" e
  • Oberster Gerichtshof (Corte suprema).

Banche dati giuridiche

Il sito web della Il link si apre in una nuova finestragiustizia austriaca fornisce informazioni generali sul sistema giudiziario austriaco.

L'accesso alla banca dati giuridica è gratuito?

Sì, l'accesso al sito web della Il link si apre in una nuova finestragiustizia austriaca è gratuito.

Ultimo aggiornamento: 29/08/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Polonia

Questa sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario in Polonia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il Titolo VIII della Costituzione polacca riguarda il potere giudiziario ed elenca le autorità preposte all'amministrazione della giustizia in Polonia, e precisamente:

  • la Corte suprema (Sąd Najwyższy);
  • i giudici della giurisdizione ordinaria (sądy powszechne);
  • i giudici della giurisdizione amministrativa (sądy administracyjne);
  • i tribunali militari (sądy wojskowe).

Amministrazione degli organi giudiziari

Organi giudiziari – breve descrizione

La giurisdizione ordinaria è costituita dai sądy apelacyjne (tribunali d’appello), dai sądy okręgowe (tribunali regionali) e dai sądy rejonowe (tribunali distrettuali). Questi organi giurisdizionali si occupano, tra l’altro, delle cause civili, penali e commerciali, delle controversie vertenti sul diritto di famiglia o che coinvolgono minori, delle controversie in materia di lavoro e previdenza sociale, fatta eccezione per le cause assegnate ad altri giudici speciali (per esempio, i tribunali militari). Essi gestiscono inoltre i registri immobiliari e ipotecari, nonché il registro delle imprese a partecipazione statale, ecc.

La giurisdizione amministrativa comprende il Naczelny Sąd Administracyjny (Corte amministrativa suprema) e i wojewódzkie sądy administracyjne (tribunali amministrativi regionali), uno per voivodato o regione.

Il Sąd Najwyższy (Corte suprema) è la massima autorità giudiziaria in Polonia. Esercita il controllo sulle decisioni di tutti gli altri organi giudiziari e assicura l’uniforme applicazione e interpretazione delle norme giuridiche. Il Sąd Najwyższy non fa parte della giurisdizione ordinaria.

Nel sistema giuridico polacco il Trybunał Konstytucyjny (Tribunale costituzionale) non è considerato una giurisdizione ordinaria. Il Trybunał Konstytucyjny decide in merito alle seguenti questioni:

  • conformità della legislazione nazionale e dei trattati internazionali con la Costituzione;
  • aderenza della legislazione internazionale ai trattati internazionali, la cui ratifica è soggetta alla previa autorizzazione del Parlamento;
  • conformità alla Costituzione degli atti normativi emanati dagli organi statali centrali, dei trattati internazionali ratificati e delle leggi;
  • aderenza alla Costituzione dei fini e delle attività dei partiti politici;
  • ricorsi costituzionali.

ll Trybunał Stanu (Tribunale di Stato) giudica i casi concernenti la violazione della Costituzione o di altri atti legislativi da parte di persone che detengono (o che hanno detenuto) le più alte cariche dello Stato.

Gerarchia degli organi giudiziari

  • Sądy rejonowe (tribunali distrettuali) – generalmente giudici primo grado;
  • sądy okręgowe (tribunali regionali) – giudici di secondo grado o, in talune cause, di primo grado;
  • sądy apelacyjne (tribunali d’appello) – giudici di secondo grado;
  • Sąd Najwyższy (Corte suprema) – il vertice dell’autorità giudiziaria.

Banche dati giuridiche

Sul sito Internet del Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia polacco (informazioni sugli organi giudiziari) si possono reperire i link alle informazioni riguardanti tutti i tribunali della giurisdizione ordinaria, i loro siti Internet e le rispettive coordinate (indirizzi, numeri di telefono, indirizzi di posta elettronica, ecc.).

Ultimo aggiornamento: 10/12/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Portogallo

Questa sezione contiene una panoramica del sistema giudiziario portoghese.

Organi giudiziari – Principi generali

La Costituzione portoghese (articolo 202 e seguenti) definisce i principi alla base dell'amministrazione della giustizia e del funzionamento degli organi giudiziari in Portogallo. I tribunali sono organi sovrani che hanno il compito di amministrare la giustizia in nome del popolo. La loro funzione è assicurare la difesa dei diritti e degli interessi dei cittadini, la cui tutela è garantita dalla legge, reprimere le violazioni della legalità democratica e dirimere le controversie di diritto pubblico o privato.

I tribunali sono indipendenti e soggetti unicamente alla legge. Le decisioni dei tribunali sono vincolanti per tutti i soggetti di diritto pubblico e privato e prevalgono su quelle di ogni altra autorità.

