Sistemi giudiziari nazionali

Italia

Questa sezione contiene informazioni generali sul sistema giudiziario italiano.

Contenuto fornito da
Italia

Organizzazione della giustizia – sistemi giudiziari

Il sistema giudiziario italiano è basato sulla civil law.

Le funzioni di giudice e di pubblico ministero sono esercitate dai membri della magistratura. La funzione amministrativa è esercitata dal Ministero della Giustizia.

La funzione giurisdizionale si articola in:

  • giurisdizione ordinaria civile e penale
  • giurisdizione amministrativa
  • giurisdizione contabile
  • giurisdizione militare
  • giurisdizione tributaria

La giurisdizione in materia amministrativa è esercitata dai Tribunali Amministrativi Regionali (TAR) e dal Consiglio di Stato.

La giurisdizione in materia contabile è esercitata dalla Corte dei conti. L'ufficio del procuratore generale è costituito presso la stessa Corte.

La giurisdizione in materia tributaria è esercitata dalle Commissioni tributarie provinciali e dalle Commissioni tributarie regionali.

La giurisdizione in materia militare è esercitata dai tribunali militari, dalla corte militare d'appello, dal tribunale militare di sorveglianza, dalle procure militari presso i tribunali militari, dalle procure generali militari presso la corte militare di appello e dalla procura generale militare presso la Corte di Cassazione.

La giurisdizione ordinaria in materia civile e penale è esercitata da magistrati dell'ordine giudiziario, distinti in giudici, da un lato, e magistrati del pubblico ministero, dall'altro, che esercitano rispettivamente la funzione giudicante e requirente.

Amministrazione degli organi giudiziari

La Costituzione prevede che, all'interno delle strutture governative, il Ministero della Giustizia sia responsabile dell'amministrazione degli organi giudiziari in ragione del suo ruolo specifico, della sua funzione e del suo rapporto con la magistratura.

In seguito ad un concorso pubblico estremamente complesso, i magistrati sono nominati presso i tribunali per settori di competenza in base ad una scelta personale. Le assegnazioni, le promozioni, le dispense dal servizio, i trasferimenti ed i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati devono essere decisi dal Consiglio Superiore della Magistratura (CSM) nel rispetto di speciali garanzie di tutela.

Tutte le questioni riguardanti i magistrati devono essere sottoposte al vaglio del CSM, che tutela l'indipendenza e lo status dei magistrati stessi.

Il Presidente della Repubblica italiana è anche presidente del CSM.

Il Ministero della Giustizia svolge le proprie funzioni amministrative e organizzative a due livelli:

  • all'interno di strutture centrali (dipartimenti), principalmente a Roma, e per determinati settori di competenza anche in sezioni locali;
  • negli uffici giudiziari, tribunali, corti, ecc.

Nella funzione amministrativa rientra anche la gestione del personale degli uffici giudiziari.

A capo dei tribunali (o degli uffici del pubblico ministero) siede:

  • un magistrato con funzioni direttive apicali
  • un dirigente che si occupa dell'organizzazione dei servizi giudiziari al pubblico e dell'assistenza interna ai giudici e ai pubblici ministeri. La posizione di dirigente è la più elevata tra il personale amministrativo.

Organi giudiziari – breve descrizione

Gli organi giudiziari sono organizzati come segue:

Primo grado

  • Giudici di pace: sono giudici onorari (non togati) competenti per cause civili e penali di modesta entità
  • Corti o tribunali: sono competenti a conoscere delle cause di maggior valore
  • Ufficio di sorveglianza: è competente in primo grado in materia di sorveglianza (questioni inerenti a detenuti, condanne, ecc.)
  • Tribunale per i minorenni

Secondo grado

Organi giurisdizionali dinanzi ai quali impugnare la prima decisione per motivi di fatto e relativi all'interpretazione del diritto:

  • Corti d'appello
  • Tribunali di sorveglianza – tribunali di secondo grado (e, in alcune materie specifiche, di primo grado) competenti in materia di sorveglianza

Terzo grado

Organo da adire per ottenere un riesame della decisione per violazione di legge in ultima istanza:

  • Corte di cassazione (corte suprema): organo giurisdizionale con competenza generale in ultima istanza

Presso i tribunali principali sono costituite sezioni specializzate. Le corti d'assise si compongono di due giudici togati e di sei giudici popolari. I giudici popolari sono estratti a sorte tra i cittadini e restano in carica per brevi periodi, ai fini di collaborazione e rappresentanza dei vari settori della società.  Le corti d'assise si pronunciano su reati gravi (omicidio, violenza privata e simili).

I magistrati che svolgono la funzione di pubblici ministeri nei procedimenti sono:

  • il procuratore della Repubblica presso il Tribunale (primo grado) e i sostituiti procuratori
  • il procuratore generale presso la Corte d’appello (secondo grado) e i sostituiti procuratori generali
  • il procuratore generale presso la Corte di cassazione e i sostituti procuratori generali

In Italia la funzione di pubblico ministero è esercitata da magistrati di carriera che svolgono le proprie mansioni sotto la supervisione del procuratore generale a capo della rispettiva procura.  Questo meccanismo opera come una sorta di gerarchia che si applica soltanto alle procure.

Gerarchia degli organi giudiziari

Giurisdizione civile

Giurisdizione penale

Giurisdizione dei minori

Giurisdizione di sorveglianza

I grado

Giudice di pace

Giudice di pace

Tribunale per i minori

Ufficio di sorveglianza/Tribunale di sorveglianza

II grado

Tribunale

Tribunale

Sezioni specializzate presso la corte d'appello

Tribunale di sorveglianza

Corte d'appello

Corte d'appello

Violazione di legge

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Corte di Cassazione (corte suprema)

Banche dati giuridiche

Il sito Internet del Ministero della Giustizia italiano contiene informazioni sulla magistratura, il ministero stesso e le sue competenze e le coordinate per contattare i vari uffici.

Il sito internet del Consiglio superiore della magistratura fornisce informazioni dettagliate sul sistema giudiziario italiano in lingua italiana, inglese e francese.

L'accesso a entrambi i siti è gratuito.

07/04/2017

Ultimo aggiornamento: 18/06/2018

La versione di questa pagina nella lingua nazionale è affidata allo Stato membro interessato. Le traduzioni sono effettuate a cura della Commissione europea. È possibile che eventuali modifiche introdotte nell'originale dallo Stato membro non siano state ancora riportate nelle traduzioni. La Commissione europea declina qualsiasi responsabilità per le informazioni e i dati contenuti nel documento e quelli a cui esso rimanda. Per le norme sul diritto d'autore dello Stato membro responsabile di questa pagina, si veda l'avviso legale.