Sistemi giudiziari nazionali

Paesi Bassi

Questa sezione contiene una panoramica dell’ordinamento giudiziario nei Paesi Bassi.

Contenuto fornito da
Paesi Bassi

Organizzazione della giustizia – Sistemi giudiziari

Amministrazione degli organi giudiziari

Il Raad voor de rechtspraak (Consiglio della Giustizia) fa parte del sistema giudiziario, ma non si occupa direttamente dell’amministrazione della giustizia. Quest’organo ha acquisito dal ministero della Giustizia le responsabilità di alcune attività di tipo operativo, tra cui l’assegnazione di bilanci, la vigilanza sulla gestione finanziaria e le politiche relative a personale, tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, e alloggi. Il Raad voor de rechtspraak supporta i tribunali nello svolgimento dei loro compiti in questi settori; inoltre, è stato investito del compito di promuovere la qualità del sistema giudiziario e di fornire la propria consulenza in relazione a nuove normative che abbiano implicazioni sull’amministrazione della giustizia. Infine, funge da portavoce del sistema giudiziario nei dibattiti pubblici e politici.

I suoi compiti attengono a questioni operative (nel senso più ampio del termine) e di bilancio, nonché agli aspetti qualitativi dell’amministrazione della giustizia.

Il Raad voor de rechtspraak svolge un ruolo fondamentale in termini di preparazione, attuazione e rendicontazione del bilancio del sistema giudiziario. Il sistema di bilancio si basa su un insieme di criteri per la misurazione del carico di lavoro gestito, appunto, dal Raad voor de rechtspraak, che promuove e monitora lo sviluppo di procedure operative nell’attività quotidiana dei tribunali. Le attività specifiche in questione concernono la politica relativa a personale, alloggi, tecnologie dell’informazione e delle comunicazioni, e relazioni esterne. Il Raad voor de rechtspraak è investito per legge di una serie di poteri formali necessari allo svolgimento dei suoi compiti: per esempio, può emettere istruzioni generali vincolanti per quanto riguarda le politiche operative, sebbene tendenzialmente si preferisca limitare il più possibile l’esercizio di questo potere.

Il Raad voor de rechtspraak è responsabile dell’assunzione, della selezione e della formazione dei funzionari giudiziari e di tribunale. Svolge le sue attività in questi ambiti in stretta collaborazione con i consigli dei tribunali e riveste un peso notevole nella nomina dei membri dei consigli medesimi.

In relazione alla qualità del sistema giudiziario, la sua attività consiste nel promuovere un’applicazione uniforme della legge e nel migliorare il livello qualitativo del sistema. In considerazione della sovrapposizione dei contenuti delle decisioni giudiziarie, il Raad voor de rechtspraak non ha poteri vincolanti in quest’area.

Il Raad voor de rechtspraak, inoltre, svolge una attività consultiva generica, fungendo da consulente per il governo in merito a nuove normative con implicazioni per il sistema giudiziario. Questo avviene mediante una consultazione continua con i membri dei consigli dei tribunali.

Sebbene il Raad voor de rechtspraak disponga di poteri formali, i suoi rapporti con i tribunali non dovrebbero essere considerati come gerarchici. Il Raad voor de rechtspraak definisce direttamente l’obiettivo primario di supporto ai tribunali in relazione alle loro attività; allo scopo di assicurare che esse siano correttamente portate a compimento, il Raad voor de rechtspraak si consulta regolarmente con i presidenti dei tribunali, i direttori operativi, i capi settore e il Consiglio dei rappresentanti (un organismo consultivo composto da rappresentanti dei tribunali).

Organi giudiziari – Breve descrizione

Tribunali distrettuali

I Paesi Bassi sono suddivisi in 11 distretti, ognuno con un proprio tribunale. Ogni tribunale possiede più sedi cantonali. Il tribunale distrettuale è composto da un massimo di cinque “sezioni”, che includono sempre la sezione amministrativa, civile, penale e la sezione cosiddetta “cantonale” (kanton). Le cause di diritto di famiglia e relative ai minori sono spesso assegnate a una sezione separata, come avviene, a volte, anche per l’amministrazione della legge relativa agli stranieri. Il consiglio del tribunale ha potere decisionale in relazione a tali eventuali deferimenti.

Sezioni

Cantonale

È relativamente semplice, per i cittadini, ottenere udienza presso la sezione cantonale, nel senso che chiunque può discutere direttamente il proprio caso, senza obbligo di rappresentanza legale. Nell’ambito del diritto civile, il giudice cantonale è competente nelle cause relative a locazioni, acquisti a rate e lavoro, nonché in tutte le controversie di valore inferiore a 25 000 EUR.