Le udienze sono pubbliche, salvo quando, con provvedimento scritto e motivato, il giudice decide diversamente per salvaguardare la dignità delle persone e tutelare la morale pubblica oppure per garantire il normale funzionamento delle proprie funzioni.

Organizzazione della giustizia – Sistema giudiziario

La Costituzione portoghese (articolo 209 e seguenti) distingue due tipologie di giurisdizioni: quella civile e quella amministrativa. Il sistema prevede altresì la presenza del Tribunal Constitucional (Corte costituzionale), del Tribunal de Contas (Corte dei conti), nonché di tribunais arbitrais (tribunali arbitrali) e di julgados de paz (giudici di pace).

Nell'ambito della giurisdizione civile, le giurisdizioni ordinarie in materia civile e penale sono i tribunali, che sono suddivisi in tre gradi e, in ordine decrescente, sono i seguenti: Supremo Tribunal de Justiça (Corte suprema), al vertice della gerarchia, dotato di competenza territoriale a livello nazionale, i tribunais da relação (corti d'appello), uno per distretto giudiziario e due per il distretto di Porto, e i tribunais de comarca (tribunali di primo grado).

In funzione della materia e del valore della causa, i tribunali di primo grado sono ripartiti in tre categorie: tribunali dotati di competenza generale, tribunali specializzati (cause penali, questioni di diritto di famiglia e che riguardano minori, nonché cause di lavoro, commerciali, di diritto della navigazione e di esecuzione delle condanne) e tribunali con competenze specifiche (sezioni civili, penali o miste; giudici civili o penali; giudici civili o penali che si occupano di questioni riguardanti i minori).

Fra le giurisdizioni amministrative, invece, figurano i tribunais administrativos e fiscais (tribunali amministrativi e fiscali) di primo grado, i tribunais centrais administrativos (tribunali amministrativi centrali – ­nord e sud), nonché il Supremo Tribunal Administrativo (Corte suprema amministrativa), la cui competenza si estende a tutto il territorio nazionale.

I conflitti giurisdizionali tra giurisdizioni sono risolti da un Tribunal de Conflitos (tribunale dei conflitti), il cui funzionamento è disciplinato dalla legge.

Organi giudiziari – Breve descrizione

Il sistema giudiziario portoghese prevede i seguenti organi giudiziari:

  • il Tribunal Constitucional (Corte costituzionale), il cui compito principale è esaminare la costituzionalità o la legittimità di leggi e normative, nonché la costituzionalità di inattività legislative;
  • il Tribunal de Contas (Corte dei conti), che è l'organo supremo preposto al controllo della legittimità della spesa pubblica e al riesame dei conti che la legge prevede siano sottoposti al suo vaglio;
  • i Tribunais Judiciais (tribunali ordinari), che hanno competenza generale per le cause civili e penali e per altre questioni non attribuite ad altre giurisdizioni. Tra essi figurano il Supremo Tribunal de Justiça (Corte suprema), i tribunali ordinari di secondo grado (di norma le corti d'appello) e i tribunais de comarca (tribunali ordinari di primo grado, di norma i tribunali regionali);
  • i Tribunais Administrativos e Fiscais (tribunali amministrativi e fiscali), il cui compito è dirimere le controversie derivanti da rapporti di diritto amministrativo e in materia di imposte. Tra essi figurano il Supremo Tribunal Administrativo (Corte suprema amministrativa), i tribunais centrais administrativos (tribunali amministrativi centrali), i tribunais administrativos de círculo (tribunali amministrativi di circondario) e i tribunais tributaries (tribunali fiscali);
  • i Julgados de Paz (giudici di pace), che sono organi giudiziari muniti di caratteristiche speciali e con competenza nei procedimenti civili in cui il valore della causa non superi i 15 000 EUR;
  • i Tribunais Militares (corti marziali), che possono essere istituiti in caso di guerra.

Link utili

Il link si apre in una nuova finestraTribunal Constitucional (Corte costituzionale)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal de Contas (Corte dei conti)

Il link si apre in una nuova finestraSupremo Tribunal de Justiça (Corte suprema)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal da Relação de Lisboa (Corte d'appello di Lisbona)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal da Relação do Porto (Corte d'appello di Porto)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal da Relação de Coimbra (Corte d'appello di Coimbra)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal da Relação de Guimarães (Corte d'appello di Guimarães)

Il link si apre in una nuova finestraSupremo Tribunal Administrativo (Corte suprema amministrativa)

Il link si apre in una nuova finestraTribunal Central Administrativo Sul (Tribunale amministrativo centrale del Portogallo meridionale)

Ultimo aggiornamento: 23/08/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Romania

Questa sezione del portale contiene informazioni generali sull’ordinamento giudiziario in Romania.

Organizzazione della giustizia — sistema giudiziario

Principi generali, struttura e organizzazione del sistema giudiziario rumeno sono definiti nella Constituţia României (Costituzione della Romania) e nella lege privind organizarea judiciară (lege nr. 304/2004), ossia la legge in materia di organizzazione del sistema giudiziario.

Il sistema giudiziario è costituito dai seguenti tribunali:

  • Înalta Curte de Casaţie şi Justiţie (Corte di cassazione);
  • curţi de apel (corti d’appello);
  • tribunale (tribunali);
  • tribunale specializate (tribunali speciali);
  • instanţele districtuale (tribunali distrettuali);
  • tribunale militare (tribunali militari).

Gerarchia degli organi giudiziari

La Il link si apre in una nuova finestraÎnalta Curte de Casaţie şi Justiţie svolge in Romania le funzioni di Corte suprema. Essa assicura un’interpretazione e un’applicazione uniformi della legge da parte degli altri tribunali.

  • Le 15 curţi de apel (corti d’appello) sono organi giudiziari sotto la cui giurisdizione funzionano i tribunali e i tribunali speciali;
  • i 42 tribunale (tribunali) sono ripartiti nei distretti e a Bucarest, solitamente con sede nel capoluogo di ogni distretto;
  • i 4 tribunale specializate (tribunali speciali) fungono da organi giudicanti separati per i casi in materia di diritto di famiglia e minorile (1) e per le controversie commerciali (3);
  • sotto la giurisdizione dei tribunale funzionano 176 instanţele districtuale (tribunali distrettuali).

Tipi di organi giudiziari — breve descrizione

Vari organi giudiziari svolgono la propria attività giudiziaria sotto la giurisdizione di ciascuno dei 42 tribunale.

Tutti i 176 tribunali operativi sono organizzati a livello di distretto e di settori amministrativi per la città di Bucarest.

Ogni tribunale è amministrato da un presidente con funzioni direttive, mentre le sezioni speciali del tribunale sono amministrate da un presidente di sezione. In ogni tribunale un comitato consultivo decide in merito a questioni generali, connesse alla gestione del tribunale medesimo.

I tribunale militare (tribunali militari) sono organizzati in 4 tribunale militare, cui si aggiungono il Tribunalul Territorial Bucureşti (Tribunale territoriale di Bucarest) e la Curtea Militară de Apel Bucureşţ (Tribunale militare d’appello di Bucarest). Ogni tribunale militare ha status di unità militare.

  • Il Il link si apre in una nuova finestraConsiliul Suprem al Magistraturii (Consiglio superiore della magistratura) è l’organismo che, in base alla Costituzione, assicura l’indipendenza del potere giudiziario. Inoltre, assicura l’osservanza della legge e dei criteri di competenza e deontologia professionale nell’esercizio della professione di giudice e pubblico ministero.
  • Il Il link si apre in una nuova finestraMinisterul Justiţiei (Ministero della Giustizia) contribuisce al corretto funzionamento del sistema giudiziario, garantisce che la giustizia segua il suo corso in condizioni adeguate come servizio pubblico e difende l’ordinamento giuridico e i diritti e le libertà dei cittadini.

Banche dati giuridiche

Le seguenti banche dati giuridiche sono disponibili online:

L’accesso alla banca dati giuridica è gratuito?

Sì, l’accesso alla banca dati giuridica è gratuito.

Link utili

Il link si apre in una nuova finestraOrganizzazione della giustizia — Romania

Il link si apre in una nuova finestraRicerca dei tribunali competenti

Ultimo aggiornamento: 10/02/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.
Il nuovo testo è stato già tradotto nelle lingue seguenti.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Slovenia

Questa sezione contiene una panoramica del sistema giudiziario della Slovenia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Tutte le giurisdizioni nella Repubblica di Slovenia sono giurisdizioni ordinarie che svolgono le proprie funzioni secondo i principi di costituzionalità, indipendenza e legalità.

Organi giudiziari – breve descrizione

Il sistema giudiziario unificato è formato da organi giudiziari muniti di competenza generale e speciale.

  • Le giurisdizioni con competenza generale comprendono 44 okrajno sodišče (tribunali circondariali), 11 okrožna sodišča (tribunali distrettuali), 4 višja sodišča (tribunali superiori) e la Vrhovno sodišče (Corte suprema).
  • Le giurisdizioni speciali comprendono tre delovna sodišča (tribunali del lavoro), un delovno in socialno sodišče (tribunale sociale e del lavoro) e un višjedelovno in socialnosodišče (tribunale superiore sociale e del lavoro), che si pronunciano su controversie in materia di lavoro e di previdenza sociale, nonché un upravno sodišče (tribunale amministrativo), che offre tutela giuridica per le cause di natura amministrativa e che svolge le funzioni di giudice di grado superiore.