Nell’ambito del diritto penale, il giudice cantonale è competente solo per i reati minori; spesso di tratta si cause in cui la polizia o il pubblico ministero hanno proposto una conciliazione. Se l’imputato rifiuta tale proposta, la causa viene discussa dinanzi al giudice cantonale. Questi, di regola, si pronuncia verbalmente al termine dell’udienza.

Diritto penale

Ai giudici della sezione penale vengono affidate tutte le cause penali per le quali non sia competente un giudice cantonale. Tali cause possono essere decise da un giudice monocratico o da un collegio composto da tre giudici. Il collegio è competente per le cause più complesse e per tutte quelle in cui il pubblico ministero richieda una condanna superiore a un anno di reclusione.

Diritto civile/diritto di famiglia

Anche la sezione civile si occupa delle cause non specificatamente assegnate al giudice cantonale; normalmente, la decisione spetta a un giudice monocratico ma, anche in questo caso, le cause più complesse sono affidate a un collegio composto da tre giudici. Alcuni tribunali distrettuali possiedono una sezione distinta per le cause di diritto di famiglia e minorile, se di numero elevato.

Diritto amministrativo

Fatto salvo un limitato numero di eccezioni, le controversie amministrative sono giudicate dal tribunale distrettuale; in molti casi, l’udienza presso la sezione di diritto amministrativo è preceduta da una procedura di opposizione con il patrocinio delle autorità amministrative. È normale che queste cause siano giudicate da un giudice monocratico ma, anche in questo caso, è possibile che il tribunale distrettuale decida di nominare un collegio di tre giudici cui affidare una causa particolarmente complessa o riguardante questioni fondamentali. Se all’interno del tribunale distrettuale non esiste una sezione distinta specificamente competente, le cause relative agli stranieri sono affidate alla sezione di diritto amministrativo o a una sua divisione. Per le cause che interessano funzionari pubblici e che vertono su questioni di previdenza sociale, l’appello è di competenza di una speciale corte d’appello, la Centrale Raad van Beroep (Corte d’appello per il pubblico impiego e la sicurezza sociale) e, nella maggioranza degli altri casi, della sezione del contenzioso amministrativo del Consiglio di Stato.

Corti d’appello

Gli 11 distretti sono suddivisi in quattro giurisdizioni, corrispondenti alle aree delle quattro Corti d’appello: l’Aia e Amsterdam, Arnhem-Leeuwarden e ‘s-Hertogenbosch. Per quanto riguarda il diritto penale e civile, i giudici delle Corti d’appello sono competenti solo per le cause in cui sia stato presentato un appello contro la decisione di un tribunale distrettuale. La Corte d’appello riesamina gli elementi della causa e trae le proprie conclusioni. Nella maggioranza dei casi è possibile impugnarne la decisione ricorrendo in cassazione presso l’Hoge Raad der Nederlanden. Oltre alle cause penali e civili, la Corte d’appello è competente, in qualità di giudice amministrativo, per tutti i giudizi di impugnazione contro gli accertamenti fiscali.

Tribunali speciali

Il Centrale Raad van Beroep (Corte d’appello per il pubblico impiego e la sicurezza sociale) è una sezione d’appello principalmente operativa in ambiti legali concernenti la previdenza sociale e le funzioni pubbliche, ove costituisce la massima autorità giudiziaria. Ha sede a Utrecht.

Il College van Beroep voor het Bedrijfsleven (Corte d’appello per il commercio e l’industria) è uno speciale tribunale amministrativo che giudica il contenzioso nell’ambito del diritto amministrativo in materia socioeconomica; inoltre, è competente per i giudizi di appello previsti da leggi specifiche, come la legge sulla concorrenza e la legge sulle telecomunicazioni. Ha sede all’Aia.

Corte di cassazione

La Corte di cassazione, con sede all’Aia, valuta se il giudice di grado inferiore ha applicato correttamente la legge nel fondare la propria decisione. In questa fase, gli elementi di fatto della causa accertati dal tribunale di grado inferiore non sono più oggetto di discussione. Il ricorso in cassazione svolge pertanto un’importante funzione di promozione dell’unità del diritto.

Banche dati giuridiche

Sono disponibili informazioni sul sito internet dedicato al sistema giudiziario dei Paesi Bassi.

La giurisprudenza si può reperire in una banca dati giuridica.

La consultazione delle banche dati è gratuita?

Sì, la consultazione è gratuita.

Link

Sistema giudiziario

Ultimo aggiornamento: 07/03/2016

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.

Commenti

Usa il formulario qui di seguito per condividere i tuoi commenti e le tue osservazioni sul nostro nuovo sito web