L’Ufficio del pubblico ministero occupa una posizione speciale nel sistema giudiziario, in quanto si tratta di un’autorità statale indipendente che, al contempo, fa parte del potere esecutivo. Il Procuratore generale dello Stato è nominato dal Državni zbor (Assemblea nazionale della Repubblica di Slovenia).

La Ustavno sodišče (Corte costituzionale) è il giudice supremo posto a tutela della costituzionalità, della legalità, dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Essa ha il potere di respingere gli atti dell’Assemblea nazionale abrogando un atto o parte di esso.

I giudici costituzionali sono nominati dal Državni zbor (Assemblea nazionale) su proposta del presidente della Repubblica. Nove giudici sono nominati per un periodo di nove anni e non sono rieleggibili. Nessun organo dello Stato può interferire nell’attività dei giudici, siano essi costituzionali, speciali o muniti di competenza generale.

Banche dati giuridiche

Maggiori informazioni sugli organi giudiziari della Repubblica di Slovenia sono disponibili sul sito internet della Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema della Repubblica di Slovenia

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraorgani giudiziari

Ultimo aggiornamento: 02/11/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua slovacco di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Slovacchia

Questa sezione fornisce una panoramica del sistema giudiziario in Slovacchia.

Organizzazione della giustizia — sistemi giudiziari

Amministrazione della giustizia

L'amministrazione della giustizia spetta ai giudici ordinari e alla Corte costituzionale della Repubblica slovacca.

Il potere giudiziario viene esercitato da organi giudiziari indipendenti e imparziali. A qualsiasi livello la giustizia è separata dagli altri organi dello Stato.

Il Presidente dell'organo giudiziario è incaricato dell'amministrazione degli organi giudiziari.

Amministrazione degli organi giudiziari

In Slovacchia gli organi giudiziari sono amministrati come stabilito dalla legge dal Ministero della giustizia della Repubblica slovacca e dal Presidente dell'organo giurisdizionale che è anche il rappresentante a livello ufficiale dell'organo giurisdizionale. L'organo giurisdizionale viene inoltre amministrato dal direttore amministrativo della corte nell'ambito della legge.

Organi giudiziari — breve descrizione

Giurisdizioni ordinarie

  • Okresné súdy (tribunali distrettuali): 54
  • Krajské súdy (tribunali regionali): 8
  • Najvyšší súd Slovenskej republiky (Corte suprema della Repubblica slovacca)
  • Špecializovaný trestný súd (tribunale penale specializzato).

Gerarchia degli organi giudiziari

Conformemente alla legge 757/2004 sugli organi giudiziari (e successive modifiche):

  1. gli okresné súdy svolgono procedimenti e si pronunciano in qualità di tribunali di primo grado nelle cause civili e penali, tranne quando le norme relative ai procedimenti dinanzi ai giudici stabiliscono diversamente;
  2. se una legge speciale lo prevede, gli okresné súdy svolgono procedimenti e si pronunciano su cause in materia elettorale;
  3. i krajské súdy svolgono procedimenti e si pronunciano in qualità di tribunali di secondo grado in cause civili e penali sulle quali si sono pronunciati in primo grado gli okresné súdy;
  4. le norme relative ai procedimenti dinanzi ai giudici stabiliscono in quali cause civili e penali i krajské súdy debbano svolgere procedimenti e pronunciarsi in primo grado;
  5. i krajské súdy svolgono procedimenti e si pronunciano in primo grado nelle cause amministrative, salvo se diversamente stabilito da una legge speciale;
  6. i krajské súdy svolgono procedimenti e si pronunciano anche su altre cause sulla base di quanto stabilito dalle leggi speciali (la legge 166/2003 relativa alla protezione della vita privata contro l'uso non autorizzato di strumenti tecnico-informatici e successive modifiche, la legge relativa alla difesa dalle intercettazioni).
  7. il Najvyšší súd decide:
  • in merito ad appelli ordinari contro le decisioni dei krajské súdy, e dello Špecializovaný trestný súd (tribunale penale specializzato);
  • in merito ad appelli straordinari contro le decisioni degli okresné súdy,dei krajské súdy, dello Špecializovaný trestný súd e del Najvyšší súd;
  • in merito ai conflitti di competenza ratione materiae tra tribunali e organi della pubblica amministrazione;
  • se ritirare una causa e assegnarla a un tribunale diverso da quello competente, se ciò è previsto dalle norme sui procedimenti giudiziari;
  • n merito ad altre cause, se previsto dalla legge o da un trattato internazionale.

Il Najvyšší súd effettua un riesame del processo decisionale degli organi giudiziari in cause legittimamente chiuse.

Il Najvyšší súd promuove l'interpretazione uniforme e l'applicazione coerente di leggi e di altre norme giuridicamente vincolanti:

  • con le proprie decisioni;
  • con l'adozione di pareri destinati a uniformare l'interpretazione delle leggi e di altre norme giuridicamente vincolanti;
  • con la pubblicazione di valide decisioni di primaria importanza nella "raccolta di pareri" della Corte e delle decisioni di tribunali della Repubblica slovacca.

Banche dati giuridiche

Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito Internet delIl link si apre in una nuova finestraMinisterstvaspravodlivostiSlovenskejrepubliky (ministero della Giustizia slovacco).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraMinisterstvaspravodlivosti (ministero della Giustizia slovacco)

Ultimo aggiornamento: 18/03/2019

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Finlandia

Questa sezione contiene una panoramica del sistema giudiziario in Finlandia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

In generale il sistema giudiziario finlandese è formato da:

  • giurisdizioni di diritto comune indipendenti, giurisdizioni amministrative e giudici speciali;
  • uffici del pubblico ministero
  • autorità preposte all’applicazione della legge (che si occupano dell’applicazione delle sentenze)
  • sistema carcerario (che si occupa delle sentenze e dei provvedimenti che dispongono pene privative della libertà)
  • Ordine degli avvocati e altre vie d’accesso al patrocinio a spese dello Stato.

L’organizzazione della giustizia si riferisce unicamente agli organi giurisdizionali.

L’articolo 98 della Costituzione finlandese enumera le varie giurisdizioni di diritto comune. Le giurisdizioni di diritto comune comprendono la Corte suprema, le corti d’appello e i tribunali di circoscrizione. I tribunali amministrativi sono i giudici con competenza generale amministrativa e comprendono la Corte amministrativa suprema e i tribunali amministrativi locali.

L’autorità giudiziaria suprema nel settore civile e penale è rappresentato dalla Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema (korkein oikeus) e per quanto riguarda il diritto amministrativo dalla Il link si apre in una nuova finestraCorte suprema amministrativa (korkein hallinto-oikeus). Le due Corti supreme verificano inoltre l’applicazione della legge nell’ambito della rispettiva sfera di competenza. In Finlandia ci sono anche giurisdizioni speciali, istituite da leggi distinte.

L’indipendenza e l’autonomia dei giudici è tutelata da una norma della Costituzione che afferma che i giudici possono essere rimossi dalle loro funzioni solo con decisione giudiziale. I giudici non possono essere trasferiti senza il loro consenso, salvo che il trasferimento non rientri nella riorganizzazione del sistema giudiziario.

L’articolo 21 della Costituzione afferma che tutti hanno diritto di essere giudicati senza indugio e secondo le procedure previste da un giudice giuridicamente competente o da un’altra autorità giudiziaria. Ai sensi del secondo comma del suddetto articolo, la divulgazione delle informazioni, il diritto di essere giudicati e di ottenere una decisione motivata nonché quello di ricorrere contro tale decisione sono tutelati dalla legge, analogamente ad altre garanzie riguardanti il processo equo e la buona amministrazione. Il suddetto articolo indica inoltre alcuni requisiti di qualità per l’attività giudiziaria.

Amministrazione degli organi giudiziari

Molti tra gli obblighi e le responsabilità dell’amministrazione giudiziaria e dello sviluppo delle giurisdizioni spettano essenzialmente al ministero della Giustizia.

Ulteriori informazioni

Il Il link si apre in una nuova finestraportale delle giurisdizioni finlandesi contiene informazioni sul sistema giudiziario finlandese; è un portale unico per coloro che cercano informazioni su tribunali, procuratori, ufficiali giudiziari ed enti per il patrocinio a spese dello Stato.

Esso contiene, per esempio, la giurisprudenza più recente delle corti d’appello e delle giurisdizioni amministrative.

La Il link si apre in una nuova finestrabanca dati Finlex (che si può consultare gratuitamente) comprende la giurisprudenza degli organi giudiziari degli “Statuti elettronici” di Finlandia e le traduzioni di atti e decreti finlandesi.

Ultimo aggiornamento: 08/02/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua svedese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Svezia

Questa sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario in Svezia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Organi giudiziari – breve descrizione

Il sistema giudiziario è costituito, in linea generale, dalle autorità e dagli enti preposti a garantire lo Stato di diritto e la certezza del diritto.  Gli organi giudiziari rappresentano la spina dorsale del sistema giudiziario, che comprende altresì le autorità cui competono la prevenzione della criminalità e la conduzione delle indagini, vale a dire:

Altre autorità, quali i Kronofogdemyndigheterna (Servizi di esecuzione), possono essere chiamate a svolgere incarichi collegati al sistema giudiziario.

Gerarchia degli organi giudiziari

In Svezia vi sono due tipologie parallele di giurisdizioni:

  • le giurisdizioni ordinarie, competenti per le cause civili e penali;
  • le giurisdizioni amministrative, competenti per le cause vertenti su questioni amministrative.

Le giurisdizioni ordinarie sono strutturate su tre livelli: Tingsrätterna (tribunali di primo grado), Hovrätterna (corti d’appello) e Högsta domstolen (Corte suprema).

Anche le giurisdizioni amministrative si articolano in tre livelli: Länsrätterna (tribunali amministrativi di primo grado), Kammarrätterna (corti amministrative d’appello) e Regeringsrätten (Corte amministrativa suprema). Inoltre, sono state istituite alcune giurisdizioni speciali che decidono su controversie attinenti a settori speciali.

Amministrazione degli organi giudiziari

Il Il link si apre in una nuova finestraJustitiedepartementet (ministero della Giustizia) è competente per le questioni riguardanti gli organi giudiziari, i codici di procedura e l'organizzazione dei tribunali. Tuttavia né il governo né qualsiasi altro ente possono intervenire nelle decisioni dei giudici nelle singole controversie.

LaIl link si apre in una nuova finestra Sveriges Domstolar (Amministrazione giudiziaria svedese) è l'ente amministrativo centrale degli organi giurisdizionali statali, dei tribunali amministrativi statali, dei tribunali regionali competenti in materia di locazione e di affitto e del Il link si apre in una nuova finestraRättshjälpsmyndigheten (Autorità nazionale per il patrocinio a spese dello Stato).

Ultimo aggiornamento: 06/11/2012

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Inghilterra e Galles

La presente sezione contiene una panoramica degli organi giudiziari in Inghilterra e Galles.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il Regno Unito ha tre giurisdizioni: Inghilterra e Galles, Scozia e Irlanda del Nord. In questa pagina sono illustrati gli organi giudiziari presenti in Inghilterra e Galles.

Amministrazione degli organi giudiziari

In Inghilterra e Galles l'amministrazione di molti organi giudiziari spetta all'Ufficio dei servizi giudiziari di Sua Maestà (Her Majesty's Courts and Tribunals Service, Il link si apre in una nuova finestraHMCTS). L'HMCS è un'agenzia del Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia, il dicastero preposto all'organizzazione del sistema giudiziario in Inghilterra e Galles.

Tipi e gerarchia degli organi giudiziari – breve descrizione

Le cause penali in Inghilterra e Galles sono giudicate dalle Magistrates' Courts, dalla Crown Court, dalle Divisional Courts della High Court e dalla sezione penale della Court of Appeal.

Le cause civili in Inghilterra e Galles sono giudicate dai County Courts, dalla High Court e dalle sezioni civili della Court of Appeal.

La nuova Supreme Court of the United Kingdom è il giudice di ultima istanza nel Regno Unito per i contenziosi civili e penali, anche se per le cause penali scozzesi non è previsto il diritto di ricorso dinanzi ad essa.

Informazioni più dettagliate sugli organi giudiziari in Inghilterra e Galles sono disponibili nella pagina dedicata alle giurisdizioni ordinarie in Inghilterra e Galles e sul sito Internet dell'Ufficio dei servizi giudiziari di Sua Maestà (Il link si apre in una nuova finestraHer Majesty's Courts and Tribunals Service). Informazioni su alcuni tribunals e sulle giurisdizioni speciali in Inghilterra e Galles sono invece reperibili nella pagina che descrive le giurisdizioni speciali in Inghilterra e Galles.

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraHMCTS, Il link si apre in una nuova finestraministero della Giustizia, Il link si apre in una nuova finestraHer Majesty's Courts Service (Ufficio dei servizi giudiziari di Sua Maestà)

Ultimo aggiornamento: 12/12/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Irlanda del Nord

Questa sezione contiene una panoramica degli organi giudiziari nell'Irlanda del Nord.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il Regno Unito ha tre giurisdizioni: Inghilterra e Galles, Scozia e Irlanda del Nord.

Tipi e gerarchia degli organi giudiziari – breve descrizione

Supreme Court (Corte Suprema)

Nel 2009, la nuova Supreme Court of the United Kingdom (Corte Suprema del Regno Unito) ha preso il posto della Appellate Committee della Camera dei Lord e le funzioni della Judicial Committee del Privy Council (il giudice di appello di grado più elevato in alcuni Stati indipendenti del Commonwealth, territori d'oltremare del Regno Unito e possedimenti della Corona britannica).

La Supreme Court è la corte d'appello di ultima istanza nel Regno Unito per i contenziosi civili e penali, anche se per le cause penali scozzesi non è previsto il diritto di ricorso dinanzi ad essa, salvo i casi in cui la causa verta su questioni di diritto di rilevanza pubblica. In tale caso viene solitamente concessa l'autorizzazione a proporre ricorso dinanzi alla Supreme Court.

Court of Appeal (Corte d'appello)

La Court of Appeal giudica gli appelli avverso le sentenze penali della Crown Court e quelle civili della High Court.

High Court

La High Court si occupa di questioni di diritto civile, è il giudice di secondo grado in materia di diritto penale ed è altresì competente per il sindacato sulla legittimità delle azioni di singoli individui o di organizzazioni. La High Court giudica solitamente cause di valore superiore alle 30 000 GBP. In alcune circostanze, una causa di valore superiore può essere rinviata dalla High Court a una County Court, così come cause di valore inferiore alle 30 000 GBP possono essere trasferite dalla County Court alla High Court.

La High Court è composta dalle seguenti tre sezioni:

  • Family Division -
    si occupa, tra l'altro, di cause di divorzio complesse con costituzione del convenuto, di affidamento, adozioni e violenza domestica, nonché degli appelli contro le decisioni delle Magistrates' Courts e delle County Courts nelle cause matrimoniali, di questioni riguardanti persone che soffrono di disturbi mentali e di semplici questioni successorie (probate matters).
  • Queens Bench Division -
    si occupa di richieste di risarcimento danni complesse e/o di ampia portata, nonché di una serie limitata di appelli contro decisioni delle Magistrates' Courts o delle Crown Courts, della verifica della legittimità di azioni di organizzazioni e di azioni di diffamazione.
  • Chancery Division -
    si occupa, tra l'altro, di trust, testamenti impugnati, scioglimenti di società, fallimenti, ipoteche, beneficenza, contestazione di redditi (solitamente imposta sui redditi), ecc.

Crown Court

La Crown Court si occupa dei seguenti tipi di cause penali:

  • reati più gravi giudicati da un giudice e in molti casi da una giuria;
  • dichiarazioni di colpevolezza nelle Magistrates' Courts che sono state inviate alla Crown Court per la condanna.

Le pene detentive e pecuniarie inflitte dalla Crown Court sono più severe rispetto a quelle comminate dalle Magistrates' Courts.

County Court (Tribunale di contea)

Le County Courts si occupano di cause civili giudicate da un giudice, anche distrettuale, di valore solitamente inferiore a 30 000 GBP (o 45 000 GBP per questioni di equity). Le cause di valore superiore sono giudicate dinanzi alla High Court (cfr. sopra). Tutte le controversie derivanti da contratti di credito disciplinati devono essere avviate dinanzi alla County Court, indipendentemente dal valore della causa.

Esempi di cause trattate dalla County Court:

  • controversie tra proprietari e inquilini (per esempio, possesso – sfratto, canoni arretrati e riparazioni);
  • controversie che riguardano i consumatori (per esempio, merce difettosa o servizi di scarsa qualità);
  • lesioni personali (colpose) tra cui, per esempio, incidenti d'auto, cadute in buche stradali, infortuni sul lavoro;
  • cause di divorzio senza costituzione o difesa del convenuto (solo in alcune County Courts);
  • cause su questioni di discriminazione fondata su sesso o razza;
  • debiti (per esempio, il caso in cui un creditore reclama il pagamento del proprio credito);
  • questioni in materia di impiego: stipendi dovuti o indennità di mancato preavviso;
  • appelli contro decisioni delle Magistrates' Courts emesse da un giudice (e da almeno due giudici a latere se il convenuto è un minore).

Controversie di modesta entità

Anche le controversie di modesta entità sono giudicate dinanzi alle County Courts. In generale, il loro valore non supera le 3 000 GBP.

Magistrates' Court

Le Magistrates' Courts si occupano di cause penali e di alcune cause civili. Le controversie sono giudicate da un giudice distrettuale (Magistrates' Court).

  • Cause penali dinanzi alla Magistrates' Court:
    Le Magistrates' Courts trattano reati per cui il convenuto non ha diritto a un processo con giuria. Si tratta di reati definiti "minori" (summary offences), che prevedono la reclusione massima di sei mesi e/o una pena pecuniaria fino a 5 000 GBP.
    Le Magistrates' Courts si occupano anche di reati in cui il convenuto, pur avendo facoltà di scegliere il processo con giuria, decide per il procedimento dinanzi al giudice distrettuale. Diversamente, la causa verrebbe trasmessa alla Crown Court
  • Youth Court (Tribunale dei minori)
    La Youth Court si occupa di reati commessi da minori di età compresa tra i 10 e i 17 anni. Questo organo giudicante fa parte della Magistrates' Court e le cause vengono trattate dinanzi a un giudice distrettuale (Magistrates' Court) e ad altri due giudici onorari con una formazione specifica. Nel caso in cui un minore sia imputato di un reato estremamente grave che, se commesso da un adulto, sarebbe punibile con pena minima edittale della reclusione per 14 anni, la Youth Court può rinviarlo dinanzi alla Crown Court.
  • Cause civili dinanzi alle Magistrates' Courts
    Le Magistrates' Courts si occupano della seguente serie limitata di cause civili:
    • alcuni debiti civili, tra cui arretrati di imposte sui redditi, contributi previdenziali assicurativi, arretrati IVA, aliquote;
    • licenze, tra cui il rinnovo o la rilevazione di licenze per pub o club;
    • alcune questioni matrimoniali, tra cui il mantenimento e l'allontanamento del coniuge dal tetto coniugale;
    • assistenza per l'infanzia, tra cui presa in carico dall'assistenza pubblica o provvedimenti di controllo, procedimenti di adozione e provvedimenti di residenza.

Coroners' Courts

Indagano sulle circostanze di morti improvvise, violente o non naturali.

Gerarchia degli organi giudiziari

Further details and a diagram of the court structure in Northern Ireland can be found on the website of the Il link si apre in una nuova finestraNorthern Ireland Courts and Tribunals Service.

Amministrazione degli organi giudiziari

In Irlanda del Nord l'amministrazione degli organi giudiziari spetta all'Ufficio dei servizi giudiziari dell'Irlanda del Nord (Il link si apre in una nuova finestraNorthern Ireland Courts and Tribunals Service).

Esso fornisce:

  • assistenza amministrativa ai tribunali e ai magistrati dell'Irlanda del Nord
  • l'esecuzione delle sentenze civili mediante un servizio di esecuzione centralizzato fornito dall'Ufficio per l'esecuzione delle decisioni giudiziarie (Enforcement of Judgements Office)
  • assistenza amministrativa ai tribunali (tribunals).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraNorthern Ireland Courts and Tribunals Service

Ultimo aggiornamento: 28/08/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

La versione originale in lingua inglese di questa pagina è stata modificata di recente. La versione linguistica visualizzata è attualmente in fase di traduzione.

Sistemi giudiziari negli Stati membri - Scozia

La presente sezione contiene una panoramica degli organi giudiziari della Scozia.

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il Regno Unito ha tre giurisdizioni: Inghilterra e Galles, Scozia e Irlanda del Nord.

Amministrazione degli organi giudiziari

L'amministrazione degli organi giudiziari in Scozia spetta all'Il link si apre in una nuova finestraUfficio dei servizi giudiziari scozzesi (Scottish Court Service). Si tratta di un'autorità indipendente, presieduta dal Lord President (in Scozia è il decano dei giudici)

Tipi e gerarchia degli organi giudiziari – breve descrizione degli organi principali

I tribunali scozzesi sono organizzati secondo il modello descritto di seguito.

Il procedimento dinanzi ai tribunali penali può essere "solenne" (per i reati più gravi che richiedono un processo con una giuria) o "sommario" (per i reati meno gravi giudicati da un giudice monocratico).

La High Court of Justiciary è presieduta dal Lord Justice General, che esercita altresì le funzioni di Lord President. Si tratta del tribunale penale supremo con competenza per i reati più gravi, quali omicidio o stupro, e investito altresì della funzione di giudice penale di ultima istanza.

La maggior parte dei procedimenti penali (sia quelli "solenni" che quelli "sommari") sono trattati dalla Sheriff Court, mentre i giudici di pace (Justice of the Peace Court) trattano procedimenti sommari riguardanti reati meno gravi. Questi ultimi sono giudici onorari che operano con un giurista consigliere o con giudici togati che possiedono la qualifica necessaria.

I tribunali civili trattano tutta una serie di questioni, risolvendo controversie tra cui, il recupero crediti, le controversie riguardanti il diritto di famiglia e commerciali. La Court of Session è l'organo giudiziario civile supremo in Scozia. Esso consta di una sezione esterna (outer house), che si occupa di cause di primo grado, e di una sezione interna (inner house), che esamina principalmente gli appelli ed è presieduta dal Lord President.

È possibile ricorrere in cassazione dinanzi alla nuova Supreme Court of the United Kingdom (Corte suprema del Regno Unito) solo per questioni di diritto.

Le Sheriff Courts si occupano di casi analoghi a quelli sottoposti alla Court of Session, ma applicano anche procedure semplificate per cause di valore fino a 5 000 GBP in cui non è richiesta l'assistenza di un legale.

È possibile consultare informazioni più dettagliate sugli organi giudiziari scozzesi sul sito dell'Il link si apre in una nuova finestraUfficio dei servizi giudiziari scozzesi (Scottish Court Service).

Link correlati

Il link si apre in una nuova finestraScottish Court Service, Il link si apre in una nuova finestragoverno scozzese

Ultimo aggiornamento: 08/06/2017

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.